Calendar

Gen
23
Lun
Mostra | KLAUS MÜNCH Nel più ampio cerchio, in qualche luogo @ Palazzo Collicola
Gen 23 giorno intero


KLAUS MÜNCH
Nel più ampio cerchio, in qualche luogo

Palazzo Collicola
dal 12 novembre 2022 al 12 febbraio 2023

Inaugurazione sabato 12 novembre alle ore 11.00

Attraverso le forme perturbanti ma anche straordinariamente realistiche di Klaus Münch possiamo leggere aspetti meno visibili del nostro universo/mondo, ma anche più carichi di implicazioni, soprattutto alla luce di quanto successo in anni di pandemie da una parte e di importanti scoperte scientifiche dall’altra. Da virus che hanno cambiato le sorti della storia a onde gravitazionali e fusioni di buchi neri che piegano spazi infiniti come fossero fogli di carta, il nostro universo, e noi con esso, si muove senza sosta tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande.

L’opera di Klaus Münch sembra avvertire presagi oscuri ma anche tutta la ricchezza di queste realtà con estrema lucidità, con una vena di utopismo visionario e post romantico tipico di quegli altri mondi che solo scrittori e registi di film di fantascienza hanno saputo immaginare.

Come ha avuto già modo di scrivere sull’artista Bruno Corà, curatore della mostra, “quelle offerte dall’immaginario di Münch, con le sue cupole o calotte curve di plexiglas serigrafate con immagini di ingrandimenti al microscopio di organismi biocellulari, di cui da anni esplora le fantasmagoriche morfologie, ci appaiono come costellazioni articolate in gruppi di galassie”.

La mostra Nel più ampio cerchio in qualche luogo (la citazione è da alcuni versi di Rilke), che si compone di circa cinquanta opere tra grandi disegni, fogli di pvc e sculture semitrasparenti e specchianti di resina colorate realizzate tra il 1987 e il 2022, installate negli spazi del piano terra di Palazzo Collicola, diventa un vero e proprio viaggio tra forme di vita organica e cosmica, artificiale e spontanea, sintetica e batterica, in un percorso immaginifico di grande forza e fragilità allo stesso tempo, in cui lo sguardo e la seduzione del vedere attraverso rappresentano il contenuto subliminale della mostra.

Con l’occasione verrà pubblicato un catalogo edito da Forma con testi critici di Marco Tonelli (direttore di Palazzo Collicola), Bruno Corà e Aldo Iori.

Klaus Münch è nato a Freiburg (Germania) nel 1953. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Carrara e si è diplomato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Vive e lavora tra la Germania e l’Italia. La sua prima mostra personale si tiene nel 1987 presso lo Studio Gianni Caruso di Torino, a cui seguiranno altre personali presso la Galleria Rossana Ferri di Modena (1993), la Galerie Albert Baumgarten di Friburgo (1995), Opera Paese a Roma (2000), Giardino al CAMEC di La Spezia (2006), Nuovi Organismi spaziali presso a Palazzo Panichi di Pietrasanta (2013), Gocce di spazi paralleli alla Fabbrica del Vapore di Milano (2016), Resine, PVC, Cupole (1987-2018) presso il CAMUSAC di Cassino (2018-2019). Ha esposto in varie mostre collettive in musei e spazi europei e italiani tra cui il Nebeneben a Monaco di Baviera (1986), il Musée d’Art et Histoire di Metz (1988), nella rassegna Jeune Sculpture di Port d’Austerlitz di Parigi (1990), presso la Pinacoteca Civica di Fabriano nella mostra Contemporanea (1997), il Kunstverein Freiburg di Friburgo (2005), mentre nel 2017 partecipa sia alla rassegna Artsite – Residenze Reali nei Castelli di Gove e Racconigi che al Palazzo Belmonte Riso a Palermo. Nel 2002 partecipa alla manifestazione Scultura internazionale presso La Mandria, Venaria Reale di Torino, nel 2006 è invitato alla XII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara e nel 2007 espone nella rassegna Artempo a Palazzo Fortuny a Venezia nell’ambito della LII Biennale di Venezia. Nel 2012 vince il concorso per l’installazione di un’opera nella città di Donaueschingen in Germania nell’ambito della manifestazione Heirnattage Donaueschingen Skulpturenweg del Museo Biedermann. Le due esposizioni più recenti risalgono al 2020 con la mostra Plastic Fantastic alla Galerie Albert Baumgarten di Freiburg e nel 2021 alla Biennale Socle du Monde presso HEART Museum di Herning in Danimarca.

Gen
25
Mer
Mostra | KLAUS MÜNCH Nel più ampio cerchio, in qualche luogo @ Palazzo Collicola
Gen 25 giorno intero


KLAUS MÜNCH
Nel più ampio cerchio, in qualche luogo

Palazzo Collicola
dal 12 novembre 2022 al 12 febbraio 2023

Inaugurazione sabato 12 novembre alle ore 11.00

Attraverso le forme perturbanti ma anche straordinariamente realistiche di Klaus Münch possiamo leggere aspetti meno visibili del nostro universo/mondo, ma anche più carichi di implicazioni, soprattutto alla luce di quanto successo in anni di pandemie da una parte e di importanti scoperte scientifiche dall’altra. Da virus che hanno cambiato le sorti della storia a onde gravitazionali e fusioni di buchi neri che piegano spazi infiniti come fossero fogli di carta, il nostro universo, e noi con esso, si muove senza sosta tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande.

L’opera di Klaus Münch sembra avvertire presagi oscuri ma anche tutta la ricchezza di queste realtà con estrema lucidità, con una vena di utopismo visionario e post romantico tipico di quegli altri mondi che solo scrittori e registi di film di fantascienza hanno saputo immaginare.

Come ha avuto già modo di scrivere sull’artista Bruno Corà, curatore della mostra, “quelle offerte dall’immaginario di Münch, con le sue cupole o calotte curve di plexiglas serigrafate con immagini di ingrandimenti al microscopio di organismi biocellulari, di cui da anni esplora le fantasmagoriche morfologie, ci appaiono come costellazioni articolate in gruppi di galassie”.

La mostra Nel più ampio cerchio in qualche luogo (la citazione è da alcuni versi di Rilke), che si compone di circa cinquanta opere tra grandi disegni, fogli di pvc e sculture semitrasparenti e specchianti di resina colorate realizzate tra il 1987 e il 2022, installate negli spazi del piano terra di Palazzo Collicola, diventa un vero e proprio viaggio tra forme di vita organica e cosmica, artificiale e spontanea, sintetica e batterica, in un percorso immaginifico di grande forza e fragilità allo stesso tempo, in cui lo sguardo e la seduzione del vedere attraverso rappresentano il contenuto subliminale della mostra.

Con l’occasione verrà pubblicato un catalogo edito da Forma con testi critici di Marco Tonelli (direttore di Palazzo Collicola), Bruno Corà e Aldo Iori.

Klaus Münch è nato a Freiburg (Germania) nel 1953. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Carrara e si è diplomato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Vive e lavora tra la Germania e l’Italia. La sua prima mostra personale si tiene nel 1987 presso lo Studio Gianni Caruso di Torino, a cui seguiranno altre personali presso la Galleria Rossana Ferri di Modena (1993), la Galerie Albert Baumgarten di Friburgo (1995), Opera Paese a Roma (2000), Giardino al CAMEC di La Spezia (2006), Nuovi Organismi spaziali presso a Palazzo Panichi di Pietrasanta (2013), Gocce di spazi paralleli alla Fabbrica del Vapore di Milano (2016), Resine, PVC, Cupole (1987-2018) presso il CAMUSAC di Cassino (2018-2019). Ha esposto in varie mostre collettive in musei e spazi europei e italiani tra cui il Nebeneben a Monaco di Baviera (1986), il Musée d’Art et Histoire di Metz (1988), nella rassegna Jeune Sculpture di Port d’Austerlitz di Parigi (1990), presso la Pinacoteca Civica di Fabriano nella mostra Contemporanea (1997), il Kunstverein Freiburg di Friburgo (2005), mentre nel 2017 partecipa sia alla rassegna Artsite – Residenze Reali nei Castelli di Gove e Racconigi che al Palazzo Belmonte Riso a Palermo. Nel 2002 partecipa alla manifestazione Scultura internazionale presso La Mandria, Venaria Reale di Torino, nel 2006 è invitato alla XII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara e nel 2007 espone nella rassegna Artempo a Palazzo Fortuny a Venezia nell’ambito della LII Biennale di Venezia. Nel 2012 vince il concorso per l’installazione di un’opera nella città di Donaueschingen in Germania nell’ambito della manifestazione Heirnattage Donaueschingen Skulpturenweg del Museo Biedermann. Le due esposizioni più recenti risalgono al 2020 con la mostra Plastic Fantastic alla Galerie Albert Baumgarten di Freiburg e nel 2021 alla Biennale Socle du Monde presso HEART Museum di Herning in Danimarca.

Gen
26
Gio
Mostra | KLAUS MÜNCH Nel più ampio cerchio, in qualche luogo @ Palazzo Collicola
Gen 26 giorno intero


KLAUS MÜNCH
Nel più ampio cerchio, in qualche luogo

Palazzo Collicola
dal 12 novembre 2022 al 12 febbraio 2023

Inaugurazione sabato 12 novembre alle ore 11.00

Attraverso le forme perturbanti ma anche straordinariamente realistiche di Klaus Münch possiamo leggere aspetti meno visibili del nostro universo/mondo, ma anche più carichi di implicazioni, soprattutto alla luce di quanto successo in anni di pandemie da una parte e di importanti scoperte scientifiche dall’altra. Da virus che hanno cambiato le sorti della storia a onde gravitazionali e fusioni di buchi neri che piegano spazi infiniti come fossero fogli di carta, il nostro universo, e noi con esso, si muove senza sosta tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande.

L’opera di Klaus Münch sembra avvertire presagi oscuri ma anche tutta la ricchezza di queste realtà con estrema lucidità, con una vena di utopismo visionario e post romantico tipico di quegli altri mondi che solo scrittori e registi di film di fantascienza hanno saputo immaginare.

Come ha avuto già modo di scrivere sull’artista Bruno Corà, curatore della mostra, “quelle offerte dall’immaginario di Münch, con le sue cupole o calotte curve di plexiglas serigrafate con immagini di ingrandimenti al microscopio di organismi biocellulari, di cui da anni esplora le fantasmagoriche morfologie, ci appaiono come costellazioni articolate in gruppi di galassie”.

La mostra Nel più ampio cerchio in qualche luogo (la citazione è da alcuni versi di Rilke), che si compone di circa cinquanta opere tra grandi disegni, fogli di pvc e sculture semitrasparenti e specchianti di resina colorate realizzate tra il 1987 e il 2022, installate negli spazi del piano terra di Palazzo Collicola, diventa un vero e proprio viaggio tra forme di vita organica e cosmica, artificiale e spontanea, sintetica e batterica, in un percorso immaginifico di grande forza e fragilità allo stesso tempo, in cui lo sguardo e la seduzione del vedere attraverso rappresentano il contenuto subliminale della mostra.

Con l’occasione verrà pubblicato un catalogo edito da Forma con testi critici di Marco Tonelli (direttore di Palazzo Collicola), Bruno Corà e Aldo Iori.

Klaus Münch è nato a Freiburg (Germania) nel 1953. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Carrara e si è diplomato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Vive e lavora tra la Germania e l’Italia. La sua prima mostra personale si tiene nel 1987 presso lo Studio Gianni Caruso di Torino, a cui seguiranno altre personali presso la Galleria Rossana Ferri di Modena (1993), la Galerie Albert Baumgarten di Friburgo (1995), Opera Paese a Roma (2000), Giardino al CAMEC di La Spezia (2006), Nuovi Organismi spaziali presso a Palazzo Panichi di Pietrasanta (2013), Gocce di spazi paralleli alla Fabbrica del Vapore di Milano (2016), Resine, PVC, Cupole (1987-2018) presso il CAMUSAC di Cassino (2018-2019). Ha esposto in varie mostre collettive in musei e spazi europei e italiani tra cui il Nebeneben a Monaco di Baviera (1986), il Musée d’Art et Histoire di Metz (1988), nella rassegna Jeune Sculpture di Port d’Austerlitz di Parigi (1990), presso la Pinacoteca Civica di Fabriano nella mostra Contemporanea (1997), il Kunstverein Freiburg di Friburgo (2005), mentre nel 2017 partecipa sia alla rassegna Artsite – Residenze Reali nei Castelli di Gove e Racconigi che al Palazzo Belmonte Riso a Palermo. Nel 2002 partecipa alla manifestazione Scultura internazionale presso La Mandria, Venaria Reale di Torino, nel 2006 è invitato alla XII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara e nel 2007 espone nella rassegna Artempo a Palazzo Fortuny a Venezia nell’ambito della LII Biennale di Venezia. Nel 2012 vince il concorso per l’installazione di un’opera nella città di Donaueschingen in Germania nell’ambito della manifestazione Heirnattage Donaueschingen Skulpturenweg del Museo Biedermann. Le due esposizioni più recenti risalgono al 2020 con la mostra Plastic Fantastic alla Galerie Albert Baumgarten di Freiburg e nel 2021 alla Biennale Socle du Monde presso HEART Museum di Herning in Danimarca.

Gen
27
Ven
CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche per scoprire i musei della Spoleto Card @ Spoleto
Gen 27 giorno intero
<!--:it-->CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche per scoprire i musei della Spoleto Card<!--:--><!--:en-->MUSEUM MASTERPIECES | Themed guided tours to discover the museums of the SPOLETO CARD<!--:--> @ Spoleto

CAPOLAVORI DA MUSEO
Visite guidate tematiche

ROCCA ALBORNOZ – MUSEO NAZIONALE DEL DUCATO DI SPOLETO
Che vista! Panorami dalla Rocca | venerdì ore 11.00
La Grande Rocca, dalle origini all’epoca carceraria | sabato ore 11.00
Il fascino del mondo cortese. Il ciclo pittorico della Camera Pinta | domenica ore 11.00

TEMPIETTO SUL CLITUNNO
Un monumento che affascina da secoli | sabato ore 13.00

PALAZZO COLLICOLA
Una nobile passeggiata | sabato ore 15.30

CHIESA DEI SANTI GIOVANNI E PAOLO
Uno scrigno di antiche pitture | sabato ore 16.00

CASA ROMANA
Una domus da sogno | domenica ore 15.00

Tariffe di partecipazione a tutte le visite guidate
Intero € 4,00 | Ridotto € 3,00 per i possessori della Spoleto Card e dai 7 ai 17 anni | Gratuito fino a 6 anni |
Previo acquisto della Spoleto Card o del biglietto di ingresso al museo.

Le visite guidate prevedono la PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA fino ad esaurimento posti e il rispetto delle norme Covid-19 vigenti.

Informazioni e prenotazioni:
SISTEMA MUSEO 0743.224952 | museoducatospoleto@sistemamuseo.it | 0743.46434 | spoleto@sistemamuseo.it
UFFICIO TURISTICO SPOLETO | 0743.218620

GIORNO DELLA MEMORIA | Le iniziative organizzate dal Comune di Spoleto per ricordare lo sterminio del popolo ebraico @ Spoleto
Gen 27 giorno intero
<!--:it-->GIORNO DELLA MEMORIA | Le iniziative organizzate dal Comune di Spoleto per ricordare lo sterminio del popolo ebraico<!--:--> @ Spoleto

GIORNO DELLA MEMORIA
Le iniziative organizzate dal Comune di Spoleto per ricordare lo sterminio del popolo ebraico
Due incontri con le scuole, una proiezione dedicata ad Anna Frank e un’esposizione sulla letteratura della Shoah

Venerdì 27 gennaio, alle ore 9.30 e alle ore 11.00, sono in programma due incontri con Fausto Manasse e un rappresentante del Centro culturale “Città Nuova” insieme agli studenti e alle studentesse di Spoleto. Il primo vedrà la partecipazione della scuola superiore di primo grado “Fernando Leonardi” di Baiano (Istituto Comprensivo 1), mentre il secondo sarà con i ragazzi e le ragazze del Liceo Artistico dell’Istituto Istruzione Secondaria “Sansi-Leonardi-Volta”.

Sempre venerdì 27 gennaio, alle ore 18.00, al Cinéma Sala Pegasus si terrà la proiezione del film d’animazione “Anna Frank e il diario segreto” del regista, sceneggiatore e compositore israeliano Ari Folman, un film che parla un linguaggio adatto agli spettatori più giovani, spinti a riflettere su uno dei capitoli più tragici della storia dell’umanità. La proiezione, è previsto l’ingresso gratuito, sarà introdotta dalle letture a cura di Diletta Masetti.

La biblioteca comunale “G. Carducci”, da venerdì 27 gennaio a giovedì 9 febbraio, propone un percorso bibliografico tra classici e novità editoriali. L’esposizione “La letteratura della Shoah” sarà aperta al pubblico il lunedì dalle ore 15 alle 19, il martedì e il giovedì dalle 9 alle 19, il mercoledì e il venerdì dalle 9 alle 13.

La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, come “Giornata della Memoria”, per ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio.

Mostra | KLAUS MÜNCH Nel più ampio cerchio, in qualche luogo @ Palazzo Collicola
Gen 27 giorno intero


KLAUS MÜNCH
Nel più ampio cerchio, in qualche luogo

Palazzo Collicola
dal 12 novembre 2022 al 12 febbraio 2023

Inaugurazione sabato 12 novembre alle ore 11.00

Attraverso le forme perturbanti ma anche straordinariamente realistiche di Klaus Münch possiamo leggere aspetti meno visibili del nostro universo/mondo, ma anche più carichi di implicazioni, soprattutto alla luce di quanto successo in anni di pandemie da una parte e di importanti scoperte scientifiche dall’altra. Da virus che hanno cambiato le sorti della storia a onde gravitazionali e fusioni di buchi neri che piegano spazi infiniti come fossero fogli di carta, il nostro universo, e noi con esso, si muove senza sosta tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande.

L’opera di Klaus Münch sembra avvertire presagi oscuri ma anche tutta la ricchezza di queste realtà con estrema lucidità, con una vena di utopismo visionario e post romantico tipico di quegli altri mondi che solo scrittori e registi di film di fantascienza hanno saputo immaginare.

Come ha avuto già modo di scrivere sull’artista Bruno Corà, curatore della mostra, “quelle offerte dall’immaginario di Münch, con le sue cupole o calotte curve di plexiglas serigrafate con immagini di ingrandimenti al microscopio di organismi biocellulari, di cui da anni esplora le fantasmagoriche morfologie, ci appaiono come costellazioni articolate in gruppi di galassie”.

La mostra Nel più ampio cerchio in qualche luogo (la citazione è da alcuni versi di Rilke), che si compone di circa cinquanta opere tra grandi disegni, fogli di pvc e sculture semitrasparenti e specchianti di resina colorate realizzate tra il 1987 e il 2022, installate negli spazi del piano terra di Palazzo Collicola, diventa un vero e proprio viaggio tra forme di vita organica e cosmica, artificiale e spontanea, sintetica e batterica, in un percorso immaginifico di grande forza e fragilità allo stesso tempo, in cui lo sguardo e la seduzione del vedere attraverso rappresentano il contenuto subliminale della mostra.

Con l’occasione verrà pubblicato un catalogo edito da Forma con testi critici di Marco Tonelli (direttore di Palazzo Collicola), Bruno Corà e Aldo Iori.

Klaus Münch è nato a Freiburg (Germania) nel 1953. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Carrara e si è diplomato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Vive e lavora tra la Germania e l’Italia. La sua prima mostra personale si tiene nel 1987 presso lo Studio Gianni Caruso di Torino, a cui seguiranno altre personali presso la Galleria Rossana Ferri di Modena (1993), la Galerie Albert Baumgarten di Friburgo (1995), Opera Paese a Roma (2000), Giardino al CAMEC di La Spezia (2006), Nuovi Organismi spaziali presso a Palazzo Panichi di Pietrasanta (2013), Gocce di spazi paralleli alla Fabbrica del Vapore di Milano (2016), Resine, PVC, Cupole (1987-2018) presso il CAMUSAC di Cassino (2018-2019). Ha esposto in varie mostre collettive in musei e spazi europei e italiani tra cui il Nebeneben a Monaco di Baviera (1986), il Musée d’Art et Histoire di Metz (1988), nella rassegna Jeune Sculpture di Port d’Austerlitz di Parigi (1990), presso la Pinacoteca Civica di Fabriano nella mostra Contemporanea (1997), il Kunstverein Freiburg di Friburgo (2005), mentre nel 2017 partecipa sia alla rassegna Artsite – Residenze Reali nei Castelli di Gove e Racconigi che al Palazzo Belmonte Riso a Palermo. Nel 2002 partecipa alla manifestazione Scultura internazionale presso La Mandria, Venaria Reale di Torino, nel 2006 è invitato alla XII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara e nel 2007 espone nella rassegna Artempo a Palazzo Fortuny a Venezia nell’ambito della LII Biennale di Venezia. Nel 2012 vince il concorso per l’installazione di un’opera nella città di Donaueschingen in Germania nell’ambito della manifestazione Heirnattage Donaueschingen Skulpturenweg del Museo Biedermann. Le due esposizioni più recenti risalgono al 2020 con la mostra Plastic Fantastic alla Galerie Albert Baumgarten di Freiburg e nel 2021 alla Biennale Socle du Monde presso HEART Museum di Herning in Danimarca.

Gen
28
Sab
CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche per scoprire i musei della Spoleto Card @ Spoleto
Gen 28 giorno intero
<!--:it-->CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche per scoprire i musei della Spoleto Card<!--:--><!--:en-->MUSEUM MASTERPIECES | Themed guided tours to discover the museums of the SPOLETO CARD<!--:--> @ Spoleto

CAPOLAVORI DA MUSEO
Visite guidate tematiche

ROCCA ALBORNOZ – MUSEO NAZIONALE DEL DUCATO DI SPOLETO
Che vista! Panorami dalla Rocca | venerdì ore 11.00
La Grande Rocca, dalle origini all’epoca carceraria | sabato ore 11.00
Il fascino del mondo cortese. Il ciclo pittorico della Camera Pinta | domenica ore 11.00

TEMPIETTO SUL CLITUNNO
Un monumento che affascina da secoli | sabato ore 13.00

PALAZZO COLLICOLA
Una nobile passeggiata | sabato ore 15.30

CHIESA DEI SANTI GIOVANNI E PAOLO
Uno scrigno di antiche pitture | sabato ore 16.00

CASA ROMANA
Una domus da sogno | domenica ore 15.00

Tariffe di partecipazione a tutte le visite guidate
Intero € 4,00 | Ridotto € 3,00 per i possessori della Spoleto Card e dai 7 ai 17 anni | Gratuito fino a 6 anni |
Previo acquisto della Spoleto Card o del biglietto di ingresso al museo.

Le visite guidate prevedono la PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA fino ad esaurimento posti e il rispetto delle norme Covid-19 vigenti.

Informazioni e prenotazioni:
SISTEMA MUSEO 0743.224952 | museoducatospoleto@sistemamuseo.it | 0743.46434 | spoleto@sistemamuseo.it
UFFICIO TURISTICO SPOLETO | 0743.218620

Mostra | KLAUS MÜNCH Nel più ampio cerchio, in qualche luogo @ Palazzo Collicola
Gen 28 giorno intero


KLAUS MÜNCH
Nel più ampio cerchio, in qualche luogo

Palazzo Collicola
dal 12 novembre 2022 al 12 febbraio 2023

Inaugurazione sabato 12 novembre alle ore 11.00

Attraverso le forme perturbanti ma anche straordinariamente realistiche di Klaus Münch possiamo leggere aspetti meno visibili del nostro universo/mondo, ma anche più carichi di implicazioni, soprattutto alla luce di quanto successo in anni di pandemie da una parte e di importanti scoperte scientifiche dall’altra. Da virus che hanno cambiato le sorti della storia a onde gravitazionali e fusioni di buchi neri che piegano spazi infiniti come fossero fogli di carta, il nostro universo, e noi con esso, si muove senza sosta tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande.

L’opera di Klaus Münch sembra avvertire presagi oscuri ma anche tutta la ricchezza di queste realtà con estrema lucidità, con una vena di utopismo visionario e post romantico tipico di quegli altri mondi che solo scrittori e registi di film di fantascienza hanno saputo immaginare.

Come ha avuto già modo di scrivere sull’artista Bruno Corà, curatore della mostra, “quelle offerte dall’immaginario di Münch, con le sue cupole o calotte curve di plexiglas serigrafate con immagini di ingrandimenti al microscopio di organismi biocellulari, di cui da anni esplora le fantasmagoriche morfologie, ci appaiono come costellazioni articolate in gruppi di galassie”.

La mostra Nel più ampio cerchio in qualche luogo (la citazione è da alcuni versi di Rilke), che si compone di circa cinquanta opere tra grandi disegni, fogli di pvc e sculture semitrasparenti e specchianti di resina colorate realizzate tra il 1987 e il 2022, installate negli spazi del piano terra di Palazzo Collicola, diventa un vero e proprio viaggio tra forme di vita organica e cosmica, artificiale e spontanea, sintetica e batterica, in un percorso immaginifico di grande forza e fragilità allo stesso tempo, in cui lo sguardo e la seduzione del vedere attraverso rappresentano il contenuto subliminale della mostra.

Con l’occasione verrà pubblicato un catalogo edito da Forma con testi critici di Marco Tonelli (direttore di Palazzo Collicola), Bruno Corà e Aldo Iori.

Klaus Münch è nato a Freiburg (Germania) nel 1953. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Carrara e si è diplomato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Vive e lavora tra la Germania e l’Italia. La sua prima mostra personale si tiene nel 1987 presso lo Studio Gianni Caruso di Torino, a cui seguiranno altre personali presso la Galleria Rossana Ferri di Modena (1993), la Galerie Albert Baumgarten di Friburgo (1995), Opera Paese a Roma (2000), Giardino al CAMEC di La Spezia (2006), Nuovi Organismi spaziali presso a Palazzo Panichi di Pietrasanta (2013), Gocce di spazi paralleli alla Fabbrica del Vapore di Milano (2016), Resine, PVC, Cupole (1987-2018) presso il CAMUSAC di Cassino (2018-2019). Ha esposto in varie mostre collettive in musei e spazi europei e italiani tra cui il Nebeneben a Monaco di Baviera (1986), il Musée d’Art et Histoire di Metz (1988), nella rassegna Jeune Sculpture di Port d’Austerlitz di Parigi (1990), presso la Pinacoteca Civica di Fabriano nella mostra Contemporanea (1997), il Kunstverein Freiburg di Friburgo (2005), mentre nel 2017 partecipa sia alla rassegna Artsite – Residenze Reali nei Castelli di Gove e Racconigi che al Palazzo Belmonte Riso a Palermo. Nel 2002 partecipa alla manifestazione Scultura internazionale presso La Mandria, Venaria Reale di Torino, nel 2006 è invitato alla XII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara e nel 2007 espone nella rassegna Artempo a Palazzo Fortuny a Venezia nell’ambito della LII Biennale di Venezia. Nel 2012 vince il concorso per l’installazione di un’opera nella città di Donaueschingen in Germania nell’ambito della manifestazione Heirnattage Donaueschingen Skulpturenweg del Museo Biedermann. Le due esposizioni più recenti risalgono al 2020 con la mostra Plastic Fantastic alla Galerie Albert Baumgarten di Freiburg e nel 2021 alla Biennale Socle du Monde presso HEART Museum di Herning in Danimarca.

Gen
29
Dom
CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche per scoprire i musei della Spoleto Card @ Spoleto
Gen 29 giorno intero
<!--:it-->CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche per scoprire i musei della Spoleto Card<!--:--><!--:en-->MUSEUM MASTERPIECES | Themed guided tours to discover the museums of the SPOLETO CARD<!--:--> @ Spoleto

CAPOLAVORI DA MUSEO
Visite guidate tematiche

ROCCA ALBORNOZ – MUSEO NAZIONALE DEL DUCATO DI SPOLETO
Che vista! Panorami dalla Rocca | venerdì ore 11.00
La Grande Rocca, dalle origini all’epoca carceraria | sabato ore 11.00
Il fascino del mondo cortese. Il ciclo pittorico della Camera Pinta | domenica ore 11.00

TEMPIETTO SUL CLITUNNO
Un monumento che affascina da secoli | sabato ore 13.00

PALAZZO COLLICOLA
Una nobile passeggiata | sabato ore 15.30

CHIESA DEI SANTI GIOVANNI E PAOLO
Uno scrigno di antiche pitture | sabato ore 16.00

CASA ROMANA
Una domus da sogno | domenica ore 15.00

Tariffe di partecipazione a tutte le visite guidate
Intero € 4,00 | Ridotto € 3,00 per i possessori della Spoleto Card e dai 7 ai 17 anni | Gratuito fino a 6 anni |
Previo acquisto della Spoleto Card o del biglietto di ingresso al museo.

Le visite guidate prevedono la PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA fino ad esaurimento posti e il rispetto delle norme Covid-19 vigenti.

Informazioni e prenotazioni:
SISTEMA MUSEO 0743.224952 | museoducatospoleto@sistemamuseo.it | 0743.46434 | spoleto@sistemamuseo.it
UFFICIO TURISTICO SPOLETO | 0743.218620

Mostra | KLAUS MÜNCH Nel più ampio cerchio, in qualche luogo @ Palazzo Collicola
Gen 29 giorno intero


KLAUS MÜNCH
Nel più ampio cerchio, in qualche luogo

Palazzo Collicola
dal 12 novembre 2022 al 12 febbraio 2023

Inaugurazione sabato 12 novembre alle ore 11.00

Attraverso le forme perturbanti ma anche straordinariamente realistiche di Klaus Münch possiamo leggere aspetti meno visibili del nostro universo/mondo, ma anche più carichi di implicazioni, soprattutto alla luce di quanto successo in anni di pandemie da una parte e di importanti scoperte scientifiche dall’altra. Da virus che hanno cambiato le sorti della storia a onde gravitazionali e fusioni di buchi neri che piegano spazi infiniti come fossero fogli di carta, il nostro universo, e noi con esso, si muove senza sosta tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande.

L’opera di Klaus Münch sembra avvertire presagi oscuri ma anche tutta la ricchezza di queste realtà con estrema lucidità, con una vena di utopismo visionario e post romantico tipico di quegli altri mondi che solo scrittori e registi di film di fantascienza hanno saputo immaginare.

Come ha avuto già modo di scrivere sull’artista Bruno Corà, curatore della mostra, “quelle offerte dall’immaginario di Münch, con le sue cupole o calotte curve di plexiglas serigrafate con immagini di ingrandimenti al microscopio di organismi biocellulari, di cui da anni esplora le fantasmagoriche morfologie, ci appaiono come costellazioni articolate in gruppi di galassie”.

La mostra Nel più ampio cerchio in qualche luogo (la citazione è da alcuni versi di Rilke), che si compone di circa cinquanta opere tra grandi disegni, fogli di pvc e sculture semitrasparenti e specchianti di resina colorate realizzate tra il 1987 e il 2022, installate negli spazi del piano terra di Palazzo Collicola, diventa un vero e proprio viaggio tra forme di vita organica e cosmica, artificiale e spontanea, sintetica e batterica, in un percorso immaginifico di grande forza e fragilità allo stesso tempo, in cui lo sguardo e la seduzione del vedere attraverso rappresentano il contenuto subliminale della mostra.

Con l’occasione verrà pubblicato un catalogo edito da Forma con testi critici di Marco Tonelli (direttore di Palazzo Collicola), Bruno Corà e Aldo Iori.

Klaus Münch è nato a Freiburg (Germania) nel 1953. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Carrara e si è diplomato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Vive e lavora tra la Germania e l’Italia. La sua prima mostra personale si tiene nel 1987 presso lo Studio Gianni Caruso di Torino, a cui seguiranno altre personali presso la Galleria Rossana Ferri di Modena (1993), la Galerie Albert Baumgarten di Friburgo (1995), Opera Paese a Roma (2000), Giardino al CAMEC di La Spezia (2006), Nuovi Organismi spaziali presso a Palazzo Panichi di Pietrasanta (2013), Gocce di spazi paralleli alla Fabbrica del Vapore di Milano (2016), Resine, PVC, Cupole (1987-2018) presso il CAMUSAC di Cassino (2018-2019). Ha esposto in varie mostre collettive in musei e spazi europei e italiani tra cui il Nebeneben a Monaco di Baviera (1986), il Musée d’Art et Histoire di Metz (1988), nella rassegna Jeune Sculpture di Port d’Austerlitz di Parigi (1990), presso la Pinacoteca Civica di Fabriano nella mostra Contemporanea (1997), il Kunstverein Freiburg di Friburgo (2005), mentre nel 2017 partecipa sia alla rassegna Artsite – Residenze Reali nei Castelli di Gove e Racconigi che al Palazzo Belmonte Riso a Palermo. Nel 2002 partecipa alla manifestazione Scultura internazionale presso La Mandria, Venaria Reale di Torino, nel 2006 è invitato alla XII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara e nel 2007 espone nella rassegna Artempo a Palazzo Fortuny a Venezia nell’ambito della LII Biennale di Venezia. Nel 2012 vince il concorso per l’installazione di un’opera nella città di Donaueschingen in Germania nell’ambito della manifestazione Heirnattage Donaueschingen Skulpturenweg del Museo Biedermann. Le due esposizioni più recenti risalgono al 2020 con la mostra Plastic Fantastic alla Galerie Albert Baumgarten di Freiburg e nel 2021 alla Biennale Socle du Monde presso HEART Museum di Herning in Danimarca.

Visita guidata SPOLETO CARD | LA FAMIGLIA COLLICOLA – L’appartamento gentilizio @ Palazzo Collicola
Gen 29@11:00

Le visite guidate tematiche nei musei sono GRATUITE per i POSSESSORI della SPOLETO CARD.
Le visite guidate tematiche sono SOLO SU PRENOTAZIONE e A NUMERO CHIUSO.
La partecipazione alle attività in programma prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.

Si può partecipare alle visite guidate anche senza SPOLETO CARD con una tariffa agevolata di € 4,00 a persona, oltre il biglietto del museo.

La SPOLETO CARD è un biglietto cumulativo che consente di accedere a numerosi siti museali del territorio e usufruire di particolari vantaggi.
La SPOLETO CARD si può acquistare nei siti museali aderenti ed è valida 7 giorni.

TARIFFE SPOLETO CARD:
Red Card: € 9,50
Green Card: € 8,00 (dai 18 ai 25 anni, oltre 65 anni, gruppi)
A cura di: Sistema Museo, in collaborazione con il Comune di Spoleto.

Per informazioni e prenotazioni:
Soc. Coop. Sistema Museo
Tel e fax 0743 46434 – 0743 224952
E-mail: info@spoletocard.it
Sito web: www.spoletocard.it

Gen
30
Lun
Mostra | KLAUS MÜNCH Nel più ampio cerchio, in qualche luogo @ Palazzo Collicola
Gen 30 giorno intero


KLAUS MÜNCH
Nel più ampio cerchio, in qualche luogo

Palazzo Collicola
dal 12 novembre 2022 al 12 febbraio 2023

Inaugurazione sabato 12 novembre alle ore 11.00

Attraverso le forme perturbanti ma anche straordinariamente realistiche di Klaus Münch possiamo leggere aspetti meno visibili del nostro universo/mondo, ma anche più carichi di implicazioni, soprattutto alla luce di quanto successo in anni di pandemie da una parte e di importanti scoperte scientifiche dall’altra. Da virus che hanno cambiato le sorti della storia a onde gravitazionali e fusioni di buchi neri che piegano spazi infiniti come fossero fogli di carta, il nostro universo, e noi con esso, si muove senza sosta tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande.

L’opera di Klaus Münch sembra avvertire presagi oscuri ma anche tutta la ricchezza di queste realtà con estrema lucidità, con una vena di utopismo visionario e post romantico tipico di quegli altri mondi che solo scrittori e registi di film di fantascienza hanno saputo immaginare.

Come ha avuto già modo di scrivere sull’artista Bruno Corà, curatore della mostra, “quelle offerte dall’immaginario di Münch, con le sue cupole o calotte curve di plexiglas serigrafate con immagini di ingrandimenti al microscopio di organismi biocellulari, di cui da anni esplora le fantasmagoriche morfologie, ci appaiono come costellazioni articolate in gruppi di galassie”.

La mostra Nel più ampio cerchio in qualche luogo (la citazione è da alcuni versi di Rilke), che si compone di circa cinquanta opere tra grandi disegni, fogli di pvc e sculture semitrasparenti e specchianti di resina colorate realizzate tra il 1987 e il 2022, installate negli spazi del piano terra di Palazzo Collicola, diventa un vero e proprio viaggio tra forme di vita organica e cosmica, artificiale e spontanea, sintetica e batterica, in un percorso immaginifico di grande forza e fragilità allo stesso tempo, in cui lo sguardo e la seduzione del vedere attraverso rappresentano il contenuto subliminale della mostra.

Con l’occasione verrà pubblicato un catalogo edito da Forma con testi critici di Marco Tonelli (direttore di Palazzo Collicola), Bruno Corà e Aldo Iori.

Klaus Münch è nato a Freiburg (Germania) nel 1953. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Carrara e si è diplomato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Vive e lavora tra la Germania e l’Italia. La sua prima mostra personale si tiene nel 1987 presso lo Studio Gianni Caruso di Torino, a cui seguiranno altre personali presso la Galleria Rossana Ferri di Modena (1993), la Galerie Albert Baumgarten di Friburgo (1995), Opera Paese a Roma (2000), Giardino al CAMEC di La Spezia (2006), Nuovi Organismi spaziali presso a Palazzo Panichi di Pietrasanta (2013), Gocce di spazi paralleli alla Fabbrica del Vapore di Milano (2016), Resine, PVC, Cupole (1987-2018) presso il CAMUSAC di Cassino (2018-2019). Ha esposto in varie mostre collettive in musei e spazi europei e italiani tra cui il Nebeneben a Monaco di Baviera (1986), il Musée d’Art et Histoire di Metz (1988), nella rassegna Jeune Sculpture di Port d’Austerlitz di Parigi (1990), presso la Pinacoteca Civica di Fabriano nella mostra Contemporanea (1997), il Kunstverein Freiburg di Friburgo (2005), mentre nel 2017 partecipa sia alla rassegna Artsite – Residenze Reali nei Castelli di Gove e Racconigi che al Palazzo Belmonte Riso a Palermo. Nel 2002 partecipa alla manifestazione Scultura internazionale presso La Mandria, Venaria Reale di Torino, nel 2006 è invitato alla XII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara e nel 2007 espone nella rassegna Artempo a Palazzo Fortuny a Venezia nell’ambito della LII Biennale di Venezia. Nel 2012 vince il concorso per l’installazione di un’opera nella città di Donaueschingen in Germania nell’ambito della manifestazione Heirnattage Donaueschingen Skulpturenweg del Museo Biedermann. Le due esposizioni più recenti risalgono al 2020 con la mostra Plastic Fantastic alla Galerie Albert Baumgarten di Freiburg e nel 2021 alla Biennale Socle du Monde presso HEART Museum di Herning in Danimarca.

Gen
31
Mar
STAGIONE DI PROSA 2022/2023 | UNO SGUARDO DAL PONTE di Arthur Miller @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti
Gen 31@20:45
<!--:it-->STAGIONE DI PROSA 2022/2023 | UNO SGUARDO DAL PONTE di Arthur Miller<!--:--> @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti

Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, ore 20.45
STAGIONE DI PROSA 2022/2023

UNO SGUARDO DAL PONTE
di Arthur Miller

PROGRAMMA in pdf

“Scrive Miller: L’azione della pièce consiste nell’orrore di una passione che nonostante sia contraria all’interesse dell’individuo che ne è dominato, nonostante ogni genere di avvertimento ch’egli riceve e nonostante ch’essa distrugga i suoi principi morali, continua ad ammantare il suo potere su di lui fino a distruggerlo.

Ecco, questo concetto di ineluttabilità del destino e di passioni dalle quali si può essere vinti e annientati è una spinta o una necessità che penso possa avere ancora oggi un forte impatto teatrale. Tutta l’azione è un lungo flash-back, in puro stile hollywoodiano, Eddie Carbone, il protagonista, sale sul palco quando tutto il pubblico già sa che è morto. Questo spettacolo rappresenta una magnifica occasione per mettere in scena un testo che assomiglia a una sceneggiatura cinematografica e, alla luce di tutto il materiale che ha potuto generare dal 1955 ad oggi – film, fotografie, serie televisive
– credo possa essere interessante e divertente una versione teatrale che tenga presente tutti questi figli.

Una grande storia raccontata come un film, ma a teatro”.

MASSIMO POPOLIZIO

regia di Massimo Popolizio
scene Marco Rossi
costumi Gianluca Sbicca

con Massimo Popolizio
e con Valentina Sperlì, Michele Nani, Raffaele Esposito, Lorenzo Grilli, Gaja Masciale, Felice Montervino, Marco Mavaracchio, Gabriele Brunelli

produzione Compagnia Umberto Orsini Teatro di Roma – Teatro Nazionale Emilia Romagna Teatro ERT / Teatro Nazionale

NUOVO ALLESTIMENTO
Lo spettacolo è allestito al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, dove debutterà in anteprima nazionale
prima di iniziare una tournée nei teatri più importanti d’Italia.

BIGLIETTI

PLATEA
POSTO PALCO platea centrale
POSTO PALCO I ordine centrale
Intero € 21
Ridotto* € 18

POSTO PALCO platea laterale
I ordine laterale
II – III ordine centrale
Intero € 17
Ridotto* € 14

GALLERIA / POSTO PALCO
II – III ordine laterale
Intero € 10
*sotto i 28 e sopra i 65 anni

VENDITA
Da giovedì 17 novembre possono essere acquistati i biglietti per tutta la Stagione.

BOTTEGHINO TEATRO CAIO MELISSO SPAZIO CARLA FENDI
Piazza del Duomo, 4 – T 0743 222209
IL GIORNO DELLO SPETTACOLO dalle 17 per gli spettacoli delle 20.45 e dalle 15 per gli spettacoli delle 17

BOTTEGHINO TEATRO NUOVO GIAN CARLO MENOTTI
Via Vaita S.Andrea, 20 – T 0743 222647
IL GIORNO DELLO SPETTACOLO dalle 17 per gli spettacoli delle 20.45 e dalle 15 per gli spettacoli delle 17

ONLINE
www.teatrostabile.umbria.it

PRENOTAZIONI TELEFONICHE BOTTEGHINO REGIONALE
T 075 57542222 lunedì—sabato, ore 17 > 20
è possibile prenotare dopo l’ultima replica dello spettacolo precedente. I biglietti prenotati devono essere ritirati entro le 20 del giorno dello spettacolo

Feb
1
Mer
Mostra | KLAUS MÜNCH Nel più ampio cerchio, in qualche luogo @ Palazzo Collicola
Feb 1 giorno intero


KLAUS MÜNCH
Nel più ampio cerchio, in qualche luogo

Palazzo Collicola
dal 12 novembre 2022 al 12 febbraio 2023

Inaugurazione sabato 12 novembre alle ore 11.00

Attraverso le forme perturbanti ma anche straordinariamente realistiche di Klaus Münch possiamo leggere aspetti meno visibili del nostro universo/mondo, ma anche più carichi di implicazioni, soprattutto alla luce di quanto successo in anni di pandemie da una parte e di importanti scoperte scientifiche dall’altra. Da virus che hanno cambiato le sorti della storia a onde gravitazionali e fusioni di buchi neri che piegano spazi infiniti come fossero fogli di carta, il nostro universo, e noi con esso, si muove senza sosta tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande.

L’opera di Klaus Münch sembra avvertire presagi oscuri ma anche tutta la ricchezza di queste realtà con estrema lucidità, con una vena di utopismo visionario e post romantico tipico di quegli altri mondi che solo scrittori e registi di film di fantascienza hanno saputo immaginare.

Come ha avuto già modo di scrivere sull’artista Bruno Corà, curatore della mostra, “quelle offerte dall’immaginario di Münch, con le sue cupole o calotte curve di plexiglas serigrafate con immagini di ingrandimenti al microscopio di organismi biocellulari, di cui da anni esplora le fantasmagoriche morfologie, ci appaiono come costellazioni articolate in gruppi di galassie”.

La mostra Nel più ampio cerchio in qualche luogo (la citazione è da alcuni versi di Rilke), che si compone di circa cinquanta opere tra grandi disegni, fogli di pvc e sculture semitrasparenti e specchianti di resina colorate realizzate tra il 1987 e il 2022, installate negli spazi del piano terra di Palazzo Collicola, diventa un vero e proprio viaggio tra forme di vita organica e cosmica, artificiale e spontanea, sintetica e batterica, in un percorso immaginifico di grande forza e fragilità allo stesso tempo, in cui lo sguardo e la seduzione del vedere attraverso rappresentano il contenuto subliminale della mostra.

Con l’occasione verrà pubblicato un catalogo edito da Forma con testi critici di Marco Tonelli (direttore di Palazzo Collicola), Bruno Corà e Aldo Iori.

Klaus Münch è nato a Freiburg (Germania) nel 1953. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Carrara e si è diplomato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Vive e lavora tra la Germania e l’Italia. La sua prima mostra personale si tiene nel 1987 presso lo Studio Gianni Caruso di Torino, a cui seguiranno altre personali presso la Galleria Rossana Ferri di Modena (1993), la Galerie Albert Baumgarten di Friburgo (1995), Opera Paese a Roma (2000), Giardino al CAMEC di La Spezia (2006), Nuovi Organismi spaziali presso a Palazzo Panichi di Pietrasanta (2013), Gocce di spazi paralleli alla Fabbrica del Vapore di Milano (2016), Resine, PVC, Cupole (1987-2018) presso il CAMUSAC di Cassino (2018-2019). Ha esposto in varie mostre collettive in musei e spazi europei e italiani tra cui il Nebeneben a Monaco di Baviera (1986), il Musée d’Art et Histoire di Metz (1988), nella rassegna Jeune Sculpture di Port d’Austerlitz di Parigi (1990), presso la Pinacoteca Civica di Fabriano nella mostra Contemporanea (1997), il Kunstverein Freiburg di Friburgo (2005), mentre nel 2017 partecipa sia alla rassegna Artsite – Residenze Reali nei Castelli di Gove e Racconigi che al Palazzo Belmonte Riso a Palermo. Nel 2002 partecipa alla manifestazione Scultura internazionale presso La Mandria, Venaria Reale di Torino, nel 2006 è invitato alla XII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara e nel 2007 espone nella rassegna Artempo a Palazzo Fortuny a Venezia nell’ambito della LII Biennale di Venezia. Nel 2012 vince il concorso per l’installazione di un’opera nella città di Donaueschingen in Germania nell’ambito della manifestazione Heirnattage Donaueschingen Skulpturenweg del Museo Biedermann. Le due esposizioni più recenti risalgono al 2020 con la mostra Plastic Fantastic alla Galerie Albert Baumgarten di Freiburg e nel 2021 alla Biennale Socle du Monde presso HEART Museum di Herning in Danimarca.

Feb
2
Gio
Mostra | KLAUS MÜNCH Nel più ampio cerchio, in qualche luogo @ Palazzo Collicola
Feb 2 giorno intero


KLAUS MÜNCH
Nel più ampio cerchio, in qualche luogo

Palazzo Collicola
dal 12 novembre 2022 al 12 febbraio 2023

Inaugurazione sabato 12 novembre alle ore 11.00

Attraverso le forme perturbanti ma anche straordinariamente realistiche di Klaus Münch possiamo leggere aspetti meno visibili del nostro universo/mondo, ma anche più carichi di implicazioni, soprattutto alla luce di quanto successo in anni di pandemie da una parte e di importanti scoperte scientifiche dall’altra. Da virus che hanno cambiato le sorti della storia a onde gravitazionali e fusioni di buchi neri che piegano spazi infiniti come fossero fogli di carta, il nostro universo, e noi con esso, si muove senza sosta tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande.

L’opera di Klaus Münch sembra avvertire presagi oscuri ma anche tutta la ricchezza di queste realtà con estrema lucidità, con una vena di utopismo visionario e post romantico tipico di quegli altri mondi che solo scrittori e registi di film di fantascienza hanno saputo immaginare.

Come ha avuto già modo di scrivere sull’artista Bruno Corà, curatore della mostra, “quelle offerte dall’immaginario di Münch, con le sue cupole o calotte curve di plexiglas serigrafate con immagini di ingrandimenti al microscopio di organismi biocellulari, di cui da anni esplora le fantasmagoriche morfologie, ci appaiono come costellazioni articolate in gruppi di galassie”.

La mostra Nel più ampio cerchio in qualche luogo (la citazione è da alcuni versi di Rilke), che si compone di circa cinquanta opere tra grandi disegni, fogli di pvc e sculture semitrasparenti e specchianti di resina colorate realizzate tra il 1987 e il 2022, installate negli spazi del piano terra di Palazzo Collicola, diventa un vero e proprio viaggio tra forme di vita organica e cosmica, artificiale e spontanea, sintetica e batterica, in un percorso immaginifico di grande forza e fragilità allo stesso tempo, in cui lo sguardo e la seduzione del vedere attraverso rappresentano il contenuto subliminale della mostra.

Con l’occasione verrà pubblicato un catalogo edito da Forma con testi critici di Marco Tonelli (direttore di Palazzo Collicola), Bruno Corà e Aldo Iori.

Klaus Münch è nato a Freiburg (Germania) nel 1953. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Carrara e si è diplomato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Vive e lavora tra la Germania e l’Italia. La sua prima mostra personale si tiene nel 1987 presso lo Studio Gianni Caruso di Torino, a cui seguiranno altre personali presso la Galleria Rossana Ferri di Modena (1993), la Galerie Albert Baumgarten di Friburgo (1995), Opera Paese a Roma (2000), Giardino al CAMEC di La Spezia (2006), Nuovi Organismi spaziali presso a Palazzo Panichi di Pietrasanta (2013), Gocce di spazi paralleli alla Fabbrica del Vapore di Milano (2016), Resine, PVC, Cupole (1987-2018) presso il CAMUSAC di Cassino (2018-2019). Ha esposto in varie mostre collettive in musei e spazi europei e italiani tra cui il Nebeneben a Monaco di Baviera (1986), il Musée d’Art et Histoire di Metz (1988), nella rassegna Jeune Sculpture di Port d’Austerlitz di Parigi (1990), presso la Pinacoteca Civica di Fabriano nella mostra Contemporanea (1997), il Kunstverein Freiburg di Friburgo (2005), mentre nel 2017 partecipa sia alla rassegna Artsite – Residenze Reali nei Castelli di Gove e Racconigi che al Palazzo Belmonte Riso a Palermo. Nel 2002 partecipa alla manifestazione Scultura internazionale presso La Mandria, Venaria Reale di Torino, nel 2006 è invitato alla XII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara e nel 2007 espone nella rassegna Artempo a Palazzo Fortuny a Venezia nell’ambito della LII Biennale di Venezia. Nel 2012 vince il concorso per l’installazione di un’opera nella città di Donaueschingen in Germania nell’ambito della manifestazione Heirnattage Donaueschingen Skulpturenweg del Museo Biedermann. Le due esposizioni più recenti risalgono al 2020 con la mostra Plastic Fantastic alla Galerie Albert Baumgarten di Freiburg e nel 2021 alla Biennale Socle du Monde presso HEART Museum di Herning in Danimarca.

Feb
3
Ven
FAUNA 2023 | Tre giorni alla scoperta della fauna in città e dei rapporti vecchi e nuovi tra uomini e animali @ Spoleto
Feb 3 giorno intero

Torna a Spoleto dal 3 al 5 febbraio 2023 la grande manifestazione dedicata all’ambiente giunta alla sua quinta edizione. In programma attività didattiche ed escursionistiche, visite guidate alla scoperta della fauna selvatica umbra, la proiezione del documentario Il Marsicano. L’ultimo Orso di Massimiliano Sbrolla concesso in uso da Parco Nazionale d’Abruzzo e Sky, Caccia grossa a Spoleto. Animali dipinti dalla Rocca a Palazzo Mauri, la particolare caccia al tesoro a cura di Marco Masseti, l’aperitivo letterario introduzione al disegno naturalistico a cura di Angelo Speziale e letture di brani tratti da I Paesaggi dell’Umbria ed il convegno Fauna in città: rapporti vecchi e nuovi tra uomini e animali con coordinamento scientifico e moderazione a cura di Mauro Magrini e Andrea Sforzi.

L’evento, plastic free, “Fauna” è stato avviato nel 2019 con un convegno sulla figura del professore Bernardino Ragni, zoologo spoletino scomparso nel 2018 che ha speso la sua esistenza allo studio e alla conoscenza della fauna selvatica, ed è proseguito negli anni successivi con convegni e iniziative dedicati al “Gatto Selvatico Europeo”, al tema “Il lupo in Italia” e ”Aquila reale”, che hanno permesso di approfondire la conoscenza della fauna selvatica italiana.

Per iscrizioni e prenotazioni, da effettuare entro il 1 febbraio 2023, è possibile compilare il form di Google raggiungibile al link >> https://bit.ly/3kk1SXk

Locandina con programma

Per avere informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Informazioni Turistiche IAT del Comune di Spoleto, in corso Mazzini, largo Ferrer 6, dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.00 e la domenica dalle 9.00 alle 13.00, o contattare Federica Andreini al numero 335.1646004 e Michele Capitani al 351.8177005.

Mostra | KLAUS MÜNCH Nel più ampio cerchio, in qualche luogo @ Palazzo Collicola
Feb 3 giorno intero


KLAUS MÜNCH
Nel più ampio cerchio, in qualche luogo

Palazzo Collicola
dal 12 novembre 2022 al 12 febbraio 2023

Inaugurazione sabato 12 novembre alle ore 11.00

Attraverso le forme perturbanti ma anche straordinariamente realistiche di Klaus Münch possiamo leggere aspetti meno visibili del nostro universo/mondo, ma anche più carichi di implicazioni, soprattutto alla luce di quanto successo in anni di pandemie da una parte e di importanti scoperte scientifiche dall’altra. Da virus che hanno cambiato le sorti della storia a onde gravitazionali e fusioni di buchi neri che piegano spazi infiniti come fossero fogli di carta, il nostro universo, e noi con esso, si muove senza sosta tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande.

L’opera di Klaus Münch sembra avvertire presagi oscuri ma anche tutta la ricchezza di queste realtà con estrema lucidità, con una vena di utopismo visionario e post romantico tipico di quegli altri mondi che solo scrittori e registi di film di fantascienza hanno saputo immaginare.

Come ha avuto già modo di scrivere sull’artista Bruno Corà, curatore della mostra, “quelle offerte dall’immaginario di Münch, con le sue cupole o calotte curve di plexiglas serigrafate con immagini di ingrandimenti al microscopio di organismi biocellulari, di cui da anni esplora le fantasmagoriche morfologie, ci appaiono come costellazioni articolate in gruppi di galassie”.

La mostra Nel più ampio cerchio in qualche luogo (la citazione è da alcuni versi di Rilke), che si compone di circa cinquanta opere tra grandi disegni, fogli di pvc e sculture semitrasparenti e specchianti di resina colorate realizzate tra il 1987 e il 2022, installate negli spazi del piano terra di Palazzo Collicola, diventa un vero e proprio viaggio tra forme di vita organica e cosmica, artificiale e spontanea, sintetica e batterica, in un percorso immaginifico di grande forza e fragilità allo stesso tempo, in cui lo sguardo e la seduzione del vedere attraverso rappresentano il contenuto subliminale della mostra.

Con l’occasione verrà pubblicato un catalogo edito da Forma con testi critici di Marco Tonelli (direttore di Palazzo Collicola), Bruno Corà e Aldo Iori.

Klaus Münch è nato a Freiburg (Germania) nel 1953. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Carrara e si è diplomato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Vive e lavora tra la Germania e l’Italia. La sua prima mostra personale si tiene nel 1987 presso lo Studio Gianni Caruso di Torino, a cui seguiranno altre personali presso la Galleria Rossana Ferri di Modena (1993), la Galerie Albert Baumgarten di Friburgo (1995), Opera Paese a Roma (2000), Giardino al CAMEC di La Spezia (2006), Nuovi Organismi spaziali presso a Palazzo Panichi di Pietrasanta (2013), Gocce di spazi paralleli alla Fabbrica del Vapore di Milano (2016), Resine, PVC, Cupole (1987-2018) presso il CAMUSAC di Cassino (2018-2019). Ha esposto in varie mostre collettive in musei e spazi europei e italiani tra cui il Nebeneben a Monaco di Baviera (1986), il Musée d’Art et Histoire di Metz (1988), nella rassegna Jeune Sculpture di Port d’Austerlitz di Parigi (1990), presso la Pinacoteca Civica di Fabriano nella mostra Contemporanea (1997), il Kunstverein Freiburg di Friburgo (2005), mentre nel 2017 partecipa sia alla rassegna Artsite – Residenze Reali nei Castelli di Gove e Racconigi che al Palazzo Belmonte Riso a Palermo. Nel 2002 partecipa alla manifestazione Scultura internazionale presso La Mandria, Venaria Reale di Torino, nel 2006 è invitato alla XII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara e nel 2007 espone nella rassegna Artempo a Palazzo Fortuny a Venezia nell’ambito della LII Biennale di Venezia. Nel 2012 vince il concorso per l’installazione di un’opera nella città di Donaueschingen in Germania nell’ambito della manifestazione Heirnattage Donaueschingen Skulpturenweg del Museo Biedermann. Le due esposizioni più recenti risalgono al 2020 con la mostra Plastic Fantastic alla Galerie Albert Baumgarten di Freiburg e nel 2021 alla Biennale Socle du Monde presso HEART Museum di Herning in Danimarca.

Feb
4
Sab
FAUNA 2023 | Tre giorni alla scoperta della fauna in città e dei rapporti vecchi e nuovi tra uomini e animali @ Spoleto
Feb 4 giorno intero

Torna a Spoleto dal 3 al 5 febbraio 2023 la grande manifestazione dedicata all’ambiente giunta alla sua quinta edizione. In programma attività didattiche ed escursionistiche, visite guidate alla scoperta della fauna selvatica umbra, la proiezione del documentario Il Marsicano. L’ultimo Orso di Massimiliano Sbrolla concesso in uso da Parco Nazionale d’Abruzzo e Sky, Caccia grossa a Spoleto. Animali dipinti dalla Rocca a Palazzo Mauri, la particolare caccia al tesoro a cura di Marco Masseti, l’aperitivo letterario introduzione al disegno naturalistico a cura di Angelo Speziale e letture di brani tratti da I Paesaggi dell’Umbria ed il convegno Fauna in città: rapporti vecchi e nuovi tra uomini e animali con coordinamento scientifico e moderazione a cura di Mauro Magrini e Andrea Sforzi.

L’evento, plastic free, “Fauna” è stato avviato nel 2019 con un convegno sulla figura del professore Bernardino Ragni, zoologo spoletino scomparso nel 2018 che ha speso la sua esistenza allo studio e alla conoscenza della fauna selvatica, ed è proseguito negli anni successivi con convegni e iniziative dedicati al “Gatto Selvatico Europeo”, al tema “Il lupo in Italia” e ”Aquila reale”, che hanno permesso di approfondire la conoscenza della fauna selvatica italiana.

Per iscrizioni e prenotazioni, da effettuare entro il 1 febbraio 2023, è possibile compilare il form di Google raggiungibile al link >> https://bit.ly/3kk1SXk

Locandina con programma

Per avere informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Informazioni Turistiche IAT del Comune di Spoleto, in corso Mazzini, largo Ferrer 6, dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.00 e la domenica dalle 9.00 alle 13.00, o contattare Federica Andreini al numero 335.1646004 e Michele Capitani al 351.8177005.

Mostra | KLAUS MÜNCH Nel più ampio cerchio, in qualche luogo @ Palazzo Collicola
Feb 4 giorno intero


KLAUS MÜNCH
Nel più ampio cerchio, in qualche luogo

Palazzo Collicola
dal 12 novembre 2022 al 12 febbraio 2023

Inaugurazione sabato 12 novembre alle ore 11.00

Attraverso le forme perturbanti ma anche straordinariamente realistiche di Klaus Münch possiamo leggere aspetti meno visibili del nostro universo/mondo, ma anche più carichi di implicazioni, soprattutto alla luce di quanto successo in anni di pandemie da una parte e di importanti scoperte scientifiche dall’altra. Da virus che hanno cambiato le sorti della storia a onde gravitazionali e fusioni di buchi neri che piegano spazi infiniti come fossero fogli di carta, il nostro universo, e noi con esso, si muove senza sosta tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande.

L’opera di Klaus Münch sembra avvertire presagi oscuri ma anche tutta la ricchezza di queste realtà con estrema lucidità, con una vena di utopismo visionario e post romantico tipico di quegli altri mondi che solo scrittori e registi di film di fantascienza hanno saputo immaginare.

Come ha avuto già modo di scrivere sull’artista Bruno Corà, curatore della mostra, “quelle offerte dall’immaginario di Münch, con le sue cupole o calotte curve di plexiglas serigrafate con immagini di ingrandimenti al microscopio di organismi biocellulari, di cui da anni esplora le fantasmagoriche morfologie, ci appaiono come costellazioni articolate in gruppi di galassie”.

La mostra Nel più ampio cerchio in qualche luogo (la citazione è da alcuni versi di Rilke), che si compone di circa cinquanta opere tra grandi disegni, fogli di pvc e sculture semitrasparenti e specchianti di resina colorate realizzate tra il 1987 e il 2022, installate negli spazi del piano terra di Palazzo Collicola, diventa un vero e proprio viaggio tra forme di vita organica e cosmica, artificiale e spontanea, sintetica e batterica, in un percorso immaginifico di grande forza e fragilità allo stesso tempo, in cui lo sguardo e la seduzione del vedere attraverso rappresentano il contenuto subliminale della mostra.

Con l’occasione verrà pubblicato un catalogo edito da Forma con testi critici di Marco Tonelli (direttore di Palazzo Collicola), Bruno Corà e Aldo Iori.

Klaus Münch è nato a Freiburg (Germania) nel 1953. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Carrara e si è diplomato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Vive e lavora tra la Germania e l’Italia. La sua prima mostra personale si tiene nel 1987 presso lo Studio Gianni Caruso di Torino, a cui seguiranno altre personali presso la Galleria Rossana Ferri di Modena (1993), la Galerie Albert Baumgarten di Friburgo (1995), Opera Paese a Roma (2000), Giardino al CAMEC di La Spezia (2006), Nuovi Organismi spaziali presso a Palazzo Panichi di Pietrasanta (2013), Gocce di spazi paralleli alla Fabbrica del Vapore di Milano (2016), Resine, PVC, Cupole (1987-2018) presso il CAMUSAC di Cassino (2018-2019). Ha esposto in varie mostre collettive in musei e spazi europei e italiani tra cui il Nebeneben a Monaco di Baviera (1986), il Musée d’Art et Histoire di Metz (1988), nella rassegna Jeune Sculpture di Port d’Austerlitz di Parigi (1990), presso la Pinacoteca Civica di Fabriano nella mostra Contemporanea (1997), il Kunstverein Freiburg di Friburgo (2005), mentre nel 2017 partecipa sia alla rassegna Artsite – Residenze Reali nei Castelli di Gove e Racconigi che al Palazzo Belmonte Riso a Palermo. Nel 2002 partecipa alla manifestazione Scultura internazionale presso La Mandria, Venaria Reale di Torino, nel 2006 è invitato alla XII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara e nel 2007 espone nella rassegna Artempo a Palazzo Fortuny a Venezia nell’ambito della LII Biennale di Venezia. Nel 2012 vince il concorso per l’installazione di un’opera nella città di Donaueschingen in Germania nell’ambito della manifestazione Heirnattage Donaueschingen Skulpturenweg del Museo Biedermann. Le due esposizioni più recenti risalgono al 2020 con la mostra Plastic Fantastic alla Galerie Albert Baumgarten di Freiburg e nel 2021 alla Biennale Socle du Monde presso HEART Museum di Herning in Danimarca.

Feb
5
Dom
FAUNA 2023 | Tre giorni alla scoperta della fauna in città e dei rapporti vecchi e nuovi tra uomini e animali @ Spoleto
Feb 5 giorno intero

Torna a Spoleto dal 3 al 5 febbraio 2023 la grande manifestazione dedicata all’ambiente giunta alla sua quinta edizione. In programma attività didattiche ed escursionistiche, visite guidate alla scoperta della fauna selvatica umbra, la proiezione del documentario Il Marsicano. L’ultimo Orso di Massimiliano Sbrolla concesso in uso da Parco Nazionale d’Abruzzo e Sky, Caccia grossa a Spoleto. Animali dipinti dalla Rocca a Palazzo Mauri, la particolare caccia al tesoro a cura di Marco Masseti, l’aperitivo letterario introduzione al disegno naturalistico a cura di Angelo Speziale e letture di brani tratti da I Paesaggi dell’Umbria ed il convegno Fauna in città: rapporti vecchi e nuovi tra uomini e animali con coordinamento scientifico e moderazione a cura di Mauro Magrini e Andrea Sforzi.

L’evento, plastic free, “Fauna” è stato avviato nel 2019 con un convegno sulla figura del professore Bernardino Ragni, zoologo spoletino scomparso nel 2018 che ha speso la sua esistenza allo studio e alla conoscenza della fauna selvatica, ed è proseguito negli anni successivi con convegni e iniziative dedicati al “Gatto Selvatico Europeo”, al tema “Il lupo in Italia” e ”Aquila reale”, che hanno permesso di approfondire la conoscenza della fauna selvatica italiana.

Per iscrizioni e prenotazioni, da effettuare entro il 1 febbraio 2023, è possibile compilare il form di Google raggiungibile al link >> https://bit.ly/3kk1SXk

Locandina con programma

Per avere informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Informazioni Turistiche IAT del Comune di Spoleto, in corso Mazzini, largo Ferrer 6, dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.00 e la domenica dalle 9.00 alle 13.00, o contattare Federica Andreini al numero 335.1646004 e Michele Capitani al 351.8177005.

Mostra | KLAUS MÜNCH Nel più ampio cerchio, in qualche luogo @ Palazzo Collicola
Feb 5 giorno intero


KLAUS MÜNCH
Nel più ampio cerchio, in qualche luogo

Palazzo Collicola
dal 12 novembre 2022 al 12 febbraio 2023

Inaugurazione sabato 12 novembre alle ore 11.00

Attraverso le forme perturbanti ma anche straordinariamente realistiche di Klaus Münch possiamo leggere aspetti meno visibili del nostro universo/mondo, ma anche più carichi di implicazioni, soprattutto alla luce di quanto successo in anni di pandemie da una parte e di importanti scoperte scientifiche dall’altra. Da virus che hanno cambiato le sorti della storia a onde gravitazionali e fusioni di buchi neri che piegano spazi infiniti come fossero fogli di carta, il nostro universo, e noi con esso, si muove senza sosta tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande.

L’opera di Klaus Münch sembra avvertire presagi oscuri ma anche tutta la ricchezza di queste realtà con estrema lucidità, con una vena di utopismo visionario e post romantico tipico di quegli altri mondi che solo scrittori e registi di film di fantascienza hanno saputo immaginare.

Come ha avuto già modo di scrivere sull’artista Bruno Corà, curatore della mostra, “quelle offerte dall’immaginario di Münch, con le sue cupole o calotte curve di plexiglas serigrafate con immagini di ingrandimenti al microscopio di organismi biocellulari, di cui da anni esplora le fantasmagoriche morfologie, ci appaiono come costellazioni articolate in gruppi di galassie”.

La mostra Nel più ampio cerchio in qualche luogo (la citazione è da alcuni versi di Rilke), che si compone di circa cinquanta opere tra grandi disegni, fogli di pvc e sculture semitrasparenti e specchianti di resina colorate realizzate tra il 1987 e il 2022, installate negli spazi del piano terra di Palazzo Collicola, diventa un vero e proprio viaggio tra forme di vita organica e cosmica, artificiale e spontanea, sintetica e batterica, in un percorso immaginifico di grande forza e fragilità allo stesso tempo, in cui lo sguardo e la seduzione del vedere attraverso rappresentano il contenuto subliminale della mostra.

Con l’occasione verrà pubblicato un catalogo edito da Forma con testi critici di Marco Tonelli (direttore di Palazzo Collicola), Bruno Corà e Aldo Iori.

