Calendar

Nov
7
Sab
Mostre invernali di Palazzo Collicola @ Palazzo Collicola Arti Visive
Nov 7 2015@12:00–Mar 18 2016@19:00
<!--:it-->Mostre invernali di Palazzo Collicola<!--:--><!--:en-->Palazzo Collicola Winter Exhibitions<!--:--> @ Palazzo Collicola Arti Visive | Spoleto | Umbria | Italia

Opening per le mostre invernali di Palazzo Collicola Arti Visive sabato 7 novembre alle ore 12. Le mostre si concluderanno il 22 maggio 2016.

Il direttore artistico Gianluca Marziani ha scelto le “Sincronie” di Fausto Manara, i “Fratelli di Sale” di Claudio Marini, l’installazione sonora interattiva “Deep Carpet” di Vincenzo Core alla Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo e soprattutto una collettiva dal titolo Spoleto contemporanea. Lo sapevate che la città è ricca di energie, idee e visioni? che si propone di fare il punto sulla Spoleto dei nostri giorni, uno sguardo sul presente per definire le coordinate di quanto prodotto negli ultimi anni in città tra artisti veterani e giovanissimi, uomini e donne, tra coloro che sono rimasti e coloro che tornano, fino agli “stranieri” che hanno scelto Spoleto come città d’elezione: artisti statunitensi, europei ma anche italiani che qui si sono trasferiti, stabilmente o per lunghi periodi.

Le altre mostre propongono il percorso di Fausto Manara, psichiatra di professione, artista per attitudine elettiva, autore di un complesso progetto tra fotografia e linguaggio elettronico. Attraverso una quarantina di opere entriamo nel suo spiazzante universo digitale, un mondo parallelo in cui la tecnologia diventa pittura e conferma il valore concettuale dello strumento tecnologico. A colpire da subito è la preziosa tessitura epidermica delle opere e l’originalità classica dell’impianto estetico, una visione fuori dall’ordinario che mescola la chiave del futuro con gli archetipi di antiche memorie.

“Fratelli di sale” di Claudio Marini “inizia – spiega Marziani – dove si formula la dimensione del lutto privato, nell’epicentro visivo in cui Claudio rimembra Giancarlo, il fratello morto di recente: è la perdita come filo di luce che traccia mappe nel nero catramoso. Le zone luminose somigliano a vele ma anche a polmoni, non a caso due forme che hanno bisogno di aria, di un flusso continuo per gonfiarsi e vivere. Volendo condividere il peso della memoria, l’artista ha inserito alcuni foglietti su cui sono appuntati numeri riguardanti faccende personali, momenti privati che saldano la fratellanza collettiva con una silenziosa frequenza dell’infinito leopardiano”.

Alla chiesa dei Santi Giovanni e Paolo il compositore Vincenzo Core realizza un’installazione sonora interattiva dal titolo “Deep Carpet”. “Deep Carpet” è il secondo appuntamento del ciclo “Opera Celibe” liberamente tratto dal concetto duchampiano di “macchina celibe”, un ciclo che si propone di sviluppare , tra gli affreschi dell’ex chiesa SS. Giovanni e Paolo, una ricerca sul suono e sulla memoria attraverso una serie di installazioni d’arte digitale, con strumenti e sperimentazioni contemporanee in dialogo con la storia del luogo.

Mar
19
Sab
Mostre primaverili di Palazzo Collicola @ Palazzo Collicola Arti Visive
Mar 19–Mag 22 giorno intero
<!--:it-->Mostre primaverili di Palazzo Collicola<!--:--><!--:en-->Palazzo Collicola Springtime Exhibitions<!--:--> @ Palazzo Collicola Arti Visive | Spoleto | Umbria | Italia

Natino Chirico, Mauro Iori, Sergio Russo: questi i protagonisti delle mostre primaverili di Palazzo Collicola-Arti Visive.

Le mostre, a cura del direttore Gianluca Marziani, saranno visitabili dal 19 marzo al 22 maggio 2016.

E’ stata inoltre prolungata l’esposizione Spoleto contemporanea, che si propone di fare il punto sulla Spoleto dei nostri giorni, uno sguardo sul presente per definire le coordinate di quanto prodotto negli ultimi anni in città tra artisti veterani e giovanissimi, uomini e donne, tra coloro che sono rimasti e coloro che tornano, fino agli “stranieri” che hanno scelto Spoleto come città d’elezione: artisti statunitensi, europei ma anche italiani che qui si sono trasferiti, stabilmente o per lunghi periodi.

Per ulteriori informazioni: www.palazzocollicola.eu

Palazzo Collicola – Mostre di Primavera @ Palazzo Collicola Arti Visive
Mar 19@12:00

Natino Chirico, Mauro Iori, Sergio Russo: questi i protagonisti delle mostre primaverili di Palazzo Collicola – Arti Visive. L’inaugurazione è prevista per sabato 19 marzo (ore 12).

