Rinnovo della dichiarazione di dimora abituale dello straniero extra-UE

Il servizio è rivolto a  tutti gli stranieri extra-UE iscritti residenti con titolo di soggiorno scaduto, entro 60 giorni dal rilascio del titolo di soggiorno rinnovato Requisiti utente: 1) dimora abituale 2) essere regolarmente soggiornante secondo il disposto del D. Lgs. 25 luglio 1998, n. 286, in considerazione pure del contenuto della Circolare Ministero Interno 17 novembre 2006, n. 42 (domanda di rinnovo presentata prima della scadenza del permesso di soggiorno o entro sessanta giorni dalla scadenza dello stesso, esibendo la ricevuta attestante l’avvenuta presentazione della richiesta di rinnovo)

Documenti richiesti: 
1) Idoneo documento di riconoscimento
2) Titolo di soggiorno rinnovato
Pagamenti: Le dichiarazioni anagrafiche sono esenti da qualsiasi tassa o diritto (art. 13 comma 4 D.P.R. n. 223/1989).
Durata del procedimento:
L’utente si presenta ai punti di erogazione del servizio, munito dei documenti necessari e rende il rinnovo della dichiarazione di dimora abituale sul fac-simile consegnato dall’ufficio. L’ufficiale d’anagrafe-referente interno dell’istruttoria valuta: a)la sussistenza del requisito della dimora abituale, per il tramite del corpo di polizia municipale a norma dell’art.19 del D.P.R. n. 223/1989, b)l’altra documentazione a corredo dell’istanza. Se l’esito dell’attività istruttoria è positivo, l’Ufficiale d’Anagrafe conclude positivamente il procedimento e procede ai sensi dell’art.6 del D.M. 18 dicembre 2000: 1) variazioni su database anagrafico; 2) comunicazioni Questura, entro 15 giorni (art. 6 D. M. 18 dicembre 2000) Se l’esito dell’accertamento è negativo l’Ufficiale d’Anagrafe comunica tempestivamente all’interessato i motivi che ostano all’accoglimento della domanda invitandolo, nel termine di 10 giorni dalla data della notifica, a presentare per iscritto le osservazioni eventualmente corredate da documenti (art.10-bis L. 7 agosto 1990, n. 241, Circolare Ministero Interno 24 febbraio 2006, n. 5). Qualora il responsabile del procedimento adotti un provvedimento negativo, è ammesso ricorso al Prefetto territorialmente competente, nel termine di 30 giorni dalla data di notifica del provvedimento medesimo.
33 giorni (Regolamento per i Procedimenti Amministrativi del Comune di Spoleto, approvato con atto del C.C. 21 marzo 1995, n. 116) in analogia con il procedimento di CAMBIAMENTO di ABITAZIONE
Pin It