Guercino: la pala ritrovata, ora a Palazzo Collicola

Presentazione dell’opera sabato 19 novembre alle 11.30
Salone d’Onore – Palazzo Collicola Spoleto
Interverranno Marco Tonelli, Bruno Toscano, Bruno Bruni

Un avvenimento eccezionale a Palazzo Collicola: la pala d’altare di Gian Francesco Barbieri detto il Guercino (Cento, 1591 – Bologna, 1666), raffigurante la Madonna con il bambino e i santi Rocco e Sebastiano, grazie alla generosità dei suoi proprietari verrà collocata nel Salone d’Onore del museo.

Il Barbieri realizzò il grande dipinto (cm 175 x 294) in seguito alla richiesta del conte Antonio Maria Sartori, che desiderava manifestare la sua gratitudine alla Vergine e ai Santi Sebastiano e Rocco per essere scampato alla peste.

Dopo la sua rimozione dall’altare originario, avvenuta probabilmente nell’ultimo decennio del Settecento, la pala dopo alcuni passaggi di proprietà sembra scomparire dalla scena e così la ricca letteratura sul Guercino la cita regolarmente come opera perduta, finché il prof. Bruno Toscano negli anni ‘70 la potè rintracciare in un palazzo spoletino e, nonostante la leggibilità alquanto compromessa, riconoscerne la mano del grande artista di Cento.

A Palazzo Collicola, alla presenza del prof. Bruno Toscano e del restauratore Bruno Bruni, si ricostruirà la storia della Pala e delle sue vicende nel corso dei secoli che, dopo il restauro effettuato dalla COOBEC e per gentile concessione dei proprietari, verrà scoperta nella sua collocazione all’ingresso della Cappella di Palazzo Collicola, diventando senza dubbio l’opera più rappresentativa e importante della collezione d’arte antica ospitata nel Piano Nobile del museo.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *