Calendar

Giu
29
Mar
64° FESTIVAL DEI DUE MONDI @ Spoleto
Giu 29 giorno intero
<!--:it-->64° FESTIVAL DEI DUE MONDI<!--:--><!--:en-->64th FESTIVAL OF TWO WORLDS<!--:--> @ Spoleto

64° Festival dei Due Mondi
25 giugno – 11 luglio 2021
www.festivaldispoleto.com

Dal sito ufficiale www.festivaldispoleto.com:

S’inaugura venerdì 25 giugno 2021 la sessantaquattresima edizione del Festival dei Due Mondi di Spoleto, la prima a firma della direttrice artistica Monique Veaute. Il Festival delle arti performative più antico d’Italia, ideato da Gian Carlo Menotti nel 1958, trasforma ancora una volta la città in palcoscenico. La missione fondante rimane senza tempo, così come l’atmosfera del luogo che per tre settimane mescola la realtà con la finzione, la quotidianità con la magia del teatro, gli artisti con gli spettatori: 60 spettacoli, tutti in prima italiana, con più di 500 artisti da 13 paesi in 15 sedi sono i numeri di una proposta interdisciplinare che dal 25 giugno all’11 luglio mette in relazione Musica, Opera, Danza, Teatro, Arte attraverso la creatività dei migliori artisti e delle migliori compagnie internazionali.

Gli appuntamenti si susseguono da mattina a sera, in una combinazione di generi e forme che permette al pubblico di scoprire l’inatteso. Gli spettacoli e gli incontri con gli artisti, gli appuntamenti collaterali, gli approfondimenti, i dibattiti scrivono il racconto della nostra contemporaneità, svelano il volto della nostra società e ci restituiscono la complessità del nostro vivere affrontandone i grandi temi: la Rai presenta a Spoleto il primo Festival per il sociale, la sostenibilità ambientale ed economica sono al centro del dibattito culturale, e della nuova organizzazione del Festival, così come la coesione e l’inclusione, il ruolo delle donne, quello delle nuove generazioni e il valore della memoria.

Dante, Stravinskij, Strehler, Pina Bausch così come i grandi classici sono il ponte tra passato e futuro, proiettati in avanti dalla visione artistica dei grandi nomi che compongono il cartellone: da Iván Fisher ad Antonio Pappano, dalla Budapest Festival Orchestra all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, da Mourad Merzouki ad Angelin Preljocaj, da Francesco Tristano a Brad Mehldau, da Flora Détraz a Jonas&Lander, da Liv Ferracchiati a Alan Lucien Øyen, dai contributi di Romeo Castellucci, Robert Lepage, Lucia Ronchetti, così come dalle residenze sperimentali a cura di La MaMa Spoleto Open o dell’Accademia Silvio d’Amico.

L’artista Daniel Buren firma il Manifesto della 64° Edizione mentre le mostre a Palazzo Collicola e in città completano la proposta d’arte. Sullo sfondo, gli approfondimenti culturali di Fondazione Carla Fendi, i concerti da Casa Menotti e i numerosi appuntamenti collaterali sono finestre sul nostro tempo e sui meravigliosi luoghi della città.

Il 64° Festival dei Due Mondi segna il ritorno alla socialità in assoluta sicurezza e affianca alla proposta dal vivo, offline, anche un calendario di appuntamenti online sul Digital Stage, per permettere di assistere agli spettacoli già programmati che non possono andare in scena per le limitazioni ancora imposte dall’emergenza sanitaria.

Un festival che torna a dialogare con il territorio e le realtà che lo animano facendosene promotore, un festival che torna a far dialogare il pubblico e le persone, creando nuove occasioni di incontro.

Per maggiori informazioni: www.festivaldispoleto.com
E-mail: info@festivaldispoleto.com

Mostra | INCANTO TARDOGOTICO. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus @ Museo Diocesano
Giu 29 giorno intero

Dal 15 giugno al 7 novembre, grazie alla preziosa collaborazione dei Musei Vaticani, verrà riunito e sarà visibile per la prima volta il trittico composto dalla Madonna in trono con il Bambino e gli angeli, attualmente custodito nel Museo Diocesano di Spoleto, e dagli scomparti laterali con le raffigurazioni di Santa Paola Romana e Santa Eustochio che, scampati alla furia del terremoto del 1703, entrarono nel mercato dei collezionisti e sono documentati in Vaticano a partire dal 1867.