Klaus Münch è nato a Freiburg (Germania) nel 1953. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Carrara e si è diplomato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Vive e lavora tra la Germania e l’Italia. La sua prima mostra personale si tiene nel 1987 presso lo Studio Gianni Caruso di Torino, a cui seguiranno altre personali presso la Galleria Rossana Ferri di Modena (1993), la Galerie Albert Baumgarten di Friburgo (1995), Opera Paese a Roma (2000), Giardino al CAMEC di La Spezia (2006), Nuovi Organismi spaziali presso a Palazzo Panichi di Pietrasanta (2013), Gocce di spazi paralleli alla Fabbrica del Vapore di Milano (2016), Resine, PVC, Cupole (1987-2018) presso il CAMUSAC di Cassino (2018-2019). Ha esposto in varie mostre collettive in musei e spazi europei e italiani tra cui il Nebeneben a Monaco di Baviera (1986), il Musée d’Art et Histoire di Metz (1988), nella rassegna Jeune Sculpture di Port d’Austerlitz di Parigi (1990), presso la Pinacoteca Civica di Fabriano nella mostra Contemporanea (1997), il Kunstverein Freiburg di Friburgo (2005), mentre nel 2017 partecipa sia alla rassegna Artsite – Residenze Reali nei Castelli di Gove e Racconigi che al Palazzo Belmonte Riso a Palermo. Nel 2002 partecipa alla manifestazione Scultura internazionale presso La Mandria, Venaria Reale di Torino, nel 2006 è invitato alla XII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara e nel 2007 espone nella rassegna Artempo a Palazzo Fortuny a Venezia nell’ambito della LII Biennale di Venezia. Nel 2012 vince il concorso per l’installazione di un’opera nella città di Donaueschingen in Germania nell’ambito della manifestazione Heirnattage Donaueschingen Skulpturenweg del Museo Biedermann. Le due esposizioni più recenti risalgono al 2020 con la mostra Plastic Fantastic alla Galerie Albert Baumgarten di Freiburg e nel 2021 alla Biennale Socle du Monde presso HEART Museum di Herning in Danimarca.

Visita guidata SPOLETO CARD | STORIE D’AMORE E DI ARMI – Il ciclo pittorico della Camera Pinta @ Rocca Albornoz
Feb 5@11:00

Le visite guidate tematiche nei musei sono GRATUITE per i POSSESSORI della SPOLETO CARD.
Le visite guidate tematiche sono SOLO SU PRENOTAZIONE e A NUMERO CHIUSO.
La partecipazione alle attività in programma prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.

Si può partecipare alle visite guidate anche senza SPOLETO CARD con una tariffa agevolata di € 4,00 a persona, oltre il biglietto del museo.

La SPOLETO CARD è un biglietto cumulativo che consente di accedere a numerosi siti museali del territorio e usufruire di particolari vantaggi.
La SPOLETO CARD si può acquistare nei siti museali aderenti ed è valida 7 giorni.

TARIFFE SPOLETO CARD:
Red Card: € 9,50
Green Card: € 8,00 (dai 18 ai 25 anni, oltre 65 anni, gruppi)
A cura di: Sistema Museo, in collaborazione con il Comune di Spoleto.

Per informazioni e prenotazioni:
Soc. Coop. Sistema Museo
Tel e fax 0743 46434 – 0743 224952
E-mail: info@spoletocard.it
Sito web: www.spoletocard.it

La Domenica dei Sogni – Teatro per ragazzi @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti
Feb 5@16:30

Cinque gli spettacoli della rassegna teatrale dedicata ai bambini, in programma dal 3 dicembre al 12 marzo



L’assessore Chiodetti:”Abbiamo fortemente voluto questa ripartenza, un percorso nato nel 2009 grazie ad una felicissima e lungimirante intuizione di VincenzoCerami

Torna la rassegna di teatro famiglia “La Domenica dei Sogni”, ideata da Vincenzo Cerami nel 2009 per promuovere l’amore per il teatro tra le giovani generazioni.

Dal 3 dicembre al 12 marzo saranno cinque gli spettacoli che accompagneranno i bambini e le loro famiglie durante tutto il periodo invernale, un viaggio insieme alle migliori compagnie d’Italia nella splendida cornice del Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti la domenica alle ore 16.30.

La magia del Natale, l’avventura di un viaggio, la meraviglia della diversità e la bellezza dell’accoglienza, passando per la sempiterna favola di Pinocchio fino ad arrivare all’avvincente storia degli elefanti di Annibale. Abbiamo fortemente voluto questa ripartenza dopo lo stop dell’emergenza sanitaria, perché “La Domenica dei Sogni” è un’occasione per far conoscere ai giovani e ai giovanissimi il linguaggio teatrale, condividendo con le proprie famiglie il confronto e il dialogo sulle tematiche raccontate – ha spiegato l’assessore Danilo ChiodettiQuesto percorso, arrivato alla tredicesima edizione e nato nel 2009 grazie ad una felicissima e lungimirante intuizione di Vincenzo Cerami, allora assessore alla cultura di Spoleto, vuole contribuire a fornire attraverso il racconto, la fantasia e la cultura, anche e soprattutto ai più giovani, quelle chiavi di lettura necessarie a vivere la quotidianità, i rapporti, la socialità”.

Il programma di quest’anno della “Domenica dei Sogni” prenderà il via con due appuntamenti nel mese di dicembre. Domenica 3 si inizia con “Chi ha rapito Babbo Natale”, spettacolo della Compagnia Teatro Verde di Roma, vincitore del Premio Città di Aosta 2003, di Andrea Calabretta per la regia Pino Strabioli, per poi proseguire il 18 dicembre con “Sapore di sale. L’odissea di una sardina” della Compagnia La Baracca Testoni Ragazzi di Bologna, di Bruno Cappagli e Fabio Galanti.

Saranno tre gli appuntamenti del 2023. Il primo è in programma il 15 gennaio, quando al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti arriverà “Pinocchio”, spettacolo della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani di Torino (ideazione e regia di Luigina Dagostino, con Claudio Dughera, Daniel Lascar, Claudia Martore), mentre il 5 febbraio sarà la volta di “La fiaba di Celeste” della Compagnia La Piccionaia, di Gianni Franceschini.

L’ultimo spettacolo della rassegna di Teatro Famiglia “La Domenica dei Sogni” sarà “Annibale memorie di un elefante” della Compagnia Teatro Gioco Vita, in programma domenica 12 marzo. Il progetto, la drammaturgia e la regia è di Nicola Cavallari, con Giorgio Branca, Nicola Cavallari e Tommaso Pusant Pagliarini.

Feb
6
Lun
Mostra | KLAUS MÜNCH Nel più ampio cerchio, in qualche luogo @ Palazzo Collicola
Feb 6 giorno intero


KLAUS MÜNCH
Nel più ampio cerchio, in qualche luogo

Palazzo Collicola
dal 12 novembre 2022 al 12 febbraio 2023

Inaugurazione sabato 12 novembre alle ore 11.00

Attraverso le forme perturbanti ma anche straordinariamente realistiche di Klaus Münch possiamo leggere aspetti meno visibili del nostro universo/mondo, ma anche più carichi di implicazioni, soprattutto alla luce di quanto successo in anni di pandemie da una parte e di importanti scoperte scientifiche dall’altra. Da virus che hanno cambiato le sorti della storia a onde gravitazionali e fusioni di buchi neri che piegano spazi infiniti come fossero fogli di carta, il nostro universo, e noi con esso, si muove senza sosta tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande.

L’opera di Klaus Münch sembra avvertire presagi oscuri ma anche tutta la ricchezza di queste realtà con estrema lucidità, con una vena di utopismo visionario e post romantico tipico di quegli altri mondi che solo scrittori e registi di film di fantascienza hanno saputo immaginare.

Come ha avuto già modo di scrivere sull’artista Bruno Corà, curatore della mostra, “quelle offerte dall’immaginario di Münch, con le sue cupole o calotte curve di plexiglas serigrafate con immagini di ingrandimenti al microscopio di organismi biocellulari, di cui da anni esplora le fantasmagoriche morfologie, ci appaiono come costellazioni articolate in gruppi di galassie”.

La mostra Nel più ampio cerchio in qualche luogo (la citazione è da alcuni versi di Rilke), che si compone di circa cinquanta opere tra grandi disegni, fogli di pvc e sculture semitrasparenti e specchianti di resina colorate realizzate tra il 1987 e il 2022, installate negli spazi del piano terra di Palazzo Collicola, diventa un vero e proprio viaggio tra forme di vita organica e cosmica, artificiale e spontanea, sintetica e batterica, in un percorso immaginifico di grande forza e fragilità allo stesso tempo, in cui lo sguardo e la seduzione del vedere attraverso rappresentano il contenuto subliminale della mostra.

Con l’occasione verrà pubblicato un catalogo edito da Forma con testi critici di Marco Tonelli (direttore di Palazzo Collicola), Bruno Corà e Aldo Iori.

Klaus Münch è nato a Freiburg (Germania) nel 1953. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Carrara e si è diplomato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Vive e lavora tra la Germania e l’Italia. La sua prima mostra personale si tiene nel 1987 presso lo Studio Gianni Caruso di Torino, a cui seguiranno altre personali presso la Galleria Rossana Ferri di Modena (1993), la Galerie Albert Baumgarten di Friburgo (1995), Opera Paese a Roma (2000), Giardino al CAMEC di La Spezia (2006), Nuovi Organismi spaziali presso a Palazzo Panichi di Pietrasanta (2013), Gocce di spazi paralleli alla Fabbrica del Vapore di Milano (2016), Resine, PVC, Cupole (1987-2018) presso il CAMUSAC di Cassino (2018-2019). Ha esposto in varie mostre collettive in musei e spazi europei e italiani tra cui il Nebeneben a Monaco di Baviera (1986), il Musée d’Art et Histoire di Metz (1988), nella rassegna Jeune Sculpture di Port d’Austerlitz di Parigi (1990), presso la Pinacoteca Civica di Fabriano nella mostra Contemporanea (1997), il Kunstverein Freiburg di Friburgo (2005), mentre nel 2017 partecipa sia alla rassegna Artsite – Residenze Reali nei Castelli di Gove e Racconigi che al Palazzo Belmonte Riso a Palermo. Nel 2002 partecipa alla manifestazione Scultura internazionale presso La Mandria, Venaria Reale di Torino, nel 2006 è invitato alla XII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara e nel 2007 espone nella rassegna Artempo a Palazzo Fortuny a Venezia nell’ambito della LII Biennale di Venezia. Nel 2012 vince il concorso per l’installazione di un’opera nella città di Donaueschingen in Germania nell’ambito della manifestazione Heirnattage Donaueschingen Skulpturenweg del Museo Biedermann. Le due esposizioni più recenti risalgono al 2020 con la mostra Plastic Fantastic alla Galerie Albert Baumgarten di Freiburg e nel 2021 alla Biennale Socle du Monde presso HEART Museum di Herning in Danimarca.

Feb
8
Mer
Mostra | KLAUS MÜNCH Nel più ampio cerchio, in qualche luogo @ Palazzo Collicola
Feb 8 giorno intero


KLAUS MÜNCH
Nel più ampio cerchio, in qualche luogo

Palazzo Collicola
dal 12 novembre 2022 al 12 febbraio 2023

Inaugurazione sabato 12 novembre alle ore 11.00

Attraverso le forme perturbanti ma anche straordinariamente realistiche di Klaus Münch possiamo leggere aspetti meno visibili del nostro universo/mondo, ma anche più carichi di implicazioni, soprattutto alla luce di quanto successo in anni di pandemie da una parte e di importanti scoperte scientifiche dall’altra. Da virus che hanno cambiato le sorti della storia a onde gravitazionali e fusioni di buchi neri che piegano spazi infiniti come fossero fogli di carta, il nostro universo, e noi con esso, si muove senza sosta tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande.

L’opera di Klaus Münch sembra avvertire presagi oscuri ma anche tutta la ricchezza di queste realtà con estrema lucidità, con una vena di utopismo visionario e post romantico tipico di quegli altri mondi che solo scrittori e registi di film di fantascienza hanno saputo immaginare.

Come ha avuto già modo di scrivere sull’artista Bruno Corà, curatore della mostra, “quelle offerte dall’immaginario di Münch, con le sue cupole o calotte curve di plexiglas serigrafate con immagini di ingrandimenti al microscopio di organismi biocellulari, di cui da anni esplora le fantasmagoriche morfologie, ci appaiono come costellazioni articolate in gruppi di galassie”.

La mostra Nel più ampio cerchio in qualche luogo (la citazione è da alcuni versi di Rilke), che si compone di circa cinquanta opere tra grandi disegni, fogli di pvc e sculture semitrasparenti e specchianti di resina colorate realizzate tra il 1987 e il 2022, installate negli spazi del piano terra di Palazzo Collicola, diventa un vero e proprio viaggio tra forme di vita organica e cosmica, artificiale e spontanea, sintetica e batterica, in un percorso immaginifico di grande forza e fragilità allo stesso tempo, in cui lo sguardo e la seduzione del vedere attraverso rappresentano il contenuto subliminale della mostra.

Con l’occasione verrà pubblicato un catalogo edito da Forma con testi critici di Marco Tonelli (direttore di Palazzo Collicola), Bruno Corà e Aldo Iori.

Klaus Münch è nato a Freiburg (Germania) nel 1953. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Carrara e si è diplomato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Vive e lavora tra la Germania e l’Italia. La sua prima mostra personale si tiene nel 1987 presso lo Studio Gianni Caruso di Torino, a cui seguiranno altre personali presso la Galleria Rossana Ferri di Modena (1993), la Galerie Albert Baumgarten di Friburgo (1995), Opera Paese a Roma (2000), Giardino al CAMEC di La Spezia (2006), Nuovi Organismi spaziali presso a Palazzo Panichi di Pietrasanta (2013), Gocce di spazi paralleli alla Fabbrica del Vapore di Milano (2016), Resine, PVC, Cupole (1987-2018) presso il CAMUSAC di Cassino (2018-2019). Ha esposto in varie mostre collettive in musei e spazi europei e italiani tra cui il Nebeneben a Monaco di Baviera (1986), il Musée d’Art et Histoire di Metz (1988), nella rassegna Jeune Sculpture di Port d’Austerlitz di Parigi (1990), presso la Pinacoteca Civica di Fabriano nella mostra Contemporanea (1997), il Kunstverein Freiburg di Friburgo (2005), mentre nel 2017 partecipa sia alla rassegna Artsite – Residenze Reali nei Castelli di Gove e Racconigi che al Palazzo Belmonte Riso a Palermo. Nel 2002 partecipa alla manifestazione Scultura internazionale presso La Mandria, Venaria Reale di Torino, nel 2006 è invitato alla XII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara e nel 2007 espone nella rassegna Artempo a Palazzo Fortuny a Venezia nell’ambito della LII Biennale di Venezia. Nel 2012 vince il concorso per l’installazione di un’opera nella città di Donaueschingen in Germania nell’ambito della manifestazione Heirnattage Donaueschingen Skulpturenweg del Museo Biedermann. Le due esposizioni più recenti risalgono al 2020 con la mostra Plastic Fantastic alla Galerie Albert Baumgarten di Freiburg e nel 2021 alla Biennale Socle du Monde presso HEART Museum di Herning in Danimarca.

STAGIONE DI PROSA 2022/2023 | DITEGLI SEMPRE DI SÌ di Eduardo De Filippo @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti
Feb 8@20:45
<!--:it-->STAGIONE DI PROSA 2022/2023 | DITEGLI SEMPRE DI SÌ di Eduardo De Filippo<!--:--> @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti

Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, ore 20.45
STAGIONE DI PROSA 2022/2023

DITEGLI SEMPRE DI SÌ
di Eduardo De Filippo

PROGRAMMA in pdf

Ditegli sempre di sì è uno dei primi testi scritti da Eduardo, un’opera vivace, colorata il cui protagonista è un pazzo metodico con la mania della perfezione, una commedia molto divertente che, pur conservando le sue note farsesche, suggerisce serie riflessioni sul labile confine tra salute mentale e follia.

Tra porte che si aprono e si chiudono, equivoci, fraintendimenti, menzogne, illusioni, lo spettatore si ritrova in un clima sospeso tra la surrealtà di Achille Campanile e un Pirandello irresistibilmente proiettato nel pastiche. Via via che si avvicina al finale, il fantasma delle apparenze assume in Ditegli sempre di sì un andamento beffardo, fino a mostrare il perfetto meccanismo della commedia sempre in equilibrio tra comico e tragico.

con (in o. a.) Carolina Rosi, Tony Laudadio, Andrea Cioffi, Antonio D’Avino, Federica Altamura, Vincenzo Castellone, Nicola Di Pinto, Paola Fulciniti, Viola Forestiero, Vincenzo D’Amato, Gianni Cannavacciuolo, Boris De Paola
regia Roberto Andò

scene e luci Gianni Carluccio
costumi Francesca Livia Sartori
produzione Elledieffe – La Compagnia di Teatro di Luca De Filippo, Fondazione Teatro della Toscana

BIGLIETTI

PLATEA
POSTO PALCO platea centrale
POSTO PALCO I ordine centrale
Intero € 21
Ridotto* € 18

POSTO PALCO platea laterale
I ordine laterale
II – III ordine centrale
Intero € 17
Ridotto* € 14

GALLERIA / POSTO PALCO
II – III ordine laterale
Intero € 10
*sotto i 28 e sopra i 65 anni

VENDITA
Da giovedì 17 novembre possono essere acquistati i biglietti per tutta la Stagione.

BOTTEGHINO TEATRO CAIO MELISSO SPAZIO CARLA FENDI
Piazza del Duomo, 4 – T 0743 222209
IL GIORNO DELLO SPETTACOLO dalle 17 per gli spettacoli delle 20.45 e dalle 15 per gli spettacoli delle 17

BOTTEGHINO TEATRO NUOVO GIAN CARLO MENOTTI
Via Vaita S.Andrea, 20 – T 0743 222647
IL GIORNO DELLO SPETTACOLO dalle 17 per gli spettacoli delle 20.45 e dalle 15 per gli spettacoli delle 17

ONLINE
www.teatrostabile.umbria.it

PRENOTAZIONI TELEFONICHE BOTTEGHINO REGIONALE
T 075 57542222 lunedì—sabato, ore 17 > 20
è possibile prenotare dopo l’ultima replica dello spettacolo precedente. I biglietti prenotati devono essere ritirati entro le 20 del giorno dello spettacolo

Feb
9
Gio
Mostra | KLAUS MÜNCH Nel più ampio cerchio, in qualche luogo @ Palazzo Collicola
Feb 9 giorno intero


KLAUS MÜNCH
Nel più ampio cerchio, in qualche luogo

Palazzo Collicola
dal 12 novembre 2022 al 12 febbraio 2023

Inaugurazione sabato 12 novembre alle ore 11.00

Attraverso le forme perturbanti ma anche straordinariamente realistiche di Klaus Münch possiamo leggere aspetti meno visibili del nostro universo/mondo, ma anche più carichi di implicazioni, soprattutto alla luce di quanto successo in anni di pandemie da una parte e di importanti scoperte scientifiche dall’altra. Da virus che hanno cambiato le sorti della storia a onde gravitazionali e fusioni di buchi neri che piegano spazi infiniti come fossero fogli di carta, il nostro universo, e noi con esso, si muove senza sosta tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande.

L’opera di Klaus Münch sembra avvertire presagi oscuri ma anche tutta la ricchezza di queste realtà con estrema lucidità, con una vena di utopismo visionario e post romantico tipico di quegli altri mondi che solo scrittori e registi di film di fantascienza hanno saputo immaginare.

Come ha avuto già modo di scrivere sull’artista Bruno Corà, curatore della mostra, “quelle offerte dall’immaginario di Münch, con le sue cupole o calotte curve di plexiglas serigrafate con immagini di ingrandimenti al microscopio di organismi biocellulari, di cui da anni esplora le fantasmagoriche morfologie, ci appaiono come costellazioni articolate in gruppi di galassie”.

La mostra Nel più ampio cerchio in qualche luogo (la citazione è da alcuni versi di Rilke), che si compone di circa cinquanta opere tra grandi disegni, fogli di pvc e sculture semitrasparenti e specchianti di resina colorate realizzate tra il 1987 e il 2022, installate negli spazi del piano terra di Palazzo Collicola, diventa un vero e proprio viaggio tra forme di vita organica e cosmica, artificiale e spontanea, sintetica e batterica, in un percorso immaginifico di grande forza e fragilità allo stesso tempo, in cui lo sguardo e la seduzione del vedere attraverso rappresentano il contenuto subliminale della mostra.

Con l’occasione verrà pubblicato un catalogo edito da Forma con testi critici di Marco Tonelli (direttore di Palazzo Collicola), Bruno Corà e Aldo Iori.

Klaus Münch è nato a Freiburg (Germania) nel 1953. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Carrara e si è diplomato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Vive e lavora tra la Germania e l’Italia. La sua prima mostra personale si tiene nel 1987 presso lo Studio Gianni Caruso di Torino, a cui seguiranno altre personali presso la Galleria Rossana Ferri di Modena (1993), la Galerie Albert Baumgarten di Friburgo (1995), Opera Paese a Roma (2000), Giardino al CAMEC di La Spezia (2006), Nuovi Organismi spaziali presso a Palazzo Panichi di Pietrasanta (2013), Gocce di spazi paralleli alla Fabbrica del Vapore di Milano (2016), Resine, PVC, Cupole (1987-2018) presso il CAMUSAC di Cassino (2018-2019). Ha esposto in varie mostre collettive in musei e spazi europei e italiani tra cui il Nebeneben a Monaco di Baviera (1986), il Musée d’Art et Histoire di Metz (1988), nella rassegna Jeune Sculpture di Port d’Austerlitz di Parigi (1990), presso la Pinacoteca Civica di Fabriano nella mostra Contemporanea (1997), il Kunstverein Freiburg di Friburgo (2005), mentre nel 2017 partecipa sia alla rassegna Artsite – Residenze Reali nei Castelli di Gove e Racconigi che al Palazzo Belmonte Riso a Palermo. Nel 2002 partecipa alla manifestazione Scultura internazionale presso La Mandria, Venaria Reale di Torino, nel 2006 è invitato alla XII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara e nel 2007 espone nella rassegna Artempo a Palazzo Fortuny a Venezia nell’ambito della LII Biennale di Venezia. Nel 2012 vince il concorso per l’installazione di un’opera nella città di Donaueschingen in Germania nell’ambito della manifestazione Heirnattage Donaueschingen Skulpturenweg del Museo Biedermann. Le due esposizioni più recenti risalgono al 2020 con la mostra Plastic Fantastic alla Galerie Albert Baumgarten di Freiburg e nel 2021 alla Biennale Socle du Monde presso HEART Museum di Herning in Danimarca.

Feb
10
Ven
Mostra | KLAUS MÜNCH Nel più ampio cerchio, in qualche luogo @ Palazzo Collicola
Feb 10 giorno intero


KLAUS MÜNCH
Nel più ampio cerchio, in qualche luogo

Palazzo Collicola
dal 12 novembre 2022 al 12 febbraio 2023

Inaugurazione sabato 12 novembre alle ore 11.00

Attraverso le forme perturbanti ma anche straordinariamente realistiche di Klaus Münch possiamo leggere aspetti meno visibili del nostro universo/mondo, ma anche più carichi di implicazioni, soprattutto alla luce di quanto successo in anni di pandemie da una parte e di importanti scoperte scientifiche dall’altra. Da virus che hanno cambiato le sorti della storia a onde gravitazionali e fusioni di buchi neri che piegano spazi infiniti come fossero fogli di carta, il nostro universo, e noi con esso, si muove senza sosta tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande.

