A Spoleto il progetto creativo “Before I Die I Want To” (Prima di morire vorrei…) di Candy Chang – Scrivi sul muro i tuoi pensieri, i tuoi sogni, le tue speranze

Sabato 22 ottobre – Hotel Albornoz in occasione del Convegno Aglaia

Da New Orleans, fino a Singapore, passando per New York, San Francisco, Londra, Berlino, Parigi, Pechino, Tokyo, ma anche Roma e Napoliarriva anche a Spoleto “Before I Die I Want To” (Prima di morire vorrei…), un esperimento sociale di arte interattiva che invita le persone a riflettere sulle loro vite e condividere le loro aspirazioni, i loro sogni e le loro speranze.

Il progetto è nato a New Orleans da un’idea dell’artista statunitense di origine taiwanese Candy Chang che, a seguito di un lutto familiare, ha creato uno spazio creativo anonimo di condivisione e riflessione, trasformando il muro esterno di una casa abbandonata in un enorme murale.

Sabato 22 ottobre, in occasione della XIX edizione del Convegno Annuale di Aglaia, all’interno dell’Hotel Albornoz, verrà montato un grande pannello sul quale ognuno potrà completare la frase “Before I Die I Want To…” per descrivere i propri sogni e le proprie idee. Il progetto di Spoleto prevede un secondo momento analogo che sarà realizzato in uno spazio del centro storico, con tutta probabilità la Biblioteca Comunale.

“Troviamo di grande interesse – ha spiegato Maria Elena Bececco, assessore alle politiche sociali del Comune di Spoleto che ha sostenuto l’iniziativa di Aglaia– l’iniziativa “Before I Die” e pensiamo che il suo successo nel mondo e la reazione globale che ha generato siano testimonianza della bontà del progetto. È un’esperienza di auto-espressione anonima e collettiva che è riuscita a riempire un vuoto. Si tratta di un interessante concept psicologico per sondare il confine tra isolamento e condivisione e trasformare pratiche e pulsioni contemplative in segni che incidono sulle forme urbane della comunità”.

“Sono molto contenta che anche Spoleto sia al centro del progetto dell’artista Candy Chang che sta riguardando tutto il mondo – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura e al Turismo Camilla Laureti – e che ancora una volta conferma la vocazione internazionale e artistica della nostra città. Documenteremo con foto e video il pannello che prenderà forma attraverso i pensieri di tutti i cittadini che desidereranno lasciare il loro. Al termine anche il pannello della città di Spoleto farà parte della pubblicazione che l’artista porta avanti e che è consultabile sul sito del progetto all’indirizzo www.beforeidie.cc”.

La XIX edizione del Convegno Annuale dell’Aglaia dal titolo “Testamento Biologico: questioni di fine vita tra Diritto, Clinica e Filosofia” è stato organizzato dall’Associazione in collaborazione con il Servizio Formazione della UslUmbria2.
Il tema del Convegno sono le scelte che ognuno di noi può fare non solo al termine della propria vita e ha l’intento di informare concretamente su questo tema gli addetti ai lavori e la cittadinanza attraverso diversi punti di vista: la filosofia, la bioetica, il diritto e gli aspetti sociali e clinici. Il premio Aglaia verrà consegnato quest’anno alla Consulta delle Fondazioni delle Casse di Risparmio Umbre nella persona del Presidente Sergio Zinni per l’importante sostegno al progetto di miglioramento dell’Hospice La Torre sul Colle. All’interno della giornata interverrà l’Assessore regionale alla Sanità e al Welfare Luca Barberini.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *