Dolci d’Italia, presentata la III edizione del Festival nazionale

A Spoleto un irresistibile viaggio nella tradizione dolciaria italiana dal 29 ottobre al primo novembre
Ci saranno grandi pasticceri e cioccolatieri, 80 stand, 20 cooking show, laboratori e iniziative culturali


Un viaggio nella tradizione dolciaria italiana, con esperienze degustative e formative per tutti, dagli appassionati e cultori dell’alimentazione ai giornalisti, passando per chef, imprenditori e operatori di settore. Questo e molto altro è Dolci d’Italia, il festival nazionale dei dolci che andrà in scena a Spoleto da sabato 29 ottobre a martedì primo novembre, con un’anteprima venerdì 28 ottobre.

Il programma della terza edizione dell’evento è stato presentato lunedì 17 ottobre a Spoleto da Aldo Amoni, presidente di Epta Confcommercio Umbria, società che organizza l’evento. Presenti alla conferenza stampa anche Andrea Sisti, sindaco di Spoleto, Tommaso Barbanera, presidente mandamento Confcommercio Spoleto, Roberta Galassi, dirigente scolastica dell’Istituto Alberghiero ‘Giancarlo De Carolis’ di Spoleto, Dario Pompili, presidente della Fondazione Cassa di risparmio di Spoleto, e Pietro Bellini, presidente del Gal Valle Umbra e Sibillini, con il cui contributo è organizzata la manifestazione.

Sarà un ‘dolce’ viaggio di quattro giorni – ha spiegato Amoni – nel centro storico di Spoleto, dove i partecipanti potranno assaporare prodotti di altissima qualità, di cui l’Italia è ricca, assistere ai venti cooking show, ai laboratori e ai momenti di approfondimento culturale. Dopo le prime due edizioni, dove c’è stata una grande affluenza di pubblico e la partecipazione di pasticceri da tutta Italia, quest’anno abbiamo deciso di ampliare la superficie espositiva, con 80 stand. L’esposizione sarà anche ‘mediatica’, perché avremo spazi pubblicitari sull’emittente tv La7. Importante, poi sarà la collaborazione con l’Università dei sapori, nata proprio su iniziativa di Confcommercio nel 1996, e con l’istituto Alberghiero di Spoleto, i cui alunni sono un pilastro essenziale per i servizi di sala. Non è facile organizzare eventi di questo genere, dove bisogna coordinare mezzi e persone, e difatti abbiamo avuto qualche difficoltà per gli spazi espositivi, ma siamo comunque soddisfatti del lavoro svolto e ci tengo a ringraziare i funzionari e i dirigenti degli uffici preposti. Ringrazio, poi, la Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto, gli sponsor e gli espositori che hanno aderito al progetto. Nella speranza che il tempo sia clemente, vi aspettiamo sabato 29 ottobre alle 11 per il taglio del nastro al Chiostro di San Nicolò”.

Anche quest’anno il nostro sostegno economico sarà importante – ha detto Bellini – attraverso la misura 19.2 del Psr per l’Umbria 2014-2020. Una misura che nasce all’indomani del sisma per dare un aiuto anche a queste iniziative e soprattutto ai territori danneggiati, ma che poi, come abbiamo visto si è rivelata ancora più indispensabile, essendo passati di emergenza in emergenza, dal sisma al Covid”.

Il festival comincia ad allargarsi e ad occupare altri spazi della città – ha proseguito Barbanera – l’obiettivo è che possa crescere sempre di più. Tra le novità, ci sarà la cheesecake più lunga d’Italia, in corso Mazzini; sarà un momento di attrazione per i turisti che ci auguriamo accorrano numerosi e curiosi”.

L’anno scorso – ha raccontato il sindaco Sisti – mi ero appena insediato e abbiamo fatto un miracolo, perché di lì a poco si sarebbe acuita la pandemia. Anche adesso non è semplice organizzare gli eventi per questo vi ringrazio ed esprimo vicinanza a tutti i nostri commercianti. Questi eventi servono a far riscoprire molti luoghi della città che non vengono più percorsi, come ad esempio Corso Mazzini, dove le botteghe sono chiuse da anni e la gente non passa più. Eventi come questo rendono la città più viva”.

L’inaugurazione, come si diceva, sarà preceduta, venerdì 28 da un’anteprima a palazzo Mauri dove, alle 15.30, è in programma il convegno ‘Filiera corta e sostenibilità’. Seguiranno quattro giornate ricche di iniziative per grandi e bambini, suddivise tra le aree Taste, Exhibition, Lab, Entertainment e Educational. Le splendide location del centro storico di Spoleto ospiteranno così mercati nei quali degustare e acquistare i migliori prodotti dolciari della Penisola, come al Chiostro di San Nicolò dove c’è lo ‘Sweet show’ e ‘360° Experience’, o Palazzo Mauri in cui si trova ‘Dolce Umbria’. In piazza Pianciani, poi, una parentesi salata con ‘Non solo dolci’ e in via Saffi Salotto Muzzi.

Al chiostro di San Nicolò, inoltre, in scena per tutta la durata dell’evento, ‘Sweet Academy’, lezioni di Pastry chef e tecniche di lavorazione per realizzare capolavori di bontà. Protagonisti saranno alimenti Dop e IGP prodotti nel territorio italiano e grandi pasticceri e cioccolatieri internazionali, uno su tutti Luca Montersino (martedì primo novembre alle 15), ma anche Matteo Felici (sabato 29 ottobre alle 18), Daniela Ribezzo (domenica 30 alle 11) e la Scuola del cioccolato della Perugina con il Maestro Alberto Farinelli (domenica 30 alle 18). E ancora, sempre al chiostro, ‘Piccoli pasticceri crescono’, un laboratorio per bambini con l’obiettivo di far scoprire loro l’aspetto ludico della cucina fatta in casa, stimolare la manualità e la condivisione del cibo, a cura dell’Associazione Il Filo rosso (ogni giorno alle 16 e alle 18), e ‘Cake design lab’, laboratori di cake design in collaborazione con la Federazione internazionale pasticceria gelateria cioccolateria. Non mancherà la musica con la performance ‘Dolci Note’, accompagnata da degustazioni gratuite sabato 29 ottobre alle 16 al Teatro romano, dove è in programma anche ‘L’archeologia incontra il palato’, banchetto che porterà i presenti alla scoperta dei dolci degli antichi Romani, sabato dalle 15 alle 17.30 e domenica 30 dalle 10 alle 13. Per l’occasione sarà anche presentato il libro ‘A tavola con gli antichi Romani’, di Giorgio Franchetti. Da segnalare, inoltre, ‘Dolce vagare’, trekking urbano con visite guidate alla scoperta della città di Spoleto che si concluderanno in piazza del Comune, anche qui con degustazione offerta ai partecipanti e Sweet Fit con un divertente appuntamento in Piazza Duomo per divertirsi al ritmo di musica, domenica 30 ottobre alle 17.

Il festival Dolci d’Italia è gratuito e ad ingresso libero, tutti i giorni dalle 10 alle 20.

Per il programma completo e aggiornato si può consultare il sito www.dolciditalia.it.

Pin It