L’opera di Klaus Münch sembra avvertire presagi oscuri ma anche tutta la ricchezza di queste realtà con estrema lucidità, con una vena di utopismo visionario e post romantico tipico di quegli altri mondi che solo scrittori e registi di film di fantascienza hanno saputo immaginare.

Come ha avuto già modo di scrivere sull’artista Bruno Corà, curatore della mostra, “quelle offerte dall’immaginario di Münch, con le sue cupole o calotte curve di plexiglas serigrafate con immagini di ingrandimenti al microscopio di organismi biocellulari, di cui da anni esplora le fantasmagoriche morfologie, ci appaiono come costellazioni articolate in gruppi di galassie”.

La mostra Nel più ampio cerchio in qualche luogo (la citazione è da alcuni versi di Rilke), che si compone di circa cinquanta opere tra grandi disegni, fogli di pvc e sculture semitrasparenti e specchianti di resina colorate realizzate tra il 1987 e il 2022, installate negli spazi del piano terra di Palazzo Collicola, diventa un vero e proprio viaggio tra forme di vita organica e cosmica, artificiale e spontanea, sintetica e batterica, in un percorso immaginifico di grande forza e fragilità allo stesso tempo, in cui lo sguardo e la seduzione del vedere attraverso rappresentano il contenuto subliminale della mostra.

Con l’occasione verrà pubblicato un catalogo edito da Forma con testi critici di Marco Tonelli (direttore di Palazzo Collicola), Bruno Corà e Aldo Iori.

Klaus Münch è nato a Freiburg (Germania) nel 1953. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Carrara e si è diplomato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Vive e lavora tra la Germania e l’Italia. La sua prima mostra personale si tiene nel 1987 presso lo Studio Gianni Caruso di Torino, a cui seguiranno altre personali presso la Galleria Rossana Ferri di Modena (1993), la Galerie Albert Baumgarten di Friburgo (1995), Opera Paese a Roma (2000), Giardino al CAMEC di La Spezia (2006), Nuovi Organismi spaziali presso a Palazzo Panichi di Pietrasanta (2013), Gocce di spazi paralleli alla Fabbrica del Vapore di Milano (2016), Resine, PVC, Cupole (1987-2018) presso il CAMUSAC di Cassino (2018-2019). Ha esposto in varie mostre collettive in musei e spazi europei e italiani tra cui il Nebeneben a Monaco di Baviera (1986), il Musée d’Art et Histoire di Metz (1988), nella rassegna Jeune Sculpture di Port d’Austerlitz di Parigi (1990), presso la Pinacoteca Civica di Fabriano nella mostra Contemporanea (1997), il Kunstverein Freiburg di Friburgo (2005), mentre nel 2017 partecipa sia alla rassegna Artsite – Residenze Reali nei Castelli di Gove e Racconigi che al Palazzo Belmonte Riso a Palermo. Nel 2002 partecipa alla manifestazione Scultura internazionale presso La Mandria, Venaria Reale di Torino, nel 2006 è invitato alla XII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara e nel 2007 espone nella rassegna Artempo a Palazzo Fortuny a Venezia nell’ambito della LII Biennale di Venezia. Nel 2012 vince il concorso per l’installazione di un’opera nella città di Donaueschingen in Germania nell’ambito della manifestazione Heirnattage Donaueschingen Skulpturenweg del Museo Biedermann. Le due esposizioni più recenti risalgono al 2020 con la mostra Plastic Fantastic alla Galerie Albert Baumgarten di Freiburg e nel 2021 alla Biennale Socle du Monde presso HEART Museum di Herning in Danimarca.

CLAUDIO BAGLIONI in concerto @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti
Feb 10@21:00

Prevendita su circuito TicketOne: https://bit.ly/3jqDt25

Feb
11
Sab
Mostra | KLAUS MÜNCH Nel più ampio cerchio, in qualche luogo @ Palazzo Collicola
Feb 11 giorno intero


KLAUS MÜNCH
Nel più ampio cerchio, in qualche luogo

Palazzo Collicola
dal 12 novembre 2022 al 12 febbraio 2023

Inaugurazione sabato 12 novembre alle ore 11.00

Attraverso le forme perturbanti ma anche straordinariamente realistiche di Klaus Münch possiamo leggere aspetti meno visibili del nostro universo/mondo, ma anche più carichi di implicazioni, soprattutto alla luce di quanto successo in anni di pandemie da una parte e di importanti scoperte scientifiche dall’altra. Da virus che hanno cambiato le sorti della storia a onde gravitazionali e fusioni di buchi neri che piegano spazi infiniti come fossero fogli di carta, il nostro universo, e noi con esso, si muove senza sosta tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande.

L’opera di Klaus Münch sembra avvertire presagi oscuri ma anche tutta la ricchezza di queste realtà con estrema lucidità, con una vena di utopismo visionario e post romantico tipico di quegli altri mondi che solo scrittori e registi di film di fantascienza hanno saputo immaginare.

Come ha avuto già modo di scrivere sull’artista Bruno Corà, curatore della mostra, “quelle offerte dall’immaginario di Münch, con le sue cupole o calotte curve di plexiglas serigrafate con immagini di ingrandimenti al microscopio di organismi biocellulari, di cui da anni esplora le fantasmagoriche morfologie, ci appaiono come costellazioni articolate in gruppi di galassie”.

La mostra Nel più ampio cerchio in qualche luogo (la citazione è da alcuni versi di Rilke), che si compone di circa cinquanta opere tra grandi disegni, fogli di pvc e sculture semitrasparenti e specchianti di resina colorate realizzate tra il 1987 e il 2022, installate negli spazi del piano terra di Palazzo Collicola, diventa un vero e proprio viaggio tra forme di vita organica e cosmica, artificiale e spontanea, sintetica e batterica, in un percorso immaginifico di grande forza e fragilità allo stesso tempo, in cui lo sguardo e la seduzione del vedere attraverso rappresentano il contenuto subliminale della mostra.

Con l’occasione verrà pubblicato un catalogo edito da Forma con testi critici di Marco Tonelli (direttore di Palazzo Collicola), Bruno Corà e Aldo Iori.

Klaus Münch è nato a Freiburg (Germania) nel 1953. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Carrara e si è diplomato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Vive e lavora tra la Germania e l’Italia. La sua prima mostra personale si tiene nel 1987 presso lo Studio Gianni Caruso di Torino, a cui seguiranno altre personali presso la Galleria Rossana Ferri di Modena (1993), la Galerie Albert Baumgarten di Friburgo (1995), Opera Paese a Roma (2000), Giardino al CAMEC di La Spezia (2006), Nuovi Organismi spaziali presso a Palazzo Panichi di Pietrasanta (2013), Gocce di spazi paralleli alla Fabbrica del Vapore di Milano (2016), Resine, PVC, Cupole (1987-2018) presso il CAMUSAC di Cassino (2018-2019). Ha esposto in varie mostre collettive in musei e spazi europei e italiani tra cui il Nebeneben a Monaco di Baviera (1986), il Musée d’Art et Histoire di Metz (1988), nella rassegna Jeune Sculpture di Port d’Austerlitz di Parigi (1990), presso la Pinacoteca Civica di Fabriano nella mostra Contemporanea (1997), il Kunstverein Freiburg di Friburgo (2005), mentre nel 2017 partecipa sia alla rassegna Artsite – Residenze Reali nei Castelli di Gove e Racconigi che al Palazzo Belmonte Riso a Palermo. Nel 2002 partecipa alla manifestazione Scultura internazionale presso La Mandria, Venaria Reale di Torino, nel 2006 è invitato alla XII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara e nel 2007 espone nella rassegna Artempo a Palazzo Fortuny a Venezia nell’ambito della LII Biennale di Venezia. Nel 2012 vince il concorso per l’installazione di un’opera nella città di Donaueschingen in Germania nell’ambito della manifestazione Heirnattage Donaueschingen Skulpturenweg del Museo Biedermann. Le due esposizioni più recenti risalgono al 2020 con la mostra Plastic Fantastic alla Galerie Albert Baumgarten di Freiburg e nel 2021 alla Biennale Socle du Monde presso HEART Museum di Herning in Danimarca.

Feb
12
Dom
Mostra | KLAUS MÜNCH Nel più ampio cerchio, in qualche luogo @ Palazzo Collicola
Feb 12 giorno intero


KLAUS MÜNCH
Nel più ampio cerchio, in qualche luogo

Palazzo Collicola
dal 12 novembre 2022 al 12 febbraio 2023

Inaugurazione sabato 12 novembre alle ore 11.00

Attraverso le forme perturbanti ma anche straordinariamente realistiche di Klaus Münch possiamo leggere aspetti meno visibili del nostro universo/mondo, ma anche più carichi di implicazioni, soprattutto alla luce di quanto successo in anni di pandemie da una parte e di importanti scoperte scientifiche dall’altra. Da virus che hanno cambiato le sorti della storia a onde gravitazionali e fusioni di buchi neri che piegano spazi infiniti come fossero fogli di carta, il nostro universo, e noi con esso, si muove senza sosta tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande.

L’opera di Klaus Münch sembra avvertire presagi oscuri ma anche tutta la ricchezza di queste realtà con estrema lucidità, con una vena di utopismo visionario e post romantico tipico di quegli altri mondi che solo scrittori e registi di film di fantascienza hanno saputo immaginare.

Come ha avuto già modo di scrivere sull’artista Bruno Corà, curatore della mostra, “quelle offerte dall’immaginario di Münch, con le sue cupole o calotte curve di plexiglas serigrafate con immagini di ingrandimenti al microscopio di organismi biocellulari, di cui da anni esplora le fantasmagoriche morfologie, ci appaiono come costellazioni articolate in gruppi di galassie”.

La mostra Nel più ampio cerchio in qualche luogo (la citazione è da alcuni versi di Rilke), che si compone di circa cinquanta opere tra grandi disegni, fogli di pvc e sculture semitrasparenti e specchianti di resina colorate realizzate tra il 1987 e il 2022, installate negli spazi del piano terra di Palazzo Collicola, diventa un vero e proprio viaggio tra forme di vita organica e cosmica, artificiale e spontanea, sintetica e batterica, in un percorso immaginifico di grande forza e fragilità allo stesso tempo, in cui lo sguardo e la seduzione del vedere attraverso rappresentano il contenuto subliminale della mostra.

Con l’occasione verrà pubblicato un catalogo edito da Forma con testi critici di Marco Tonelli (direttore di Palazzo Collicola), Bruno Corà e Aldo Iori.

Klaus Münch è nato a Freiburg (Germania) nel 1953. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Carrara e si è diplomato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Vive e lavora tra la Germania e l’Italia. La sua prima mostra personale si tiene nel 1987 presso lo Studio Gianni Caruso di Torino, a cui seguiranno altre personali presso la Galleria Rossana Ferri di Modena (1993), la Galerie Albert Baumgarten di Friburgo (1995), Opera Paese a Roma (2000), Giardino al CAMEC di La Spezia (2006), Nuovi Organismi spaziali presso a Palazzo Panichi di Pietrasanta (2013), Gocce di spazi paralleli alla Fabbrica del Vapore di Milano (2016), Resine, PVC, Cupole (1987-2018) presso il CAMUSAC di Cassino (2018-2019). Ha esposto in varie mostre collettive in musei e spazi europei e italiani tra cui il Nebeneben a Monaco di Baviera (1986), il Musée d’Art et Histoire di Metz (1988), nella rassegna Jeune Sculpture di Port d’Austerlitz di Parigi (1990), presso la Pinacoteca Civica di Fabriano nella mostra Contemporanea (1997), il Kunstverein Freiburg di Friburgo (2005), mentre nel 2017 partecipa sia alla rassegna Artsite – Residenze Reali nei Castelli di Gove e Racconigi che al Palazzo Belmonte Riso a Palermo. Nel 2002 partecipa alla manifestazione Scultura internazionale presso La Mandria, Venaria Reale di Torino, nel 2006 è invitato alla XII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara e nel 2007 espone nella rassegna Artempo a Palazzo Fortuny a Venezia nell’ambito della LII Biennale di Venezia. Nel 2012 vince il concorso per l’installazione di un’opera nella città di Donaueschingen in Germania nell’ambito della manifestazione Heirnattage Donaueschingen Skulpturenweg del Museo Biedermann. Le due esposizioni più recenti risalgono al 2020 con la mostra Plastic Fantastic alla Galerie Albert Baumgarten di Freiburg e nel 2021 alla Biennale Socle du Monde presso HEART Museum di Herning in Danimarca.

Mercatino dell’Antico @ Corso Mazzini - Giardini di Viale Matteotti
Feb 12@08:00

Il Mercatino dell’Antico si svolge ogni seconda domenica del mese in Piazza della Libertà e nelle vie limitrofe, dalla mattina fino al calare del sole. Nei mesi estivi il mercato si sposta nei giardini di Viale Matteotti.

Offre oggetti di vario genere e qualità, da prodotti di artigianato e di piccolo antiquariato, a capi d’abbigliamento, mobili, gioielli, libri, dipinti.

Per partecipare come espositori: Ufficio Commercio del Comune di Spoleto – Tel. 0743 218454 / 55

dav

Visita guidata SPOLETO CARD | IL TEMPIETTO SUL CLITUNNO – Un monumento che affascina da secoli @ Tempietto sul Clitunno
Feb 12@13:00

Le visite guidate tematiche nei musei sono GRATUITE per i POSSESSORI della SPOLETO CARD.
Le visite guidate tematiche sono SOLO SU PRENOTAZIONE e A NUMERO CHIUSO.
La partecipazione alle attività in programma prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.

Si può partecipare alle visite guidate anche senza SPOLETO CARD con una tariffa agevolata di € 4,00 a persona, oltre il biglietto del museo.

La SPOLETO CARD è un biglietto cumulativo che consente di accedere a numerosi siti museali del territorio e usufruire di particolari vantaggi.
La SPOLETO CARD si può acquistare nei siti museali aderenti ed è valida 7 giorni.

TARIFFE SPOLETO CARD:
Red Card: € 9,50
Green Card: € 8,00 (dai 18 ai 25 anni, oltre 65 anni, gruppi)
A cura di: Sistema Museo, in collaborazione con il Comune di Spoleto.

Per informazioni e prenotazioni:
Soc. Coop. Sistema Museo
Tel e fax 0743 46434 – 0743 224952
E-mail: info@spoletocard.it
Sito web: www.spoletocard.it

FAMIGLIE AD ARTE | Laboratori creativi per bambini e famiglie @ Palazzo Collicola
Feb 12@15:30
<!--:it-->FAMIGLIE AD ARTE | Laboratori creativi per bambini e famiglie<!--:--> @ Palazzo Collicola

FAMIGLIE AD ARTE – Laboratori creativi per bambini e famiglie
GLI APPUNTAMENTI DI FEBBRAIO | Speciale creatività al museo!

Torna Famiglie ad Arte, il programma di attività e laboratori creativi rivolto a famiglie con bambini da 4 a 11 anni a cura di Sistema Museo in collaborazione con la Direzione di Palazzo Collicola e l’Assessorato alla Valorizzazione delle culture, della qualità e della bellezza della Città e del territorio del Comune di Spoleto.

Due gli appuntamenti di febbraio che si svolgeranno a Palazzo Collicola alle 15.30. Luogo di appuntamento: Biglietteria

Domenica 12 ilPiano Nobile ospiterà AZZECCA LA PARRUCCA, un’attività ludica con laboratorio sul tema del carnevale.

Domenica 26 alla Biblioteca Carandente si svolgerà TI RACCONTO UN ARTISTA – MAGRITTE, una lettura interattiva con laboratorio per scoprire il fantastico mondo del pittore surrealista.

Il costo dell’attività è di € 5.00 a bambino ed è obbligatoria la prenotazione fino ad esaurimento posti entro le ore 18 del giorno precedente l’attività.

Per info e prenotazioni è possibile contattare Sistema Museo – Servizi Educativi al numero 0743/46434 | www.spoletocard.it | www.spoletowelcome.it | www.sistemamuseo.it

Feb
13
Lun
Convegno | La cultura dei diritti umani fondamentali e inalienabili @ Palazzo Mauri
Feb 13@15:00

La cultura dei diritti umani fondamentali e inalienabili. L’educazione come prevenzione alla criminalità. Percorsi di Giustizia Riparativa per una comunità che sani, includa e protegga. Questo il titolo del convegno, organizzato dall’associazione Nessuno Tocchi Caino. Spes contra Spem e in collaborazione con il Comune di Spoleto, che si terrà lunedì 13 febbraio a Palazzo Mauri, dalle ore 15 alle 18.

Un incontro che, nel promuovere la cultura dei diritti umani fondamentali e inalienabili, coinvolgerà sia l’amministrazione comunale, sia i rappresentanti della Camera Penale, dei Magistrati di Sorveglianza di Spoleto e dell’Unione Italiana Forense. Non solo al convegno è prevista la partecipazione del Garante della Regione Umbria, dei dirigenti dell’amministrazione Penitenziaria del carcere di Maiano, dei professori dell’Università degli Studi di Perugia (dipartimenti Giustizia e Cultura), insieme agli esponenti scolastici delle scuole superiori della città.

Al convegno interverranno il sindaco Andrea Sisti, l’assessore al benessere e innovazione sociale, formazione generale e sportiva per la valorizzazione della persona, Luigina Renzi, l’assessore alla valorizzazione delle culture, della qualità e della bellezza della Città e del territorio, Danilo Chiodetti, Rita Bernardini, presidente “Nessuno tocchi Caino”, Sergio D’Elia, segretario “Nessuno Tocchi Caino”, Elisabetta Zamparutti, tesoriere “Nessuno Tocchi Caino”, professore Carlo Fiorio, dipartimento Giurisprudenza Università degli Studi di Perugia, l’avvocato Pietro Morichelli, Presidente Camera Penale Spoleto, dottor Fabio Gianfilippi, magistrato sorveglianza Tribunale Spoleto, Nicla Flavia Restivo, magistrato di sorveglianza, l’avvocatessa Elisabetta Rampelli, Unione Italiana Forense, avvocato Giuseppe Caforio, Garante diritti detenuti dell’Umbria, dottor Giuseppe Mazzini, direttore della Casa di Reclusione di Maiano, dottor Massimo De Pascalis con i rappresentati dell’Amministrazione Penitenziaria e Accademici.

Il convegno verrà moderato dalla dottoressa Porzia Addabbo, regista e docente universitaria.

Feb
14
Mar
Visita guidata | TRAME D’AMORE – San Valentino alla Rocca @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
Feb 14@16:00

In occasione della festività di San Valentino martedì 14 febbraio alle ore 16:00 Sistema Museo, in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz e Museo Nazionale del Ducato di Spoleto, propone Trame d’amore – San Valentino alla Rocca. Dopo essersi immersi nelle storie d’amore raccontate sulle pareti della Camera Pinta, le coppie si cimenteranno nella tecnica della tessitura a tavolette per realizzare due bracciali in ricordo dell’esperienza.

Tariffe di partecipazione:
Visita guidata con laboratorio – € 10,00 a coppia

Previo acquisto del biglietto di ingresso al museo secondo le categorie ministeriali vigenti Intero € 7,50 / Ridotto € 2,00 dai 18 ai 25 anni / Gratuito fino a 17 anni

La visita guidata prevede la PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA entro le ore 13 del giorno dell’attività e fino ad esaurimento posti.

L’appuntamento è presso la biglietteria della Rocca Albornoz.

Informazioni e prenotazioni:
SISTEMA MUSEO 0743.224952 museoducatospoleto@sistemamuseo.it

Feb
18
Sab
PENSIERI E PAROLE | Omaggio a Lucio Battisti @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti
Feb 18@21:15
<!--:it-->PENSIERI E PAROLE | Omaggio a Lucio Battisti<!--:--> @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti

Il 18 febbraio al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti alle ore 21, concerto Pensieri e parole con Peppe Servillo – voce; Javier Girotto – sax; Fabrizio Bosso – tromba; Furio Di Castri – contrabbasso; Rita Marcotulli – pianoforte; Mattia Barbieri – batteria. Da “Il mio canto libero” a “Penso a te”, l’omaggio di grandi musicisti jazz all’universo poetico di Lucio Battisti.

“Abbiamo deciso con Pensieri e parole di reinterpretare l’autore più intimo, lirico e personale della canzone italiana, Lucio Battisti – spiega Peppe Servillo – Popolare e sofisticato, italiano e solitario, costruttore e inventore di una canzone che resta intimamente patrimonio di tutti, incrociando sensibilità e pensieri musicali diversi. Cantare nuovamente le sue canzoni, da Mogol a Panella, è la possibilità per noi di rileggere una nostra storia minore e quotidiana che tanto ci suggerisce e commuove”.

“Una sfida particolarmente impegnativa – si legge nella nota di presentazione del concerto – per l’assoluta particolarità del repertorio: l’originalità delle canzoni, il loro essere così diverse tra di loro nella musica e nei testi, così intrise da un’inesauribile vena compositiva, potrebbe rendere arduo il lavoro di affrontarle senza farne delle vere e proprie cover. Gli arrangiamenti di Girotto e il genio teatrale di Peppe Servillo riescono tracciare un nuovo percorso, suggestivo e inaspettato, attraverso venti grandi canzoni di Battisti. Un percorso ricco di sapori latini, ritmi avvolgenti, storia, emozioni e grande pathos abbattendo i confini che separano il mondo della canzone da quello del jazz e dell’improvvisazione per portare il pubblico in un territorio aperto: quello della grande musica e della magia dei suoni”.

Feb
19
Dom
Visita guidata SPOLETO CARD | CASA ROMANA – Mosaici e pitture parietali @ Casa Romana
Feb 19@11:00

Le visite guidate tematiche nei musei sono GRATUITE per i POSSESSORI della SPOLETO CARD.
Le visite guidate tematiche sono SOLO SU PRENOTAZIONE e A NUMERO CHIUSO.
La partecipazione alle attività in programma prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.

Si può partecipare alle visite guidate anche senza SPOLETO CARD con una tariffa agevolata di € 4,00 a persona, oltre il biglietto del museo.

La SPOLETO CARD è un biglietto cumulativo che consente di accedere a numerosi siti museali del territorio e usufruire di particolari vantaggi.
La SPOLETO CARD si può acquistare nei siti museali aderenti ed è valida 7 giorni.

TARIFFE SPOLETO CARD:
Red Card: € 9,50
Green Card: € 8,00 (dai 18 ai 25 anni, oltre 65 anni, gruppi)
A cura di: Sistema Museo, in collaborazione con il Comune di Spoleto.

