Geologo per un giorno

Gli studenti della XX Settembre impegnati nella conoscenza del territorio. Il progetto è svolto in collaborazione con l’Ufficio Ambiente del Comune di Spoleto

Primo appuntamento di “Geologo per un giorno”, voluto dalla Scuola XX Settembre e svolto in collaborazione con l’Ufficio Ambiente del Comune di Spoleto.

L’iniziativa, prevista nell’ambito delle attività di Educazione Ambientale istituzionale, ha coinvolto la classe III B in occasione della prima uscita organizzata il 24 febbraio scorso lungo il Giro della Rocca.

Il geologo dell’Ufficio Ambiente Riccardo Cardinali e i tirocinanti geologi Lorenzo Cardinali e Jacopo Camilli, hanno tenuto una lezione introduttiva ai concetti fondamentali dello studio del nostro pianeta: dalla struttura ed evoluzione del pianeta Terra, al vulcanismo e sismologia, fino alla sedimentazione e formazione delle rocce.

Gli alunni, accompagnati dalle maestre Fiorella Santarelli, Raffaela Cavaldesi e Valentina Ghinassi e seguiti direttamente dai geologi, hanno potuto fare un’esperienza diretta sul campo prelevando, con l’ausilio del martello da geologo e di una lente d’ingrandimento, dei campioni di roccia che gli hanno permesso di analizzare tutta la storia racchiusa in essi.

Iniziative come questa – sono state le parole dell’assessore all’ambiente Vincenza Campagnanidimostrano come la Pubblica amministrazione possa andare oltre le attività più strettamente burocratiche e creare le occasioni per condividere le conoscenze, anche in materie prettamente scientifiche. In questo quadro, il coinvolgimento delle giovani generazioni, di alunni delle scuole elementari, è senza dubbio positivo”.

La seconda uscita pratica si svolgerà giovedì 3 marzo presso il Laboratorio di Scienze della Terra, gestito dal Prof. Bruno Mattioli, dove la classe completerà l’esperienza fatta all’aperto con osservazioni pratiche atte a dimostrare il legame tra la geografia fisica e la storia della Terra.

Fondamentale sarà il coinvolgimento dei bambini nelle esperienze che terrà il Prof. Bruno Mattioli, che riguarderanno la scatola di sabbia e le prove di permeabilità e del trasporto solido ad opera dell’acqua lungo i versanti di colline e montagne, così da poter conoscere direttamente la storia evolutiva del nostro territorio locale.

Pin It