Calendar

Set
16
Gio
CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche nei musei
Set 16 giorno intero

CAPOLAVORI DA MUSEO
Visite guidate tematiche nei musei

SETTEMBRE 2021

Continuano anche le visite guidate tematiche Capolavori da Museo a cura di Sistema Museo, in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto – Tempietto sul Clitunno, il Comune di Spoleto e il Comune di Campello sul Clitunno. Si tratta di speciali visite guidate tematiche alle collezioni dei musei della Spoleto Card.

Le visite guidate in programma sono l’occasione per approfondire e scoprire il prezioso patrimonio storico artistico di Spoleto e di Campello sul Clitunno.

CALENDARIO DELLE VISITE GUIDATE – SETTEMBRE 2021

Casa Romana
La domus romana, mosaici e pitture parietali
dal giovedì alla domenica ore 15:30

Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo
Il ciclo pittorico e l’affresco di Thomas Becket
dal venerdì alla domenica ore 17:00

Palazzo Collicola
Le mostre temporanee
giovedì ore 18:00 – Giovanni Carandente. Archives and Documents
giovedì ore 18:00 – Astanze di Stefano Di Stasio
giovedì ore 18:00 – Work in progress – opere della collezione Marignoli di Montecorona
giovedì ore 18:00 – Disegni di Giuseppe Penone

Una nobile passeggiata
dal venerdì alla domenica ore 18:00

Tempietto sul Clitunno
Un monumento che affascina da secoli
dal venerdì alla domenica ore 19:00

Tariffe di partecipazione
Intero € 4,00
Ridotto € 3,00 dai 7 ai 17 anni e per i possessori della Spoleto Card
Gratuito fino a 6 anni
Previo acquisto del biglietto di ingresso al museo.

La partecipazione alle visite guidate prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.
Le visite guidate sono a numero chiuso e la prenotazione è obbligatoria fino ad esaurimento posti.

Informazioni e prenotazioni:
Sistema Museo | dal mercoledì al lunedì | 0743.46434 | spoleto@sistemamuseo.it

DALL’ALTO DELLE TORRI | Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
Set 16 giorno intero
<!--:it-->DALL'ALTO DELLE TORRI | Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza<!--:--><!--:en-->FROM ABOVE THE TOWERS |  Guided tours of the defensive walkways of the fortress<!--:--> @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto

Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
DALL’ALTO DELLE TORRI
Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza

A partire da sabato 31 luglio 2021 tornano le visite guidate ai percorsi difensivi della Rocca Albornoz.
Sistema Museo in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto promuove delle speciali visite guidate ai camminamenti difensivi della fortezza da cui è possibile dominare la vallata e ammirare l’affascinante panorama. Le visite consentiranno di mettere in relazione il paesaggio con la funzione difensiva della fortezza e la sua posizione strategica nel territorio.

Le visite ai percorsi difensivi sono in programma:
lunedì e giovedì – ore 10:00 – 11:00 – 12:00
venerdì, sabato, domenica e festivi – ore 10:00 – 11:00 – 12:00 – 16:00 – 17:00

Tariffe di partecipazione
Intero € 4,00
Ridotto € 3,00 dai 7 ai 17 anni e per i possessori della Spoleto Card
Gratuito fino a 6 anni
Previo acquisto del biglietto di ingresso al monumento.

La partecipazione alle visite guidate prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.
Le visite guidate sono a numero chiuso e la prenotazione è obbligatoria fino ad esaurimento posti.

Informazioni e prenotazioni:
dal giovedì alla domenica e lunedì
Sistema Museo 0743.224952
museoducatospoleto@sistemamuseo.it

MOSTRA | DIAFRAMMA OPERA – 20 anni di storia del Teatro Lirico Sperimentale, raccontati attraverso gli scatti di Riccardo Spinella @ Ex Monte di Pietà
Set 16 giorno intero
<!--:it-->MOSTRA | DIAFRAMMA OPERA - 20 anni di storia del Teatro Lirico Sperimentale, raccontati attraverso gli scatti di Riccardo Spinella<!--:--> @ Ex Monte di Pietà

Ex Monte di Pietà (via Saffi 12), dal 27 agosto al 18 settembre
DIAFRAMMA OPERA
20 anni di storia del Teatro Lirico Sperimentale, raccontati attraverso gli scatti di Riccardo Spinella
Orario di apertura:
dal martedì alla domenica, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00 (chiuso il lunedì)

MOSTRA | Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus @ Museo Diocesano
Set 16 giorno intero

Dal 15 giugno al 7 novembre, grazie alla preziosa collaborazione dei Musei Vaticani, verrà riunito e sarà visibile per la prima volta il trittico composto dalla Madonna in trono con il Bambino e gli angeli, attualmente custodito nel Museo Diocesano di Spoleto, e dagli scomparti laterali con le raffigurazioni di Santa Paola Romana e Santa Eustochio che, scampati alla furia del terremoto del 1703, entrarono nel mercato dei collezionisti e sono documentati in Vaticano a partire dal 1867.

La mostra, dal titolo Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus, è curata da Adele Breda, referente del Reparto per l’Arte Bizantino-medievale dei Musei Vaticani, da Stefania Nardicchi, Conservatore del Museo Diocesano di Spoleto, e da Anna Pizzamano, Dottoranda in “Storia e Beni Culturali della Chiesa” presso la Pontificia Università Gregoriana.

In occasione del recente restauro dei due scomparti laterali conservati all’interno della Collezione Vaticana, riportanti le immagini di due sante poco note, Paola Romana ed Eustochio, madre e figlia che vissero all’epoca di San Girolamo (fine IV secolo), se ne è approfondito lo studio e si è cercato di trovare lo scomparto centrale perduto. Le ricerche hanno individuato al Museo Diocesano di Spoleto una tavola frammentata, dove è rappresentata una Madonna in trono col Bambino tra due angeli. Il dipinto, seppur mancante della parte inferiore, è stato riconosciuto come parte centrale del trittico. L’opera ornava in origine l’altare della chiesa di Santa Maria presso il castello di Abeto di Preci, da cui l’appellativo di Maria Santissima di Piè di Castello.

La Madonna di Spoleto è stata trasferita al Gabinetto di Ricerche Scientifiche applicate ai Beni Culturali dei Musei Vaticani, dove i diversi componenti sono stati esaminati a fondo: l’essenza lignea, i pigmenti, le incisioni e i punzoni ne hanno confermato la piena compatibilità. Con l’intento di approfondire lo studio di un pittore di elevatissima qualità non abbastanza noto, è stata selezionata anche un’opera più tarda del medesimo maestro da mettere a confronto, la Madonna in trono col Bambino tra due angeli, oggi custodita nel Museo di Arte Sacra e Religiosità Popolare “Beato Angelico” di Vicchio del Mugello.

Sono diversi i motivi che hanno condotto a questa scelta. Si tratta, infatti, di polittici realizzati da una delle botteghe fiorentine più raffinate e ricercate del tempo, destinati all’arredo liturgico di cappelle e pievi delle zone rurali di Umbria e Toscana. La sopravvivenza della sola tavola con la Madonna, sia nel caso di Abeto di Preci che in quello di Vicchio, attesta, altresì, una devozione mai interrotta e un legame affettivo e plurisecolare con il territorio, che ha resistito anche alla dispersione degli scomparti laterali. Grazie a questo accostamento è anche possibile intuire le dimensioni originarie della Madonna di Spoleto, gravemente danneggiata nel terremoto del 1703.

Due momenti del percorso stilistico del Maestro della Madonna Straus, attivo a Firenze tra il 1385 e il 1415, un pittore che, da un iniziale neogiottismo, lentamente si apre al nuovo stile internazionale, accogliendo in parte i modi di Lorenzo Monaco e di Gherardo Starnina, ma mantenendo sempre una sua originale arcaicità.

Titolo: Incanto Tardogotico, Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus
Sede: Spoleto, Museo Diocesano
Periodo: 15 giugno -7 novembre 2021
Catalogo: edito da Quattroemme, Perugia
Orari: Tutti giorni dalle 11 alle 18. Giorno di chiusura lunedì
Biglietti: Euro 5,00; gratuito fino a 6 anni e disabili con accompagnatore

Informazioni:
Tel.+39 0577 286300 – duomospoleto@operalaboratori.com
www.spoletonorcia.it

MOSTRA | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato
Set 16 giorno intero
<!--:it-->MOSTRA | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--><!--:en-->EXHIBITION | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--> @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato

San Salvatore ARMONIE imPERFETTE
Mostra fotografica-documentaria a cura del Comune di Spoleto per il decennale dall’inserimento nella lista del patrimonio mondiale Unesco del sito seriale i Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.c.)

dal 25 giugno al 15 agosto
sale espositive ex Monte di Pietà via A. Saffi
dal giovedì alla domenica
10.30/13.00 – 16.30-19.00

fino al 31 dicembre
presso palazzo Mauri, biblioteca comunale G. Carducci
orari apertura biblioteca – info 0743/218801

presso la sezione dell’Archivio di Stato di Spoleto, Complesso San Matteo
mercoledì e giovedì dalle ore 10 alle ore 13
venerdì dalle ore 15 alle ore 17
sabato e domenica dalle ore 17 alle ore 20

MOSTRE DI PALAZZO COLLICOLA @ Palazzo Collicola
Set 16 giorno intero

Il direttore artistico Marco Tonelli propone un viaggio tra sperimentazione, scrittura, disegni e pittura

Apertura al pubblico il 26 giugno. Le mostre saranno visitabili fino al 26 settembre

Saranno quattro le mostre organizzate dal Comune di Spoleto a Palazzo Collicola in occasione del 64° Festival dei 2 Mondi. Sotto la direzione di Marco Tonelli, le proposte artistiche di quest’estate 2021 (l’apertura è in programma il prossimo 26 giugno e saranno visitabili fino al 26 settembre) saranno un viaggio tra sperimentazione, scrittura, disegni e pittura, all’interno di diversi percorsi concettuali sviluppatisi, in alcuni casi, in epoche apparentemente lontane e idealmente distanti.   Giuseppe Penone: Disegni A cura di Marco Tonelli la mostra, pensata assieme all’artista, sarà allestita nelle sale interne della Galleria d’Arte Moderna. Promossa dal Festival Dei Due Mondi, si inserisce idealmente nella tradizione di esposizioni di disegni di grandi artisti moderni e contemporanei, come fu per Disegni americani del MoMA (1961), Disegni italiani moderni (1962), Willem de Kooning: disegni (1969), James Ensor. Disegni e Acqueforti (1981), Balthus: disegni e acquerelli (1982), che si tennero a Spoleto proprio nell’ambito del Festival. Una mostra del genere, dedicata esclusivamente al disegno, è la prima realizzata da Penone in Italia, dopo quella del Drawing Center di New York nel 2007.
    Work in Progress. Opere dalla Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Collicola e dalla Fondazione Marignoli di Montecorona. A cura di Michele Drascek, Duccio K. Marignoli, Marco Tonelli, due collezioni d’arte di Spoleto, quella della Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Collicola e quella della Fondazione Marignoli di Montecorona, hanno voluto mettere a confronto, creando una linea storica senza soluzione di continuità, dal XVI secolo all’epoca contemporanea, una serie particolare di opere: bozzetti, modelli, schizzi preparatori, studi. Saranno esposte in tutto 70 opere tra disegni, dipinti, sculture, maquette in legno, modelletti, alcune delle quali recuperate eccezionalmente dai depositi di Palazzo Collicola od esposte per la prima volta in pubblico dalla collezione conservata a Palazzo Marignoli.
    Stefano Di Stasio: Astanze A cura di Fabio Sargentini e Marco Tonelli, nove grandi dipinti saranno presentati in altrettante sale del Piano mostre del museo, creando un percorso di stanze o stazioni che dir si voglia, immerse nell’oscurità e ritagliate nel buio da un unico punto di luce, che fa emergere figure monumentali di misteriosi uomini solitari e carichi di connotazioni simboliche, dipinte tra 1994 e 2011 e provenienti da un unico nucleo tematico: quello della Galleria dell’Attico di Roma, presso cui l’artista ha tenuto mostre personali e collettive sin dal 1994.
    Josè Angelino: Resistenze A cura di Davide Silvioli è un progetto site-specific di Josè Angelino in collaborazione con la Fondazione Carla Fendi e con Mahler & LeWitt Studios. Tutte le opere in mostra, che saranno dislocate in diverse aree di Palazzo Collicola sono courtesy della Galleria Alessandra Bonomo. L’evento costituisce il primo appuntamento di un ciclo di esposizioni dal titolo Collicola Project Room(s), a cura di Davide Silvioli e dedicate ad artisti emergenti.
Programmazione CINEMA a Spoleto @ Sala Pegasus e Sala Frau
Set 16 giorno intero
<!--:it-->Programmazione CINEMA a Spoleto<!--:--><!--:en-->CINEMA in Spoleto<!--:--> @ Sala Pegasus e Sala Frau

Cinéma Sala Pegasus
Piazza Bovio
Sito web: www.cinemasalapegasus.it
Facebook: Cinéma Sala Pegasus
cinemasalapegasus@gmail.com
Tel. 0743 522620

Cinema Sala Frau
Vicolo San Filippo 16
Sito web: www.spoletocinemaalcentro.it
Facebook: Cinema Sala Frau
cinemasalafrau@gmail.com
Tel. 0743/522177

Per ricevere la NEWSLETTER invia una e-mail all’indirizzo cinemasalapegasus@gmail.com

Tour individuali di Spoleto @ Spoleto, partenza da Piazza della Libertà
Set 16 giorno intero

SPOLETO TOUR INDIVIDUALI

TUTTI I GIORNI previa prenotazione
Mattina: ore 10.00
Pomeriggio: ore 16.00

Itinerario (durata 2 ore): Partenza da Piazza della Libertà, visita del Teatro Romano, Arco di Druso e Germanico, Piazza del Mercato, Cattedrale, Giro della Rocca per ammirare la Rocca Albornoziana e il Ponte delle Torri
Ritrovo: in Piazza della Libertà, di fronte all’info point, 10 minuti prima della partenza

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Per info e prenotazioni:
Tel. 075 815227/28
numero emergenze: 339 3390103
e-mail: info@assoguide.it

Visite guidate a cura di AGTU (Associazione Guide Turistiche Umbria)

Set
17
Ven
CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche nei musei
Set 17 giorno intero

CAPOLAVORI DA MUSEO
Visite guidate tematiche nei musei

SETTEMBRE 2021

Continuano anche le visite guidate tematiche Capolavori da Museo a cura di Sistema Museo, in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto – Tempietto sul Clitunno, il Comune di Spoleto e il Comune di Campello sul Clitunno. Si tratta di speciali visite guidate tematiche alle collezioni dei musei della Spoleto Card.

Le visite guidate in programma sono l’occasione per approfondire e scoprire il prezioso patrimonio storico artistico di Spoleto e di Campello sul Clitunno.

CALENDARIO DELLE VISITE GUIDATE – SETTEMBRE 2021

Casa Romana
La domus romana, mosaici e pitture parietali
dal giovedì alla domenica ore 15:30

Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo
Il ciclo pittorico e l’affresco di Thomas Becket
dal venerdì alla domenica ore 17:00

Palazzo Collicola
Le mostre temporanee
giovedì ore 18:00 – Giovanni Carandente. Archives and Documents
giovedì ore 18:00 – Astanze di Stefano Di Stasio
giovedì ore 18:00 – Work in progress – opere della collezione Marignoli di Montecorona
giovedì ore 18:00 – Disegni di Giuseppe Penone

Una nobile passeggiata
dal venerdì alla domenica ore 18:00

Tempietto sul Clitunno
Un monumento che affascina da secoli
dal venerdì alla domenica ore 19:00

Tariffe di partecipazione
Intero € 4,00
Ridotto € 3,00 dai 7 ai 17 anni e per i possessori della Spoleto Card
Gratuito fino a 6 anni
Previo acquisto del biglietto di ingresso al museo.

La partecipazione alle visite guidate prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.
Le visite guidate sono a numero chiuso e la prenotazione è obbligatoria fino ad esaurimento posti.

Informazioni e prenotazioni:
Sistema Museo | dal mercoledì al lunedì | 0743.46434 | spoleto@sistemamuseo.it

DALL’ALTO DELLE TORRI | Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
Set 17 giorno intero
<!--:it-->DALL'ALTO DELLE TORRI | Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza<!--:--><!--:en-->FROM ABOVE THE TOWERS |  Guided tours of the defensive walkways of the fortress<!--:--> @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto

Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
DALL’ALTO DELLE TORRI
Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza

A partire da sabato 31 luglio 2021 tornano le visite guidate ai percorsi difensivi della Rocca Albornoz.
Sistema Museo in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto promuove delle speciali visite guidate ai camminamenti difensivi della fortezza da cui è possibile dominare la vallata e ammirare l’affascinante panorama. Le visite consentiranno di mettere in relazione il paesaggio con la funzione difensiva della fortezza e la sua posizione strategica nel territorio.

Le visite ai percorsi difensivi sono in programma:
lunedì e giovedì – ore 10:00 – 11:00 – 12:00
venerdì, sabato, domenica e festivi – ore 10:00 – 11:00 – 12:00 – 16:00 – 17:00

Tariffe di partecipazione
Intero € 4,00
Ridotto € 3,00 dai 7 ai 17 anni e per i possessori della Spoleto Card
Gratuito fino a 6 anni
Previo acquisto del biglietto di ingresso al monumento.

La partecipazione alle visite guidate prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.
Le visite guidate sono a numero chiuso e la prenotazione è obbligatoria fino ad esaurimento posti.

Informazioni e prenotazioni:
dal giovedì alla domenica e lunedì
Sistema Museo 0743.224952
museoducatospoleto@sistemamuseo.it

MOSTRA | DIAFRAMMA OPERA – 20 anni di storia del Teatro Lirico Sperimentale, raccontati attraverso gli scatti di Riccardo Spinella @ Ex Monte di Pietà
Set 17 giorno intero
<!--:it-->MOSTRA | DIAFRAMMA OPERA - 20 anni di storia del Teatro Lirico Sperimentale, raccontati attraverso gli scatti di Riccardo Spinella<!--:--> @ Ex Monte di Pietà

Ex Monte di Pietà (via Saffi 12), dal 27 agosto al 18 settembre
DIAFRAMMA OPERA
20 anni di storia del Teatro Lirico Sperimentale, raccontati attraverso gli scatti di Riccardo Spinella
Orario di apertura:
dal martedì alla domenica, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00 (chiuso il lunedì)

MOSTRA | Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus @ Museo Diocesano
Set 17 giorno intero

Dal 15 giugno al 7 novembre, grazie alla preziosa collaborazione dei Musei Vaticani, verrà riunito e sarà visibile per la prima volta il trittico composto dalla Madonna in trono con il Bambino e gli angeli, attualmente custodito nel Museo Diocesano di Spoleto, e dagli scomparti laterali con le raffigurazioni di Santa Paola Romana e Santa Eustochio che, scampati alla furia del terremoto del 1703, entrarono nel mercato dei collezionisti e sono documentati in Vaticano a partire dal 1867.

La mostra, dal titolo Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus, è curata da Adele Breda, referente del Reparto per l’Arte Bizantino-medievale dei Musei Vaticani, da Stefania Nardicchi, Conservatore del Museo Diocesano di Spoleto, e da Anna Pizzamano, Dottoranda in “Storia e Beni Culturali della Chiesa” presso la Pontificia Università Gregoriana.

In occasione del recente restauro dei due scomparti laterali conservati all’interno della Collezione Vaticana, riportanti le immagini di due sante poco note, Paola Romana ed Eustochio, madre e figlia che vissero all’epoca di San Girolamo (fine IV secolo), se ne è approfondito lo studio e si è cercato di trovare lo scomparto centrale perduto. Le ricerche hanno individuato al Museo Diocesano di Spoleto una tavola frammentata, dove è rappresentata una Madonna in trono col Bambino tra due angeli. Il dipinto, seppur mancante della parte inferiore, è stato riconosciuto come parte centrale del trittico. L’opera ornava in origine l’altare della chiesa di Santa Maria presso il castello di Abeto di Preci, da cui l’appellativo di Maria Santissima di Piè di Castello.

La Madonna di Spoleto è stata trasferita al Gabinetto di Ricerche Scientifiche applicate ai Beni Culturali dei Musei Vaticani, dove i diversi componenti sono stati esaminati a fondo: l’essenza lignea, i pigmenti, le incisioni e i punzoni ne hanno confermato la piena compatibilità. Con l’intento di approfondire lo studio di un pittore di elevatissima qualità non abbastanza noto, è stata selezionata anche un’opera più tarda del medesimo maestro da mettere a confronto, la Madonna in trono col Bambino tra due angeli, oggi custodita nel Museo di Arte Sacra e Religiosità Popolare “Beato Angelico” di Vicchio del Mugello.

Sono diversi i motivi che hanno condotto a questa scelta. Si tratta, infatti, di polittici realizzati da una delle botteghe fiorentine più raffinate e ricercate del tempo, destinati all’arredo liturgico di cappelle e pievi delle zone rurali di Umbria e Toscana. La sopravvivenza della sola tavola con la Madonna, sia nel caso di Abeto di Preci che in quello di Vicchio, attesta, altresì, una devozione mai interrotta e un legame affettivo e plurisecolare con il territorio, che ha resistito anche alla dispersione degli scomparti laterali. Grazie a questo accostamento è anche possibile intuire le dimensioni originarie della Madonna di Spoleto, gravemente danneggiata nel terremoto del 1703.

Due momenti del percorso stilistico del Maestro della Madonna Straus, attivo a Firenze tra il 1385 e il 1415, un pittore che, da un iniziale neogiottismo, lentamente si apre al nuovo stile internazionale, accogliendo in parte i modi di Lorenzo Monaco e di Gherardo Starnina, ma mantenendo sempre una sua originale arcaicità.

Titolo: Incanto Tardogotico, Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus
Sede: Spoleto, Museo Diocesano
Periodo: 15 giugno -7 novembre 2021
Catalogo: edito da Quattroemme, Perugia
Orari: Tutti giorni dalle 11 alle 18. Giorno di chiusura lunedì
Biglietti: Euro 5,00; gratuito fino a 6 anni e disabili con accompagnatore

Informazioni:
Tel.+39 0577 286300 – duomospoleto@operalaboratori.com
www.spoletonorcia.it

MOSTRA | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato
Set 17 giorno intero
<!--:it-->MOSTRA | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--><!--:en-->EXHIBITION | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--> @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato

San Salvatore ARMONIE imPERFETTE
Mostra fotografica-documentaria a cura del Comune di Spoleto per il decennale dall’inserimento nella lista del patrimonio mondiale Unesco del sito seriale i Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.c.)

dal 25 giugno al 15 agosto
sale espositive ex Monte di Pietà via A. Saffi
dal giovedì alla domenica
10.30/13.00 – 16.30-19.00

fino al 31 dicembre
presso palazzo Mauri, biblioteca comunale G. Carducci
orari apertura biblioteca – info 0743/218801

presso la sezione dell’Archivio di Stato di Spoleto, Complesso San Matteo
mercoledì e giovedì dalle ore 10 alle ore 13
venerdì dalle ore 15 alle ore 17
sabato e domenica dalle ore 17 alle ore 20

MOSTRE DI PALAZZO COLLICOLA @ Palazzo Collicola
Set 17 giorno intero

Il direttore artistico Marco Tonelli propone un viaggio tra sperimentazione, scrittura, disegni e pittura

Apertura al pubblico il 26 giugno. Le mostre saranno visitabili fino al 26 settembre

Saranno quattro le mostre organizzate dal Comune di Spoleto a Palazzo Collicola in occasione del 64° Festival dei 2 Mondi. Sotto la direzione di Marco Tonelli, le proposte artistiche di quest’estate 2021 (l’apertura è in programma il prossimo 26 giugno e saranno visitabili fino al 26 settembre) saranno un viaggio tra sperimentazione, scrittura, disegni e pittura, all’interno di diversi percorsi concettuali sviluppatisi, in alcuni casi, in epoche apparentemente lontane e idealmente distanti.   Giuseppe Penone: Disegni A cura di Marco Tonelli la mostra, pensata assieme all’artista, sarà allestita nelle sale interne della Galleria d’Arte Moderna. Promossa dal Festival Dei Due Mondi, si inserisce idealmente nella tradizione di esposizioni di disegni di grandi artisti moderni e contemporanei, come fu per Disegni americani del MoMA (1961), Disegni italiani moderni (1962), Willem de Kooning: disegni (1969), James Ensor. Disegni e Acqueforti (1981), Balthus: disegni e acquerelli (1982), che si tennero a Spoleto proprio nell’ambito del Festival. Una mostra del genere, dedicata esclusivamente al disegno, è la prima realizzata da Penone in Italia, dopo quella del Drawing Center di New York nel 2007.
    Work in Progress. Opere dalla Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Collicola e dalla Fondazione Marignoli di Montecorona. A cura di Michele Drascek, Duccio K. Marignoli, Marco Tonelli, due collezioni d’arte di Spoleto, quella della Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Collicola e quella della Fondazione Marignoli di Montecorona, hanno voluto mettere a confronto, creando una linea storica senza soluzione di continuità, dal XVI secolo all’epoca contemporanea, una serie particolare di opere: bozzetti, modelli, schizzi preparatori, studi. Saranno esposte in tutto 70 opere tra disegni, dipinti, sculture, maquette in legno, modelletti, alcune delle quali recuperate eccezionalmente dai depositi di Palazzo Collicola od esposte per la prima volta in pubblico dalla collezione conservata a Palazzo Marignoli.
    Stefano Di Stasio: Astanze A cura di Fabio Sargentini e Marco Tonelli, nove grandi dipinti saranno presentati in altrettante sale del Piano mostre del museo, creando un percorso di stanze o stazioni che dir si voglia, immerse nell’oscurità e ritagliate nel buio da un unico punto di luce, che fa emergere figure monumentali di misteriosi uomini solitari e carichi di connotazioni simboliche, dipinte tra 1994 e 2011 e provenienti da un unico nucleo tematico: quello della Galleria dell’Attico di Roma, presso cui l’artista ha tenuto mostre personali e collettive sin dal 1994.
    Josè Angelino: Resistenze A cura di Davide Silvioli è un progetto site-specific di Josè Angelino in collaborazione con la Fondazione Carla Fendi e con Mahler & LeWitt Studios. Tutte le opere in mostra, che saranno dislocate in diverse aree di Palazzo Collicola sono courtesy della Galleria Alessandra Bonomo. L’evento costituisce il primo appuntamento di un ciclo di esposizioni dal titolo Collicola Project Room(s), a cura di Davide Silvioli e dedicate ad artisti emergenti.
Programmazione CINEMA a Spoleto @ Sala Pegasus e Sala Frau
Set 17 giorno intero
<!--:it-->Programmazione CINEMA a Spoleto<!--:--><!--:en-->CINEMA in Spoleto<!--:--> @ Sala Pegasus e Sala Frau

Cinéma Sala Pegasus
Piazza Bovio
Sito web: www.cinemasalapegasus.it
Facebook: Cinéma Sala Pegasus
cinemasalapegasus@gmail.com
Tel. 0743 522620

Cinema Sala Frau
Vicolo San Filippo 16
Sito web: www.spoletocinemaalcentro.it
Facebook: Cinema Sala Frau
cinemasalafrau@gmail.com
Tel. 0743/522177

Per ricevere la NEWSLETTER invia una e-mail all’indirizzo cinemasalapegasus@gmail.com

Tour individuali di Spoleto @ Spoleto, partenza da Piazza della Libertà
Set 17 giorno intero

SPOLETO TOUR INDIVIDUALI

TUTTI I GIORNI previa prenotazione
Mattina: ore 10.00
Pomeriggio: ore 16.00

Itinerario (durata 2 ore): Partenza da Piazza della Libertà, visita del Teatro Romano, Arco di Druso e Germanico, Piazza del Mercato, Cattedrale, Giro della Rocca per ammirare la Rocca Albornoziana e il Ponte delle Torri
Ritrovo: in Piazza della Libertà, di fronte all’info point, 10 minuti prima della partenza

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Per info e prenotazioni:
Tel. 075 815227/28
numero emergenze: 339 3390103
e-mail: info@assoguide.it

Visite guidate a cura di AGTU (Associazione Guide Turistiche Umbria)

75ma Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto e dell’Umbria | MADAMA BUTTERFLY @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti
Set 17@20:30

75ma STAGIONE LIRICA SPERIMENTALE DI SPOLETO
E DELL’UMBRIA

SCARICA IL PROGRAMMA IN PDF

In scena dal 6 agosto al 25 settembre 2021 a Spoleto e nei principali Teatri dell’Umbria

Al via la 75ma Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto e dell’Umbria che, malgrado le vicissitudini in seguito al Covid-19, avrà inizio in agosto con la consueta kermesse musicale al Teatro Caio Melisso [spettacoli: venerdì 6 agosto ore 18.00, sabato 7 agosto ore 18.00 e ore 20.30], in collaborazione con il Comune di Spoleto nell’ambito di Spoleto d’estate: EINE KLEINE MUSIK 2021. Al PROLOGO con musiche e testi di Gino Negri, seguirà l’opera GIOVANNI SEBASTIANO sempre di Gino Negri, vincitrice del Prix Italia nel 1967. Direzione musicale e al pianoforte il maestro Lorenzo Masoni. L’innovativa regia di Giorgio Bongiovanni – assistito da Bianca Maria D’Amato – sarà realizzata con l’allestimento scenico di Andrea Stanisci e le luci di Eva Bruno. Cantanti solisti e strumentisti del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.

Una scelta decisamente interessante, a tratti visionaria, quella della direzione artistica dello Sperimentale – da quest’anno formata dal maestro Michelangelo Zurletti, affiancato dal prof. Enrico Girardi – che sulla scelta di Gino Negri commenta: «Compositore italiano del ‘900 – della stessa generazione della così detta avanguardia, con cui condivideva molti aspetti sia poetici che estetici – Negri dedicò uno sguardo anche a forme “più leggere” e meno impegnate di musica come quella per la pubblicità, il cinema e il teatro di prosa. Questa curiosa e brillante composizione teatrale, in cui viene innestata con molta sapienza e ironia l’antica pratica barocca della parodia, ne è uno splendido esempio».

Inaugurerà ufficialmente la 75ma stagione, infatti, THE RAPE OF LUCRETIA, opera da camera di Benjamin Britten su libretto di Ronald Duncan, in scena al Teatro Caio Melisso di Spoleto venerdì 3 settembre alle ore 21.00 [repliche: sabato 4 settembre ore 21.00 e domenica 5 settembre ore 18.00]. Sul podio il maestro Salvatore Percacciolo, che torna a Spoleto dopo il grande successo nella direzione de Il Barbiere di Siviglia del 2019. La regia, l’allestimento scenico e i costumi saranno curati dall’eclettica Giorgina Pi, assistita da Valerio Vigliar, con luci di Andrea Gallo e video di Bluemotion. Cantanti solisti e strumentisti del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.

Ispirata a testi di Livio, Ovidio e Shakespeare, “Lo stupro di Lucrezia” – questa la traduzione italiana dell’opera – tratta il tema della violenza con uno sguardo particolare: «una pagina del Novecento inglese – afferma il neo-condirettore artistico Enrico Girardi – che rischia di essere perennemente attuale visto il tema, e che è interessante, non soltanto dal punto di vista del suo contenuto drammatico, ma anche di una sensibilità, di uno stile e di una vocalità che è molto distante rispetto a quella della tradizione italiana».

Seguirà l’ormai tradizionale e attesissimo appuntamento degli Intermezzi del ‘700, in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano – Centro Studi Pergolesi diretto dal prof. Claudio Toscani, sempre al Teatro Caio Melisso da venerdì 10 settembre alle ore 21.00 [repliche: sabato 11 settembre ore 21.00 e domenica 12 settembre ore 17.00]. Questa prima rappresentazione dell’intermezzo L’AMMALATO IMMAGINARIO – nell’edizione critica di Gaetano Pitarresi – offre al pubblico un’interessante finestra sul Barocco italiano con un titolo pressoché inedito di Leonardo Vinci, figura chiave e di grande fascino della scuola napoletana. L’ensemble strumentale e i cantanti solisti del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto saranno diretti anche quest’anno dal maestro napoletano Pierfrancesco Borrelli, immancabile ospite della rassegna spoletina. La regia e l’allestimento scenico saranno curati da Andrea Stanisci con luci di Eva Bruno e costumi di Clelia De Angelis.

L’intermezzo napoletano, in dittico con LA SERVA PADRONA di Giovan Battista Pergolesi, sarà poi rappresentato in occasione della Stagione Lirica Regionale 2021 nei principali teatri umbri dal 22 al 25 settembre 2021. La tournée inizierà mercoledì 22 settembre alle ore 21.00 all’Auditorium San Domenico di Foligno, per poi fare tappa al Teatro degli Illuminati di Città di Castello [giovedì 23 settembre alle ore 21.00], al Teatro Comunale di Todi [venerdì 24 settembre alle ore 21.00] e concludersi al Teatro Sergio Secci di Terni sabato 25 settembre alle ore 21.00.

«Doppia sfida per il Teatro Lirico Sperimentale: mettere in scena le attività e il cartellone 2021 – sostiene il Direttore generale Claudio Lepore – un triplo salto mortale! Da un lato ci sono state le difficoltà legate alla pandemia, dall’altro quelle di rendere compatibili le vigenti norme anti Covid con il ritorno in teatro e di adattare alcuni spettacoli in spazi non convenzionali, quali i teatri di Terni e Foligno. Quest’anno sarà particolarmente difficile anche perché il debutto dei giovani artisti avverrà con un cartellone molto articolato che comprende, tra l’altro, un’opera di Britten, tanto affascinante quanto complessa».

Confermato per mercoledì 15 settembre alle ore 21.00 nella Sala Monterosso del Complesso di Villa Redenta a Spoleto l’appuntamento con Operalieder: la teatralizzazione di un programma liederistico per una serata incentrata sul tema de L’AMORE DA LONTANO, con due magnifiche raccolte di musiche di Ludwig van Beethoven e Robert Schumann. Al pianoforte il maestro Luca Spinosa e al violoncello il maestro Matteo Maria Zurletti. Ideazione e coordinamento Enrico Girardi. Coreografie Daniela Malusardi e luci di Eva Bruno. Cantanti solisti del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.

Concluderà il cartellone della 75ma Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto e dell’Umbria il nuovo allestimento della MADAMA BUTTERFLY di Giacomo Puccini su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, in scena al Teatro Nuovo di Spoleto nei giorni di venerdì 17 settembre (I RAPPRESENTAZIONE) e sabato 18 settembre (II RAPPRESENTAZIONE), alle ore 20.30 e domenica 19 settembre (III RAPPRESENTAZIONE) alle ore 17.00. Nei giorni di martedì 14 settembre alle ore 18.00, mercoledì 15 settembre alle ore 16.00 e giovedì 16 settembre alle ore 18.00 si terranno le anteprime per studenti, anziani e associazioni. L’opera, inoltre, sarà in scena lunedì 20 settembre e martedì 21 settembre alle ore 21.00 al Teatro Morlacchi di Perugia, parte della tournée della Stagione Lirica Regionale 2021.

Dirige l’O.T.Li.S Orchestra del Teatro Lirico Sperimentale il maestro Carlo Palleschi, particolarmente legato all’Istituzione spoletina da diversi anni. Regia e allestimento scenico di Stefano Monti, assistito da Monique Arnaud, con luci di Eva Bruno e costumi di Clelia De Angelis. Cantanti solisti e coro del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.

«Sono molto orgoglioso di presentare, con il maestro Michelangelo Zurletti e tutto il Lirico Sperimentale – continua Girardi – una stagione che è molto ricca e varia nella sua natura, a testimonianza della curiosità dello Sperimentale verso la molteplicità delle forme del teatro musicale. Un programma ambizioso che permetterà ai cantanti di praticare stili e vocalità diverse, e al pubblico di aprire i propri orizzonti su nuove pagine del teatro musicale»

Protagonisti della stagione saranno i cantanti vincitori e idonei dei Concorsi 2020 e 2021, oltre a quelli che la Direzione artistica ha selezionato tra i cantanti che si sono presentati alle audizioni e cantanti vincitori delle scorse edizioni: Chiara Boccabella, Dyana Bovolo, Luca Bruno, Roberto Calamo, Sara Cortolezzis, Nicola Di Filippo, Oronzo D’Urso, Elena Finelli, Candida Guida, Maria Stella Maurizi, Alberto Petricca, Giacomo Pieracci, Matteo Lorenzo Pietrapiana, Tosca Rousseau, Elena Salvatori, Luca Simonetti, Giorgia Teodoro, Magdalena Urbanowicz, Andrea Vincenti, Federico Vita.

Cantanti solisti, coro, orchestra e personale tecnico del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli”.

«La diminuzione del numero dei posti in teatro prevista dalla normativa anti Covid-19 – continua Lepore – comporterà necessariamente una riduzione delle entrate da botteghino che andrà a influire in maniera rilevante sulla sostenibilità economica, ma siamo certi che la Regione Umbria e il Comune di Spoleto non faranno mancare il sostegno necessario. Ciò che più conta è l’aver retto la sfida del Covid nel 2020 ed essere riusciti anche quest’anno a portare l’Opera nelle principali città dell’Umbria».

In occasione dei 75 anni di attività – grazie a uno specifico sostegno del Ministero della Cultura e della Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto – l’Istituzione organizzerà inoltre specifiche iniziative a Spoleto quali la mostra del fotografo Riccardo Spinella “Diaframma Opera” – 20 anni di scatti fotografici di opere del Teatro Lirico Sperimentale, presso le sale dell’ex Monte di Pietà in via Saffi e una mostra di documenti e di autografi dell’Archivio Storico al Centro Studi Belli-Argiris in Piazza Bovio, entrambe curate per l’allestimento da Andrea Stanisci e per il coordinamento archivistico, documentario e le ricerche d’archivio da Raffaella Clerici e Gianluca Bocchino. Il 9 settembre al Teatro Nuovo di Spoleto sarà organizzato un CONCERTO CELEBRATIVO DEI 75 ANNI DI ATTIVITÀ diretto dal maestro Carlo Palleschi, che vedrà protagonisti ex allievi ora in carriera di fama internazionale, preceduto dal convegno “Sperimentare lo Sperimentale”, con la partecipazione del musicologo Giancarlo Landini e altri studiosi e moderato da Enrico Girardi.

Le celebrazioni coincidono anche con l’inaugurazione delle attività di Operabiblio, la biblioteca del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto che ha come sede gli spazi dell’ex Caserma Minervio, coordinate dal direttore generale Claudio Lepore e Marta D’Atri, assistente della direzione ed esperta nel settore biblioteconomico.

Nel 2021 al Teatro Lirico Sperimentale è stata conferita la TARGA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA per i 75 anni di attività.

Le attività 2021 sono rese possibili grazie a Ministero della Cultura, Regione Umbria, Comune di Spoleto, Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto, Fondazione Francesca, Valentina e Luigi Antonini e grazie alla collaborazione della Provincia di Perugia e dei Comuni di Perugia, Foligno, Città di Castello, Todi e Terni.

VENDITA BIGLIETTI:

Ticket Italia Tel. 0743 222889
www.ticketitalia.com o presso le rivendite Ticketitalia
a Spoleto c/o Box 25 – Piazza della Vittoria 25
orario: 9.00 – 13.00 / 16.00 – 19.30
Chiuso il sabato pomeriggio

Biglietteria Teatro Caio Melisso – Spoleto
Eine Kleine Musik 2021
6 Agosto 2021 dalle ore 16.00 a inizio spettacolo
7 Agosto 2021 dalle ore 16.00 a inizio spettacolo
The rape of Lucretia
3-4 Settembre 2021 dalle ore 18.30 a inizio spettacolo
5 Settembre 2021 dalle ore 15.00 a inizio spettacolo
Intermezzi del ’700 – L’ammalato immaginario
10-11 Settembre 2021 dalle ore 18.30 a inizio spettacolo
12 Settembre 2021 dalle ore 15.00 a inizio spettacolo

Botteghino del Complesso di Villa Redenta – Spoleto
L’amore da lontano – 15 Settembre 2021 dalle ore 19.00 a inizio spettacolo

Biglietteria Centrale del Teatro Nuovo – Spoleto
Tel. 0743.222647
Concerto Celebrativo – 9 Settembre 2021 dalle ore 16.00 a inizio spettacolo

Madama Butterfly dal 14 al 19 Settembre 2021
dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 a inizio spettacolo
il giorno 15 Settembre 2021 apertura pomeridiana dalle ore 15.00

Sito web: www.tls-belli.it | e-mail: ufficio.stampa@tls-belli.it segreteria@tls-belli.it

Scarica il volantino della 75a Stagione Lirica Sperimentale

Set
18
Sab
CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche nei musei
Set 18 giorno intero

CAPOLAVORI DA MUSEO
Visite guidate tematiche nei musei

SETTEMBRE 2021

Continuano anche le visite guidate tematiche Capolavori da Museo a cura di Sistema Museo, in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto – Tempietto sul Clitunno, il Comune di Spoleto e il Comune di Campello sul Clitunno. Si tratta di speciali visite guidate tematiche alle collezioni dei musei della Spoleto Card.

Le visite guidate in programma sono l’occasione per approfondire e scoprire il prezioso patrimonio storico artistico di Spoleto e di Campello sul Clitunno.

CALENDARIO DELLE VISITE GUIDATE – SETTEMBRE 2021

Casa Romana
La domus romana, mosaici e pitture parietali
dal giovedì alla domenica ore 15:30

Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo
Il ciclo pittorico e l’affresco di Thomas Becket
dal venerdì alla domenica ore 17:00

Palazzo Collicola
Le mostre temporanee
giovedì ore 18:00 – Giovanni Carandente. Archives and Documents
giovedì ore 18:00 – Astanze di Stefano Di Stasio
giovedì ore 18:00 – Work in progress – opere della collezione Marignoli di Montecorona
giovedì ore 18:00 – Disegni di Giuseppe Penone

Una nobile passeggiata
dal venerdì alla domenica ore 18:00

Tempietto sul Clitunno
Un monumento che affascina da secoli
dal venerdì alla domenica ore 19:00

Tariffe di partecipazione
Intero € 4,00
Ridotto € 3,00 dai 7 ai 17 anni e per i possessori della Spoleto Card
Gratuito fino a 6 anni
Previo acquisto del biglietto di ingresso al museo.

La partecipazione alle visite guidate prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.
Le visite guidate sono a numero chiuso e la prenotazione è obbligatoria fino ad esaurimento posti.

Informazioni e prenotazioni:
Sistema Museo | dal mercoledì al lunedì | 0743.46434 | spoleto@sistemamuseo.it

DALL’ALTO DELLE TORRI | Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
Set 18 giorno intero
<!--:it-->DALL'ALTO DELLE TORRI | Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza<!--:--><!--:en-->FROM ABOVE THE TOWERS |  Guided tours of the defensive walkways of the fortress<!--:--> @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto

Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
DALL’ALTO DELLE TORRI
Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza

A partire da sabato 31 luglio 2021 tornano le visite guidate ai percorsi difensivi della Rocca Albornoz.
Sistema Museo in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto promuove delle speciali visite guidate ai camminamenti difensivi della fortezza da cui è possibile dominare la vallata e ammirare l’affascinante panorama. Le visite consentiranno di mettere in relazione il paesaggio con la funzione difensiva della fortezza e la sua posizione strategica nel territorio.

Le visite ai percorsi difensivi sono in programma:
lunedì e giovedì – ore 10:00 – 11:00 – 12:00
venerdì, sabato, domenica e festivi – ore 10:00 – 11:00 – 12:00 – 16:00 – 17:00

Tariffe di partecipazione
Intero € 4,00
Ridotto € 3,00 dai 7 ai 17 anni e per i possessori della Spoleto Card
Gratuito fino a 6 anni
Previo acquisto del biglietto di ingresso al monumento.

La partecipazione alle visite guidate prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.
Le visite guidate sono a numero chiuso e la prenotazione è obbligatoria fino ad esaurimento posti.

Informazioni e prenotazioni:
dal giovedì alla domenica e lunedì
Sistema Museo 0743.224952
museoducatospoleto@sistemamuseo.it

MOSTRA | DIAFRAMMA OPERA – 20 anni di storia del Teatro Lirico Sperimentale, raccontati attraverso gli scatti di Riccardo Spinella @ Ex Monte di Pietà
Set 18 giorno intero
<!--:it-->MOSTRA | DIAFRAMMA OPERA - 20 anni di storia del Teatro Lirico Sperimentale, raccontati attraverso gli scatti di Riccardo Spinella<!--:--> @ Ex Monte di Pietà

Ex Monte di Pietà (via Saffi 12), dal 27 agosto al 18 settembre
DIAFRAMMA OPERA
20 anni di storia del Teatro Lirico Sperimentale, raccontati attraverso gli scatti di Riccardo Spinella
Orario di apertura:
dal martedì alla domenica, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00 (chiuso il lunedì)

MOSTRA | Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus @ Museo Diocesano
Set 18 giorno intero

Dal 15 giugno al 7 novembre, grazie alla preziosa collaborazione dei Musei Vaticani, verrà riunito e sarà visibile per la prima volta il trittico composto dalla Madonna in trono con il Bambino e gli angeli, attualmente custodito nel Museo Diocesano di Spoleto, e dagli scomparti laterali con le raffigurazioni di Santa Paola Romana e Santa Eustochio che, scampati alla furia del terremoto del 1703, entrarono nel mercato dei collezionisti e sono documentati in Vaticano a partire dal 1867.

La mostra, dal titolo Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus, è curata da Adele Breda, referente del Reparto per l’Arte Bizantino-medievale dei Musei Vaticani, da Stefania Nardicchi, Conservatore del Museo Diocesano di Spoleto, e da Anna Pizzamano, Dottoranda in “Storia e Beni Culturali della Chiesa” presso la Pontificia Università Gregoriana.

In occasione del recente restauro dei due scomparti laterali conservati all’interno della Collezione Vaticana, riportanti le immagini di due sante poco note, Paola Romana ed Eustochio, madre e figlia che vissero all’epoca di San Girolamo (fine IV secolo), se ne è approfondito lo studio e si è cercato di trovare lo scomparto centrale perduto. Le ricerche hanno individuato al Museo Diocesano di Spoleto una tavola frammentata, dove è rappresentata una Madonna in trono col Bambino tra due angeli. Il dipinto, seppur mancante della parte inferiore, è stato riconosciuto come parte centrale del trittico. L’opera ornava in origine l’altare della chiesa di Santa Maria presso il castello di Abeto di Preci, da cui l’appellativo di Maria Santissima di Piè di Castello.

La Madonna di Spoleto è stata trasferita al Gabinetto di Ricerche Scientifiche applicate ai Beni Culturali dei Musei Vaticani, dove i diversi componenti sono stati esaminati a fondo: l’essenza lignea, i pigmenti, le incisioni e i punzoni ne hanno confermato la piena compatibilità. Con l’intento di approfondire lo studio di un pittore di elevatissima qualità non abbastanza noto, è stata selezionata anche un’opera più tarda del medesimo maestro da mettere a confronto, la Madonna in trono col Bambino tra due angeli, oggi custodita nel Museo di Arte Sacra e Religiosità Popolare “Beato Angelico” di Vicchio del Mugello.

Sono diversi i motivi che hanno condotto a questa scelta. Si tratta, infatti, di polittici realizzati da una delle botteghe fiorentine più raffinate e ricercate del tempo, destinati all’arredo liturgico di cappelle e pievi delle zone rurali di Umbria e Toscana. La sopravvivenza della sola tavola con la Madonna, sia nel caso di Abeto di Preci che in quello di Vicchio, attesta, altresì, una devozione mai interrotta e un legame affettivo e plurisecolare con il territorio, che ha resistito anche alla dispersione degli scomparti laterali. Grazie a questo accostamento è anche possibile intuire le dimensioni originarie della Madonna di Spoleto, gravemente danneggiata nel terremoto del 1703.

Due momenti del percorso stilistico del Maestro della Madonna Straus, attivo a Firenze tra il 1385 e il 1415, un pittore che, da un iniziale neogiottismo, lentamente si apre al nuovo stile internazionale, accogliendo in parte i modi di Lorenzo Monaco e di Gherardo Starnina, ma mantenendo sempre una sua originale arcaicità.

Titolo: Incanto Tardogotico, Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus
Sede: Spoleto, Museo Diocesano
Periodo: 15 giugno -7 novembre 2021
Catalogo: edito da Quattroemme, Perugia
Orari: Tutti giorni dalle 11 alle 18. Giorno di chiusura lunedì
Biglietti: Euro 5,00; gratuito fino a 6 anni e disabili con accompagnatore

Informazioni:
Tel.+39 0577 286300 – duomospoleto@operalaboratori.com
www.spoletonorcia.it

MOSTRA | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato
Set 18 giorno intero
<!--:it-->MOSTRA | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--><!--:en-->EXHIBITION | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--> @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato

San Salvatore ARMONIE imPERFETTE
Mostra fotografica-documentaria a cura del Comune di Spoleto per il decennale dall’inserimento nella lista del patrimonio mondiale Unesco del sito seriale i Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.c.)

dal 25 giugno al 15 agosto
sale espositive ex Monte di Pietà via A. Saffi
dal giovedì alla domenica
10.30/13.00 – 16.30-19.00

fino al 31 dicembre
presso palazzo Mauri, biblioteca comunale G. Carducci
orari apertura biblioteca – info 0743/218801

presso la sezione dell’Archivio di Stato di Spoleto, Complesso San Matteo
mercoledì e giovedì dalle ore 10 alle ore 13
venerdì dalle ore 15 alle ore 17
sabato e domenica dalle ore 17 alle ore 20

MOSTRE DI PALAZZO COLLICOLA @ Palazzo Collicola
Set 18 giorno intero

Il direttore artistico Marco Tonelli propone un viaggio tra sperimentazione, scrittura, disegni e pittura

Apertura al pubblico il 26 giugno. Le mostre saranno visitabili fino al 26 settembre

Saranno quattro le mostre organizzate dal Comune di Spoleto a Palazzo Collicola in occasione del 64° Festival dei 2 Mondi. Sotto la direzione di Marco Tonelli, le proposte artistiche di quest’estate 2021 (l’apertura è in programma il prossimo 26 giugno e saranno visitabili fino al 26 settembre) saranno un viaggio tra sperimentazione, scrittura, disegni e pittura, all’interno di diversi percorsi concettuali sviluppatisi, in alcuni casi, in epoche apparentemente lontane e idealmente distanti.   Giuseppe Penone: Disegni A cura di Marco Tonelli la mostra, pensata assieme all’artista, sarà allestita nelle sale interne della Galleria d’Arte Moderna. Promossa dal Festival Dei Due Mondi, si inserisce idealmente nella tradizione di esposizioni di disegni di grandi artisti moderni e contemporanei, come fu per Disegni americani del MoMA (1961), Disegni italiani moderni (1962), Willem de Kooning: disegni (1969), James Ensor. Disegni e Acqueforti (1981), Balthus: disegni e acquerelli (1982), che si tennero a Spoleto proprio nell’ambito del Festival. Una mostra del genere, dedicata esclusivamente al disegno, è la prima realizzata da Penone in Italia, dopo quella del Drawing Center di New York nel 2007.
    Work in Progress. Opere dalla Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Collicola e dalla Fondazione Marignoli di Montecorona. A cura di Michele Drascek, Duccio K. Marignoli, Marco Tonelli, due collezioni d’arte di Spoleto, quella della Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Collicola e quella della Fondazione Marignoli di Montecorona, hanno voluto mettere a confronto, creando una linea storica senza soluzione di continuità, dal XVI secolo all’epoca contemporanea, una serie particolare di opere: bozzetti, modelli, schizzi preparatori, studi. Saranno esposte in tutto 70 opere tra disegni, dipinti, sculture, maquette in legno, modelletti, alcune delle quali recuperate eccezionalmente dai depositi di Palazzo Collicola od esposte per la prima volta in pubblico dalla collezione conservata a Palazzo Marignoli.
    Stefano Di Stasio: Astanze A cura di Fabio Sargentini e Marco Tonelli, nove grandi dipinti saranno presentati in altrettante sale del Piano mostre del museo, creando un percorso di stanze o stazioni che dir si voglia, immerse nell’oscurità e ritagliate nel buio da un unico punto di luce, che fa emergere figure monumentali di misteriosi uomini solitari e carichi di connotazioni simboliche, dipinte tra 1994 e 2011 e provenienti da un unico nucleo tematico: quello della Galleria dell’Attico di Roma, presso cui l’artista ha tenuto mostre personali e collettive sin dal 1994.
    Josè Angelino: Resistenze A cura di Davide Silvioli è un progetto site-specific di Josè Angelino in collaborazione con la Fondazione Carla Fendi e con Mahler & LeWitt Studios. Tutte le opere in mostra, che saranno dislocate in diverse aree di Palazzo Collicola sono courtesy della Galleria Alessandra Bonomo. L’evento costituisce il primo appuntamento di un ciclo di esposizioni dal titolo Collicola Project Room(s), a cura di Davide Silvioli e dedicate ad artisti emergenti.
Programmazione CINEMA a Spoleto @ Sala Pegasus e Sala Frau
Set 18 giorno intero
<!--:it-->Programmazione CINEMA a Spoleto<!--:--><!--:en-->CINEMA in Spoleto<!--:--> @ Sala Pegasus e Sala Frau

Cinéma Sala Pegasus
Piazza Bovio
Sito web: www.cinemasalapegasus.it
Facebook: Cinéma Sala Pegasus
cinemasalapegasus@gmail.com
Tel. 0743 522620

Cinema Sala Frau
Vicolo San Filippo 16
Sito web: www.spoletocinemaalcentro.it
Facebook: Cinema Sala Frau
cinemasalafrau@gmail.com
Tel. 0743/522177

Per ricevere la NEWSLETTER invia una e-mail all’indirizzo cinemasalapegasus@gmail.com

Tour individuali di Spoleto @ Spoleto, partenza da Piazza della Libertà
Set 18 giorno intero

SPOLETO TOUR INDIVIDUALI

TUTTI I GIORNI previa prenotazione
Mattina: ore 10.00
Pomeriggio: ore 16.00

Itinerario (durata 2 ore): Partenza da Piazza della Libertà, visita del Teatro Romano, Arco di Druso e Germanico, Piazza del Mercato, Cattedrale, Giro della Rocca per ammirare la Rocca Albornoziana e il Ponte delle Torri
Ritrovo: in Piazza della Libertà, di fronte all’info point, 10 minuti prima della partenza

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Per info e prenotazioni:
Tel. 075 815227/28
numero emergenze: 339 3390103
e-mail: info@assoguide.it

Visite guidate a cura di AGTU (Associazione Guide Turistiche Umbria)

75ma Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto e dell’Umbria | MADAMA BUTTERFLY @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti
Set 18@20:30

75ma STAGIONE LIRICA SPERIMENTALE DI SPOLETO
E DELL’UMBRIA

SCARICA IL PROGRAMMA IN PDF

In scena dal 6 agosto al 25 settembre 2021 a Spoleto e nei principali Teatri dell’Umbria

Al via la 75ma Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto e dell’Umbria che, malgrado le vicissitudini in seguito al Covid-19, avrà inizio in agosto con la consueta kermesse musicale al Teatro Caio Melisso [spettacoli: venerdì 6 agosto ore 18.00, sabato 7 agosto ore 18.00 e ore 20.30], in collaborazione con il Comune di Spoleto nell’ambito di Spoleto d’estate: EINE KLEINE MUSIK 2021. Al PROLOGO con musiche e testi di Gino Negri, seguirà l’opera GIOVANNI SEBASTIANO sempre di Gino Negri, vincitrice del Prix Italia nel 1967. Direzione musicale e al pianoforte il maestro Lorenzo Masoni. L’innovativa regia di Giorgio Bongiovanni – assistito da Bianca Maria D’Amato – sarà realizzata con l’allestimento scenico di Andrea Stanisci e le luci di Eva Bruno. Cantanti solisti e strumentisti del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.

Una scelta decisamente interessante, a tratti visionaria, quella della direzione artistica dello Sperimentale – da quest’anno formata dal maestro Michelangelo Zurletti, affiancato dal prof. Enrico Girardi – che sulla scelta di Gino Negri commenta: «Compositore italiano del ‘900 – della stessa generazione della così detta avanguardia, con cui condivideva molti aspetti sia poetici che estetici – Negri dedicò uno sguardo anche a forme “più leggere” e meno impegnate di musica come quella per la pubblicità, il cinema e il teatro di prosa. Questa curiosa e brillante composizione teatrale, in cui viene innestata con molta sapienza e ironia l’antica pratica barocca della parodia, ne è uno splendido esempio».

Inaugurerà ufficialmente la 75ma stagione, infatti, THE RAPE OF LUCRETIA, opera da camera di Benjamin Britten su libretto di Ronald Duncan, in scena al Teatro Caio Melisso di Spoleto venerdì 3 settembre alle ore 21.00 [repliche: sabato 4 settembre ore 21.00 e domenica 5 settembre ore 18.00]. Sul podio il maestro Salvatore Percacciolo, che torna a Spoleto dopo il grande successo nella direzione de Il Barbiere di Siviglia del 2019. La regia, l’allestimento scenico e i costumi saranno curati dall’eclettica Giorgina Pi, assistita da Valerio Vigliar, con luci di Andrea Gallo e video di Bluemotion. Cantanti solisti e strumentisti del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.

Ispirata a testi di Livio, Ovidio e Shakespeare, “Lo stupro di Lucrezia” – questa la traduzione italiana dell’opera – tratta il tema della violenza con uno sguardo particolare: «una pagina del Novecento inglese – afferma il neo-condirettore artistico Enrico Girardi – che rischia di essere perennemente attuale visto il tema, e che è interessante, non soltanto dal punto di vista del suo contenuto drammatico, ma anche di una sensibilità, di uno stile e di una vocalità che è molto distante rispetto a quella della tradizione italiana».

Seguirà l’ormai tradizionale e attesissimo appuntamento degli Intermezzi del ‘700, in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano – Centro Studi Pergolesi diretto dal prof. Claudio Toscani, sempre al Teatro Caio Melisso da venerdì 10 settembre alle ore 21.00 [repliche: sabato 11 settembre ore 21.00 e domenica 12 settembre ore 17.00]. Questa prima rappresentazione dell’intermezzo L’AMMALATO IMMAGINARIO – nell’edizione critica di Gaetano Pitarresi – offre al pubblico un’interessante finestra sul Barocco italiano con un titolo pressoché inedito di Leonardo Vinci, figura chiave e di grande fascino della scuola napoletana. L’ensemble strumentale e i cantanti solisti del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto saranno diretti anche quest’anno dal maestro napoletano Pierfrancesco Borrelli, immancabile ospite della rassegna spoletina. La regia e l’allestimento scenico saranno curati da Andrea Stanisci con luci di Eva Bruno e costumi di Clelia De Angelis.

L’intermezzo napoletano, in dittico con LA SERVA PADRONA di Giovan Battista Pergolesi, sarà poi rappresentato in occasione della Stagione Lirica Regionale 2021 nei principali teatri umbri dal 22 al 25 settembre 2021. La tournée inizierà mercoledì 22 settembre alle ore 21.00 all’Auditorium San Domenico di Foligno, per poi fare tappa al Teatro degli Illuminati di Città di Castello [giovedì 23 settembre alle ore 21.00], al Teatro Comunale di Todi [venerdì 24 settembre alle ore 21.00] e concludersi al Teatro Sergio Secci di Terni sabato 25 settembre alle ore 21.00.

«Doppia sfida per il Teatro Lirico Sperimentale: mettere in scena le attività e il cartellone 2021 – sostiene il Direttore generale Claudio Lepore – un triplo salto mortale! Da un lato ci sono state le difficoltà legate alla pandemia, dall’altro quelle di rendere compatibili le vigenti norme anti Covid con il ritorno in teatro e di adattare alcuni spettacoli in spazi non convenzionali, quali i teatri di Terni e Foligno. Quest’anno sarà particolarmente difficile anche perché il debutto dei giovani artisti avverrà con un cartellone molto articolato che comprende, tra l’altro, un’opera di Britten, tanto affascinante quanto complessa».

Confermato per mercoledì 15 settembre alle ore 21.00 nella Sala Monterosso del Complesso di Villa Redenta a Spoleto l’appuntamento con Operalieder: la teatralizzazione di un programma liederistico per una serata incentrata sul tema de L’AMORE DA LONTANO, con due magnifiche raccolte di musiche di Ludwig van Beethoven e Robert Schumann. Al pianoforte il maestro Luca Spinosa e al violoncello il maestro Matteo Maria Zurletti. Ideazione e coordinamento Enrico Girardi. Coreografie Daniela Malusardi e luci di Eva Bruno. Cantanti solisti del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.

Concluderà il cartellone della 75ma Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto e dell’Umbria il nuovo allestimento della MADAMA BUTTERFLY di Giacomo Puccini su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, in scena al Teatro Nuovo di Spoleto nei giorni di venerdì 17 settembre (I RAPPRESENTAZIONE) e sabato 18 settembre (II RAPPRESENTAZIONE), alle ore 20.30 e domenica 19 settembre (III RAPPRESENTAZIONE) alle ore 17.00. Nei giorni di martedì 14 settembre alle ore 18.00, mercoledì 15 settembre alle ore 16.00 e giovedì 16 settembre alle ore 18.00 si terranno le anteprime per studenti, anziani e associazioni. L’opera, inoltre, sarà in scena lunedì 20 settembre e martedì 21 settembre alle ore 21.00 al Teatro Morlacchi di Perugia, parte della tournée della Stagione Lirica Regionale 2021.

Dirige l’O.T.Li.S Orchestra del Teatro Lirico Sperimentale il maestro Carlo Palleschi, particolarmente legato all’Istituzione spoletina da diversi anni. Regia e allestimento scenico di Stefano Monti, assistito da Monique Arnaud, con luci di Eva Bruno e costumi di Clelia De Angelis. Cantanti solisti e coro del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.

«Sono molto orgoglioso di presentare, con il maestro Michelangelo Zurletti e tutto il Lirico Sperimentale – continua Girardi – una stagione che è molto ricca e varia nella sua natura, a testimonianza della curiosità dello Sperimentale verso la molteplicità delle forme del teatro musicale. Un programma ambizioso che permetterà ai cantanti di praticare stili e vocalità diverse, e al pubblico di aprire i propri orizzonti su nuove pagine del teatro musicale»

Protagonisti della stagione saranno i cantanti vincitori e idonei dei Concorsi 2020 e 2021, oltre a quelli che la Direzione artistica ha selezionato tra i cantanti che si sono presentati alle audizioni e cantanti vincitori delle scorse edizioni: Chiara Boccabella, Dyana Bovolo, Luca Bruno, Roberto Calamo, Sara Cortolezzis, Nicola Di Filippo, Oronzo D’Urso, Elena Finelli, Candida Guida, Maria Stella Maurizi, Alberto Petricca, Giacomo Pieracci, Matteo Lorenzo Pietrapiana, Tosca Rousseau, Elena Salvatori, Luca Simonetti, Giorgia Teodoro, Magdalena Urbanowicz, Andrea Vincenti, Federico Vita.

Cantanti solisti, coro, orchestra e personale tecnico del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli”.

«La diminuzione del numero dei posti in teatro prevista dalla normativa anti Covid-19 – continua Lepore – comporterà necessariamente una riduzione delle entrate da botteghino che andrà a influire in maniera rilevante sulla sostenibilità economica, ma siamo certi che la Regione Umbria e il Comune di Spoleto non faranno mancare il sostegno necessario. Ciò che più conta è l’aver retto la sfida del Covid nel 2020 ed essere riusciti anche quest’anno a portare l’Opera nelle principali città dell’Umbria».

In occasione dei 75 anni di attività – grazie a uno specifico sostegno del Ministero della Cultura e della Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto – l’Istituzione organizzerà inoltre specifiche iniziative a Spoleto quali la mostra del fotografo Riccardo Spinella “Diaframma Opera” – 20 anni di scatti fotografici di opere del Teatro Lirico Sperimentale, presso le sale dell’ex Monte di Pietà in via Saffi e una mostra di documenti e di autografi dell’Archivio Storico al Centro Studi Belli-Argiris in Piazza Bovio, entrambe curate per l’allestimento da Andrea Stanisci e per il coordinamento archivistico, documentario e le ricerche d’archivio da Raffaella Clerici e Gianluca Bocchino. Il 9 settembre al Teatro Nuovo di Spoleto sarà organizzato un CONCERTO CELEBRATIVO DEI 75 ANNI DI ATTIVITÀ diretto dal maestro Carlo Palleschi, che vedrà protagonisti ex allievi ora in carriera di fama internazionale, preceduto dal convegno “Sperimentare lo Sperimentale”, con la partecipazione del musicologo Giancarlo Landini e altri studiosi e moderato da Enrico Girardi.

Le celebrazioni coincidono anche con l’inaugurazione delle attività di Operabiblio, la biblioteca del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto che ha come sede gli spazi dell’ex Caserma Minervio, coordinate dal direttore generale Claudio Lepore e Marta D’Atri, assistente della direzione ed esperta nel settore biblioteconomico.

Nel 2021 al Teatro Lirico Sperimentale è stata conferita la TARGA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA per i 75 anni di attività.

Le attività 2021 sono rese possibili grazie a Ministero della Cultura, Regione Umbria, Comune di Spoleto, Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto, Fondazione Francesca, Valentina e Luigi Antonini e grazie alla collaborazione della Provincia di Perugia e dei Comuni di Perugia, Foligno, Città di Castello, Todi e Terni.

VENDITA BIGLIETTI:

Ticket Italia Tel. 0743 222889
www.ticketitalia.com o presso le rivendite Ticketitalia
a Spoleto c/o Box 25 – Piazza della Vittoria 25
orario: 9.00 – 13.00 / 16.00 – 19.30
Chiuso il sabato pomeriggio

Biglietteria Teatro Caio Melisso – Spoleto
Eine Kleine Musik 2021
6 Agosto 2021 dalle ore 16.00 a inizio spettacolo
7 Agosto 2021 dalle ore 16.00 a inizio spettacolo
The rape of Lucretia
3-4 Settembre 2021 dalle ore 18.30 a inizio spettacolo
5 Settembre 2021 dalle ore 15.00 a inizio spettacolo
Intermezzi del ’700 – L’ammalato immaginario
10-11 Settembre 2021 dalle ore 18.30 a inizio spettacolo
12 Settembre 2021 dalle ore 15.00 a inizio spettacolo

Botteghino del Complesso di Villa Redenta – Spoleto
L’amore da lontano – 15 Settembre 2021 dalle ore 19.00 a inizio spettacolo

Biglietteria Centrale del Teatro Nuovo – Spoleto
Tel. 0743.222647
Concerto Celebrativo – 9 Settembre 2021 dalle ore 16.00 a inizio spettacolo

Madama Butterfly dal 14 al 19 Settembre 2021
dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 a inizio spettacolo
il giorno 15 Settembre 2021 apertura pomeridiana dalle ore 15.00

Sito web: www.tls-belli.it | e-mail: ufficio.stampa@tls-belli.it segreteria@tls-belli.it

Scarica il volantino della 75a Stagione Lirica Sperimentale

Set
19
Dom
CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche nei musei
Set 19 giorno intero

CAPOLAVORI DA MUSEO
Visite guidate tematiche nei musei

SETTEMBRE 2021

Continuano anche le visite guidate tematiche Capolavori da Museo a cura di Sistema Museo, in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto – Tempietto sul Clitunno, il Comune di Spoleto e il Comune di Campello sul Clitunno. Si tratta di speciali visite guidate tematiche alle collezioni dei musei della Spoleto Card.

Le visite guidate in programma sono l’occasione per approfondire e scoprire il prezioso patrimonio storico artistico di Spoleto e di Campello sul Clitunno.

CALENDARIO DELLE VISITE GUIDATE – SETTEMBRE 2021

Casa Romana
La domus romana, mosaici e pitture parietali
dal giovedì alla domenica ore 15:30

Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo
Il ciclo pittorico e l’affresco di Thomas Becket
dal venerdì alla domenica ore 17:00

Palazzo Collicola
Le mostre temporanee
giovedì ore 18:00 – Giovanni Carandente. Archives and Documents
giovedì ore 18:00 – Astanze di Stefano Di Stasio
giovedì ore 18:00 – Work in progress – opere della collezione Marignoli di Montecorona
giovedì ore 18:00 – Disegni di Giuseppe Penone

Una nobile passeggiata
dal venerdì alla domenica ore 18:00

Tempietto sul Clitunno
Un monumento che affascina da secoli
dal venerdì alla domenica ore 19:00

Tariffe di partecipazione
Intero € 4,00
Ridotto € 3,00 dai 7 ai 17 anni e per i possessori della Spoleto Card
Gratuito fino a 6 anni
Previo acquisto del biglietto di ingresso al museo.

La partecipazione alle visite guidate prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.
Le visite guidate sono a numero chiuso e la prenotazione è obbligatoria fino ad esaurimento posti.

Informazioni e prenotazioni:
Sistema Museo | dal mercoledì al lunedì | 0743.46434 | spoleto@sistemamuseo.it

DALL’ALTO DELLE TORRI | Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
Set 19 giorno intero
<!--:it-->DALL'ALTO DELLE TORRI | Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza<!--:--><!--:en-->FROM ABOVE THE TOWERS |  Guided tours of the defensive walkways of the fortress<!--:--> @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto

Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
DALL’ALTO DELLE TORRI
Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza

A partire da sabato 31 luglio 2021 tornano le visite guidate ai percorsi difensivi della Rocca Albornoz.
Sistema Museo in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto promuove delle speciali visite guidate ai camminamenti difensivi della fortezza da cui è possibile dominare la vallata e ammirare l’affascinante panorama. Le visite consentiranno di mettere in relazione il paesaggio con la funzione difensiva della fortezza e la sua posizione strategica nel territorio.

Le visite ai percorsi difensivi sono in programma:
lunedì e giovedì – ore 10:00 – 11:00 – 12:00
venerdì, sabato, domenica e festivi – ore 10:00 – 11:00 – 12:00 – 16:00 – 17:00

Tariffe di partecipazione
Intero € 4,00
Ridotto € 3,00 dai 7 ai 17 anni e per i possessori della Spoleto Card
Gratuito fino a 6 anni
Previo acquisto del biglietto di ingresso al monumento.

La partecipazione alle visite guidate prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.
Le visite guidate sono a numero chiuso e la prenotazione è obbligatoria fino ad esaurimento posti.

Informazioni e prenotazioni:
dal giovedì alla domenica e lunedì
Sistema Museo 0743.224952
museoducatospoleto@sistemamuseo.it

MOSTRA | Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus @ Museo Diocesano
Set 19 giorno intero

Dal 15 giugno al 7 novembre, grazie alla preziosa collaborazione dei Musei Vaticani, verrà riunito e sarà visibile per la prima volta il trittico composto dalla Madonna in trono con il Bambino e gli angeli, attualmente custodito nel Museo Diocesano di Spoleto, e dagli scomparti laterali con le raffigurazioni di Santa Paola Romana e Santa Eustochio che, scampati alla furia del terremoto del 1703, entrarono nel mercato dei collezionisti e sono documentati in Vaticano a partire dal 1867.

