Accadde a Spoleto | Il Carnevale

IL CARNEVALE A SPOLETO
nei manifesti tra ‘800 e ‘900 e nelle foto degli anni ‘30

In occasione dell’ultima settimana di Carnevale, abbiamo setacciato i vecchi faldoni dei manifesti pubblici conservati in biblioteca Carducci trovando preziosi avvisi, “strilli” e locandine che appartengono agli anni a cavallo tra ‘800 e ‘900. Poi siamo andati a curiosare in fototeca per scovare qualche scatto del passato legato ai festeggiamenti carnevaleschi in città.

Dei manifesti pubblici colpiscono i toni spesso sarcastici, tra lo svolazzo goliardico e il piagnisteo polemico, tra le lamentele sulla ristrettezza del budget che non consente attrazioni o numeri spettacolari all’altezza dell’occasione o il rimpianto per i tempi andati in cui la città mostrava una vitalità ben diversa e una voglia di partecipazione e divertimento ormai sbiadita.

1888. | Borgo San Matteo

Tra le curiosità spiccano l’avviso della festa rionale in borgo San Matteo del 1888 che richiama la nuova meraviglia dell’illuminazione elettrica con “fiamma della forza di 1000 candele” o la “luminaria fantastica” del rione Torre dell’Olio del 1889, la coloratissima locandina per le migliori mascherate in corso Garibaldi del 1902 o l’enorme manifesto del Carnevale del 1908 che annuncia il “primo premio di L. 100 in oro, con ricco stendardo alla migliore maschera su carro addobbato a due cavalli composta di almeno otto persone”.

Carnevale in piazza Garibaldi | Anni '30

Le foto invece mostrano i festeggiamenti del Carnevale in piazza Garibaldi con la sfilata dei carri allegorici. Si capisce che ci troviamo agli inizi degli anni ‘30 dalla tipologia delle automobili e dalla locandina cinematografica di un film del 1932 che campeggia proprio in prossimità dei locali dell’ex cinema Fiamma.

Riconoscibile da molte angolazioni, piazza Garibaldi presenta alcuni tratti poco familiari, specialmente negli scorci che mostrano la vecchia porta Leonina, quella fatta costruire nella prima metà del 1800 da Leone XII Della Genga, bombardata e distrutta durante il secondo conflitto mondiale e poi ricostruita nelle forme attuali nell’immediato dopoguerra.

N.B. Le foto sono riproduzioni moderne degli originali prodotti dallo studio Subbioni

ARCHIVIO NEWS

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *