Tassa sui rifiuti

Benedetti:”La scelta di mantenere la Tarsu evitando pensati salassi è la più coerente”.La Giunta dà il via all’iter procedurale per l’applicazione dei livelli tributari del 2012. La decisione ora al vaglio della Commissione consiliare e poi del Consiglio comunale

Dopo l’approvazione in Commissione Bilancio e Finanze dell’emendamento presentato dall’on. Magda Culotta in merito alla tassa dei rifiuti (Tares), che dà ai Comuni la possibilità di scegliere il sistema tariffario da adottare per l’anno in corso, la Giunta comunale ha deciso di avviare l’iter procedurale per l’applicazione dei livelli tributari del 2012.

La decisione assunta dalla Giunta, che adesso passerà al vaglio della Commissione consiliare competente prima della discussione in Consiglio comunale, prevede un aumento del 30% della TARSU 2012 (i Comuni devono comunque prevedere la quota maggiorativa da destinare allo Stato).

“Come annunciato durante l’ultima seduta del Consiglio comunale – ha spiegato il Sindaco Daniele Benedetti – abbiamo deciso di adottare i profili tariffari del 2012 per avere la stessa copertura totale del costo dei servizi, ma conservando un impianto sociale ispirato alla gradualità e progressività. Per cui pagherà di più chi ha di più. Con questa decisione commercianti, ristoratori e venditori ambulanti di mercato non si vedranno quasi triplicare l’imposta ma la vedranno incrementare del 30%. L’impatto l’abbiamo verificato, ovviamente, anche sulle famiglie e i conti hanno dimostrato che anche il peso da ridistribuire sui nuclei familiari sarà inferiore rispetto all’applicazione della TARES.
Riteniamo che, in questo momento di grave difficoltà per le attività economiche e per le famiglie, la scelta di mantenere la Tarsu evitando pensati salassi sia la più coerente”.

 

 

Pin It