Deposito di rifiuti speciali pericolosi in Z.I. Santo Chiodo

A seguito di una nota della Provincia di Perugia – Corpo Polizia Provinciale, con la quale si comunica che, durante un servizio di controllo del territorio per la tutela ambientale svolto nel Comune di Spoleto, nella zona industriale di Santo Chiodo, è stata accertata la violazione dell’art. 192 del decreto legislativo 152/06 “Norme di materia ambientale”.

La Polizia Provinciale ha individuato “un deposito incontrollato di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi di diversa natura” accumulati nei piazzali di pertinenza dell’Industrie Minerva.

Visto che, a seguito di una prima comunicazione del Comune, non sono pervenute giustificazioni e/o memorie scritte da parte delle industrie, l’Amministrazione ha emesso un’ordinanza con la quale si chiede alla Minerva di provvedere ad una serie di azioni. In primis di adottare tutte le misure necessarie per evitare che il materiale in deposito presso il sito industriale possa costituire un pericolo per la salubrità dell’ambiente. Di inviare al Comune e all’ARPA, entro 30 giorni dalla notifica dell’ordinanza, un Piano di smaltimento dei rifiuti. Poi di rimuovere e smaltire i rifiuti con successivo ripristino dello stato dei luoghi, avviando le operazioni a partire dalla presentazione del Piano di Smaltimento e concludendole entro 90 giorni.

Entro 15 giorni dalla conclusione delle operazioni dovrà essere inviata a Comune e ARPA la documentazione completa attestante l’avvenuto smaltimento e il ripristino dello stato dei luoghi. Nell’ordinanza si chiede anche di “verificare l’assenza di eventuale contaminazione del suolo, sottosuolo, acque individuando i punti del campionamento con la Provincia di Perugia – Corpo Polizia Provinciale ed ARPA – Dipartimento Provinciale di Perugia, Sezione Territoriale Foligno/Spoleto”.

 

Pin It