Oltre alle tre mostre personali, a Palazzo Collicola fino al 22 maggio, ci sarà ancora spazio per il Progetto di Spoleto Contemporanea di cui sarà presentato il volume ufficiale che il direttore di Palazzo Collicola, Gianluca Marziani ha definito “Un libro che raccoglie le migliori avventure degli ultimi decenni, raccontate con dovizia di dettagli da alcuni protagonisti della Spoleto culturale […] per dimostrare quanta energia, qualità e potenza scorra oggi tra le arterie di una Spoleto sempre più contemporanea.”

Alla inaugurazione delle mostre interverrà  anche il Presidente del Consiglio Regionale Donatella Porzi.

Per le foto e le schede degli artisti: www.palazzocollicola.eu 

Apr
30
Sab
1a Mostra Nazionale di Modellismo Ferroviario @ Complesso Monumentale di San Nicolò
Apr 30–Mag 1 giorno intero
<!--:it-->1a Mostra Nazionale di Modellismo Ferroviario<!--:--> @ Complesso Monumentale di San Nicolò

Per la prima volta a Spoleto una mostra nazionale sul Modellismo Ferroviario. Sabato 30 aprile e domenica 1 maggio al Complesso Monumentale di San Nicolò numerosi grandi plastici ferroviari saranno protagonisti della 1° Mostra Nazionale di Modellismo Ferroviario “Città di Spoleto”. Oltre alla mostra l’evento si configura anche come “borsa scambio” alla quale prenderanno parte decine di collezionisti provenienti da tutta Italia.

Sarà possibile visitare il grande plastico al Museo dell’Ex Ferrovia Spoleto – Norcia. Nel programma degli eventi anche una Mostra Fotografica e Video e la possibilità di effettuare tour cittadini con il trenino “Dotto”. La Pro Loco di Spoleto inoltre allestirà, nei due giorni, la taverna “Sapori di Primavera”.

La manifestazione è organizzata dalla PRO-LOCO di Spoleto con il sostegno di Regione Umbria, Comune di Spoleto, Umbria Mobilità, Fondazione CARISPO, MOFER Club Spoleto, FIME, ASN – Associazione Nazionale Amici Scala N, Banca Popolare Spoleto (Gruppo Banco Desio)

L’evento prevede:
Mostra modellismo ferroviario
Borsa scambio
Mostra fotografica e Video Ex Ferrovia Spoleto-Norcia
Taverna “Sapori di Primavera”
Tour cittadino con il trenino “Dotto”

Apertura: dalle 10.00 alle 22.00
Ingresso libero

Info:
Pro Loco di Spoleto “A. Busetti”
Via Minervio 2
Tel. 0743 46484 Cell. 328 0913951
prospoleto@gmail.com

Mag
29
Dom
8a Giornata Nazionale delle Miniere @ Pro Loco di Morgnano e Museo delle Miniere di Morgnano
Mag 29 giorno intero

In occasione della 8a Giornata Nazionale delle Miniere si terrà il 29 maggio, presso la Pro Loco di Morgnano, un convegno dal titolo Le Miniere di Morgnano – Dalla Chiusura al Museo, a cura dell’Associazione Amici delle Miniere. Il pomeriggio sarà dedicato alle escursioni sui luoghi delle miniere di Morgnano.

Programma Convegno:
9.00-9.30 Registrazione partecipanti
9.30-9.45 Saluto del Sindaco Fabrizio Cardarelli
9.45-10.00 Saluto del Presidente dell’Ordine dei Geologi della Regione Umbria, Filippo Guidobaldi
10.00-10.25 Le miniere di Morgnano di Spoleto nella Storia Italiana del ‘900, Marco Venanzi
10.25-10.50 Il recupero della memoria (excursus storico dalla chiusura al museo), Vincenza Campagnani, Assessore all’Ambiente del Comune di Spoleto
10.50-11.15 Strumenti normativi, Gianfranco Chiacchieroni, Consigliere Regionale
11.15-11.40 Il recupero e la rifunzionalizzazione del Pozzo Orlando e prospettive future, Patrizia Risoldi e Alberto Venia
11.40-12-00 Alla scoperta del passato, Riccardo Cardinali, Ufficio Ambiente del Comune di Spoleto

Escursioni
14.00-15.30 Percorso di archeologia industriale, dalla Chiesa al Museo Pozzo Orlando
15.30-18.30 Percorso Museo – Tramoggia – Galleria Esutore – Visita al Cantiere Vallaccia (Cantiere Santa Croce, Pozzo Casalini, Cantiere Cascinano, Cava di argilla, rientro alla Piazza di Morgnano, Sala Proloco)