Per informazioni e prenotazioni:
Soc. Coop. Sistema Museo
Tel e fax 0743 46434 – 0743 224952
E-mail: info@spoletocard.it
Sito web: www.spoletocard.it

194° CARNEVALE SPOLETINO @ Spoleto centro storico
Feb 19@15:00
<!--:it-->194° CARNEVALE SPOLETINO<!--:--><!--:en-->194th SPOLETO CARNIVAL<!--:--> @ Spoleto centro storico

Tutto pronto per la 194ª edizione del Carnevale di Spoleto.

La tradizionale sfilata in maschera è in programma per domenica 19 febbraio a partire dalle ore 15.00 per le vie del centro storico. Si partirà da piazza Campello e attraverso via Saffi, via Palazzo dei Duchi, piazza del Mercato, piazza della Genga, via della Trattoria, piazza della Libertà, corso Mazzini, via Tobagi, via del Duomo, si arriverà in piazza del Duomo, dove il gruppo teatrale di Trevi “I ragazzi del Musical” si esibirà dal vivo in “Disney Carnival”, uno concerto sulle musiche dei cartoni animati e film di animazione Disney.

Ad animare il corteo formato da nove gruppi mascherati in rappresentanza dei rioni e delle frazioni di Spoleto, ci saranno la Banda Musicale Città di Spoleto e la Banda Musicale con majorette di Castel Ritaldi.

Fino al 21 febbraio, inoltre sarà possibile visitare la mostra sul carnevale di Spoleto allestita al piano terra di Palazzo Mauri, sede della biblioteca comunale “G. Carducci” di Spoleto.
La mostra, che celebra, con documenti, componenti dei carri allegorici e costumi storici la storia ultracentenaria di questa manifestazione, verrà inaugurata domenica 12 febbraio alle ore 11.30 e rimarrà aperta nel pomeriggio di domenica 12 dalle 15 alle 18. Sarà visitabile lunedì 13 e 20 febbraio dalle 15 alle 19, martedì 14, giovedì 16 e martedì 21 dalle 9 alle 19, mercoledì 15 e venerdì 17 dalle 9 alle 13, sabato 18 mattina e pomeriggio 9-13 e 15-18 e domenica 19 febbraio dalle 15 alle 18.

Feb
26
Dom
Visita guidata SPOLETO CARD | LA FAMIGLIA COLLICOLA – L’appartamento gentilizio @ Palazzo Collicola
Feb 26@11:00

Le visite guidate tematiche nei musei sono GRATUITE per i POSSESSORI della SPOLETO CARD.
Le visite guidate tematiche sono SOLO SU PRENOTAZIONE e A NUMERO CHIUSO.
La partecipazione alle attività in programma prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.

Si può partecipare alle visite guidate anche senza SPOLETO CARD con una tariffa agevolata di € 4,00 a persona, oltre il biglietto del museo.

La SPOLETO CARD è un biglietto cumulativo che consente di accedere a numerosi siti museali del territorio e usufruire di particolari vantaggi.
La SPOLETO CARD si può acquistare nei siti museali aderenti ed è valida 7 giorni.

TARIFFE SPOLETO CARD:
Red Card: € 9,50
Green Card: € 8,00 (dai 18 ai 25 anni, oltre 65 anni, gruppi)
A cura di: Sistema Museo, in collaborazione con il Comune di Spoleto.

Per informazioni e prenotazioni:
Soc. Coop. Sistema Museo
Tel e fax 0743 46434 – 0743 224952
E-mail: info@spoletocard.it
Sito web: www.spoletocard.it

FAMIGLIE AD ARTE | Laboratori creativi per bambini e famiglie @ Palazzo Collicola
Feb 26@15:30
<!--:it-->FAMIGLIE AD ARTE | Laboratori creativi per bambini e famiglie<!--:--> @ Palazzo Collicola

FAMIGLIE AD ARTE – Laboratori creativi per bambini e famiglie
GLI APPUNTAMENTI DI FEBBRAIO | Speciale creatività al museo!

Torna Famiglie ad Arte, il programma di attività e laboratori creativi rivolto a famiglie con bambini da 4 a 11 anni a cura di Sistema Museo in collaborazione con la Direzione di Palazzo Collicola e l’Assessorato alla Valorizzazione delle culture, della qualità e della bellezza della Città e del territorio del Comune di Spoleto.

Due gli appuntamenti di febbraio che si svolgeranno a Palazzo Collicola alle 15.30. Luogo di appuntamento: Biglietteria

Domenica 12 ilPiano Nobile ospiterà AZZECCA LA PARRUCCA, un’attività ludica con laboratorio sul tema del carnevale.

Domenica 26 alla Biblioteca Carandente si svolgerà TI RACCONTO UN ARTISTA – MAGRITTE, una lettura interattiva con laboratorio per scoprire il fantastico mondo del pittore surrealista.

Il costo dell’attività è di € 5.00 a bambino ed è obbligatoria la prenotazione fino ad esaurimento posti entro le ore 18 del giorno precedente l’attività.

Per info e prenotazioni è possibile contattare Sistema Museo – Servizi Educativi al numero 0743/46434 | www.spoletocard.it | www.spoletowelcome.it | www.sistemamuseo.it

STAGIONE DI PROSA 2022/2023 | PREMIÈRE coreografia di Andrea Costanzo Martini @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti
Feb 26@17:00
<!--:it-->STAGIONE DI PROSA 2022/2023 | PREMIÈRE coreografia di Andrea Costanzo Martini<!--:--> @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti

Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, ore 17.00
STAGIONE DI PROSA 2022/2023

PREMIÈRE
coreografia di Andrea Costanzo Martini

PROGRAMMA in pdf

Perché danziamo? Questa domanda sorge prima di ogni nuova creazione e la risposta arriva, mai completa, nei momenti più inaspettati: sbirciate brevi dentro una sensazione indefinibile. Momenti in cui ci rendiamo conto che esiste un senso più grande di noi, che siamo parte infinitesimale di un disegno cosmico vastissimo.

Première nasce dall’incontro di Andrea Costanzo Martini con i danzatori del Balletto di Roma e dalla fascinazione per questi artisti così giovani che inseguono il loro desiderio di movimento, sia come sentimento personale, che come bisogno comune. Lo spettacolo celebra l’umanità, indaga le biografie, le storie uniche e irripetibili di ognuno. È una dedica a tutti coloro che hanno lavorato e stanno ancora lottando per un rientro del corpo alla vita. Una celebrazione in cui la danza è medium capace di ricreare le condizioni per ricominciare; un ritorno – di nuovo – alla nostra prima volta.

lighting design Fabiana Piccioli
costume design Shira Wise
produzione BALLETTO DI ROMA – direzione artistica Francesca Magnini

in collaborazione con Civitanova Danza Festival a.ArtistiAssociati – Visavì Gorizia Dance Festival Istituto Italiano di Cultura di Zagabria e lo Split National Theater per il Summer Split Festival

BIGLIETTI

PLATEA
POSTO PALCO platea centrale
POSTO PALCO I ordine centrale
Intero € 21
Ridotto* € 18

POSTO PALCO platea laterale
I ordine laterale
II – III ordine centrale
Intero € 17
Ridotto* € 14

GALLERIA / POSTO PALCO
II – III ordine laterale
Intero € 10
*sotto i 28 e sopra i 65 anni

VENDITA
Da giovedì 17 novembre possono essere acquistati i biglietti per tutta la Stagione.

BOTTEGHINO TEATRO CAIO MELISSO SPAZIO CARLA FENDI
Piazza del Duomo, 4 – T 0743 222209
IL GIORNO DELLO SPETTACOLO dalle 17 per gli spettacoli delle 20.45 e dalle 15 per gli spettacoli delle 17

BOTTEGHINO TEATRO NUOVO GIAN CARLO MENOTTI
Via Vaita S.Andrea, 20 – T 0743 222647
IL GIORNO DELLO SPETTACOLO dalle 17 per gli spettacoli delle 20.45 e dalle 15 per gli spettacoli delle 17

ONLINE
www.teatrostabile.umbria.it

PRENOTAZIONI TELEFONICHE BOTTEGHINO REGIONALE
T 075 57542222 lunedì—sabato, ore 17 > 20
è possibile prenotare dopo l’ultima replica dello spettacolo precedente. I biglietti prenotati devono essere ritirati entro le 20 del giorno dello spettacolo

Mar
3
Ven
CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche per scoprire i musei della Spoleto Card @ Spoleto
Mar 3 giorno intero
<!--:it-->CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche per scoprire i musei della Spoleto Card<!--:--><!--:en-->MUSEUM MASTERPIECES | Themed guided tours to discover the museums of the SPOLETO CARD<!--:--> @ Spoleto

CAPOLAVORI DA MUSEO
Visite guidate tematiche settimanali

Prosegue anche a MARZO 2023 il programma settimanale di visite guidate a tema a cura di Sistema Museo alla scoperta delle preziose testimonianze storico artistiche dei musei di Spoleto e Campello sul Clitunno. Gli appuntamenti settimanali sono previsti nei musei della rete Spoleto Card: la Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto, Palazzo Collicola, la Casa Romana, la Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo e il Tempietto sul Clitunno.

Le visite guidate tematiche “Capolavori da Museo” alle collezioni dei musei della Spoleto Card sono un’opportunità unica per vivere a pieno la carta turistica museale e scoprire il prezioso patrimonio storico artistico di Spoleto e di Campello sul Clitunno. Le attività sono a cura di Sistema Museo in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto – Tempietto sul Clitunno, il Comune di Spoleto e il Comune di Campello sul Clitunno.

ROCCA ALBORNOZ – MUSEO NAZIONALE DEL DUCATO DI SPOLETO
Che vista! Panorami dalla Rocca | venerdì ore 11.00
La Grande Rocca, dalle origini all’epoca carceraria | sabato ore 11.00
Il fascino del mondo cortese. Il ciclo pittorico della Camera Pinta | domenica ore 11.00

TEMPIETTO SUL CLITUNNO
Un monumento che affascina da secoli | sabato ore 13.00

PALAZZO COLLICOLA
Una nobile passeggiata | sabato ore 15.30

CHIESA DEI SANTI GIOVANNI E PAOLO
Uno scrigno di antiche pitture | sabato ore 16.00

CASA ROMANA
Una domus da sogno | domenica ore 15.00

Tariffe di partecipazione a tutte le visite guidate
Intero € 4,00 | Ridotto € 3,00 per i possessori della Spoleto Card e dai 7 ai 17 anni | Gratuito fino a 6 anni |
Previo acquisto della Spoleto Card o del biglietto di ingresso al museo.

Le visite guidate prevedono la PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA fino ad esaurimento posti e il rispetto delle norme Covid-19 vigenti.

Informazioni e prenotazioni:
SISTEMA MUSEO 0743.224952 | museoducatospoleto@sistemamuseo.it | 0743.46434 | spoleto@sistemamuseo.it
UFFICIO TURISTICO SPOLETO | 0743.218620

Mar
4
Sab
CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche per scoprire i musei della Spoleto Card @ Spoleto
Mar 4 giorno intero
<!--:it-->CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche per scoprire i musei della Spoleto Card<!--:--><!--:en-->MUSEUM MASTERPIECES | Themed guided tours to discover the museums of the SPOLETO CARD<!--:--> @ Spoleto

CAPOLAVORI DA MUSEO
Visite guidate tematiche settimanali

Prosegue anche a MARZO 2023 il programma settimanale di visite guidate a tema a cura di Sistema Museo alla scoperta delle preziose testimonianze storico artistiche dei musei di Spoleto e Campello sul Clitunno. Gli appuntamenti settimanali sono previsti nei musei della rete Spoleto Card: la Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto, Palazzo Collicola, la Casa Romana, la Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo e il Tempietto sul Clitunno.

Le visite guidate tematiche “Capolavori da Museo” alle collezioni dei musei della Spoleto Card sono un’opportunità unica per vivere a pieno la carta turistica museale e scoprire il prezioso patrimonio storico artistico di Spoleto e di Campello sul Clitunno. Le attività sono a cura di Sistema Museo in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto – Tempietto sul Clitunno, il Comune di Spoleto e il Comune di Campello sul Clitunno.

ROCCA ALBORNOZ – MUSEO NAZIONALE DEL DUCATO DI SPOLETO
Che vista! Panorami dalla Rocca | venerdì ore 11.00
La Grande Rocca, dalle origini all’epoca carceraria | sabato ore 11.00
Il fascino del mondo cortese. Il ciclo pittorico della Camera Pinta | domenica ore 11.00

TEMPIETTO SUL CLITUNNO
Un monumento che affascina da secoli | sabato ore 13.00

PALAZZO COLLICOLA
Una nobile passeggiata | sabato ore 15.30

CHIESA DEI SANTI GIOVANNI E PAOLO
Uno scrigno di antiche pitture | sabato ore 16.00

CASA ROMANA
Una domus da sogno | domenica ore 15.00

Tariffe di partecipazione a tutte le visite guidate
Intero € 4,00 | Ridotto € 3,00 per i possessori della Spoleto Card e dai 7 ai 17 anni | Gratuito fino a 6 anni |
Previo acquisto della Spoleto Card o del biglietto di ingresso al museo.

Le visite guidate prevedono la PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA fino ad esaurimento posti e il rispetto delle norme Covid-19 vigenti.

Informazioni e prenotazioni:
SISTEMA MUSEO 0743.224952 | museoducatospoleto@sistemamuseo.it | 0743.46434 | spoleto@sistemamuseo.it
UFFICIO TURISTICO SPOLETO | 0743.218620

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA | Tutte le iniziative @ Spoleto
Mar 4 giorno intero

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA
Calendario iniziative

* * * * *

SABATO 4 MARZO 2023

Palazzo Mauri, via Brignone, ore 16.00
Disagio adolescenziale e medicina narrativa
Conferenza

a seguire consegna del Premio Donna Sapiens a Greta Bartozzini
a cura di FIDAPA, Rotaract Club Spoleto, Associazione Donne contro la Guerra, Inner Wheel

Be a woman
Vendita tris di biscotti per beneficenza a cura di Rotaract Club Spoleto
Ingresso libero

LUNEDÌ 6 MARZO 2023

Palestra Team Dance, via degli Operai n.1, località Santo Chiodo, dalle ore 18.00 alle ore 20.00
Kickboxing contro la violenza sulle donne
corso gratuito di autodifesa femminile messo a disposizione dal pluricampione del mondo Mirko Gori
a cura dell’ASD Fightclub Spoleto

MERCOLEDÌ 8 MARZO 2023

La scalinata di Piazza Pianciani verrà illuminata di giallo a sostegno delle donne Afghane ed Iraniane

Complesso monumentale di San Nicolò, ore 16.00
Dialoghi per la donna
Benessere in menopausa: corpo, mente, cibo

La menopausa – dr. Maurizio Silvestri, Consultorio Spoleto-Valnerina USL Umbria 2
La menopausa non è una malattia – dr.ssa Simonetta Marucci, endocrinologa e presidente Rotary sez. di Spoleto
Mode e modelli alimentari per la salute – dott.ssa Elena Foglia, dietista del comune di Spoleto

Intrattenimento musicale a cura della Scuola comunale di musica e danza A. Onofri
Ingresso libero

GIOVEDÌ 9 MARZO 2023

Palazzo Comunale, Sala dello Spagna, ore 17.00
Premio Donna Sapiens a Romina Virgili della Sartoria Floreale
a cura di FIDAPA, Associazione Donne contro la Guerra
Ingresso libero

VENERDÌ 10 MARZO 2023

ore 17.00 – Palazzo Mauri, via Brignone
Incantesimo Poetico
Pièce teatrale – letture di poesie di donne intermezzate da momenti musicali
a cura di Diletta Masetti e del Maestro Ciro Carbone
Ingresso libero

ore 17.30 – Rocca Albornoz, Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
Mezz’ora dopo la chiusura
Lucrezia Borgia. Il potere delle donne nel Rinascimento.

Visita guidata tematica a cura di Sistema Museo
Attività gratuita previo acquisto del biglietto d’ingresso o della Spoleto Card
Prenotazione obbligatoria al 0743224952 entro le 13.00

Palestra Team Dance, via degli Operai n.1, località Santo Chiodo, dalle ore 18.00 alle ore 20.00
Kickboxing contro la violenza sulle donne
corso gratuito di autodifesa femminile messo a disposizione dal pluricampione del mondo Mirko Gori
a cura dell’ ASD Fightclub Spoleto

ore 21.00 – Cantiere Oberdan, piazza san Gabriele dell’Addolorata
Jam Session
con giovani band spoletine che interpretano canzoni di donne
a cura dell’Associazione Mama Umbria International

Be a woman
Vendita tris di biscotti per beneficenza a cura di Rotaract Club Spoleto
Ingresso libero

SABATO 11 MARZO 2023

Archivio di Stato, piazzale Ermini, ore 15.30
Spoleto Cammina…con le donne
passeggiata per le vie della Città a cura di Cittadinanzattiva

Cinema Sala Frau, vicolo San Filippo n.16, ore 18.00
Nezouh – Il buco nel cielo
proiezione film della regista siriana Soudade Kaadan
in collaborazione con la Cooperativa Immaginazione

Be a woman
Vendita tris di biscotti per beneficenza a cura di Rotaract Club Spoleto

Attività gratuite

MARTEDÌ 14 MARZO 2023

Palazzo Mauri, via Brignone, ore 16.00
Bellezza, sagome e narrazione
laboratorio di arteterapia con Lorella Natalizi, arteterapeuta
Ingresso libero

MERCOLEDÌ 15 MARZO 2023

Palazzina Micheli, via Loreto (parcheggio dell’ospedale San Matteo degli Infermi), ore 16.00
Giornata del fiocchetto Lilla per i disturbi del comportamento alimentare
Inaugurazione dello Sportello di ascolto per i disturbi del comportamento alimentare
a cura dell’Associazione Il Girasole
Ingresso libero

GIOVEDÌ 16 MARZO 2023

Palazzo Mauri, via Brignone, ore 17.30
Dacia Maraini, una scrittrice in viaggio con la macchina fotografica
Aperitivo letterario, letture scelte dal libro “Caro Pier Paolo” a cura di Cristina e Marina Antonini
Intervengono Antonella Manni e Serafino Amato
a cura di FIDAPA ed Associazione Donne contro la Guerra
Ingresso libero

VENERDÌ 17 MARZO 2023

Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, ore 21.00
40 E STO
con Andrea Delogu

Da un’idea di Andrea Delogu e Rossella Rizzi
Scritto da Alberto Caviglia, Andrea Delogu, Rossella Rizzi e Giovanna Salvatori
Regia Enrico Zaccheo

“40 e sto” è un folle spettacolo che racconta le donne alla soglia dei 40 anni: il giro di boa, la crisi e la rinascita, la libertà e le battaglie contro i luoghi comuni.
Districandosi tra bizzarri pretendenti, traslochi, social, supermercati per single, Max Pezzali, paparazzi, viaggi, libri auto fogli di giornale…Andrea Delogu attinge a piene mani dalla sua vita privata, raccontandosi senza filtri in un esilarante flusso di coscienza in cui il pubblico si riconoscerà.
In questo sorprendente viaggio, Andrea si metterà a nudo trascinandoci nella sua nuova vita, quella di una quarantenne che, riappropriatasi della propria indipendenza, si metterà in gioco esplorando le mode, i vizi e le ossessioni di questa strana epoca che viviamo.
Sorpresa dall’approccio e le aspettative degli uomini, dal giudizio di una società che ti vuole madre a tutti i costi e dal seduttivo desiderio di sentirsi accettata, Andrea capirà che quando compi 40 anni si gioca un’altra partita. Dove è in palio la cosa più importante di tutte: la libertà di essere sé stessi.
Trasversale, pungente, stravagante. Andrea Delogu non le manda a dire. E ce n’è per tutti, giovani e meno giovani, uomini e donne, madri e padri, femministe arrabbiate, poliamorosi convinti, animalisti in crisi, hippy mancati e monoteisti part-time.

Info e biglietti: www.ticketitalia.comwww.ticketone.it

SABATO 18 MARZO 2023

Cinéma Sala Pegasus, piazza Bovio, ore 18.00
Profeti
proiezione del film del regista Alessio Cremonini ospite della serata
in collaborazione con la Cooperativa Immaginazione
Ingresso libero

Mar
5
Dom
CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche per scoprire i musei della Spoleto Card @ Spoleto
Mar 5 giorno intero
<!--:it-->CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche per scoprire i musei della Spoleto Card<!--:--><!--:en-->MUSEUM MASTERPIECES | Themed guided tours to discover the museums of the SPOLETO CARD<!--:--> @ Spoleto

CAPOLAVORI DA MUSEO
Visite guidate tematiche settimanali

Prosegue anche a MARZO 2023 il programma settimanale di visite guidate a tema a cura di Sistema Museo alla scoperta delle preziose testimonianze storico artistiche dei musei di Spoleto e Campello sul Clitunno. Gli appuntamenti settimanali sono previsti nei musei della rete Spoleto Card: la Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto, Palazzo Collicola, la Casa Romana, la Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo e il Tempietto sul Clitunno.

Le visite guidate tematiche “Capolavori da Museo” alle collezioni dei musei della Spoleto Card sono un’opportunità unica per vivere a pieno la carta turistica museale e scoprire il prezioso patrimonio storico artistico di Spoleto e di Campello sul Clitunno. Le attività sono a cura di Sistema Museo in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto – Tempietto sul Clitunno, il Comune di Spoleto e il Comune di Campello sul Clitunno.

ROCCA ALBORNOZ – MUSEO NAZIONALE DEL DUCATO DI SPOLETO
Che vista! Panorami dalla Rocca | venerdì ore 11.00
La Grande Rocca, dalle origini all’epoca carceraria | sabato ore 11.00
Il fascino del mondo cortese. Il ciclo pittorico della Camera Pinta | domenica ore 11.00

TEMPIETTO SUL CLITUNNO
Un monumento che affascina da secoli | sabato ore 13.00

PALAZZO COLLICOLA
Una nobile passeggiata | sabato ore 15.30

CHIESA DEI SANTI GIOVANNI E PAOLO
Uno scrigno di antiche pitture | sabato ore 16.00

CASA ROMANA
Una domus da sogno | domenica ore 15.00

Tariffe di partecipazione a tutte le visite guidate
Intero € 4,00 | Ridotto € 3,00 per i possessori della Spoleto Card e dai 7 ai 17 anni | Gratuito fino a 6 anni |
Previo acquisto della Spoleto Card o del biglietto di ingresso al museo.

Le visite guidate prevedono la PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA fino ad esaurimento posti e il rispetto delle norme Covid-19 vigenti.

Informazioni e prenotazioni:
SISTEMA MUSEO 0743.224952 | museoducatospoleto@sistemamuseo.it | 0743.46434 | spoleto@sistemamuseo.it
UFFICIO TURISTICO SPOLETO | 0743.218620

Visita guidata SPOLETO CARD | STORIE D’AMORE E DI ARMI – Il ciclo pittorico della Camera Pinta @ Rocca Albornoz
Mar 5@11:00

Le visite guidate tematiche nei musei sono GRATUITE per i POSSESSORI della SPOLETO CARD.
Le visite guidate tematiche sono SOLO SU PRENOTAZIONE e A NUMERO CHIUSO.
La partecipazione alle attività in programma prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.

