Il saluto del sindaco ai dipendenti

“DOBBIAMO ESSERE UNA SQUADRA E LAVORARE INSIEME. ABBIAMO UNA RESPONSABILITA’ IMPORTANTE NEI CONFRONTI DELLA NOSTRA CITTA’”
Il sindaco Andrea Sisti ha incontrato al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti i dipendenti del Comune di Spoleto, delle Farmacia comunali e dell’A.Se.


Bellezza, gentilezza e responsabilità sono tre concetti che vorrei guidassero il nostro lavoro e il rapporto tra noi e con i cittadini”. Ha concluso così il suo intervento il sindaco Andrea Sisti, che questa mattina ha incontrato i dipendenti del Comune di Spoleto, delle Farmacie comunali e dell’A.Se. Spoleto al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti.

Un incontro durato circa un’ora, in cui ha ribadito l’importanza dell’Ente in una città come Spoleto (“Siamo l’azienda più grande del territorio e abbiamo una responsabilità importante sia nei confronti dei cittadini, sia nell’organizzazione dei servizi”), ricordando al contempo le sfide complesse che il Comune, nella sua interezza, sarà chiamato ad affrontare.

Dobbiamo essere tutti partecipi del progetto di rivitalizzazione perché Spoleto, prima a causa del sisma e poi della pandemia ha subito una contrazione economica importante. Vi assicuro – ha aggiunto il sindaco – che potremo lavorare insieme, coordinandoci come deve fare una squadra”.

Da qui il riferimento alla prossima giunta comunale:”La nominerò entro questa settimana assegnando le deleghe agli assessori, che saranno aderenti ai sette ambiti di sviluppo presentati in campagna elettorale per una città della cultura sostenibile. Per i prossimi cinque io sarò il coordinatore di questa squadra e seguirò personalmente il bilancio e la Protezione Civile”.

Centrale nell’intervento anche la formazione, intesa come occasione di crescita per il personale. “Non dobbiamo smettere di studiare, questo varrà anche per chi siederà in giunta. È importante in una città complessa come la nostra. Dovremmo anche cercare di costruire occasioni di scambio di esperienze con altre realtà, perché ritengo che sia una delle cose più proficue per aumentare la nostra capacità gestionale”.

In ultimo un richiamo ad evitare l’indifferenza:”Ogni cittadino deve vedere garantiti gli stessi servizi, perché possono esserci problematiche diverse, ma la soluzione va trovata sempre per tutti. Vorrei che fossimo le antenne di questa città. Se vediamo che ci sono cose che non vanno dobbiamo essere i primi a segnalarlo. Farlo non è vergogna. La vera vergogna è l’indifferenza”.

Spoleto, mercoledì 27 ottobre 2021

Pin It