Per le escursioni si consiglia abbigliamento da trekking.
Prenotazione obbligatoria entro il 23.5.2016 ore 13.00
(programma modificabile in base alle condizioni meteo)

Info: minieremorgnano@libero.it – 348 5675615
Il museo rimarrà aperto dalle 9.30 alel 13.00 e dalle 16.00 alle 18.30

Dic
3
Sab
Mostre invernali di Palazzo Collicola @ Palazzo Collicola Arti Visive
Dic 3 2016–Feb 12 2017 giorno intero
<!--:it-->Mostre invernali di Palazzo Collicola<!--:--><!--:en-->Palazzo Collicola Winter Exhibitions<!--:--> @ Palazzo Collicola Arti Visive | Spoleto | Umbria | Italia

Diventano arte i segni inferti dal terremoto a Palazzo Collicola. Il direttore di PALAZZO COLLICOLA ARTI VISIVE Gianluca Marziani ha infatti incaricato l’artista Vincenzo Pennacchi di creare un’installazione dando valore estetico e simbolico alle fessure causate dal sisma sulle pareti del museo di arte contemporanea. LA CREPA, titolo dell’installazione di Pennacchi, è una delle proposte che compongono le mostre invernali di Palazzo Collicola che inaugurano sabato 3 dicembre (ore 12) alla presenza del Direttore Gianluca Marziani e dell’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Spoleto Camilla Laureti, e proseguono fino a domenica 12 febbraio.

Tra le altre proposte delle mostre invernali spicca BEVERLY PEPPER 1963, una donazione di 6 sculture del 1963, un lascito importante quello che l’artista statunitense ha fatto al museo spoletino, confermando una continuità di storie e intenti che consolida la lunga presenza della scultrice nel territorio umbro. Nel 1962 Beverly Pepper era l’unica donna e una dei tre nomi americani (assieme a David Smith e Alexander Calder) invitati a partecipare alla mostra storica SCULTURE NELLA CITTA’, curata da Giovanni Carandente.

Per le mostre invernali è in programma la prima tappa espositiva del progetto dal titolo CORTESIE PER GLI OSPITI. Si tratta di un nuovo ciclo dedicato al mondo dei galleristi privati con le loro storie, le loro scelte, le loro passioni e intuizioni… un viaggio narrativo e coinvolgente, immaginato come un’avventura culturale. La mostra sarà un progetto a quattro mani, curato dal gallerista assieme a Gianluca Marziani. Il primo appuntamento è con Giovanni Bonelli della galleria Giovanni Bonelli Milano. Aperta nel 2012 nel cuore del quartiere Isola, a pochi passi da quello che diventerà uno dei quartieri più innovativi per le sperimentazioni architettoniche, la galleria, di circa 300 mq di open space, alterna una programmazione di giovani artisti a figure storiche del panorama italiano e internazionale (Maurizio Mochetti, Gianni Pettena, Daniel Spoerri).

Palazzo Collicola Arti Visive, inoltre, presenta un ambizioso progetto che lega il mondo del CIBO a quello delle ARTI VISIVE. OBIC, nato da un’idea di Anna Paola Lo Presti e Gianluca Marziani, è il titolo di un grande libro (anche in termini di formato e peso) in cui la storia di ogni opera in catalogo segue la nascita dei cibi antichi, degli ingredienti primari, dei piatti tradizionali e delle innovazioni che sono diventate vicenda collettiva e valore comunitario.

Per il ciclo espositivo TERRITORIO Storie di artisti umbri, saranno presentate tre nuove sculture dell’artista spoletina Cristina MMR Bonucci. La mostra a Palazzo Collicola Arti Visive rende omaggio allo sguardo architettonico di Kengo Kuma, allo spirito olistico dei suoi edifici tra misura del corpo e aura del pianeta. Le opere sono state allestite nel Salone del Piano Nobile, la sala più avvolgente con la sua quadratura teatrale e la sua altezza vertiginosa.

A SATELLITE COLLICOLA esordisce il nuovo progetto di Francesco Irnem, Ground Layer, pensato e realizzato sulla misura (fisica, tematica, concettuale) della Casa Romana (Via di Visiale, Spoleto) coi suoi emozionanti spazi abitativi e i suoi eleganti pavimenti a mosaico. Ad oggi rappresenta il sito più frequentato dal turismo che giunge a Spoleto nel corso dell’anno solare. Sono ormai anni che una parte della ricerca di Irnem coinvolge l’elemento classico, riletto e modulato attraverso i codici multipli della contemporaneità. La mostra alla Casa Romana parte da tale assioma, accentuando il confronto dialettico tra classicità e presente, riflettendo sugli elementi di conflittualità che emergono da tale rapporto.
(la mostra prosegue fino a domenica 26 marzo)