La mostra, dal titolo Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus, è curata da Adele Breda, referente del Reparto per l’Arte Bizantino-medievale dei Musei Vaticani, da Stefania Nardicchi, Conservatore del Museo Diocesano di Spoleto, e da Anna Pizzamano, Dottoranda in “Storia e Beni Culturali della Chiesa” presso la Pontificia Università Gregoriana.

In occasione del recente restauro dei due scomparti laterali conservati all’interno della Collezione Vaticana, riportanti le immagini di due sante poco note, Paola Romana ed Eustochio, madre e figlia che vissero all’epoca di San Girolamo (fine IV secolo), se ne è approfondito lo studio e si è cercato di trovare lo scomparto centrale perduto. Le ricerche hanno individuato al Museo Diocesano di Spoleto una tavola frammentata, dove è rappresentata una Madonna in trono col Bambino tra due angeli. Il dipinto, seppur mancante della parte inferiore, è stato riconosciuto come parte centrale del trittico. L’opera ornava in origine l’altare della chiesa di Santa Maria presso il castello di Abeto di Preci, da cui l’appellativo di Maria Santissima di Piè di Castello.

La Madonna di Spoleto è stata trasferita al Gabinetto di Ricerche Scientifiche applicate ai Beni Culturali dei Musei Vaticani, dove i diversi componenti sono stati esaminati a fondo: l’essenza lignea, i pigmenti, le incisioni e i punzoni ne hanno confermato la piena compatibilità. Con l’intento di approfondire lo studio di un pittore di elevatissima qualità non abbastanza noto, è stata selezionata anche un’opera più tarda del medesimo maestro da mettere a confronto, la Madonna in trono col Bambino tra due angeli, oggi custodita nel Museo di Arte Sacra e Religiosità Popolare “Beato Angelico” di Vicchio del Mugello.

Sono diversi i motivi che hanno condotto a questa scelta. Si tratta, infatti, di polittici realizzati da una delle botteghe fiorentine più raffinate e ricercate del tempo, destinati all’arredo liturgico di cappelle e pievi delle zone rurali di Umbria e Toscana. La sopravvivenza della sola tavola con la Madonna, sia nel caso di Abeto di Preci che in quello di Vicchio, attesta, altresì, una devozione mai interrotta e un legame affettivo e plurisecolare con il territorio, che ha resistito anche alla dispersione degli scomparti laterali. Grazie a questo accostamento è anche possibile intuire le dimensioni originarie della Madonna di Spoleto, gravemente danneggiata nel terremoto del 1703.

Due momenti del percorso stilistico del Maestro della Madonna Straus, attivo a Firenze tra il 1385 e il 1415, un pittore che, da un iniziale neogiottismo, lentamente si apre al nuovo stile internazionale, accogliendo in parte i modi di Lorenzo Monaco e di Gherardo Starnina, ma mantenendo sempre una sua originale arcaicità.

Titolo: Incanto Tardogotico, Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus
Sede: Spoleto, Museo Diocesano
Periodo: 15 giugno -7 novembre 2021
Catalogo: edito da Quattroemme, Perugia
Orari: Tutti giorni dalle 11 alle 18. Giorno di chiusura lunedì
Biglietti: Euro 5,00; gratuito fino a 6 anni e disabili con accompagnatore

Informazioni:
Tel.+39 0577 286300 – duomospoleto@operalaboratori.com
www.spoletonorcia.it

Mostra | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato
Giu 29 giorno intero
<!--:it-->Mostra | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--><!--:en-->Exhibition | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--> @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato

San Salvatore ARMONIE imPERFETTE
Mostra fotografica-documentaria a cura del Comune di Spoleto per il decennale dall’inserimento nella lista del patrimonio mondiale Unesco del sito seriale i Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.c.)

dal 25 giugno al 15 agosto
sale espositive ex Monte di Pietà via A. Saffi
dal giovedì alla domenica
10.30/13.00 – 16.30-19.00

fino al 31 dicembre
presso palazzo Mauri, biblioteca comunale G. Carducci
orari apertura biblioteca – info 0743/218801

presso la sezione dell’Archivio di Stato di Spoleto, Complesso San Matteo
mercoledì e giovedì dalle ore 10 alle ore 13
venerdì dalle ore 15 alle ore 17
sabato e domenica dalle ore 17 alle ore 20

Programmazione CINEMA a Spoleto @ Sala Pegasus e Sala Frau
Giu 29 giorno intero
<!--:it-->Programmazione CINEMA a Spoleto<!--:--><!--:en-->CINEMA in Spoleto<!--:--> @ Sala Pegasus e Sala Frau

Cinéma Sala Pegasus
Piazza Bovio
Sito web: www.cinemasalapegasus.it
Facebook: Cinéma Sala Pegasus
cinemasalapegasus@gmail.com
Tel. 0743 522620