Si può partecipare alle visite guidate anche senza SPOLETO CARD con una tariffa agevolata di € 4,00 a persona, oltre il biglietto del museo.

La SPOLETO CARD è un biglietto cumulativo che consente di accedere a numerosi siti museali del territorio e usufruire di particolari vantaggi.
La SPOLETO CARD si può acquistare nei siti museali aderenti ed è valida 7 giorni.

TARIFFE SPOLETO CARD:
Red Card: € 9,50
Green Card: € 8,00 (dai 18 ai 25 anni, oltre 65 anni, gruppi)
A cura di: Sistema Museo, in collaborazione con il Comune di Spoleto.

Per informazioni e prenotazioni:
Soc. Coop. Sistema Museo
Tel e fax 0743 46434 – 0743 224952
E-mail: info@spoletocard.it
Sito web: www.spoletocard.it

Mar
8
Mer
GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA | Tutte le iniziative @ Spoleto
Mar 8 giorno intero

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA
Calendario iniziative

* * * * *

SABATO 4 MARZO 2023

Palazzo Mauri, via Brignone, ore 16.00
Disagio adolescenziale e medicina narrativa
Conferenza

a seguire consegna del Premio Donna Sapiens a Greta Bartozzini
a cura di FIDAPA, Rotaract Club Spoleto, Associazione Donne contro la Guerra, Inner Wheel

Be a woman
Vendita tris di biscotti per beneficenza a cura di Rotaract Club Spoleto
Ingresso libero

LUNEDÌ 6 MARZO 2023

Palestra Team Dance, via degli Operai n.1, località Santo Chiodo, dalle ore 18.00 alle ore 20.00
Kickboxing contro la violenza sulle donne
corso gratuito di autodifesa femminile messo a disposizione dal pluricampione del mondo Mirko Gori
a cura dell’ASD Fightclub Spoleto

MERCOLEDÌ 8 MARZO 2023

La scalinata di Piazza Pianciani verrà illuminata di giallo a sostegno delle donne Afghane ed Iraniane

Complesso monumentale di San Nicolò, ore 16.00
Dialoghi per la donna
Benessere in menopausa: corpo, mente, cibo

La menopausa – dr. Maurizio Silvestri, Consultorio Spoleto-Valnerina USL Umbria 2
La menopausa non è una malattia – dr.ssa Simonetta Marucci, endocrinologa e presidente Rotary sez. di Spoleto
Mode e modelli alimentari per la salute – dott.ssa Elena Foglia, dietista del comune di Spoleto

Intrattenimento musicale a cura della Scuola comunale di musica e danza A. Onofri
Ingresso libero

GIOVEDÌ 9 MARZO 2023

Palazzo Comunale, Sala dello Spagna, ore 17.00
Premio Donna Sapiens a Romina Virgili della Sartoria Floreale
a cura di FIDAPA, Associazione Donne contro la Guerra
Ingresso libero

VENERDÌ 10 MARZO 2023

ore 17.00 – Palazzo Mauri, via Brignone
Incantesimo Poetico
Pièce teatrale – letture di poesie di donne intermezzate da momenti musicali
a cura di Diletta Masetti e del Maestro Ciro Carbone
Ingresso libero

ore 17.30 – Rocca Albornoz, Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
Mezz’ora dopo la chiusura
Lucrezia Borgia. Il potere delle donne nel Rinascimento.

Visita guidata tematica a cura di Sistema Museo
Attività gratuita previo acquisto del biglietto d’ingresso o della Spoleto Card
Prenotazione obbligatoria al 0743224952 entro le 13.00

Palestra Team Dance, via degli Operai n.1, località Santo Chiodo, dalle ore 18.00 alle ore 20.00
Kickboxing contro la violenza sulle donne
corso gratuito di autodifesa femminile messo a disposizione dal pluricampione del mondo Mirko Gori
a cura dell’ ASD Fightclub Spoleto

ore 21.00 – Cantiere Oberdan, piazza san Gabriele dell’Addolorata
Jam Session
con giovani band spoletine che interpretano canzoni di donne
a cura dell’Associazione Mama Umbria International

Be a woman
Vendita tris di biscotti per beneficenza a cura di Rotaract Club Spoleto
Ingresso libero

SABATO 11 MARZO 2023

Archivio di Stato, piazzale Ermini, ore 15.30
Spoleto Cammina…con le donne
passeggiata per le vie della Città a cura di Cittadinanzattiva

Cinema Sala Frau, vicolo San Filippo n.16, ore 18.00
Nezouh – Il buco nel cielo
proiezione film della regista siriana Soudade Kaadan
in collaborazione con la Cooperativa Immaginazione

Be a woman
Vendita tris di biscotti per beneficenza a cura di Rotaract Club Spoleto

Attività gratuite

MARTEDÌ 14 MARZO 2023

Palazzo Mauri, via Brignone, ore 16.00
Bellezza, sagome e narrazione
laboratorio di arteterapia con Lorella Natalizi, arteterapeuta
Ingresso libero

MERCOLEDÌ 15 MARZO 2023

Palazzina Micheli, via Loreto (parcheggio dell’ospedale San Matteo degli Infermi), ore 16.00
Giornata del fiocchetto Lilla per i disturbi del comportamento alimentare
Inaugurazione dello Sportello di ascolto per i disturbi del comportamento alimentare
a cura dell’Associazione Il Girasole
Ingresso libero

GIOVEDÌ 16 MARZO 2023

Palazzo Mauri, via Brignone, ore 17.30
Dacia Maraini, una scrittrice in viaggio con la macchina fotografica
Aperitivo letterario, letture scelte dal libro “Caro Pier Paolo” a cura di Cristina e Marina Antonini
Intervengono Antonella Manni e Serafino Amato
a cura di FIDAPA ed Associazione Donne contro la Guerra
Ingresso libero

VENERDÌ 17 MARZO 2023

Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, ore 21.00
40 E STO
con Andrea Delogu

Da un’idea di Andrea Delogu e Rossella Rizzi
Scritto da Alberto Caviglia, Andrea Delogu, Rossella Rizzi e Giovanna Salvatori
Regia Enrico Zaccheo

“40 e sto” è un folle spettacolo che racconta le donne alla soglia dei 40 anni: il giro di boa, la crisi e la rinascita, la libertà e le battaglie contro i luoghi comuni.
Districandosi tra bizzarri pretendenti, traslochi, social, supermercati per single, Max Pezzali, paparazzi, viaggi, libri auto fogli di giornale…Andrea Delogu attinge a piene mani dalla sua vita privata, raccontandosi senza filtri in un esilarante flusso di coscienza in cui il pubblico si riconoscerà.
In questo sorprendente viaggio, Andrea si metterà a nudo trascinandoci nella sua nuova vita, quella di una quarantenne che, riappropriatasi della propria indipendenza, si metterà in gioco esplorando le mode, i vizi e le ossessioni di questa strana epoca che viviamo.
Sorpresa dall’approccio e le aspettative degli uomini, dal giudizio di una società che ti vuole madre a tutti i costi e dal seduttivo desiderio di sentirsi accettata, Andrea capirà che quando compi 40 anni si gioca un’altra partita. Dove è in palio la cosa più importante di tutte: la libertà di essere sé stessi.
Trasversale, pungente, stravagante. Andrea Delogu non le manda a dire. E ce n’è per tutti, giovani e meno giovani, uomini e donne, madri e padri, femministe arrabbiate, poliamorosi convinti, animalisti in crisi, hippy mancati e monoteisti part-time.

Info e biglietti: www.ticketitalia.comwww.ticketone.it

SABATO 18 MARZO 2023

Cinéma Sala Pegasus, piazza Bovio, ore 18.00
Profeti
proiezione del film del regista Alessio Cremonini ospite della serata
in collaborazione con la Cooperativa Immaginazione
Ingresso libero

Mar
9
Gio
GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA | Tutte le iniziative @ Spoleto
Mar 9 giorno intero

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA
Calendario iniziative

* * * * *

SABATO 4 MARZO 2023

Palazzo Mauri, via Brignone, ore 16.00
Disagio adolescenziale e medicina narrativa
Conferenza

a seguire consegna del Premio Donna Sapiens a Greta Bartozzini
a cura di FIDAPA, Rotaract Club Spoleto, Associazione Donne contro la Guerra, Inner Wheel

Be a woman
Vendita tris di biscotti per beneficenza a cura di Rotaract Club Spoleto
Ingresso libero

LUNEDÌ 6 MARZO 2023

Palestra Team Dance, via degli Operai n.1, località Santo Chiodo, dalle ore 18.00 alle ore 20.00
Kickboxing contro la violenza sulle donne
corso gratuito di autodifesa femminile messo a disposizione dal pluricampione del mondo Mirko Gori
a cura dell’ASD Fightclub Spoleto

MERCOLEDÌ 8 MARZO 2023

La scalinata di Piazza Pianciani verrà illuminata di giallo a sostegno delle donne Afghane ed Iraniane

Complesso monumentale di San Nicolò, ore 16.00
Dialoghi per la donna
Benessere in menopausa: corpo, mente, cibo

La menopausa – dr. Maurizio Silvestri, Consultorio Spoleto-Valnerina USL Umbria 2
La menopausa non è una malattia – dr.ssa Simonetta Marucci, endocrinologa e presidente Rotary sez. di Spoleto
Mode e modelli alimentari per la salute – dott.ssa Elena Foglia, dietista del comune di Spoleto

Intrattenimento musicale a cura della Scuola comunale di musica e danza A. Onofri
Ingresso libero

GIOVEDÌ 9 MARZO 2023

Palazzo Comunale, Sala dello Spagna, ore 17.00
Premio Donna Sapiens a Romina Virgili della Sartoria Floreale
a cura di FIDAPA, Associazione Donne contro la Guerra
Ingresso libero

VENERDÌ 10 MARZO 2023

ore 17.00 – Palazzo Mauri, via Brignone
Incantesimo Poetico
Pièce teatrale – letture di poesie di donne intermezzate da momenti musicali
a cura di Diletta Masetti e del Maestro Ciro Carbone
Ingresso libero

ore 17.30 – Rocca Albornoz, Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
Mezz’ora dopo la chiusura
Lucrezia Borgia. Il potere delle donne nel Rinascimento.

Visita guidata tematica a cura di Sistema Museo
Attività gratuita previo acquisto del biglietto d’ingresso o della Spoleto Card
Prenotazione obbligatoria al 0743224952 entro le 13.00

Palestra Team Dance, via degli Operai n.1, località Santo Chiodo, dalle ore 18.00 alle ore 20.00
Kickboxing contro la violenza sulle donne
corso gratuito di autodifesa femminile messo a disposizione dal pluricampione del mondo Mirko Gori
a cura dell’ ASD Fightclub Spoleto

ore 21.00 – Cantiere Oberdan, piazza san Gabriele dell’Addolorata
Jam Session
con giovani band spoletine che interpretano canzoni di donne
a cura dell’Associazione Mama Umbria International

Be a woman
Vendita tris di biscotti per beneficenza a cura di Rotaract Club Spoleto
Ingresso libero

SABATO 11 MARZO 2023

Archivio di Stato, piazzale Ermini, ore 15.30
Spoleto Cammina…con le donne
passeggiata per le vie della Città a cura di Cittadinanzattiva

Cinema Sala Frau, vicolo San Filippo n.16, ore 18.00
Nezouh – Il buco nel cielo
proiezione film della regista siriana Soudade Kaadan
in collaborazione con la Cooperativa Immaginazione

Be a woman
Vendita tris di biscotti per beneficenza a cura di Rotaract Club Spoleto

Attività gratuite

MARTEDÌ 14 MARZO 2023

Palazzo Mauri, via Brignone, ore 16.00
Bellezza, sagome e narrazione
laboratorio di arteterapia con Lorella Natalizi, arteterapeuta
Ingresso libero

MERCOLEDÌ 15 MARZO 2023

Palazzina Micheli, via Loreto (parcheggio dell’ospedale San Matteo degli Infermi), ore 16.00
Giornata del fiocchetto Lilla per i disturbi del comportamento alimentare
Inaugurazione dello Sportello di ascolto per i disturbi del comportamento alimentare
a cura dell’Associazione Il Girasole
Ingresso libero

GIOVEDÌ 16 MARZO 2023

Palazzo Mauri, via Brignone, ore 17.30
Dacia Maraini, una scrittrice in viaggio con la macchina fotografica
Aperitivo letterario, letture scelte dal libro “Caro Pier Paolo” a cura di Cristina e Marina Antonini
Intervengono Antonella Manni e Serafino Amato
a cura di FIDAPA ed Associazione Donne contro la Guerra
Ingresso libero

VENERDÌ 17 MARZO 2023

Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, ore 21.00
40 E STO
con Andrea Delogu

Da un’idea di Andrea Delogu e Rossella Rizzi
Scritto da Alberto Caviglia, Andrea Delogu, Rossella Rizzi e Giovanna Salvatori
Regia Enrico Zaccheo

“40 e sto” è un folle spettacolo che racconta le donne alla soglia dei 40 anni: il giro di boa, la crisi e la rinascita, la libertà e le battaglie contro i luoghi comuni.
Districandosi tra bizzarri pretendenti, traslochi, social, supermercati per single, Max Pezzali, paparazzi, viaggi, libri auto fogli di giornale…Andrea Delogu attinge a piene mani dalla sua vita privata, raccontandosi senza filtri in un esilarante flusso di coscienza in cui il pubblico si riconoscerà.
In questo sorprendente viaggio, Andrea si metterà a nudo trascinandoci nella sua nuova vita, quella di una quarantenne che, riappropriatasi della propria indipendenza, si metterà in gioco esplorando le mode, i vizi e le ossessioni di questa strana epoca che viviamo.
Sorpresa dall’approccio e le aspettative degli uomini, dal giudizio di una società che ti vuole madre a tutti i costi e dal seduttivo desiderio di sentirsi accettata, Andrea capirà che quando compi 40 anni si gioca un’altra partita. Dove è in palio la cosa più importante di tutte: la libertà di essere sé stessi.
Trasversale, pungente, stravagante. Andrea Delogu non le manda a dire. E ce n’è per tutti, giovani e meno giovani, uomini e donne, madri e padri, femministe arrabbiate, poliamorosi convinti, animalisti in crisi, hippy mancati e monoteisti part-time.

Info e biglietti: www.ticketitalia.comwww.ticketone.it

SABATO 18 MARZO 2023

Cinéma Sala Pegasus, piazza Bovio, ore 18.00
Profeti
proiezione del film del regista Alessio Cremonini ospite della serata
in collaborazione con la Cooperativa Immaginazione
Ingresso libero

Mar
10
Ven
CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche per scoprire i musei della Spoleto Card @ Spoleto
Mar 10 giorno intero
<!--:it-->CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche per scoprire i musei della Spoleto Card<!--:--><!--:en-->MUSEUM MASTERPIECES | Themed guided tours to discover the museums of the SPOLETO CARD<!--:--> @ Spoleto

CAPOLAVORI DA MUSEO
Visite guidate tematiche settimanali

Prosegue anche a MARZO 2023 il programma settimanale di visite guidate a tema a cura di Sistema Museo alla scoperta delle preziose testimonianze storico artistiche dei musei di Spoleto e Campello sul Clitunno. Gli appuntamenti settimanali sono previsti nei musei della rete Spoleto Card: la Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto, Palazzo Collicola, la Casa Romana, la Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo e il Tempietto sul Clitunno.

Le visite guidate tematiche “Capolavori da Museo” alle collezioni dei musei della Spoleto Card sono un’opportunità unica per vivere a pieno la carta turistica museale e scoprire il prezioso patrimonio storico artistico di Spoleto e di Campello sul Clitunno. Le attività sono a cura di Sistema Museo in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto – Tempietto sul Clitunno, il Comune di Spoleto e il Comune di Campello sul Clitunno.

ROCCA ALBORNOZ – MUSEO NAZIONALE DEL DUCATO DI SPOLETO
Che vista! Panorami dalla Rocca | venerdì ore 11.00
La Grande Rocca, dalle origini all’epoca carceraria | sabato ore 11.00
Il fascino del mondo cortese. Il ciclo pittorico della Camera Pinta | domenica ore 11.00

TEMPIETTO SUL CLITUNNO
Un monumento che affascina da secoli | sabato ore 13.00

PALAZZO COLLICOLA
Una nobile passeggiata | sabato ore 15.30

CHIESA DEI SANTI GIOVANNI E PAOLO
Uno scrigno di antiche pitture | sabato ore 16.00

CASA ROMANA
Una domus da sogno | domenica ore 15.00

Tariffe di partecipazione a tutte le visite guidate
Intero € 4,00 | Ridotto € 3,00 per i possessori della Spoleto Card e dai 7 ai 17 anni | Gratuito fino a 6 anni |
Previo acquisto della Spoleto Card o del biglietto di ingresso al museo.

Le visite guidate prevedono la PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA fino ad esaurimento posti e il rispetto delle norme Covid-19 vigenti.

Informazioni e prenotazioni:
SISTEMA MUSEO 0743.224952 | museoducatospoleto@sistemamuseo.it | 0743.46434 | spoleto@sistemamuseo.it
UFFICIO TURISTICO SPOLETO | 0743.218620

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA | Tutte le iniziative @ Spoleto
Mar 10 giorno intero

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA
Calendario iniziative

* * * * *

SABATO 4 MARZO 2023

Palazzo Mauri, via Brignone, ore 16.00
Disagio adolescenziale e medicina narrativa
Conferenza

a seguire consegna del Premio Donna Sapiens a Greta Bartozzini
a cura di FIDAPA, Rotaract Club Spoleto, Associazione Donne contro la Guerra, Inner Wheel

Be a woman
Vendita tris di biscotti per beneficenza a cura di Rotaract Club Spoleto
Ingresso libero

LUNEDÌ 6 MARZO 2023

Palestra Team Dance, via degli Operai n.1, località Santo Chiodo, dalle ore 18.00 alle ore 20.00
Kickboxing contro la violenza sulle donne
corso gratuito di autodifesa femminile messo a disposizione dal pluricampione del mondo Mirko Gori
a cura dell’ASD Fightclub Spoleto

MERCOLEDÌ 8 MARZO 2023

La scalinata di Piazza Pianciani verrà illuminata di giallo a sostegno delle donne Afghane ed Iraniane

Complesso monumentale di San Nicolò, ore 16.00
Dialoghi per la donna
Benessere in menopausa: corpo, mente, cibo

La menopausa – dr. Maurizio Silvestri, Consultorio Spoleto-Valnerina USL Umbria 2
La menopausa non è una malattia – dr.ssa Simonetta Marucci, endocrinologa e presidente Rotary sez. di Spoleto
Mode e modelli alimentari per la salute – dott.ssa Elena Foglia, dietista del comune di Spoleto

Intrattenimento musicale a cura della Scuola comunale di musica e danza A. Onofri
Ingresso libero

GIOVEDÌ 9 MARZO 2023

Palazzo Comunale, Sala dello Spagna, ore 17.00
Premio Donna Sapiens a Romina Virgili della Sartoria Floreale
a cura di FIDAPA, Associazione Donne contro la Guerra
Ingresso libero

VENERDÌ 10 MARZO 2023

ore 17.00 – Palazzo Mauri, via Brignone
Incantesimo Poetico
Pièce teatrale – letture di poesie di donne intermezzate da momenti musicali
a cura di Diletta Masetti e del Maestro Ciro Carbone
Ingresso libero

ore 17.30 – Rocca Albornoz, Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
Mezz’ora dopo la chiusura
Lucrezia Borgia. Il potere delle donne nel Rinascimento.

Visita guidata tematica a cura di Sistema Museo
Attività gratuita previo acquisto del biglietto d’ingresso o della Spoleto Card
Prenotazione obbligatoria al 0743224952 entro le 13.00

Palestra Team Dance, via degli Operai n.1, località Santo Chiodo, dalle ore 18.00 alle ore 20.00
Kickboxing contro la violenza sulle donne
corso gratuito di autodifesa femminile messo a disposizione dal pluricampione del mondo Mirko Gori
a cura dell’ ASD Fightclub Spoleto

ore 21.00 – Cantiere Oberdan, piazza san Gabriele dell’Addolorata
Jam Session
con giovani band spoletine che interpretano canzoni di donne
a cura dell’Associazione Mama Umbria International

Be a woman
Vendita tris di biscotti per beneficenza a cura di Rotaract Club Spoleto
Ingresso libero

SABATO 11 MARZO 2023

Archivio di Stato, piazzale Ermini, ore 15.30
Spoleto Cammina…con le donne
passeggiata per le vie della Città a cura di Cittadinanzattiva

Cinema Sala Frau, vicolo San Filippo n.16, ore 18.00
Nezouh – Il buco nel cielo
proiezione film della regista siriana Soudade Kaadan
in collaborazione con la Cooperativa Immaginazione

Be a woman
Vendita tris di biscotti per beneficenza a cura di Rotaract Club Spoleto

Attività gratuite

MARTEDÌ 14 MARZO 2023

Palazzo Mauri, via Brignone, ore 16.00
Bellezza, sagome e narrazione
laboratorio di arteterapia con Lorella Natalizi, arteterapeuta
Ingresso libero

MERCOLEDÌ 15 MARZO 2023

Palazzina Micheli, via Loreto (parcheggio dell’ospedale San Matteo degli Infermi), ore 16.00
Giornata del fiocchetto Lilla per i disturbi del comportamento alimentare
Inaugurazione dello Sportello di ascolto per i disturbi del comportamento alimentare
a cura dell’Associazione Il Girasole
Ingresso libero

GIOVEDÌ 16 MARZO 2023

Palazzo Mauri, via Brignone, ore 17.30
Dacia Maraini, una scrittrice in viaggio con la macchina fotografica
Aperitivo letterario, letture scelte dal libro “Caro Pier Paolo” a cura di Cristina e Marina Antonini
Intervengono Antonella Manni e Serafino Amato
a cura di FIDAPA ed Associazione Donne contro la Guerra
Ingresso libero

VENERDÌ 17 MARZO 2023

Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, ore 21.00
40 E STO
con Andrea Delogu

Da un’idea di Andrea Delogu e Rossella Rizzi
Scritto da Alberto Caviglia, Andrea Delogu, Rossella Rizzi e Giovanna Salvatori
Regia Enrico Zaccheo

“40 e sto” è un folle spettacolo che racconta le donne alla soglia dei 40 anni: il giro di boa, la crisi e la rinascita, la libertà e le battaglie contro i luoghi comuni.
Districandosi tra bizzarri pretendenti, traslochi, social, supermercati per single, Max Pezzali, paparazzi, viaggi, libri auto fogli di giornale…Andrea Delogu attinge a piene mani dalla sua vita privata, raccontandosi senza filtri in un esilarante flusso di coscienza in cui il pubblico si riconoscerà.
In questo sorprendente viaggio, Andrea si metterà a nudo trascinandoci nella sua nuova vita, quella di una quarantenne che, riappropriatasi della propria indipendenza, si metterà in gioco esplorando le mode, i vizi e le ossessioni di questa strana epoca che viviamo.
Sorpresa dall’approccio e le aspettative degli uomini, dal giudizio di una società che ti vuole madre a tutti i costi e dal seduttivo desiderio di sentirsi accettata, Andrea capirà che quando compi 40 anni si gioca un’altra partita. Dove è in palio la cosa più importante di tutte: la libertà di essere sé stessi.
Trasversale, pungente, stravagante. Andrea Delogu non le manda a dire. E ce n’è per tutti, giovani e meno giovani, uomini e donne, madri e padri, femministe arrabbiate, poliamorosi convinti, animalisti in crisi, hippy mancati e monoteisti part-time.

