Spoleto Salotto delle Eccellenze

SPOLETO SALOTTO DELLE ECCELLENZE
Donati alle Suore della Sacra Famiglia i fondi raccolti con lo “Strangozzo stellato”

Una donazione di € 500 alle Suore della Sacra Famiglia. È stato questo l’atto conclusivo di “Spoleto Salotto delle Eccellenze”, la tre giorni organizzata dal Comune di Spoleto per promuovere i prodotti tipici del territorio.

Domenica scorsa il Sindaco Umberto de Augustinis, il vicesindaco Beatrice Montioni e l’assessore alla cultura Ada Urbani, hanno consegnato a Suor Luciana Bello, Madre Superiora di Villa “Don Pietro Bonilli” – Istituto per diversamente abili, in occasione di Festainsieme, la raccolta fondi effettuata attraverso l’acquisto dello “Strangozzo stellato”.

La partecipazione degli chef stellati e la disponibilità dei nostri ristoratori – ha dichiarato l’assessore Urbani – ha permesso non solo di promuovere i nostri prodotti tipici, ma anche di coinvolgere cittadini e turisti per un fine benefico. Siamo soddisfatti della risposta che abbiamo avuto, perché ci ha permesso di compiere un piccolo gesto di solidarietà contribuendo all’opera meritoria che, quotidianamente, viene portata avanti dalle Suore della Sacra Famiglia di Spoleto”.

Molto infatti gli spoletini ed i turisti che, nel weekend del 31 maggio – 2 giugno, hanno partecipato alle iniziative in programma per “Spoleto Salotto delle Eccellenze”, visitando gli stand presenti al Giro della Rocca, a Corso Mazzini, in piazza della Libertà e in piazza del Mercato e prendendo parte alle iniziative organizzate nelle diverse location del centro storico.

I tanti appuntamenti in programma a Spoleto nel primo fine settimana di giugno, la presenza di relatori illustri con Claudio Strinati, Vittorio Sgarbi, Riccardo Cotarella e Paolo Morbidoni, solo per citarne alcuni – ha aggiunto l’assessore Urbani – hanno fatto registrare un alto numero di prenotazioni negli alberghi della città. Inoltre, le collaborazioni con la Pro Loco “A. Busetti”, che ha organizzato “Spoleto in Fiore”, con l’ATS “Le Terre di Spoleto e del Sagrantino” e con l’Istituto Alberghiero sono state un valore aggiunto in termini di promozione del nostro territorio”.

L’alto numero di presenze è stato confermato anche dai dati registrati nei percorsi meccanizzati della mobilità alternativa dove, tra il 31 maggio ed il 2 giugno, sono passate quasi 30.000 persone, per un totale di quasi 4.000 auto in sosta a Spoleto Sfera, Posterna e Ponzianina.

Alla tre giorni hanno partecipato, insieme alle famiglie, anche un gruppo di blogger enogastronomici, che hanno preso parte alle degustazioni e alle visite organizzate con “Le Terre di Spoleto e del Sagrantino” a Spoleto e nei territori limitrofi, un’occasione per far conoscere l’offerta turistica integrata di questa parte dell’Umbria.

Pin It