Cinema Sala Frau
Vicolo San Filippo 16
Sito web: www.spoletocinemaalcentro.it
Facebook: Cinema Sala Frau
cinemasalafrau@gmail.com
Tel. 0743/522177

Per ricevere la NEWSLETTER invia una e-mail all’indirizzo cinemasalapegasus@gmail.com

Tour individuali di Spoleto @ Spoleto, partenza da Piazza della Libertà
Giu 29 giorno intero

SPOLETO TOUR INDIVIDUALI

TUTTI I GIORNI previa prenotazione
Mattina: ore 10.00
Pomeriggio: ore 16.00

Itinerario (durata 2 ore): Partenza da Piazza della Libertà, visita del Teatro Romano, Arco di Druso e Germanico, Piazza del Mercato, Cattedrale, Giro della Rocca per ammirare la Rocca Albornoziana e il Ponte delle Torri
Ritrovo: in Piazza della Libertà, di fronte all’info point, 10 minuti prima della partenza

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Per info e prenotazioni:
Tel. 075 815227/28
numero emergenze: 339 3390103
e-mail: info@assoguide.it

Visite guidate a cura di AGTU (Associazione Guide Turistiche Umbria)

Giu
30
Mer
64° FESTIVAL DEI DUE MONDI @ Spoleto
Giu 30 giorno intero
<!--:it-->64° FESTIVAL DEI DUE MONDI<!--:--><!--:en-->64th FESTIVAL OF TWO WORLDS<!--:--> @ Spoleto

64° Festival dei Due Mondi
25 giugno – 11 luglio 2021
www.festivaldispoleto.com

Dal sito ufficiale www.festivaldispoleto.com:

S’inaugura venerdì 25 giugno 2021 la sessantaquattresima edizione del Festival dei Due Mondi di Spoleto, la prima a firma della direttrice artistica Monique Veaute. Il Festival delle arti performative più antico d’Italia, ideato da Gian Carlo Menotti nel 1958, trasforma ancora una volta la città in palcoscenico. La missione fondante rimane senza tempo, così come l’atmosfera del luogo che per tre settimane mescola la realtà con la finzione, la quotidianità con la magia del teatro, gli artisti con gli spettatori: 60 spettacoli, tutti in prima italiana, con più di 500 artisti da 13 paesi in 15 sedi sono i numeri di una proposta interdisciplinare che dal 25 giugno all’11 luglio mette in relazione Musica, Opera, Danza, Teatro, Arte attraverso la creatività dei migliori artisti e delle migliori compagnie internazionali.

Gli appuntamenti si susseguono da mattina a sera, in una combinazione di generi e forme che permette al pubblico di scoprire l’inatteso. Gli spettacoli e gli incontri con gli artisti, gli appuntamenti collaterali, gli approfondimenti, i dibattiti scrivono il racconto della nostra contemporaneità, svelano il volto della nostra società e ci restituiscono la complessità del nostro vivere affrontandone i grandi temi: la Rai presenta a Spoleto il primo Festival per il sociale, la sostenibilità ambientale ed economica sono al centro del dibattito culturale, e della nuova organizzazione del Festival, così come la coesione e l’inclusione, il ruolo delle donne, quello delle nuove generazioni e il valore della memoria.

Dante, Stravinskij, Strehler, Pina Bausch così come i grandi classici sono il ponte tra passato e futuro, proiettati in avanti dalla visione artistica dei grandi nomi che compongono il cartellone: da Iván Fisher ad Antonio Pappano, dalla Budapest Festival Orchestra all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, da Mourad Merzouki ad Angelin Preljocaj, da Francesco Tristano a Brad Mehldau, da Flora Détraz a Jonas&Lander, da Liv Ferracchiati a Alan Lucien Øyen, dai contributi di Romeo Castellucci, Robert Lepage, Lucia Ronchetti, così come dalle residenze sperimentali a cura di La MaMa Spoleto Open o dell’Accademia Silvio d’Amico.

L’artista Daniel Buren firma il Manifesto della 64° Edizione mentre le mostre a Palazzo Collicola e in città completano la proposta d’arte. Sullo sfondo, gli approfondimenti culturali di Fondazione Carla Fendi, i concerti da Casa Menotti e i numerosi appuntamenti collaterali sono finestre sul nostro tempo e sui meravigliosi luoghi della città.

