Il ricordo della Grande Guerra attraverso i canti della Patria

Un incontro per ricordare, ad un secolo esatto dalla fine della Prima Guerra Mondiale, le vicende storiche che portarono alla Grande Guerra.

Sala gremita oggi pomeriggio a Palazzo Mauri, in occasione della presentazione del libro di Carlo Pagliucci “Memorie Storiche d’Italia nei canti della Patria”. L’evento, organizzato dal Comune di Spoleto ed inserito nella programmazione di eventi previsti per il Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate, è stata un’occasione per riprendere in mano i mutamenti sociali e gli accadimenti storici tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900.

Viviamo da settanta anni un’epoca di pace in Europa – sono state le parole dell’assessore Ada Urbani in apertura di incontro – ma non possiamo dimenticare la tragedia che vissero i popoli durante la Prima Guerra Mondiale. Oggi ricordare è necessario ed indispensabile e, questo di oggi, deve essere un momento dedicato alla memoria e alla comprensione del nostro passato”.

La presentazione, a cui hanno partecipato il Sindaco Umberto de Augustinis, il Presidente del Consiglio comunale Sandro Cretoni, il vicesindaco Beatrice Montioni e l’assessore Alessandro Cretoniè stata arricchita dal racconto del Generale dell’Esercito Mario di Spirito, che ha ripercorso i fatti storici che hanno condotto al primo conflitto mondiale.

La musica da sempre e dovunque accompagna e commenta la storia, le guerre e le battaglie, le manifestazioni e le rievocazioni patriottiche – sono state le parole dell’autore Carlo Pagliucci – contribuendo a rafforzare, cementare e armonizzare lo spirito e la solidarietà di un popolo e dei soldati”.

Pagliucci, attraverso il suo libro, ha delineato i contorni e documentato i dettagli di una tematica complessa, spaziando dalle composizioni dei più celebri musicisti del periodo risorgimentale (Gioacchino Rossini e Giuseppe Verdi), alle melodie della Grande Guerra.

Il volume è, infatti, un’opera di grande respiro, non solo temporale ma anche musicale, contenente un variegato repertorio di brani musicali , di compositori, poeti ed artisti. Non solo. Il libro raccoglie anche notizie, dati e curiosità, una rassegna di canti e spartiti stranieri e approfondimenti su temi collaterali, quali le composizioni colte, strumentali, liriche e d’avanguardia, sempre riguardanti la Grande Guerra.

Pin It