La mostra, dal titolo Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus, è curata da Adele Breda, referente del Reparto per l’Arte Bizantino-medievale dei Musei Vaticani, da Stefania Nardicchi, Conservatore del Museo Diocesano di Spoleto, e da Anna Pizzamano, Dottoranda in “Storia e Beni Culturali della Chiesa” presso la Pontificia Università Gregoriana.

In occasione del recente restauro dei due scomparti laterali conservati all’interno della Collezione Vaticana, riportanti le immagini di due sante poco note, Paola Romana ed Eustochio, madre e figlia che vissero all’epoca di San Girolamo (fine IV secolo), se ne è approfondito lo studio e si è cercato di trovare lo scomparto centrale perduto. Le ricerche hanno individuato al Museo Diocesano di Spoleto una tavola frammentata, dove è rappresentata una Madonna in trono col Bambino tra due angeli. Il dipinto, seppur mancante della parte inferiore, è stato riconosciuto come parte centrale del trittico. L’opera ornava in origine l’altare della chiesa di Santa Maria presso il castello di Abeto di Preci, da cui l’appellativo di Maria Santissima di Piè di Castello.

La Madonna di Spoleto è stata trasferita al Gabinetto di Ricerche Scientifiche applicate ai Beni Culturali dei Musei Vaticani, dove i diversi componenti sono stati esaminati a fondo: l’essenza lignea, i pigmenti, le incisioni e i punzoni ne hanno confermato la piena compatibilità. Con l’intento di approfondire lo studio di un pittore di elevatissima qualità non abbastanza noto, è stata selezionata anche un’opera più tarda del medesimo maestro da mettere a confronto, la Madonna in trono col Bambino tra due angeli, oggi custodita nel Museo di Arte Sacra e Religiosità Popolare “Beato Angelico” di Vicchio del Mugello.

Sono diversi i motivi che hanno condotto a questa scelta. Si tratta, infatti, di polittici realizzati da una delle botteghe fiorentine più raffinate e ricercate del tempo, destinati all’arredo liturgico di cappelle e pievi delle zone rurali di Umbria e Toscana. La sopravvivenza della sola tavola con la Madonna, sia nel caso di Abeto di Preci che in quello di Vicchio, attesta, altresì, una devozione mai interrotta e un legame affettivo e plurisecolare con il territorio, che ha resistito anche alla dispersione degli scomparti laterali. Grazie a questo accostamento è anche possibile intuire le dimensioni originarie della Madonna di Spoleto, gravemente danneggiata nel terremoto del 1703.

Due momenti del percorso stilistico del Maestro della Madonna Straus, attivo a Firenze tra il 1385 e il 1415, un pittore che, da un iniziale neogiottismo, lentamente si apre al nuovo stile internazionale, accogliendo in parte i modi di Lorenzo Monaco e di Gherardo Starnina, ma mantenendo sempre una sua originale arcaicità.

Titolo: Incanto Tardogotico, Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus
Sede: Spoleto, Museo Diocesano
Periodo: 15 giugno -7 novembre 2021
Catalogo: edito da Quattroemme, Perugia
Orari: Tutti giorni dalle 11 alle 18. Giorno di chiusura lunedì
Biglietti: Euro 5,00; gratuito fino a 6 anni e disabili con accompagnatore

Informazioni:
Tel.+39 0577 286300 – duomospoleto@operalaboratori.com
www.spoletonorcia.it

MOSTRA | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato
Set 19 giorno intero
<!--:it-->MOSTRA | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--><!--:en-->EXHIBITION | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--> @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato

San Salvatore ARMONIE imPERFETTE
Mostra fotografica-documentaria a cura del Comune di Spoleto per il decennale dall’inserimento nella lista del patrimonio mondiale Unesco del sito seriale i Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.c.)

dal 25 giugno al 15 agosto
sale espositive ex Monte di Pietà via A. Saffi
dal giovedì alla domenica
10.30/13.00 – 16.30-19.00

fino al 31 dicembre
presso palazzo Mauri, biblioteca comunale G. Carducci
orari apertura biblioteca – info 0743/218801

presso la sezione dell’Archivio di Stato di Spoleto, Complesso San Matteo
mercoledì e giovedì dalle ore 10 alle ore 13
venerdì dalle ore 15 alle ore 17
sabato e domenica dalle ore 17 alle ore 20

MOSTRE DI PALAZZO COLLICOLA @ Palazzo Collicola
Set 19 giorno intero

Il direttore artistico Marco Tonelli propone un viaggio tra sperimentazione, scrittura, disegni e pittura

Apertura al pubblico il 26 giugno. Le mostre saranno visitabili fino al 26 settembre

Saranno quattro le mostre organizzate dal Comune di Spoleto a Palazzo Collicola in occasione del 64° Festival dei 2 Mondi. Sotto la direzione di Marco Tonelli, le proposte artistiche di quest’estate 2021 (l’apertura è in programma il prossimo 26 giugno e saranno visitabili fino al 26 settembre) saranno un viaggio tra sperimentazione, scrittura, disegni e pittura, all’interno di diversi percorsi concettuali sviluppatisi, in alcuni casi, in epoche apparentemente lontane e idealmente distanti.   Giuseppe Penone: Disegni A cura di Marco Tonelli la mostra, pensata assieme all’artista, sarà allestita nelle sale interne della Galleria d’Arte Moderna. Promossa dal Festival Dei Due Mondi, si inserisce idealmente nella tradizione di esposizioni di disegni di grandi artisti moderni e contemporanei, come fu per Disegni americani del MoMA (1961), Disegni italiani moderni (1962), Willem de Kooning: disegni (1969), James Ensor. Disegni e Acqueforti (1981), Balthus: disegni e acquerelli (1982), che si tennero a Spoleto proprio nell’ambito del Festival. Una mostra del genere, dedicata esclusivamente al disegno, è la prima realizzata da Penone in Italia, dopo quella del Drawing Center di New York nel 2007.
    Work in Progress. Opere dalla Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Collicola e dalla Fondazione Marignoli di Montecorona. A cura di Michele Drascek, Duccio K. Marignoli, Marco Tonelli, due collezioni d’arte di Spoleto, quella della Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Collicola e quella della Fondazione Marignoli di Montecorona, hanno voluto mettere a confronto, creando una linea storica senza soluzione di continuità, dal XVI secolo all’epoca contemporanea, una serie particolare di opere: bozzetti, modelli, schizzi preparatori, studi. Saranno esposte in tutto 70 opere tra disegni, dipinti, sculture, maquette in legno, modelletti, alcune delle quali recuperate eccezionalmente dai depositi di Palazzo Collicola od esposte per la prima volta in pubblico dalla collezione conservata a Palazzo Marignoli.
    Stefano Di Stasio: Astanze A cura di Fabio Sargentini e Marco Tonelli, nove grandi dipinti saranno presentati in altrettante sale del Piano mostre del museo, creando un percorso di stanze o stazioni che dir si voglia, immerse nell’oscurità e ritagliate nel buio da un unico punto di luce, che fa emergere figure monumentali di misteriosi uomini solitari e carichi di connotazioni simboliche, dipinte tra 1994 e 2011 e provenienti da un unico nucleo tematico: quello della Galleria dell’Attico di Roma, presso cui l’artista ha tenuto mostre personali e collettive sin dal 1994.
    Josè Angelino: Resistenze A cura di Davide Silvioli è un progetto site-specific di Josè Angelino in collaborazione con la Fondazione Carla Fendi e con Mahler & LeWitt Studios. Tutte le opere in mostra, che saranno dislocate in diverse aree di Palazzo Collicola sono courtesy della Galleria Alessandra Bonomo. L’evento costituisce il primo appuntamento di un ciclo di esposizioni dal titolo Collicola Project Room(s), a cura di Davide Silvioli e dedicate ad artisti emergenti.
Programmazione CINEMA a Spoleto @ Sala Pegasus e Sala Frau
Set 19 giorno intero
<!--:it-->Programmazione CINEMA a Spoleto<!--:--><!--:en-->CINEMA in Spoleto<!--:--> @ Sala Pegasus e Sala Frau

Cinéma Sala Pegasus
Piazza Bovio
Sito web: www.cinemasalapegasus.it
Facebook: Cinéma Sala Pegasus
cinemasalapegasus@gmail.com
Tel. 0743 522620

Cinema Sala Frau
Vicolo San Filippo 16
Sito web: www.spoletocinemaalcentro.it
Facebook: Cinema Sala Frau
cinemasalafrau@gmail.com
Tel. 0743/522177

Per ricevere la NEWSLETTER invia una e-mail all’indirizzo cinemasalapegasus@gmail.com

Tour individuali di Spoleto @ Spoleto, partenza da Piazza della Libertà
Set 19 giorno intero

SPOLETO TOUR INDIVIDUALI

TUTTI I GIORNI previa prenotazione
Mattina: ore 10.00
Pomeriggio: ore 16.00

Itinerario (durata 2 ore): Partenza da Piazza della Libertà, visita del Teatro Romano, Arco di Druso e Germanico, Piazza del Mercato, Cattedrale, Giro della Rocca per ammirare la Rocca Albornoziana e il Ponte delle Torri
Ritrovo: in Piazza della Libertà, di fronte all’info point, 10 minuti prima della partenza

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Per info e prenotazioni:
Tel. 075 815227/28
numero emergenze: 339 3390103
e-mail: info@assoguide.it

Visite guidate a cura di AGTU (Associazione Guide Turistiche Umbria)

SULLE TRACCE DEI LONGOBARDI – trekking guidato SPOLETO CARD @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
Set 19@10:00

Le visite guidate tematiche nei musei e i trekking in città sono GRATUITI per i POSSESSORI della SPOLETO CARD.
Le visite guidate tematiche e i trekking in città sono SOLO SU PRENOTAZIONE e A NUMERO CHIUSO.
Per i TREKKING IN CITTA’ la PRENOTAZIONE è OBBLIGATORIA entro le ore 18.00 del sabato precedente.
La partecipazione alle visite guidate prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.

Coloro che non hanno la SPOLETO CARD potranno partecipare:
– alle VISITE GUIDATE TEMATICHE nei musei con una tariffa agevolata di € 3,00 a persona, oltre il biglietto del museo.
– ai TREKKING IN CITTA’ con una tariffa agevolata di € 5,00 a persona, oltre il biglietto del museo dove previsto.

La SPOLETO CARD è un biglietto cumulativo che consente di accedere a numerosi siti museali del territorio e usufruire di particolari vantaggi.
La SPOLETO CARD si può acquistare nei siti museali aderenti ed è valida 7 giorni.

TARIFFE SPOLETO CARD:
Red Card: € 9,50
Green Card: € 8,00 (dai 15 ai 25 anni, oltre 65 anni, gruppi)
A cura di: Sistema Museo, in collaborazione con il Comune di Spoleto.

Per informazioni e prenotazioni:
Soc. Coop. Sistema Museo
Tel e fax 0743 46434 – 0743 224952
E-mail: info@spoletocard.it
Sito web: www.spoletocard.it

75ma Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto e dell’Umbria | MADAMA BUTTERFLY @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti
Set 19@17:00

75ma STAGIONE LIRICA SPERIMENTALE DI SPOLETO
E DELL’UMBRIA

SCARICA IL PROGRAMMA IN PDF

In scena dal 6 agosto al 25 settembre 2021 a Spoleto e nei principali Teatri dell’Umbria

Al via la 75ma Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto e dell’Umbria che, malgrado le vicissitudini in seguito al Covid-19, avrà inizio in agosto con la consueta kermesse musicale al Teatro Caio Melisso [spettacoli: venerdì 6 agosto ore 18.00, sabato 7 agosto ore 18.00 e ore 20.30], in collaborazione con il Comune di Spoleto nell’ambito di Spoleto d’estate: EINE KLEINE MUSIK 2021. Al PROLOGO con musiche e testi di Gino Negri, seguirà l’opera GIOVANNI SEBASTIANO sempre di Gino Negri, vincitrice del Prix Italia nel 1967. Direzione musicale e al pianoforte il maestro Lorenzo Masoni. L’innovativa regia di Giorgio Bongiovanni – assistito da Bianca Maria D’Amato – sarà realizzata con l’allestimento scenico di Andrea Stanisci e le luci di Eva Bruno. Cantanti solisti e strumentisti del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.

Una scelta decisamente interessante, a tratti visionaria, quella della direzione artistica dello Sperimentale – da quest’anno formata dal maestro Michelangelo Zurletti, affiancato dal prof. Enrico Girardi – che sulla scelta di Gino Negri commenta: «Compositore italiano del ‘900 – della stessa generazione della così detta avanguardia, con cui condivideva molti aspetti sia poetici che estetici – Negri dedicò uno sguardo anche a forme “più leggere” e meno impegnate di musica come quella per la pubblicità, il cinema e il teatro di prosa. Questa curiosa e brillante composizione teatrale, in cui viene innestata con molta sapienza e ironia l’antica pratica barocca della parodia, ne è uno splendido esempio».

Inaugurerà ufficialmente la 75ma stagione, infatti, THE RAPE OF LUCRETIA, opera da camera di Benjamin Britten su libretto di Ronald Duncan, in scena al Teatro Caio Melisso di Spoleto venerdì 3 settembre alle ore 21.00 [repliche: sabato 4 settembre ore 21.00 e domenica 5 settembre ore 18.00]. Sul podio il maestro Salvatore Percacciolo, che torna a Spoleto dopo il grande successo nella direzione de Il Barbiere di Siviglia del 2019. La regia, l’allestimento scenico e i costumi saranno curati dall’eclettica Giorgina Pi, assistita da Valerio Vigliar, con luci di Andrea Gallo e video di Bluemotion. Cantanti solisti e strumentisti del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.

Ispirata a testi di Livio, Ovidio e Shakespeare, “Lo stupro di Lucrezia” – questa la traduzione italiana dell’opera – tratta il tema della violenza con uno sguardo particolare: «una pagina del Novecento inglese – afferma il neo-condirettore artistico Enrico Girardi – che rischia di essere perennemente attuale visto il tema, e che è interessante, non soltanto dal punto di vista del suo contenuto drammatico, ma anche di una sensibilità, di uno stile e di una vocalità che è molto distante rispetto a quella della tradizione italiana».

Seguirà l’ormai tradizionale e attesissimo appuntamento degli Intermezzi del ‘700, in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano – Centro Studi Pergolesi diretto dal prof. Claudio Toscani, sempre al Teatro Caio Melisso da venerdì 10 settembre alle ore 21.00 [repliche: sabato 11 settembre ore 21.00 e domenica 12 settembre ore 17.00]. Questa prima rappresentazione dell’intermezzo L’AMMALATO IMMAGINARIO – nell’edizione critica di Gaetano Pitarresi – offre al pubblico un’interessante finestra sul Barocco italiano con un titolo pressoché inedito di Leonardo Vinci, figura chiave e di grande fascino della scuola napoletana. L’ensemble strumentale e i cantanti solisti del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto saranno diretti anche quest’anno dal maestro napoletano Pierfrancesco Borrelli, immancabile ospite della rassegna spoletina. La regia e l’allestimento scenico saranno curati da Andrea Stanisci con luci di Eva Bruno e costumi di Clelia De Angelis.

L’intermezzo napoletano, in dittico con LA SERVA PADRONA di Giovan Battista Pergolesi, sarà poi rappresentato in occasione della Stagione Lirica Regionale 2021 nei principali teatri umbri dal 22 al 25 settembre 2021. La tournée inizierà mercoledì 22 settembre alle ore 21.00 all’Auditorium San Domenico di Foligno, per poi fare tappa al Teatro degli Illuminati di Città di Castello [giovedì 23 settembre alle ore 21.00], al Teatro Comunale di Todi [venerdì 24 settembre alle ore 21.00] e concludersi al Teatro Sergio Secci di Terni sabato 25 settembre alle ore 21.00.

«Doppia sfida per il Teatro Lirico Sperimentale: mettere in scena le attività e il cartellone 2021 – sostiene il Direttore generale Claudio Lepore – un triplo salto mortale! Da un lato ci sono state le difficoltà legate alla pandemia, dall’altro quelle di rendere compatibili le vigenti norme anti Covid con il ritorno in teatro e di adattare alcuni spettacoli in spazi non convenzionali, quali i teatri di Terni e Foligno. Quest’anno sarà particolarmente difficile anche perché il debutto dei giovani artisti avverrà con un cartellone molto articolato che comprende, tra l’altro, un’opera di Britten, tanto affascinante quanto complessa».

Confermato per mercoledì 15 settembre alle ore 21.00 nella Sala Monterosso del Complesso di Villa Redenta a Spoleto l’appuntamento con Operalieder: la teatralizzazione di un programma liederistico per una serata incentrata sul tema de L’AMORE DA LONTANO, con due magnifiche raccolte di musiche di Ludwig van Beethoven e Robert Schumann. Al pianoforte il maestro Luca Spinosa e al violoncello il maestro Matteo Maria Zurletti. Ideazione e coordinamento Enrico Girardi. Coreografie Daniela Malusardi e luci di Eva Bruno. Cantanti solisti del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.

Concluderà il cartellone della 75ma Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto e dell’Umbria il nuovo allestimento della MADAMA BUTTERFLY di Giacomo Puccini su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, in scena al Teatro Nuovo di Spoleto nei giorni di venerdì 17 settembre (I RAPPRESENTAZIONE) e sabato 18 settembre (II RAPPRESENTAZIONE), alle ore 20.30 e domenica 19 settembre (III RAPPRESENTAZIONE) alle ore 17.00. Nei giorni di martedì 14 settembre alle ore 18.00, mercoledì 15 settembre alle ore 16.00 e giovedì 16 settembre alle ore 18.00 si terranno le anteprime per studenti, anziani e associazioni. L’opera, inoltre, sarà in scena lunedì 20 settembre e martedì 21 settembre alle ore 21.00 al Teatro Morlacchi di Perugia, parte della tournée della Stagione Lirica Regionale 2021.

Dirige l’O.T.Li.S Orchestra del Teatro Lirico Sperimentale il maestro Carlo Palleschi, particolarmente legato all’Istituzione spoletina da diversi anni. Regia e allestimento scenico di Stefano Monti, assistito da Monique Arnaud, con luci di Eva Bruno e costumi di Clelia De Angelis. Cantanti solisti e coro del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.