Info e biglietti: www.ticketitalia.comwww.ticketone.it

SABATO 18 MARZO 2023

Cinéma Sala Pegasus, piazza Bovio, ore 18.00
Profeti
proiezione del film del regista Alessio Cremonini ospite della serata
in collaborazione con la Cooperativa Immaginazione
Ingresso libero

Presentazione del volume “Corpo sacro. Scrittura e esperienza mistica tra medioevo ed età moderna” di Alessandra Bartolomei Romagnoli @ Palazzo Arcivescovile, Sala dei Vescovi
Mar 10@16:30

Il Centro italiano di studi sull’Alto Medioevo e l’Archidiocesi di Spoleto-Norcia, con la collaborazione del Comune di Spoleto e del Parco culturale ecclesiale “Terre di pietra e d’acqua” venerdì 10 marzo 2023 alle ore 16.30 nella Sala dei Vescovi di Palazzo Arcivescovile in via Aurelio Saffi 13, a Spoleto, presenteranno il volume di Alessandra Bartolomei Romagnoli Corpo sacro. Scrittura e esperienza mistica tra medioevo ed età moderna, collana “Uomini e mondi medievali”, edito dalla Fondazione Cisam.

Mezz’ora dopo la chiusura | LUCREZIA BORGIA. Il potere delle donne nel Rinascimento @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
Mar 10@17:30
<!--:it-->Mezz'ora dopo la chiusura | LUCREZIA BORGIA. Il potere delle donne nel Rinascimento<!--:--><!--:en-->Guided tour | LUCREZIA BORGIA. The power of women in the Renaissance<!--:--> @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto

MEZZ’ORA DOPO LA CHIUSURA
Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto

Lucrezia Borgia
Il potere delle donne nel Rinascimento

Visita guidata tematica
Evento a cura di Sistema Museo

Nella settimana che celebra la donna Mezz’ora dopo la chiusura vi dà appuntamento alla Rocca Albornoz con Lucrezia Borgia – Il potere delle donne nel Rinascimento.

L’incontro, che si svolgerà venerdì 10 marzo alle 17.30, è incentrato sulla vita di una delle figure femminili più discusse del passato illustrata attraverso le relazioni sentimentali, il rapporto col potere, le curiosità sul prezioso guardaroba. L’appuntamento è presso la Biglietteria della Rocca Albornoz.

Attività gratuita, previo acquisto biglietto d’ingresso o della Spoleto Card

Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti entro le ore 13 del giorno dell’evento.

Per informazioni e prenotazioni: Tel 0743 224952

Mar
11
Sab
CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche per scoprire i musei della Spoleto Card @ Spoleto
Mar 11 giorno intero
<!--:it-->CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche per scoprire i musei della Spoleto Card<!--:--><!--:en-->MUSEUM MASTERPIECES | Themed guided tours to discover the museums of the SPOLETO CARD<!--:--> @ Spoleto

CAPOLAVORI DA MUSEO
Visite guidate tematiche settimanali

Prosegue anche a MARZO 2023 il programma settimanale di visite guidate a tema a cura di Sistema Museo alla scoperta delle preziose testimonianze storico artistiche dei musei di Spoleto e Campello sul Clitunno. Gli appuntamenti settimanali sono previsti nei musei della rete Spoleto Card: la Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto, Palazzo Collicola, la Casa Romana, la Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo e il Tempietto sul Clitunno.

Le visite guidate tematiche “Capolavori da Museo” alle collezioni dei musei della Spoleto Card sono un’opportunità unica per vivere a pieno la carta turistica museale e scoprire il prezioso patrimonio storico artistico di Spoleto e di Campello sul Clitunno. Le attività sono a cura di Sistema Museo in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto – Tempietto sul Clitunno, il Comune di Spoleto e il Comune di Campello sul Clitunno.

ROCCA ALBORNOZ – MUSEO NAZIONALE DEL DUCATO DI SPOLETO
Che vista! Panorami dalla Rocca | venerdì ore 11.00
La Grande Rocca, dalle origini all’epoca carceraria | sabato ore 11.00
Il fascino del mondo cortese. Il ciclo pittorico della Camera Pinta | domenica ore 11.00

TEMPIETTO SUL CLITUNNO
Un monumento che affascina da secoli | sabato ore 13.00

PALAZZO COLLICOLA
Una nobile passeggiata | sabato ore 15.30

CHIESA DEI SANTI GIOVANNI E PAOLO
Uno scrigno di antiche pitture | sabato ore 16.00

CASA ROMANA
Una domus da sogno | domenica ore 15.00

Tariffe di partecipazione a tutte le visite guidate
Intero € 4,00 | Ridotto € 3,00 per i possessori della Spoleto Card e dai 7 ai 17 anni | Gratuito fino a 6 anni |
Previo acquisto della Spoleto Card o del biglietto di ingresso al museo.

Le visite guidate prevedono la PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA fino ad esaurimento posti e il rispetto delle norme Covid-19 vigenti.

Informazioni e prenotazioni:
SISTEMA MUSEO 0743.224952 | museoducatospoleto@sistemamuseo.it | 0743.46434 | spoleto@sistemamuseo.it
UFFICIO TURISTICO SPOLETO | 0743.218620

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA | Tutte le iniziative @ Spoleto
Mar 11 giorno intero

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA
Calendario iniziative

* * * * *

SABATO 4 MARZO 2023

Palazzo Mauri, via Brignone, ore 16.00
Disagio adolescenziale e medicina narrativa
Conferenza

a seguire consegna del Premio Donna Sapiens a Greta Bartozzini
a cura di FIDAPA, Rotaract Club Spoleto, Associazione Donne contro la Guerra, Inner Wheel

Be a woman
Vendita tris di biscotti per beneficenza a cura di Rotaract Club Spoleto
Ingresso libero

LUNEDÌ 6 MARZO 2023

Palestra Team Dance, via degli Operai n.1, località Santo Chiodo, dalle ore 18.00 alle ore 20.00
Kickboxing contro la violenza sulle donne
corso gratuito di autodifesa femminile messo a disposizione dal pluricampione del mondo Mirko Gori
a cura dell’ASD Fightclub Spoleto

MERCOLEDÌ 8 MARZO 2023

La scalinata di Piazza Pianciani verrà illuminata di giallo a sostegno delle donne Afghane ed Iraniane

Complesso monumentale di San Nicolò, ore 16.00
Dialoghi per la donna
Benessere in menopausa: corpo, mente, cibo

La menopausa – dr. Maurizio Silvestri, Consultorio Spoleto-Valnerina USL Umbria 2
La menopausa non è una malattia – dr.ssa Simonetta Marucci, endocrinologa e presidente Rotary sez. di Spoleto
Mode e modelli alimentari per la salute – dott.ssa Elena Foglia, dietista del comune di Spoleto

Intrattenimento musicale a cura della Scuola comunale di musica e danza A. Onofri
Ingresso libero

GIOVEDÌ 9 MARZO 2023

Palazzo Comunale, Sala dello Spagna, ore 17.00
Premio Donna Sapiens a Romina Virgili della Sartoria Floreale
a cura di FIDAPA, Associazione Donne contro la Guerra
Ingresso libero

VENERDÌ 10 MARZO 2023

ore 17.00 – Palazzo Mauri, via Brignone
Incantesimo Poetico
Pièce teatrale – letture di poesie di donne intermezzate da momenti musicali
a cura di Diletta Masetti e del Maestro Ciro Carbone
Ingresso libero

ore 17.30 – Rocca Albornoz, Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
Mezz’ora dopo la chiusura
Lucrezia Borgia. Il potere delle donne nel Rinascimento.

Visita guidata tematica a cura di Sistema Museo
Attività gratuita previo acquisto del biglietto d’ingresso o della Spoleto Card
Prenotazione obbligatoria al 0743224952 entro le 13.00

Palestra Team Dance, via degli Operai n.1, località Santo Chiodo, dalle ore 18.00 alle ore 20.00
Kickboxing contro la violenza sulle donne
corso gratuito di autodifesa femminile messo a disposizione dal pluricampione del mondo Mirko Gori
a cura dell’ ASD Fightclub Spoleto

ore 21.00 – Cantiere Oberdan, piazza san Gabriele dell’Addolorata
Jam Session
con giovani band spoletine che interpretano canzoni di donne
a cura dell’Associazione Mama Umbria International

Be a woman
Vendita tris di biscotti per beneficenza a cura di Rotaract Club Spoleto
Ingresso libero

SABATO 11 MARZO 2023

Archivio di Stato, piazzale Ermini, ore 15.30
Spoleto Cammina…con le donne
passeggiata per le vie della Città a cura di Cittadinanzattiva

Cinema Sala Frau, vicolo San Filippo n.16, ore 18.00
Nezouh – Il buco nel cielo
proiezione film della regista siriana Soudade Kaadan
in collaborazione con la Cooperativa Immaginazione

Be a woman
Vendita tris di biscotti per beneficenza a cura di Rotaract Club Spoleto

Attività gratuite

MARTEDÌ 14 MARZO 2023

Palazzo Mauri, via Brignone, ore 16.00
Bellezza, sagome e narrazione
laboratorio di arteterapia con Lorella Natalizi, arteterapeuta
Ingresso libero

MERCOLEDÌ 15 MARZO 2023

Palazzina Micheli, via Loreto (parcheggio dell’ospedale San Matteo degli Infermi), ore 16.00
Giornata del fiocchetto Lilla per i disturbi del comportamento alimentare
Inaugurazione dello Sportello di ascolto per i disturbi del comportamento alimentare
a cura dell’Associazione Il Girasole
Ingresso libero

GIOVEDÌ 16 MARZO 2023

Palazzo Mauri, via Brignone, ore 17.30
Dacia Maraini, una scrittrice in viaggio con la macchina fotografica
Aperitivo letterario, letture scelte dal libro “Caro Pier Paolo” a cura di Cristina e Marina Antonini
Intervengono Antonella Manni e Serafino Amato
a cura di FIDAPA ed Associazione Donne contro la Guerra
Ingresso libero

VENERDÌ 17 MARZO 2023

Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, ore 21.00
40 E STO
con Andrea Delogu

Da un’idea di Andrea Delogu e Rossella Rizzi
Scritto da Alberto Caviglia, Andrea Delogu, Rossella Rizzi e Giovanna Salvatori
Regia Enrico Zaccheo

“40 e sto” è un folle spettacolo che racconta le donne alla soglia dei 40 anni: il giro di boa, la crisi e la rinascita, la libertà e le battaglie contro i luoghi comuni.
Districandosi tra bizzarri pretendenti, traslochi, social, supermercati per single, Max Pezzali, paparazzi, viaggi, libri auto fogli di giornale…Andrea Delogu attinge a piene mani dalla sua vita privata, raccontandosi senza filtri in un esilarante flusso di coscienza in cui il pubblico si riconoscerà.
In questo sorprendente viaggio, Andrea si metterà a nudo trascinandoci nella sua nuova vita, quella di una quarantenne che, riappropriatasi della propria indipendenza, si metterà in gioco esplorando le mode, i vizi e le ossessioni di questa strana epoca che viviamo.
Sorpresa dall’approccio e le aspettative degli uomini, dal giudizio di una società che ti vuole madre a tutti i costi e dal seduttivo desiderio di sentirsi accettata, Andrea capirà che quando compi 40 anni si gioca un’altra partita. Dove è in palio la cosa più importante di tutte: la libertà di essere sé stessi.
Trasversale, pungente, stravagante. Andrea Delogu non le manda a dire. E ce n’è per tutti, giovani e meno giovani, uomini e donne, madri e padri, femministe arrabbiate, poliamorosi convinti, animalisti in crisi, hippy mancati e monoteisti part-time.

Info e biglietti: www.ticketitalia.comwww.ticketone.it

SABATO 18 MARZO 2023

Cinéma Sala Pegasus, piazza Bovio, ore 18.00
Profeti
proiezione del film del regista Alessio Cremonini ospite della serata
in collaborazione con la Cooperativa Immaginazione
Ingresso libero

STAGIONE DI PROSA 2022/2023 | L’ALFABETO DELLE EMOZIONI di Stefano Massini @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti
Mar 11@20:45
<!--:it-->STAGIONE DI PROSA 2022/2023 | L'ALFABETO DELLE EMOZIONI di Stefano Massini <!--:--> @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti

Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, ore 20.45
STAGIONE DI PROSA 2022/2023

L’ALFABETO DELLE EMOZIONI
di Stefano Massini

PROGRAMMA in pdf

Noi siamo quello che proviamo. E raccontarci agli altri significa raccontare le nostre emozioni. Ma come farlo, in un momento che sembra confondere tutto con tutto, perdendo i confini fra gli stati d’animo? Ci viene detto che siamo analfabeti emotivi, e proprio da qui parte Stefano Massini – il primo autore italiano ad aver ricevuto il Tony Awards, l’Oscar del teatro americano – per un viaggio profondissimo e ironico al tempo stesso nel labirinto del nostro sentire e sentirci.

In un immaginario alfabeto in cui ogni lettera è un’emozione (P come Paura, F come Felicità, M come Malinconia…), Massini trascina il pubblico in un susseguirsi di storie e di esempi irresistibili, con l’obiettivo unico di chiamare per nome ciò che ci muove da dentro. Scorrono visi, ritratti, nomi, situazioni. Ad andare in scena è la forza e la fragilità dell’essere umano, dipinta con l’estro e il divertimento di un appassionato narratore, definito da Repubblica “il più popolare raccontastorie del momento”.

con Stefano Massini

produzione Savà Produzioni Creative

ESCLUSIVA REGIONALE

BIGLIETTI

PLATEA
POSTO PALCO platea centrale
POSTO PALCO I ordine centrale
Intero € 21
Ridotto* € 18

POSTO PALCO platea laterale
I ordine laterale
II – III ordine centrale
Intero € 17
Ridotto* € 14

GALLERIA / POSTO PALCO
II – III ordine laterale
Intero € 10
*sotto i 28 e sopra i 65 anni

VENDITA
Da giovedì 17 novembre possono essere acquistati i biglietti per tutta la Stagione.

BOTTEGHINO TEATRO CAIO MELISSO SPAZIO CARLA FENDI
Piazza del Duomo, 4 – T 0743 222209
IL GIORNO DELLO SPETTACOLO dalle 17 per gli spettacoli delle 20.45 e dalle 15 per gli spettacoli delle 17

BOTTEGHINO TEATRO NUOVO GIAN CARLO MENOTTI
Via Vaita S.Andrea, 20 – T 0743 222647
IL GIORNO DELLO SPETTACOLO dalle 17 per gli spettacoli delle 20.45 e dalle 15 per gli spettacoli delle 17

ONLINE
www.teatrostabile.umbria.it

PRENOTAZIONI TELEFONICHE BOTTEGHINO REGIONALE
T 075 57542222 lunedì—sabato, ore 17 > 20
è possibile prenotare dopo l’ultima replica dello spettacolo precedente. I biglietti prenotati devono essere ritirati entro le 20 del giorno dello spettacolo

Mar
12
Dom
CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche per scoprire i musei della Spoleto Card @ Spoleto
Mar 12 giorno intero
<!--:it-->CAPOLAVORI DA MUSEO | Visite guidate tematiche per scoprire i musei della Spoleto Card<!--:--><!--:en-->MUSEUM MASTERPIECES | Themed guided tours to discover the museums of the SPOLETO CARD<!--:--> @ Spoleto

CAPOLAVORI DA MUSEO
Visite guidate tematiche settimanali

Prosegue anche a MARZO 2023 il programma settimanale di visite guidate a tema a cura di Sistema Museo alla scoperta delle preziose testimonianze storico artistiche dei musei di Spoleto e Campello sul Clitunno. Gli appuntamenti settimanali sono previsti nei musei della rete Spoleto Card: la Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto, Palazzo Collicola, la Casa Romana, la Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo e il Tempietto sul Clitunno.

Le visite guidate tematiche “Capolavori da Museo” alle collezioni dei musei della Spoleto Card sono un’opportunità unica per vivere a pieno la carta turistica museale e scoprire il prezioso patrimonio storico artistico di Spoleto e di Campello sul Clitunno. Le attività sono a cura di Sistema Museo in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria – Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto – Tempietto sul Clitunno, il Comune di Spoleto e il Comune di Campello sul Clitunno.

ROCCA ALBORNOZ – MUSEO NAZIONALE DEL DUCATO DI SPOLETO
Che vista! Panorami dalla Rocca | venerdì ore 11.00
La Grande Rocca, dalle origini all’epoca carceraria | sabato ore 11.00
Il fascino del mondo cortese. Il ciclo pittorico della Camera Pinta | domenica ore 11.00

TEMPIETTO SUL CLITUNNO
Un monumento che affascina da secoli | sabato ore 13.00

PALAZZO COLLICOLA
Una nobile passeggiata | sabato ore 15.30

CHIESA DEI SANTI GIOVANNI E PAOLO
Uno scrigno di antiche pitture | sabato ore 16.00

CASA ROMANA
Una domus da sogno | domenica ore 15.00

Tariffe di partecipazione a tutte le visite guidate
Intero € 4,00 | Ridotto € 3,00 per i possessori della Spoleto Card e dai 7 ai 17 anni | Gratuito fino a 6 anni |
Previo acquisto della Spoleto Card o del biglietto di ingresso al museo.

Le visite guidate prevedono la PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA fino ad esaurimento posti e il rispetto delle norme Covid-19 vigenti.

Informazioni e prenotazioni:
SISTEMA MUSEO 0743.224952 | museoducatospoleto@sistemamuseo.it | 0743.46434 | spoleto@sistemamuseo.it
UFFICIO TURISTICO SPOLETO | 0743.218620

Mercatino dell’Antico @ Corso Mazzini - Giardini di Viale Matteotti
Mar 12@08:00

Il Mercatino dell’Antico si svolge ogni seconda domenica del mese in Piazza della Libertà e nelle vie limitrofe, dalla mattina fino al calare del sole. Nei mesi estivi il mercato si sposta nei giardini di Viale Matteotti.

Offre oggetti di vario genere e qualità, da prodotti di artigianato e di piccolo antiquariato, a capi d’abbigliamento, mobili, gioielli, libri, dipinti.

Per partecipare come espositori: Ufficio Commercio del Comune di Spoleto – Tel. 0743 218454 / 55

dav

Visita guidata SPOLETO CARD | CASA ROMANA – Mosaici e pitture parietali @ Casa Romana
Mar 12@11:00

Le visite guidate tematiche nei musei sono GRATUITE per i POSSESSORI della SPOLETO CARD.
Le visite guidate tematiche sono SOLO SU PRENOTAZIONE e A NUMERO CHIUSO.
La partecipazione alle attività in programma prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.

Si può partecipare alle visite guidate anche senza SPOLETO CARD con una tariffa agevolata di € 4,00 a persona, oltre il biglietto del museo.

La SPOLETO CARD è un biglietto cumulativo che consente di accedere a numerosi siti museali del territorio e usufruire di particolari vantaggi.
La SPOLETO CARD si può acquistare nei siti museali aderenti ed è valida 7 giorni.

TARIFFE SPOLETO CARD:
Red Card: € 9,50
Green Card: € 8,00 (dai 18 ai 25 anni, oltre 65 anni, gruppi)
A cura di: Sistema Museo, in collaborazione con il Comune di Spoleto.

Per informazioni e prenotazioni:
Soc. Coop. Sistema Museo
Tel e fax 0743 46434 – 0743 224952
E-mail: info@spoletocard.it
Sito web: www.spoletocard.it

La Domenica dei Sogni – Teatro per ragazzi @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti
Mar 12@16:30

Cinque gli spettacoli della rassegna teatrale dedicata ai bambini, in programma dal 3 dicembre al 12 marzo



L’assessore Chiodetti:”Abbiamo fortemente voluto questa ripartenza, un percorso nato nel 2009 grazie ad una felicissima e lungimirante intuizione di VincenzoCerami

Torna la rassegna di teatro famiglia “La Domenica dei Sogni”, ideata da Vincenzo Cerami nel 2009 per promuovere l’amore per il teatro tra le giovani generazioni.

Dal 3 dicembre al 12 marzo saranno cinque gli spettacoli che accompagneranno i bambini e le loro famiglie durante tutto il periodo invernale, un viaggio insieme alle migliori compagnie d’Italia nella splendida cornice del Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti la domenica alle ore 16.30.

La magia del Natale, l’avventura di un viaggio, la meraviglia della diversità e la bellezza dell’accoglienza, passando per la sempiterna favola di Pinocchio fino ad arrivare all’avvincente storia degli elefanti di Annibale. Abbiamo fortemente voluto questa ripartenza dopo lo stop dell’emergenza sanitaria, perché “La Domenica dei Sogni” è un’occasione per far conoscere ai giovani e ai giovanissimi il linguaggio teatrale, condividendo con le proprie famiglie il confronto e il dialogo sulle tematiche raccontate – ha spiegato l’assessore Danilo ChiodettiQuesto percorso, arrivato alla tredicesima edizione e nato nel 2009 grazie ad una felicissima e lungimirante intuizione di Vincenzo Cerami, allora assessore alla cultura di Spoleto, vuole contribuire a fornire attraverso il racconto, la fantasia e la cultura, anche e soprattutto ai più giovani, quelle chiavi di lettura necessarie a vivere la quotidianità, i rapporti, la socialità”.

Il programma di quest’anno della “Domenica dei Sogni” prenderà il via con due appuntamenti nel mese di dicembre. Domenica 3 si inizia con “Chi ha rapito Babbo Natale”, spettacolo della Compagnia Teatro Verde di Roma, vincitore del Premio Città di Aosta 2003, di Andrea Calabretta per la regia Pino Strabioli, per poi proseguire il 18 dicembre con “Sapore di sale. L’odissea di una sardina” della Compagnia La Baracca Testoni Ragazzi di Bologna, di Bruno Cappagli e Fabio Galanti.

Saranno tre gli appuntamenti del 2023. Il primo è in programma il 15 gennaio, quando al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti arriverà “Pinocchio”, spettacolo della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani di Torino (ideazione e regia di Luigina Dagostino, con Claudio Dughera, Daniel Lascar, Claudia Martore), mentre il 5 febbraio sarà la volta di “La fiaba di Celeste” della Compagnia La Piccionaia, di Gianni Franceschini.

L’ultimo spettacolo della rassegna di Teatro Famiglia “La Domenica dei Sogni” sarà “Annibale memorie di un elefante” della Compagnia Teatro Gioco Vita, in programma domenica 12 marzo. Il progetto, la drammaturgia e la regia è di Nicola Cavallari, con Giorgio Branca, Nicola Cavallari e Tommaso Pusant Pagliarini.

Pin It