Greenway: strada verde per il turismo sostenibile

Riqualificazione del paesaggio e valorizzazione del patrimonio naturalistico. Questi gli obiettivi principali del progetto “Greenway:la strada verde per il turismo sostenibile in Umbria”, promosso dal Comune di Spoleto e dal Consorzio di Bonificazione Umbra, che verrà inaugurato nel corso della due giorni di iniziative in programma venerdì 28 e sabato 29 novembre.

I lavori e gli interventi effettuati lungo il tratto spoletino della pista ciclabile Spoleto-Assisi, finanziati nell’ambito del POR FESR 2007-2013 – ASSE II Attività b2 per un totale di 260.000 euro, hanno permesso la realizzazione di alcuni percorsi pedonali paralleli alla pista ciclabile, la sistemazione di 10 totem informativi e segnaletici, la messa a dimora delle nuove alberature e la produzione di materiali di comunicazione (video, brochure, ecc.).

Gli appuntamenti inizieranno venerdì 28 novembre alle ore 10 con l’apertura della mostra “Greenway a scuola” presso il Terminal “Le Mattonelle” di San Nicolò, dove verranno esposti i lavori delle scuole e la mostra di foto naturalistiche di Massimiliano Bencivenni (l’esposizione sarà visitabile anche sabato 29 dalle ore 10 alle 13).

Dalle ore 9 alle 11, i bambini delle scuole elementari parteciperanno ai percorsi di educazione ambientale, a cura dell’Ufficio Ambiente del Comune di Spoleto, Ecomuseo di Spoleto, Studio Hyla, Legambiente e, con il supporto logistico del Consorzio di Bonificazione Umbra e del Lions Club Spoleto, pianteranno lungo il percorso gli alberi donati dal vivaio regionale Umbraflor.

Alle ore 11:30 l’assessore regionale alla promozione e valorizzazione dei sistemi naturalistici e paesaggistici Fernanda Cecchini, insieme al Sindaco Fabrizio Cardarelli e all’assessore all’ambiente Vincenza Campagnani, inaugurerà a Pontebari il percorso Greenway (a seguire il Comitato Soci Coop Centro Italia di Spoleto, che ha finanziato la pubblicazione delle brochure Greenway, offrirà la merenda a tutti i bambini).

Sabato 29 novembre le iniziative, che si svolgeranno lungo i percorsi pedonali e ciclabili tra San Nicolò e San Giacomo/Azzano, proseguiranno con le attività in libertà lungo la Greenway della Valle Spoletana: dalla costruzione di una Bat Box e di una mangiatoia, alla conoscenza del tiro con l’arco e del ruzzolone, fino alla manifestazione podistica amatoriale a cura dell’Associazione Amatoriale Spoletina.

Nel corso della mattinata sarà anche possibile partecipare (per prenotazioni chiamare il numero 349 2254072) alla passeggiata naturalistica lungo la Greenway insieme ai tecnici dello Studio Hyla.

——————————————————————-

Riqualificazione del paesaggio e valorizzazione del patrimonio naturalistico. Questi gli obiettivi principali del progetto “Greenway:la strada verde per il turismo sostenibile in Umbria”, che verrà inaugurato nel corso della due giorni di iniziative in programma venerdì 28 e sabato 29 novembre.

Finanziato nell’ambito del POR FESR 2007-2013 – ASSE II Attività b2 per un totale di 260.000 euro, il progetto è promosso dal Comune di Spoleto e dal Consorzio di Bonificazione Umbra e interessa prevalentemente il tratto spoletino della pista ciclabile Spoleto-Assisi, che si sviluppa lungo il corso dei torrenti Tessino e Marroggia, a partire da San Nicolò fino al Ponte di Azzano di Spoleto.

Tre gli eventi previsti il 28 novembre: alle ore 10 ci sarà l’apertura della mostra “Greenway” presso il Terminal delle biciclette di San Nicolò, dove verranno esposti i lavori delle scuole e sarà possibile visitare una mostra di foto naturalistiche. Alle ore 11:30, con il supporto logistico del Consorzio di Bonificazione Umbra, 250 bambini delle scuole elementari pianteranno lungo il percorso gli alberi donati dal vivaio regionale Umbraflor, mentre alle 12 l’Assessore Regionale Fernanda Cecchini inaugurerà il percorso Greenway.

Il progetto, oltre ad armonizzare e integrare la conservazione del patrimonio naturalistico con la riqualificazione fluviale e paesaggistica, punta alla restituzione, alla cittadinanza, di spazi soggetti a degrado e abbandono, nonché alla rivalutazione e alla riscoperta dei due torrenti come ambiti di pregio.

Sfruttando i percorsi ciclabili e pedonali già esistenti come infrastruttura per il collegamento fisico, il progetto mira alla messa in rete dei siti attrattori ambientali del territorio spoletino (Valle Tessino Marroggia da Azzano alle pendici del Monteluco, Siti Natura 2000, ambiti di interesse nel Disegno di Rete Ecologica Regionale), in modo da costituire un sistema di valorizzazione del patrimonio naturale del territorio comunale, come componente costitutiva e funzionale del Prodotto Turistico Regionale.

Pin It