«Sono molto orgoglioso di presentare, con il maestro Michelangelo Zurletti e tutto il Lirico Sperimentale – continua Girardi – una stagione che è molto ricca e varia nella sua natura, a testimonianza della curiosità dello Sperimentale verso la molteplicità delle forme del teatro musicale. Un programma ambizioso che permetterà ai cantanti di praticare stili e vocalità diverse, e al pubblico di aprire i propri orizzonti su nuove pagine del teatro musicale»

Protagonisti della stagione saranno i cantanti vincitori e idonei dei Concorsi 2020 e 2021, oltre a quelli che la Direzione artistica ha selezionato tra i cantanti che si sono presentati alle audizioni e cantanti vincitori delle scorse edizioni: Chiara Boccabella, Dyana Bovolo, Luca Bruno, Roberto Calamo, Sara Cortolezzis, Nicola Di Filippo, Oronzo D’Urso, Elena Finelli, Candida Guida, Maria Stella Maurizi, Alberto Petricca, Giacomo Pieracci, Matteo Lorenzo Pietrapiana, Tosca Rousseau, Elena Salvatori, Luca Simonetti, Giorgia Teodoro, Magdalena Urbanowicz, Andrea Vincenti, Federico Vita.

Cantanti solisti, coro, orchestra e personale tecnico del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli”.

«La diminuzione del numero dei posti in teatro prevista dalla normativa anti Covid-19 – continua Lepore – comporterà necessariamente una riduzione delle entrate da botteghino che andrà a influire in maniera rilevante sulla sostenibilità economica, ma siamo certi che la Regione Umbria e il Comune di Spoleto non faranno mancare il sostegno necessario. Ciò che più conta è l’aver retto la sfida del Covid nel 2020 ed essere riusciti anche quest’anno a portare l’Opera nelle principali città dell’Umbria».

In occasione dei 75 anni di attività – grazie a uno specifico sostegno del Ministero della Cultura e della Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto – l’Istituzione organizzerà inoltre specifiche iniziative a Spoleto quali la mostra del fotografo Riccardo Spinella “Diaframma Opera” – 20 anni di scatti fotografici di opere del Teatro Lirico Sperimentale, presso le sale dell’ex Monte di Pietà in via Saffi e una mostra di documenti e di autografi dell’Archivio Storico al Centro Studi Belli-Argiris in Piazza Bovio, entrambe curate per l’allestimento da Andrea Stanisci e per il coordinamento archivistico, documentario e le ricerche d’archivio da Raffaella Clerici e Gianluca Bocchino. Il 9 settembre al Teatro Nuovo di Spoleto sarà organizzato un CONCERTO CELEBRATIVO DEI 75 ANNI DI ATTIVITÀ diretto dal maestro Carlo Palleschi, che vedrà protagonisti ex allievi ora in carriera di fama internazionale, preceduto dal convegno “Sperimentare lo Sperimentale”, con la partecipazione del musicologo Giancarlo Landini e altri studiosi e moderato da Enrico Girardi.

Le celebrazioni coincidono anche con l’inaugurazione delle attività di Operabiblio, la biblioteca del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto che ha come sede gli spazi dell’ex Caserma Minervio, coordinate dal direttore generale Claudio Lepore e Marta D’Atri, assistente della direzione ed esperta nel settore biblioteconomico.

Nel 2021 al Teatro Lirico Sperimentale è stata conferita la TARGA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA per i 75 anni di attività.

Le attività 2021 sono rese possibili grazie a Ministero della Cultura, Regione Umbria, Comune di Spoleto, Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto, Fondazione Francesca, Valentina e Luigi Antonini e grazie alla collaborazione della Provincia di Perugia e dei Comuni di Perugia, Foligno, Città di Castello, Todi e Terni.

VENDITA BIGLIETTI:

Ticket Italia Tel. 0743 222889
www.ticketitalia.com o presso le rivendite Ticketitalia
a Spoleto c/o Box 25 – Piazza della Vittoria 25
orario: 9.00 – 13.00 / 16.00 – 19.30
Chiuso il sabato pomeriggio

Biglietteria Teatro Caio Melisso – Spoleto
Eine Kleine Musik 2021
6 Agosto 2021 dalle ore 16.00 a inizio spettacolo
7 Agosto 2021 dalle ore 16.00 a inizio spettacolo
The rape of Lucretia
3-4 Settembre 2021 dalle ore 18.30 a inizio spettacolo
5 Settembre 2021 dalle ore 15.00 a inizio spettacolo
Intermezzi del ’700 – L’ammalato immaginario
10-11 Settembre 2021 dalle ore 18.30 a inizio spettacolo
12 Settembre 2021 dalle ore 15.00 a inizio spettacolo

Botteghino del Complesso di Villa Redenta – Spoleto
L’amore da lontano – 15 Settembre 2021 dalle ore 19.00 a inizio spettacolo

Biglietteria Centrale del Teatro Nuovo – Spoleto
Tel. 0743.222647
Concerto Celebrativo – 9 Settembre 2021 dalle ore 16.00 a inizio spettacolo

Madama Butterfly dal 14 al 19 Settembre 2021
dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 a inizio spettacolo
il giorno 15 Settembre 2021 apertura pomeridiana dalle ore 15.00

Sito web: www.tls-belli.it | e-mail: ufficio.stampa@tls-belli.it segreteria@tls-belli.it

Scarica il volantino della 75a Stagione Lirica Sperimentale

Set
20
Lun
DALL’ALTO DELLE TORRI | Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
Set 20 giorno intero
<!--:it-->DALL'ALTO DELLE TORRI | Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza<!--:--><!--:en-->FROM ABOVE THE TOWERS |  Guided tours of the defensive walkways of the fortress<!--:--> @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto

Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
DALL’ALTO DELLE TORRI
Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza

A partire da sabato 31 luglio 2021 tornano le visite guidate ai percorsi difensivi della Rocca Albornoz.
Sistema Museo in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto promuove delle speciali visite guidate ai camminamenti difensivi della fortezza da cui è possibile dominare la vallata e ammirare l’affascinante panorama. Le visite consentiranno di mettere in relazione il paesaggio con la funzione difensiva della fortezza e la sua posizione strategica nel territorio.

Le visite ai percorsi difensivi sono in programma:
lunedì e giovedì – ore 10:00 – 11:00 – 12:00
venerdì, sabato, domenica e festivi – ore 10:00 – 11:00 – 12:00 – 16:00 – 17:00

Tariffe di partecipazione
Intero € 4,00
Ridotto € 3,00 dai 7 ai 17 anni e per i possessori della Spoleto Card
Gratuito fino a 6 anni
Previo acquisto del biglietto di ingresso al monumento.

La partecipazione alle visite guidate prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.
Le visite guidate sono a numero chiuso e la prenotazione è obbligatoria fino ad esaurimento posti.

Informazioni e prenotazioni:
dal giovedì alla domenica e lunedì
Sistema Museo 0743.224952
museoducatospoleto@sistemamuseo.it

MOSTRA | Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus @ Museo Diocesano
Set 20 giorno intero

Dal 15 giugno al 7 novembre, grazie alla preziosa collaborazione dei Musei Vaticani, verrà riunito e sarà visibile per la prima volta il trittico composto dalla Madonna in trono con il Bambino e gli angeli, attualmente custodito nel Museo Diocesano di Spoleto, e dagli scomparti laterali con le raffigurazioni di Santa Paola Romana e Santa Eustochio che, scampati alla furia del terremoto del 1703, entrarono nel mercato dei collezionisti e sono documentati in Vaticano a partire dal 1867.

La mostra, dal titolo Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus, è curata da Adele Breda, referente del Reparto per l’Arte Bizantino-medievale dei Musei Vaticani, da Stefania Nardicchi, Conservatore del Museo Diocesano di Spoleto, e da Anna Pizzamano, Dottoranda in “Storia e Beni Culturali della Chiesa” presso la Pontificia Università Gregoriana.

In occasione del recente restauro dei due scomparti laterali conservati all’interno della Collezione Vaticana, riportanti le immagini di due sante poco note, Paola Romana ed Eustochio, madre e figlia che vissero all’epoca di San Girolamo (fine IV secolo), se ne è approfondito lo studio e si è cercato di trovare lo scomparto centrale perduto. Le ricerche hanno individuato al Museo Diocesano di Spoleto una tavola frammentata, dove è rappresentata una Madonna in trono col Bambino tra due angeli. Il dipinto, seppur mancante della parte inferiore, è stato riconosciuto come parte centrale del trittico. L’opera ornava in origine l’altare della chiesa di Santa Maria presso il castello di Abeto di Preci, da cui l’appellativo di Maria Santissima di Piè di Castello.

La Madonna di Spoleto è stata trasferita al Gabinetto di Ricerche Scientifiche applicate ai Beni Culturali dei Musei Vaticani, dove i diversi componenti sono stati esaminati a fondo: l’essenza lignea, i pigmenti, le incisioni e i punzoni ne hanno confermato la piena compatibilità. Con l’intento di approfondire lo studio di un pittore di elevatissima qualità non abbastanza noto, è stata selezionata anche un’opera più tarda del medesimo maestro da mettere a confronto, la Madonna in trono col Bambino tra due angeli, oggi custodita nel Museo di Arte Sacra e Religiosità Popolare “Beato Angelico” di Vicchio del Mugello.

Sono diversi i motivi che hanno condotto a questa scelta. Si tratta, infatti, di polittici realizzati da una delle botteghe fiorentine più raffinate e ricercate del tempo, destinati all’arredo liturgico di cappelle e pievi delle zone rurali di Umbria e Toscana. La sopravvivenza della sola tavola con la Madonna, sia nel caso di Abeto di Preci che in quello di Vicchio, attesta, altresì, una devozione mai interrotta e un legame affettivo e plurisecolare con il territorio, che ha resistito anche alla dispersione degli scomparti laterali. Grazie a questo accostamento è anche possibile intuire le dimensioni originarie della Madonna di Spoleto, gravemente danneggiata nel terremoto del 1703.

Due momenti del percorso stilistico del Maestro della Madonna Straus, attivo a Firenze tra il 1385 e il 1415, un pittore che, da un iniziale neogiottismo, lentamente si apre al nuovo stile internazionale, accogliendo in parte i modi di Lorenzo Monaco e di Gherardo Starnina, ma mantenendo sempre una sua originale arcaicità.

Titolo: Incanto Tardogotico, Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus
Sede: Spoleto, Museo Diocesano
Periodo: 15 giugno -7 novembre 2021
Catalogo: edito da Quattroemme, Perugia
Orari: Tutti giorni dalle 11 alle 18. Giorno di chiusura lunedì
Biglietti: Euro 5,00; gratuito fino a 6 anni e disabili con accompagnatore

Informazioni:
Tel.+39 0577 286300 – duomospoleto@operalaboratori.com
www.spoletonorcia.it

MOSTRA | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato
Set 20 giorno intero
<!--:it-->MOSTRA | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--><!--:en-->EXHIBITION | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--> @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato

San Salvatore ARMONIE imPERFETTE
Mostra fotografica-documentaria a cura del Comune di Spoleto per il decennale dall’inserimento nella lista del patrimonio mondiale Unesco del sito seriale i Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.c.)

dal 25 giugno al 15 agosto
sale espositive ex Monte di Pietà via A. Saffi
dal giovedì alla domenica
10.30/13.00 – 16.30-19.00

fino al 31 dicembre
presso palazzo Mauri, biblioteca comunale G. Carducci
orari apertura biblioteca – info 0743/218801

presso la sezione dell’Archivio di Stato di Spoleto, Complesso San Matteo
mercoledì e giovedì dalle ore 10 alle ore 13
venerdì dalle ore 15 alle ore 17
sabato e domenica dalle ore 17 alle ore 20

MOSTRE DI PALAZZO COLLICOLA @ Palazzo Collicola
Set 20 giorno intero

Il direttore artistico Marco Tonelli propone un viaggio tra sperimentazione, scrittura, disegni e pittura

Apertura al pubblico il 26 giugno. Le mostre saranno visitabili fino al 26 settembre

Saranno quattro le mostre organizzate dal Comune di Spoleto a Palazzo Collicola in occasione del 64° Festival dei 2 Mondi. Sotto la direzione di Marco Tonelli, le proposte artistiche di quest’estate 2021 (l’apertura è in programma il prossimo 26 giugno e saranno visitabili fino al 26 settembre) saranno un viaggio tra sperimentazione, scrittura, disegni e pittura, all’interno di diversi percorsi concettuali sviluppatisi, in alcuni casi, in epoche apparentemente lontane e idealmente distanti.   Giuseppe Penone: Disegni A cura di Marco Tonelli la mostra, pensata assieme all’artista, sarà allestita nelle sale interne della Galleria d’Arte Moderna. Promossa dal Festival Dei Due Mondi, si inserisce idealmente nella tradizione di esposizioni di disegni di grandi artisti moderni e contemporanei, come fu per Disegni americani del MoMA (1961), Disegni italiani moderni (1962), Willem de Kooning: disegni (1969), James Ensor. Disegni e Acqueforti (1981), Balthus: disegni e acquerelli (1982), che si tennero a Spoleto proprio nell’ambito del Festival. Una mostra del genere, dedicata esclusivamente al disegno, è la prima realizzata da Penone in Italia, dopo quella del Drawing Center di New York nel 2007.
    Work in Progress. Opere dalla Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Collicola e dalla Fondazione Marignoli di Montecorona. A cura di Michele Drascek, Duccio K. Marignoli, Marco Tonelli, due collezioni d’arte di Spoleto, quella della Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Collicola e quella della Fondazione Marignoli di Montecorona, hanno voluto mettere a confronto, creando una linea storica senza soluzione di continuità, dal XVI secolo all’epoca contemporanea, una serie particolare di opere: bozzetti, modelli, schizzi preparatori, studi. Saranno esposte in tutto 70 opere tra disegni, dipinti, sculture, maquette in legno, modelletti, alcune delle quali recuperate eccezionalmente dai depositi di Palazzo Collicola od esposte per la prima volta in pubblico dalla collezione conservata a Palazzo Marignoli.
    Stefano Di Stasio: Astanze A cura di Fabio Sargentini e Marco Tonelli, nove grandi dipinti saranno presentati in altrettante sale del Piano mostre del museo, creando un percorso di stanze o stazioni che dir si voglia, immerse nell’oscurità e ritagliate nel buio da un unico punto di luce, che fa emergere figure monumentali di misteriosi uomini solitari e carichi di connotazioni simboliche, dipinte tra 1994 e 2011 e provenienti da un unico nucleo tematico: quello della Galleria dell’Attico di Roma, presso cui l’artista ha tenuto mostre personali e collettive sin dal 1994.
    Josè Angelino: Resistenze A cura di Davide Silvioli è un progetto site-specific di Josè Angelino in collaborazione con la Fondazione Carla Fendi e con Mahler & LeWitt Studios. Tutte le opere in mostra, che saranno dislocate in diverse aree di Palazzo Collicola sono courtesy della Galleria Alessandra Bonomo. L’evento costituisce il primo appuntamento di un ciclo di esposizioni dal titolo Collicola Project Room(s), a cura di Davide Silvioli e dedicate ad artisti emergenti.
Programmazione CINEMA a Spoleto @ Sala Pegasus e Sala Frau
Set 20 giorno intero
<!--:it-->Programmazione CINEMA a Spoleto<!--:--><!--:en-->CINEMA in Spoleto<!--:--> @ Sala Pegasus e Sala Frau

Cinéma Sala Pegasus
Piazza Bovio
Sito web: www.cinemasalapegasus.it
Facebook: Cinéma Sala Pegasus
cinemasalapegasus@gmail.com
Tel. 0743 522620

Cinema Sala Frau
Vicolo San Filippo 16
Sito web: www.spoletocinemaalcentro.it
Facebook: Cinema Sala Frau
cinemasalafrau@gmail.com
Tel. 0743/522177

Per ricevere la NEWSLETTER invia una e-mail all’indirizzo cinemasalapegasus@gmail.com

Tour individuali di Spoleto @ Spoleto, partenza da Piazza della Libertà
Set 20 giorno intero

SPOLETO TOUR INDIVIDUALI

TUTTI I GIORNI previa prenotazione
Mattina: ore 10.00
Pomeriggio: ore 16.00

Itinerario (durata 2 ore): Partenza da Piazza della Libertà, visita del Teatro Romano, Arco di Druso e Germanico, Piazza del Mercato, Cattedrale, Giro della Rocca per ammirare la Rocca Albornoziana e il Ponte delle Torri
Ritrovo: in Piazza della Libertà, di fronte all’info point, 10 minuti prima della partenza

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Per info e prenotazioni:
Tel. 075 815227/28
numero emergenze: 339 3390103
e-mail: info@assoguide.it

Visite guidate a cura di AGTU (Associazione Guide Turistiche Umbria)

Set
21
Mar
MOSTRA | Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus @ Museo Diocesano
Set 21 giorno intero

Dal 15 giugno al 7 novembre, grazie alla preziosa collaborazione dei Musei Vaticani, verrà riunito e sarà visibile per la prima volta il trittico composto dalla Madonna in trono con il Bambino e gli angeli, attualmente custodito nel Museo Diocesano di Spoleto, e dagli scomparti laterali con le raffigurazioni di Santa Paola Romana e Santa Eustochio che, scampati alla furia del terremoto del 1703, entrarono nel mercato dei collezionisti e sono documentati in Vaticano a partire dal 1867.

La mostra, dal titolo Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus, è curata da Adele Breda, referente del Reparto per l’Arte Bizantino-medievale dei Musei Vaticani, da Stefania Nardicchi, Conservatore del Museo Diocesano di Spoleto, e da Anna Pizzamano, Dottoranda in “Storia e Beni Culturali della Chiesa” presso la Pontificia Università Gregoriana.