Infine, L’ECO DEL BOSCO è la mostra di Franco Marrocco. Il percorso di Marrocco è un cammino consapevole nella riduzione del superfluo. Il suo passo ha un profilo orientale, sembra tarato sulla cultura giapponese della ceramica, dove l’evidenza del talento si mostra nel silenzio del passo sospeso. Lunghezza e lentezza danno il tempo e lo spazio all’azione calibratissima del segno, agendo con prassi armoniosa attorno alle cuciture del quasi invisibile. L’opera si rivela con timidezza sensoriale, non usa il timbro marcato delle decisioni nette; al contrario, parla con frasi semplici ma dense, ricordando la letteratura soppesata di Milan Kundera, la prassi metafisica di Peter Handke, le atmosfere nebulose di Yasunari Kawabata…

Giu
27
Sab
MOSTRA | Surfing with the Alien di Gianni Asdrubali @ Palazzo Collicola
Giu 27–Set 13 giorno intero
<!--:it-->MOSTRA | Surfing with the Alien di Gianni Asdrubali<!--:--><!--:en-->EXHIBITION | Gianni Asdrubali: Surfing With The Alien<!--:--> @ Palazzo Collicola

Gianni Asdrubali: Surfing with the Alien
a cura di Marco Tonelli e Bruno Corà
Palazzo Collicola
Inaugurazione: Sabato 27 giugno 2020 – ore 11.00

A distanza di quasi venticinque anni, Gianni Asdrubali (Tuscania, 1955) torna protagonista a Spoleto con un’esposizione personale, che fa il punto sul lavoro di uno dei pittori più interessanti del panorama italiano contemporaneo, il quale fin dagli anni Ottanta si è imposto sulla scena nazionale e internazionale come un innovatore della ricerca astratta, aniconica e gestuale.

La mostra, curata da Marco Tonelli (Direttore di Palazzo Collicola) e Bruno Corà (Presidente della Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri e membro del Comitato scientifico di Palazzo Collicola), è una retrospettiva della sua opera attraverso i cicli di dipinti più rappresentativi e dagli enigmatici quanto suggestivi titoli quali Aggroblanda, Trigombo, Malumazac, Zeimekke, Azota, Stoide, Azotrumbo, Tromboloide.

Programmata per il 21 marzo e sospesa in seguito all’emergenza Covid-19 e alla chiusura dei musei, l’esposizione annuncia in modo vibrante la riapertura di Palazzo Collicola e delle sue attività, pur se con molte modifiche della programmazione a causa della pandemia.

Surfing with the Alien (titolo di uno dei brani più celebri del virtuoso e geniale chitarrista statunitense Joe Satriani), vuole comunicare l’equilibrio instabile, i salti vertiginosi e le acrobazie nel vuoto di una pittura dinamica che sembra fluttuare nelle dimensioni dello spazio generando nuove trame e sorprendenti traiettorie.

Come ha scritto a proposito lo stesso artista:“Il surfing è l’azione generata dall’assenza. Ma questo surfing non è liscio ma a contrasto, è urtante, è un fuggire, andare via, per poi ritornare e sbattere nel suo stesso inizio, ma ogni volta che ritorna e urta su se stesso deforma e apre la struttura, trasformando la ‘figura’ dell’immagine, che non è mai la stessa. L’interazione è la figura di questa lotta di questo contrasto tra il surfing e l’alieno”.

Immagine estrema quella di Asdrubali, un artista che il critico Filiberto Menna inserì nel gruppo dell’Astrazione povera, Flavio Caroli in quello del Magico primario e che Giovanni Carandente invitò alla Biennale di Venezia nel 1988.

A Palazzo Collicola, la mostra si snoda lungo le stanze del Piano terra, dove una volta era ospitata la collezione permanente della Galleria d’Arte Moderna (dal 2019 riallestita al secondo piano del museo), la quale possiede due opere di Asdrubali, tra cui uno spettacolare Tromboloide del 1992. Proprio su questa opera è stato realizzato un progetto interattivo, ZUMBER, dal gruppo di ricerca ORAMIDE, fruibile prossimamente sul sito del museo http://www.palazzocollicola.it

L’esposizione sarà aperta al pubblico dal 27 giugno al 13 settembre 2020 ed è stata realizzata con la collaborazione della Galleria Giraldi, della Galleria A Arte Invernizzi, della Galleria Matteo Lampertico, della Galleria Consorti. Nel corso della mostra uscirà un catalogo con testi di Marco Tonelli, Bruno Corà e un’intervista all’artista di Davide Silvioli.

Orario di apertura:
giugno e luglio: ven-dom 10.30-13.00 / 15.30-19,00
agosto-settembre: gio 15.30-18.30 | ven-dom 10.30-13.00 / 15.30-19,00

Pin It