In occasione del recente restauro dei due scomparti laterali conservati all’interno della Collezione Vaticana, riportanti le immagini di due sante poco note, Paola Romana ed Eustochio, madre e figlia che vissero all’epoca di San Girolamo (fine IV secolo), se ne è approfondito lo studio e si è cercato di trovare lo scomparto centrale perduto. Le ricerche hanno individuato al Museo Diocesano di Spoleto una tavola frammentata, dove è rappresentata una Madonna in trono col Bambino tra due angeli. Il dipinto, seppur mancante della parte inferiore, è stato riconosciuto come parte centrale del trittico. L’opera ornava in origine l’altare della chiesa di Santa Maria presso il castello di Abeto di Preci, da cui l’appellativo di Maria Santissima di Piè di Castello.

La Madonna di Spoleto è stata trasferita al Gabinetto di Ricerche Scientifiche applicate ai Beni Culturali dei Musei Vaticani, dove i diversi componenti sono stati esaminati a fondo: l’essenza lignea, i pigmenti, le incisioni e i punzoni ne hanno confermato la piena compatibilità. Con l’intento di approfondire lo studio di un pittore di elevatissima qualità non abbastanza noto, è stata selezionata anche un’opera più tarda del medesimo maestro da mettere a confronto, la Madonna in trono col Bambino tra due angeli, oggi custodita nel Museo di Arte Sacra e Religiosità Popolare “Beato Angelico” di Vicchio del Mugello.

Sono diversi i motivi che hanno condotto a questa scelta. Si tratta, infatti, di polittici realizzati da una delle botteghe fiorentine più raffinate e ricercate del tempo, destinati all’arredo liturgico di cappelle e pievi delle zone rurali di Umbria e Toscana. La sopravvivenza della sola tavola con la Madonna, sia nel caso di Abeto di Preci che in quello di Vicchio, attesta, altresì, una devozione mai interrotta e un legame affettivo e plurisecolare con il territorio, che ha resistito anche alla dispersione degli scomparti laterali. Grazie a questo accostamento è anche possibile intuire le dimensioni originarie della Madonna di Spoleto, gravemente danneggiata nel terremoto del 1703.

Due momenti del percorso stilistico del Maestro della Madonna Straus, attivo a Firenze tra il 1385 e il 1415, un pittore che, da un iniziale neogiottismo, lentamente si apre al nuovo stile internazionale, accogliendo in parte i modi di Lorenzo Monaco e di Gherardo Starnina, ma mantenendo sempre una sua originale arcaicità.

Titolo: Incanto Tardogotico, Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus
Sede: Spoleto, Museo Diocesano
Periodo: 15 giugno -7 novembre 2021
Catalogo: edito da Quattroemme, Perugia
Orari: Tutti giorni dalle 11 alle 18. Giorno di chiusura lunedì
Biglietti: Euro 5,00; gratuito fino a 6 anni e disabili con accompagnatore

Informazioni:
Tel.+39 0577 286300 – duomospoleto@operalaboratori.com
www.spoletonorcia.it

MOSTRA | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato
Set 21 giorno intero
<!--:it-->MOSTRA | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--><!--:en-->EXHIBITION | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--> @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato

San Salvatore ARMONIE imPERFETTE
Mostra fotografica-documentaria a cura del Comune di Spoleto per il decennale dall’inserimento nella lista del patrimonio mondiale Unesco del sito seriale i Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.c.)

dal 25 giugno al 15 agosto
sale espositive ex Monte di Pietà via A. Saffi
dal giovedì alla domenica
10.30/13.00 – 16.30-19.00

fino al 31 dicembre
presso palazzo Mauri, biblioteca comunale G. Carducci
orari apertura biblioteca – info 0743/218801

presso la sezione dell’Archivio di Stato di Spoleto, Complesso San Matteo
mercoledì e giovedì dalle ore 10 alle ore 13
venerdì dalle ore 15 alle ore 17
sabato e domenica dalle ore 17 alle ore 20

Programmazione CINEMA a Spoleto @ Sala Pegasus e Sala Frau
Set 21 giorno intero
<!--:it-->Programmazione CINEMA a Spoleto<!--:--><!--:en-->CINEMA in Spoleto<!--:--> @ Sala Pegasus e Sala Frau

Cinéma Sala Pegasus
Piazza Bovio
Sito web: www.cinemasalapegasus.it
Facebook: Cinéma Sala Pegasus
cinemasalapegasus@gmail.com
Tel. 0743 522620

Cinema Sala Frau
Vicolo San Filippo 16
Sito web: www.spoletocinemaalcentro.it
Facebook: Cinema Sala Frau
cinemasalafrau@gmail.com
Tel. 0743/522177

Per ricevere la NEWSLETTER invia una e-mail all’indirizzo cinemasalapegasus@gmail.com

Tour individuali di Spoleto @ Spoleto, partenza da Piazza della Libertà
Set 21 giorno intero

SPOLETO TOUR INDIVIDUALI

TUTTI I GIORNI previa prenotazione
Mattina: ore 10.00
Pomeriggio: ore 16.00

Itinerario (durata 2 ore): Partenza da Piazza della Libertà, visita del Teatro Romano, Arco di Druso e Germanico, Piazza del Mercato, Cattedrale, Giro della Rocca per ammirare la Rocca Albornoziana e il Ponte delle Torri
Ritrovo: in Piazza della Libertà, di fronte all’info point, 10 minuti prima della partenza

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Per info e prenotazioni:
Tel. 075 815227/28
numero emergenze: 339 3390103
e-mail: info@assoguide.it

Visite guidate a cura di AGTU (Associazione Guide Turistiche Umbria)

Set
22
Mer
MOSTRA | Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus @ Museo Diocesano
Set 22 giorno intero

Dal 15 giugno al 7 novembre, grazie alla preziosa collaborazione dei Musei Vaticani, verrà riunito e sarà visibile per la prima volta il trittico composto dalla Madonna in trono con il Bambino e gli angeli, attualmente custodito nel Museo Diocesano di Spoleto, e dagli scomparti laterali con le raffigurazioni di Santa Paola Romana e Santa Eustochio che, scampati alla furia del terremoto del 1703, entrarono nel mercato dei collezionisti e sono documentati in Vaticano a partire dal 1867.

La mostra, dal titolo Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus, è curata da Adele Breda, referente del Reparto per l’Arte Bizantino-medievale dei Musei Vaticani, da Stefania Nardicchi, Conservatore del Museo Diocesano di Spoleto, e da Anna Pizzamano, Dottoranda in “Storia e Beni Culturali della Chiesa” presso la Pontificia Università Gregoriana.

In occasione del recente restauro dei due scomparti laterali conservati all’interno della Collezione Vaticana, riportanti le immagini di due sante poco note, Paola Romana ed Eustochio, madre e figlia che vissero all’epoca di San Girolamo (fine IV secolo), se ne è approfondito lo studio e si è cercato di trovare lo scomparto centrale perduto. Le ricerche hanno individuato al Museo Diocesano di Spoleto una tavola frammentata, dove è rappresentata una Madonna in trono col Bambino tra due angeli. Il dipinto, seppur mancante della parte inferiore, è stato riconosciuto come parte centrale del trittico. L’opera ornava in origine l’altare della chiesa di Santa Maria presso il castello di Abeto di Preci, da cui l’appellativo di Maria Santissima di Piè di Castello.

La Madonna di Spoleto è stata trasferita al Gabinetto di Ricerche Scientifiche applicate ai Beni Culturali dei Musei Vaticani, dove i diversi componenti sono stati esaminati a fondo: l’essenza lignea, i pigmenti, le incisioni e i punzoni ne hanno confermato la piena compatibilità. Con l’intento di approfondire lo studio di un pittore di elevatissima qualità non abbastanza noto, è stata selezionata anche un’opera più tarda del medesimo maestro da mettere a confronto, la Madonna in trono col Bambino tra due angeli, oggi custodita nel Museo di Arte Sacra e Religiosità Popolare “Beato Angelico” di Vicchio del Mugello.

Sono diversi i motivi che hanno condotto a questa scelta. Si tratta, infatti, di polittici realizzati da una delle botteghe fiorentine più raffinate e ricercate del tempo, destinati all’arredo liturgico di cappelle e pievi delle zone rurali di Umbria e Toscana. La sopravvivenza della sola tavola con la Madonna, sia nel caso di Abeto di Preci che in quello di Vicchio, attesta, altresì, una devozione mai interrotta e un legame affettivo e plurisecolare con il territorio, che ha resistito anche alla dispersione degli scomparti laterali. Grazie a questo accostamento è anche possibile intuire le dimensioni originarie della Madonna di Spoleto, gravemente danneggiata nel terremoto del 1703.

Due momenti del percorso stilistico del Maestro della Madonna Straus, attivo a Firenze tra il 1385 e il 1415, un pittore che, da un iniziale neogiottismo, lentamente si apre al nuovo stile internazionale, accogliendo in parte i modi di Lorenzo Monaco e di Gherardo Starnina, ma mantenendo sempre una sua originale arcaicità.

Titolo: Incanto Tardogotico, Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus
Sede: Spoleto, Museo Diocesano
Periodo: 15 giugno -7 novembre 2021
Catalogo: edito da Quattroemme, Perugia
Orari: Tutti giorni dalle 11 alle 18. Giorno di chiusura lunedì
Biglietti: Euro 5,00; gratuito fino a 6 anni e disabili con accompagnatore

Informazioni:
Tel.+39 0577 286300 – duomospoleto@operalaboratori.com
www.spoletonorcia.it

MOSTRA | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato
Set 22 giorno intero
<!--:it-->MOSTRA | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--><!--:en-->EXHIBITION | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--> @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato

San Salvatore ARMONIE imPERFETTE
Mostra fotografica-documentaria a cura del Comune di Spoleto per il decennale dall’inserimento nella lista del patrimonio mondiale Unesco del sito seriale i Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.c.)

dal 25 giugno al 15 agosto
sale espositive ex Monte di Pietà via A. Saffi
dal giovedì alla domenica
10.30/13.00 – 16.30-19.00

fino al 31 dicembre
presso palazzo Mauri, biblioteca comunale G. Carducci
orari apertura biblioteca – info 0743/218801

presso la sezione dell’Archivio di Stato di Spoleto, Complesso San Matteo
mercoledì e giovedì dalle ore 10 alle ore 13
venerdì dalle ore 15 alle ore 17
sabato e domenica dalle ore 17 alle ore 20

MOSTRE DI PALAZZO COLLICOLA @ Palazzo Collicola
Set 22 giorno intero

Il direttore artistico Marco Tonelli propone un viaggio tra sperimentazione, scrittura, disegni e pittura

Apertura al pubblico il 26 giugno. Le mostre saranno visitabili fino al 26 settembre

Saranno quattro le mostre organizzate dal Comune di Spoleto a Palazzo Collicola in occasione del 64° Festival dei 2 Mondi. Sotto la direzione di Marco Tonelli, le proposte artistiche di quest’estate 2021 (l’apertura è in programma il prossimo 26 giugno e saranno visitabili fino al 26 settembre) saranno un viaggio tra sperimentazione, scrittura, disegni e pittura, all’interno di diversi percorsi concettuali sviluppatisi, in alcuni casi, in epoche apparentemente lontane e idealmente distanti.   Giuseppe Penone: Disegni A cura di Marco Tonelli la mostra, pensata assieme all’artista, sarà allestita nelle sale interne della Galleria d’Arte Moderna. Promossa dal Festival Dei Due Mondi, si inserisce idealmente nella tradizione di esposizioni di disegni di grandi artisti moderni e contemporanei, come fu per Disegni americani del MoMA (1961), Disegni italiani moderni (1962), Willem de Kooning: disegni (1969), James Ensor. Disegni e Acqueforti (1981), Balthus: disegni e acquerelli (1982), che si tennero a Spoleto proprio nell’ambito del Festival. Una mostra del genere, dedicata esclusivamente al disegno, è la prima realizzata da Penone in Italia, dopo quella del Drawing Center di New York nel 2007.
    Work in Progress. Opere dalla Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Collicola e dalla Fondazione Marignoli di Montecorona. A cura di Michele Drascek, Duccio K. Marignoli, Marco Tonelli, due collezioni d’arte di Spoleto, quella della Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Collicola e quella della Fondazione Marignoli di Montecorona, hanno voluto mettere a confronto, creando una linea storica senza soluzione di continuità, dal XVI secolo all’epoca contemporanea, una serie particolare di opere: bozzetti, modelli, schizzi preparatori, studi. Saranno esposte in tutto 70 opere tra disegni, dipinti, sculture, maquette in legno, modelletti, alcune delle quali recuperate eccezionalmente dai depositi di Palazzo Collicola od esposte per la prima volta in pubblico dalla collezione conservata a Palazzo Marignoli.
    Stefano Di Stasio: Astanze A cura di Fabio Sargentini e Marco Tonelli, nove grandi dipinti saranno presentati in altrettante sale del Piano mostre del museo, creando un percorso di stanze o stazioni che dir si voglia, immerse nell’oscurità e ritagliate nel buio da un unico punto di luce, che fa emergere figure monumentali di misteriosi uomini solitari e carichi di connotazioni simboliche, dipinte tra 1994 e 2011 e provenienti da un unico nucleo tematico: quello della Galleria dell’Attico di Roma, presso cui l’artista ha tenuto mostre personali e collettive sin dal 1994.
    Josè Angelino: Resistenze A cura di Davide Silvioli è un progetto site-specific di Josè Angelino in collaborazione con la Fondazione Carla Fendi e con Mahler & LeWitt Studios. Tutte le opere in mostra, che saranno dislocate in diverse aree di Palazzo Collicola sono courtesy della Galleria Alessandra Bonomo. L’evento costituisce il primo appuntamento di un ciclo di esposizioni dal titolo Collicola Project Room(s), a cura di Davide Silvioli e dedicate ad artisti emergenti.
Programmazione CINEMA a Spoleto @ Sala Pegasus e Sala Frau
Set 22 giorno intero
<!--:it-->Programmazione CINEMA a Spoleto<!--:--><!--:en-->CINEMA in Spoleto<!--:--> @ Sala Pegasus e Sala Frau

Cinéma Sala Pegasus
Piazza Bovio
Sito web: www.cinemasalapegasus.it
Facebook: Cinéma Sala Pegasus
cinemasalapegasus@gmail.com
Tel. 0743 522620

Cinema Sala Frau
Vicolo San Filippo 16
Sito web: www.spoletocinemaalcentro.it
Facebook: Cinema Sala Frau
cinemasalafrau@gmail.com
Tel. 0743/522177

Per ricevere la NEWSLETTER invia una e-mail all’indirizzo cinemasalapegasus@gmail.com

Tour individuali di Spoleto @ Spoleto, partenza da Piazza della Libertà
Set 22 giorno intero

SPOLETO TOUR INDIVIDUALI

TUTTI I GIORNI previa prenotazione
Mattina: ore 10.00
Pomeriggio: ore 16.00

Itinerario (durata 2 ore): Partenza da Piazza della Libertà, visita del Teatro Romano, Arco di Druso e Germanico, Piazza del Mercato, Cattedrale, Giro della Rocca per ammirare la Rocca Albornoziana e il Ponte delle Torri
Ritrovo: in Piazza della Libertà, di fronte all’info point, 10 minuti prima della partenza

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Per info e prenotazioni:
Tel. 075 815227/28
numero emergenze: 339 3390103
e-mail: info@assoguide.it

Visite guidate a cura di AGTU (Associazione Guide Turistiche Umbria)

Set
23
Gio
CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche nei musei
Set 23 giorno intero

CAPOLAVORI DA MUSEO
Visite guidate tematiche nei musei

SETTEMBRE 2021

Continuano anche le visite guidate tematiche Capolavori da Museo a cura di Sistema Museo, in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto – Tempietto sul Clitunno, il Comune di Spoleto e il Comune di Campello sul Clitunno. Si tratta di speciali visite guidate tematiche alle collezioni dei musei della Spoleto Card.

Le visite guidate in programma sono l’occasione per approfondire e scoprire il prezioso patrimonio storico artistico di Spoleto e di Campello sul Clitunno.

CALENDARIO DELLE VISITE GUIDATE – SETTEMBRE 2021

Casa Romana
La domus romana, mosaici e pitture parietali
dal giovedì alla domenica ore 15:30

Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo
Il ciclo pittorico e l’affresco di Thomas Becket
dal venerdì alla domenica ore 17:00

Palazzo Collicola
Le mostre temporanee
giovedì ore 18:00 – Giovanni Carandente. Archives and Documents
giovedì ore 18:00 – Astanze di Stefano Di Stasio
giovedì ore 18:00 – Work in progress – opere della collezione Marignoli di Montecorona
giovedì ore 18:00 – Disegni di Giuseppe Penone

Una nobile passeggiata
dal venerdì alla domenica ore 18:00

Tempietto sul Clitunno
Un monumento che affascina da secoli
dal venerdì alla domenica ore 19:00

Tariffe di partecipazione
Intero € 4,00
Ridotto € 3,00 dai 7 ai 17 anni e per i possessori della Spoleto Card
Gratuito fino a 6 anni
Previo acquisto del biglietto di ingresso al museo.

La partecipazione alle visite guidate prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.
Le visite guidate sono a numero chiuso e la prenotazione è obbligatoria fino ad esaurimento posti.

Informazioni e prenotazioni:
Sistema Museo | dal mercoledì al lunedì | 0743.46434 | spoleto@sistemamuseo.it

DALL’ALTO DELLE TORRI | Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
Set 23 giorno intero
<!--:it-->DALL'ALTO DELLE TORRI | Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza<!--:--><!--:en-->FROM ABOVE THE TOWERS |  Guided tours of the defensive walkways of the fortress<!--:--> @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto

Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
DALL’ALTO DELLE TORRI
Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza

A partire da sabato 31 luglio 2021 tornano le visite guidate ai percorsi difensivi della Rocca Albornoz.
Sistema Museo in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto promuove delle speciali visite guidate ai camminamenti difensivi della fortezza da cui è possibile dominare la vallata e ammirare l’affascinante panorama. Le visite consentiranno di mettere in relazione il paesaggio con la funzione difensiva della fortezza e la sua posizione strategica nel territorio.

Le visite ai percorsi difensivi sono in programma:
lunedì e giovedì – ore 10:00 – 11:00 – 12:00
venerdì, sabato, domenica e festivi – ore 10:00 – 11:00 – 12:00 – 16:00 – 17:00

Tariffe di partecipazione
Intero € 4,00
Ridotto € 3,00 dai 7 ai 17 anni e per i possessori della Spoleto Card
Gratuito fino a 6 anni
Previo acquisto del biglietto di ingresso al monumento.

La partecipazione alle visite guidate prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.
Le visite guidate sono a numero chiuso e la prenotazione è obbligatoria fino ad esaurimento posti.

Informazioni e prenotazioni:
dal giovedì alla domenica e lunedì
Sistema Museo 0743.224952
museoducatospoleto@sistemamuseo.it

MOSTRA | Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus @ Museo Diocesano
Set 23 giorno intero

Dal 15 giugno al 7 novembre, grazie alla preziosa collaborazione dei Musei Vaticani, verrà riunito e sarà visibile per la prima volta il trittico composto dalla Madonna in trono con il Bambino e gli angeli, attualmente custodito nel Museo Diocesano di Spoleto, e dagli scomparti laterali con le raffigurazioni di Santa Paola Romana e Santa Eustochio che, scampati alla furia del terremoto del 1703, entrarono nel mercato dei collezionisti e sono documentati in Vaticano a partire dal 1867.

La mostra, dal titolo Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus, è curata da Adele Breda, referente del Reparto per l’Arte Bizantino-medievale dei Musei Vaticani, da Stefania Nardicchi, Conservatore del Museo Diocesano di Spoleto, e da Anna Pizzamano, Dottoranda in “Storia e Beni Culturali della Chiesa” presso la Pontificia Università Gregoriana.

In occasione del recente restauro dei due scomparti laterali conservati all’interno della Collezione Vaticana, riportanti le immagini di due sante poco note, Paola Romana ed Eustochio, madre e figlia che vissero all’epoca di San Girolamo (fine IV secolo), se ne è approfondito lo studio e si è cercato di trovare lo scomparto centrale perduto. Le ricerche hanno individuato al Museo Diocesano di Spoleto una tavola frammentata, dove è rappresentata una Madonna in trono col Bambino tra due angeli. Il dipinto, seppur mancante della parte inferiore, è stato riconosciuto come parte centrale del trittico. L’opera ornava in origine l’altare della chiesa di Santa Maria presso il castello di Abeto di Preci, da cui l’appellativo di Maria Santissima di Piè di Castello.

La Madonna di Spoleto è stata trasferita al Gabinetto di Ricerche Scientifiche applicate ai Beni Culturali dei Musei Vaticani, dove i diversi componenti sono stati esaminati a fondo: l’essenza lignea, i pigmenti, le incisioni e i punzoni ne hanno confermato la piena compatibilità. Con l’intento di approfondire lo studio di un pittore di elevatissima qualità non abbastanza noto, è stata selezionata anche un’opera più tarda del medesimo maestro da mettere a confronto, la Madonna in trono col Bambino tra due angeli, oggi custodita nel Museo di Arte Sacra e Religiosità Popolare “Beato Angelico” di Vicchio del Mugello.

Sono diversi i motivi che hanno condotto a questa scelta. Si tratta, infatti, di polittici realizzati da una delle botteghe fiorentine più raffinate e ricercate del tempo, destinati all’arredo liturgico di cappelle e pievi delle zone rurali di Umbria e Toscana. La sopravvivenza della sola tavola con la Madonna, sia nel caso di Abeto di Preci che in quello di Vicchio, attesta, altresì, una devozione mai interrotta e un legame affettivo e plurisecolare con il territorio, che ha resistito anche alla dispersione degli scomparti laterali. Grazie a questo accostamento è anche possibile intuire le dimensioni originarie della Madonna di Spoleto, gravemente danneggiata nel terremoto del 1703.

Due momenti del percorso stilistico del Maestro della Madonna Straus, attivo a Firenze tra il 1385 e il 1415, un pittore che, da un iniziale neogiottismo, lentamente si apre al nuovo stile internazionale, accogliendo in parte i modi di Lorenzo Monaco e di Gherardo Starnina, ma mantenendo sempre una sua originale arcaicità.

Titolo: Incanto Tardogotico, Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus
Sede: Spoleto, Museo Diocesano
Periodo: 15 giugno -7 novembre 2021
Catalogo: edito da Quattroemme, Perugia
Orari: Tutti giorni dalle 11 alle 18. Giorno di chiusura lunedì
Biglietti: Euro 5,00; gratuito fino a 6 anni e disabili con accompagnatore

Informazioni:
Tel.+39 0577 286300 – duomospoleto@operalaboratori.com
www.spoletonorcia.it

MOSTRA | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato
Set 23 giorno intero
<!--:it-->MOSTRA | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--><!--:en-->EXHIBITION | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--> @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato

San Salvatore ARMONIE imPERFETTE
Mostra fotografica-documentaria a cura del Comune di Spoleto per il decennale dall’inserimento nella lista del patrimonio mondiale Unesco del sito seriale i Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.c.)

dal 25 giugno al 15 agosto
sale espositive ex Monte di Pietà via A. Saffi
dal giovedì alla domenica
10.30/13.00 – 16.30-19.00

fino al 31 dicembre
presso palazzo Mauri, biblioteca comunale G. Carducci
orari apertura biblioteca – info 0743/218801

presso la sezione dell’Archivio di Stato di Spoleto, Complesso San Matteo
mercoledì e giovedì dalle ore 10 alle ore 13
venerdì dalle ore 15 alle ore 17
sabato e domenica dalle ore 17 alle ore 20

MOSTRE DI PALAZZO COLLICOLA @ Palazzo Collicola
Set 23 giorno intero

Il direttore artistico Marco Tonelli propone un viaggio tra sperimentazione, scrittura, disegni e pittura

Apertura al pubblico il 26 giugno. Le mostre saranno visitabili fino al 26 settembre

Saranno quattro le mostre organizzate dal Comune di Spoleto a Palazzo Collicola in occasione del 64° Festival dei 2 Mondi. Sotto la direzione di Marco Tonelli, le proposte artistiche di quest’estate 2021 (l’apertura è in programma il prossimo 26 giugno e saranno visitabili fino al 26 settembre) saranno un viaggio tra sperimentazione, scrittura, disegni e pittura, all’interno di diversi percorsi concettuali sviluppatisi, in alcuni casi, in epoche apparentemente lontane e idealmente distanti.   Giuseppe Penone: Disegni A cura di Marco Tonelli la mostra, pensata assieme all’artista, sarà allestita nelle sale interne della Galleria d’Arte Moderna. Promossa dal Festival Dei Due Mondi, si inserisce idealmente nella tradizione di esposizioni di disegni di grandi artisti moderni e contemporanei, come fu per Disegni americani del MoMA (1961), Disegni italiani moderni (1962), Willem de Kooning: disegni (1969), James Ensor. Disegni e Acqueforti (1981), Balthus: disegni e acquerelli (1982), che si tennero a Spoleto proprio nell’ambito del Festival. Una mostra del genere, dedicata esclusivamente al disegno, è la prima realizzata da Penone in Italia, dopo quella del Drawing Center di New York nel 2007.
    Work in Progress. Opere dalla Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Collicola e dalla Fondazione Marignoli di Montecorona. A cura di Michele Drascek, Duccio K. Marignoli, Marco Tonelli, due collezioni d’arte di Spoleto, quella della Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Collicola e quella della Fondazione Marignoli di Montecorona, hanno voluto mettere a confronto, creando una linea storica senza soluzione di continuità, dal XVI secolo all’epoca contemporanea, una serie particolare di opere: bozzetti, modelli, schizzi preparatori, studi. Saranno esposte in tutto 70 opere tra disegni, dipinti, sculture, maquette in legno, modelletti, alcune delle quali recuperate eccezionalmente dai depositi di Palazzo Collicola od esposte per la prima volta in pubblico dalla collezione conservata a Palazzo Marignoli.
    Stefano Di Stasio: Astanze A cura di Fabio Sargentini e Marco Tonelli, nove grandi dipinti saranno presentati in altrettante sale del Piano mostre del museo, creando un percorso di stanze o stazioni che dir si voglia, immerse nell’oscurità e ritagliate nel buio da un unico punto di luce, che fa emergere figure monumentali di misteriosi uomini solitari e carichi di connotazioni simboliche, dipinte tra 1994 e 2011 e provenienti da un unico nucleo tematico: quello della Galleria dell’Attico di Roma, presso cui l’artista ha tenuto mostre personali e collettive sin dal 1994.
    Josè Angelino: Resistenze A cura di Davide Silvioli è un progetto site-specific di Josè Angelino in collaborazione con la Fondazione Carla Fendi e con Mahler & LeWitt Studios. Tutte le opere in mostra, che saranno dislocate in diverse aree di Palazzo Collicola sono courtesy della Galleria Alessandra Bonomo. L’evento costituisce il primo appuntamento di un ciclo di esposizioni dal titolo Collicola Project Room(s), a cura di Davide Silvioli e dedicate ad artisti emergenti.
Programmazione CINEMA a Spoleto @ Sala Pegasus e Sala Frau
Set 23 giorno intero
<!--:it-->Programmazione CINEMA a Spoleto<!--:--><!--:en-->CINEMA in Spoleto<!--:--> @ Sala Pegasus e Sala Frau

Cinéma Sala Pegasus
Piazza Bovio
Sito web: www.cinemasalapegasus.it
Facebook: Cinéma Sala Pegasus
cinemasalapegasus@gmail.com
Tel. 0743 522620

Cinema Sala Frau
Vicolo San Filippo 16
Sito web: www.spoletocinemaalcentro.it
Facebook: Cinema Sala Frau
cinemasalafrau@gmail.com
Tel. 0743/522177

Per ricevere la NEWSLETTER invia una e-mail all’indirizzo cinemasalapegasus@gmail.com

Tour individuali di Spoleto @ Spoleto, partenza da Piazza della Libertà
Set 23 giorno intero

SPOLETO TOUR INDIVIDUALI

TUTTI I GIORNI previa prenotazione
Mattina: ore 10.00
Pomeriggio: ore 16.00

Itinerario (durata 2 ore): Partenza da Piazza della Libertà, visita del Teatro Romano, Arco di Druso e Germanico, Piazza del Mercato, Cattedrale, Giro della Rocca per ammirare la Rocca Albornoziana e il Ponte delle Torri
Ritrovo: in Piazza della Libertà, di fronte all’info point, 10 minuti prima della partenza

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Per info e prenotazioni:
Tel. 075 815227/28
numero emergenze: 339 3390103
e-mail: info@assoguide.it

Visite guidate a cura di AGTU (Associazione Guide Turistiche Umbria)

Set
24
Ven
CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche nei musei
Set 24 giorno intero

CAPOLAVORI DA MUSEO
Visite guidate tematiche nei musei

SETTEMBRE 2021

Continuano anche le visite guidate tematiche Capolavori da Museo a cura di Sistema Museo, in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto – Tempietto sul Clitunno, il Comune di Spoleto e il Comune di Campello sul Clitunno. Si tratta di speciali visite guidate tematiche alle collezioni dei musei della Spoleto Card.

Le visite guidate in programma sono l’occasione per approfondire e scoprire il prezioso patrimonio storico artistico di Spoleto e di Campello sul Clitunno.

CALENDARIO DELLE VISITE GUIDATE – SETTEMBRE 2021

Casa Romana
La domus romana, mosaici e pitture parietali
dal giovedì alla domenica ore 15:30

Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo
Il ciclo pittorico e l’affresco di Thomas Becket
dal venerdì alla domenica ore 17:00

Palazzo Collicola
Le mostre temporanee
giovedì ore 18:00 – Giovanni Carandente. Archives and Documents
giovedì ore 18:00 – Astanze di Stefano Di Stasio
giovedì ore 18:00 – Work in progress – opere della collezione Marignoli di Montecorona
giovedì ore 18:00 – Disegni di Giuseppe Penone

Una nobile passeggiata
dal venerdì alla domenica ore 18:00

Tempietto sul Clitunno
Un monumento che affascina da secoli
dal venerdì alla domenica ore 19:00

Tariffe di partecipazione
Intero € 4,00
Ridotto € 3,00 dai 7 ai 17 anni e per i possessori della Spoleto Card
Gratuito fino a 6 anni
Previo acquisto del biglietto di ingresso al museo.

La partecipazione alle visite guidate prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.
Le visite guidate sono a numero chiuso e la prenotazione è obbligatoria fino ad esaurimento posti.

Informazioni e prenotazioni:
Sistema Museo | dal mercoledì al lunedì | 0743.46434 | spoleto@sistemamuseo.it

DALL’ALTO DELLE TORRI | Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
Set 24 giorno intero
<!--:it-->DALL'ALTO DELLE TORRI | Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza<!--:--><!--:en-->FROM ABOVE THE TOWERS |  Guided tours of the defensive walkways of the fortress<!--:--> @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto

Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
DALL’ALTO DELLE TORRI
Visite guidate ai percorsi difensivi della fortezza

A partire da sabato 31 luglio 2021 tornano le visite guidate ai percorsi difensivi della Rocca Albornoz.
Sistema Museo in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto promuove delle speciali visite guidate ai camminamenti difensivi della fortezza da cui è possibile dominare la vallata e ammirare l’affascinante panorama. Le visite consentiranno di mettere in relazione il paesaggio con la funzione difensiva della fortezza e la sua posizione strategica nel territorio.

Le visite ai percorsi difensivi sono in programma:
lunedì e giovedì – ore 10:00 – 11:00 – 12:00
venerdì, sabato, domenica e festivi – ore 10:00 – 11:00 – 12:00 – 16:00 – 17:00

Tariffe di partecipazione
Intero € 4,00
Ridotto € 3,00 dai 7 ai 17 anni e per i possessori della Spoleto Card
Gratuito fino a 6 anni
Previo acquisto del biglietto di ingresso al monumento.

La partecipazione alle visite guidate prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.
Le visite guidate sono a numero chiuso e la prenotazione è obbligatoria fino ad esaurimento posti.

Informazioni e prenotazioni:
dal giovedì alla domenica e lunedì
Sistema Museo 0743.224952
museoducatospoleto@sistemamuseo.it

MOSTRA | Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus @ Museo Diocesano
Set 24 giorno intero

Dal 15 giugno al 7 novembre, grazie alla preziosa collaborazione dei Musei Vaticani, verrà riunito e sarà visibile per la prima volta il trittico composto dalla Madonna in trono con il Bambino e gli angeli, attualmente custodito nel Museo Diocesano di Spoleto, e dagli scomparti laterali con le raffigurazioni di Santa Paola Romana e Santa Eustochio che, scampati alla furia del terremoto del 1703, entrarono nel mercato dei collezionisti e sono documentati in Vaticano a partire dal 1867.

La mostra, dal titolo Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus, è curata da Adele Breda, referente del Reparto per l’Arte Bizantino-medievale dei Musei Vaticani, da Stefania Nardicchi, Conservatore del Museo Diocesano di Spoleto, e da Anna Pizzamano, Dottoranda in “Storia e Beni Culturali della Chiesa” presso la Pontificia Università Gregoriana.

In occasione del recente restauro dei due scomparti laterali conservati all’interno della Collezione Vaticana, riportanti le immagini di due sante poco note, Paola Romana ed Eustochio, madre e figlia che vissero all’epoca di San Girolamo (fine IV secolo), se ne è approfondito lo studio e si è cercato di trovare lo scomparto centrale perduto. Le ricerche hanno individuato al Museo Diocesano di Spoleto una tavola frammentata, dove è rappresentata una Madonna in trono col Bambino tra due angeli. Il dipinto, seppur mancante della parte inferiore, è stato riconosciuto come parte centrale del trittico. L’opera ornava in origine l’altare della chiesa di Santa Maria presso il castello di Abeto di Preci, da cui l’appellativo di Maria Santissima di Piè di Castello.

La Madonna di Spoleto è stata trasferita al Gabinetto di Ricerche Scientifiche applicate ai Beni Culturali dei Musei Vaticani, dove i diversi componenti sono stati esaminati a fondo: l’essenza lignea, i pigmenti, le incisioni e i punzoni ne hanno confermato la piena compatibilità. Con l’intento di approfondire lo studio di un pittore di elevatissima qualità non abbastanza noto, è stata selezionata anche un’opera più tarda del medesimo maestro da mettere a confronto, la Madonna in trono col Bambino tra due angeli, oggi custodita nel Museo di Arte Sacra e Religiosità Popolare “Beato Angelico” di Vicchio del Mugello.

Sono diversi i motivi che hanno condotto a questa scelta. Si tratta, infatti, di polittici realizzati da una delle botteghe fiorentine più raffinate e ricercate del tempo, destinati all’arredo liturgico di cappelle e pievi delle zone rurali di Umbria e Toscana. La sopravvivenza della sola tavola con la Madonna, sia nel caso di Abeto di Preci che in quello di Vicchio, attesta, altresì, una devozione mai interrotta e un legame affettivo e plurisecolare con il territorio, che ha resistito anche alla dispersione degli scomparti laterali. Grazie a questo accostamento è anche possibile intuire le dimensioni originarie della Madonna di Spoleto, gravemente danneggiata nel terremoto del 1703.

Due momenti del percorso stilistico del Maestro della Madonna Straus, attivo a Firenze tra il 1385 e il 1415, un pittore che, da un iniziale neogiottismo, lentamente si apre al nuovo stile internazionale, accogliendo in parte i modi di Lorenzo Monaco e di Gherardo Starnina, ma mantenendo sempre una sua originale arcaicità.

Titolo: Incanto Tardogotico, Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus
Sede: Spoleto, Museo Diocesano
Periodo: 15 giugno -7 novembre 2021
Catalogo: edito da Quattroemme, Perugia
Orari: Tutti giorni dalle 11 alle 18. Giorno di chiusura lunedì
Biglietti: Euro 5,00; gratuito fino a 6 anni e disabili con accompagnatore

Informazioni:
Tel.+39 0577 286300 – duomospoleto@operalaboratori.com
www.spoletonorcia.it

Pin It