Il 64° Festival dei Due Mondi segna il ritorno alla socialità in assoluta sicurezza e affianca alla proposta dal vivo, offline, anche un calendario di appuntamenti online sul Digital Stage, per permettere di assistere agli spettacoli già programmati che non possono andare in scena per le limitazioni ancora imposte dall’emergenza sanitaria.

Un festival che torna a dialogare con il territorio e le realtà che lo animano facendosene promotore, un festival che torna a far dialogare il pubblico e le persone, creando nuove occasioni di incontro.

Per maggiori informazioni: www.festivaldispoleto.com
E-mail: info@festivaldispoleto.com

IM/POSSIBILE_AMORE / SPOLETO in_Covid | Mostra di parole e immagini su cartoncino @ Palazzo Mauri
Giu 30 giorno intero

IM/POSSIBILE_AMORE / SPOLETO in_Covid

Mostra di parole e immagini su cartoncino da lunedì 28 giugno al 30 agosto a Palazzo Mauri Una mostra di parole e immagini stampate su cartoncino per celebrare l’amore come ultima espressione di libertà durante la reclusione causata dalla pandemia di COVID19. Pensieri, immagini, sentimenti, per la natura, la vita o l’arte, frasi d’amore o “dedicata”, spediti da viaggiatori, artisti, operatori culturali, tra il 14 febbraio e il 30 maggio 2021,stampate su cartoncini di base cm 10×15, “firmate” con un acronimo o pseudonimo. L’esposizione, dal titolo “IM/POSSIBILE_AMORE / SPOLETO in_Covid”, verrà aperta al pubblico a partire da lunedì 28 giugno alle ore 17.00 alla Biblioteca Comunale “G. Carducci” di palazzo Mauri e sarà visitabile secondo gli orari della biblioteca (lunedì dalle ore 15.00 alle 19.00, martedì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15 alle 19.00, mercoledì dalle 9.00 alle 13.00, giovedì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00, venerdì dalle 9.00 alle 13.00)
Una mostra, realizzata da Studio_A’87, in collaborazione con la Biblioteca Comunale e Cittadinanzattiva, con i cartoncini protagonisti della mostra che dialogano sui temi dell’amore e dei sentimenti con volumi, antichi e moderni, del patrimonio della Biblioteca Comunale “Carducci”, scelti per attinenza tematica e suggestione iconografica. Fino al 30 agosto la mostra sarà a Palazzo Mauri, poi dal 4 settembre le opere saranno esposte all’ex-edicola Info/Point “Concessione 5” a Spoleto, in Piazza Torre dell’Olio, dove resteranno visibili ai passanti, giorno e notte ad orario continuato fino al 31 dicembre 2021. I cartoncini “anonimi” esposti formeranno un piccolo libro che sarà donato alla Biblioteca Comunale di Spoleto e conterrà una pagina con i nomi degli autori, ma il “fraseggio amoroso” sottoscritto con un acronimo o pseudonimo, manterrà l’anonimato come significato di tempo sospeso, fragile condizione umana nel primario diritto alla salute e nel continuo bisogno d’amore. Secondo i curatori il concetto chiave della mostra è che “Il sentimento non può essere brevettato, così pure il “vaccino anti-Covid”, frutto del pensiero umano, da considerarsi concettualmente “sentimento sociale di solidarietà” e non pratica di speculazione… //… Anche l’arte dovrebbe ‘veicolare la fratellanza’. Il dovere di coloro che si pongono al servizio della volontà generale è ‘rimanere in certo qual modo anonimi, pronti a mescolarsi in qualsiasi momento con l’umanità comune’. Infatti, un amore anonimo è per ciò stesso universale. «L’arte autentica, poi, ha una missione sacra: insegna l’indifferenza del tempo e dello spazio, e ci rende consapevoli della nostra sottomissione alla necessità. Un’opera d’arte ha un autore, e tuttavia, se essa è perfetta, possiede qualcosa di essenzialmente anonimo. Essa imita l’anonimato dell’arte divina» (Simone Weil)
Mostra | INCANTO TARDOGOTICO. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus @ Museo Diocesano
Giu 30 giorno intero

Dal 15 giugno al 7 novembre, grazie alla preziosa collaborazione dei Musei Vaticani, verrà riunito e sarà visibile per la prima volta il trittico composto dalla Madonna in trono con il Bambino e gli angeli, attualmente custodito nel Museo Diocesano di Spoleto, e dagli scomparti laterali con le raffigurazioni di Santa Paola Romana e Santa Eustochio che, scampati alla furia del terremoto del 1703, entrarono nel mercato dei collezionisti e sono documentati in Vaticano a partire dal 1867.

La mostra, dal titolo Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus, è curata da Adele Breda, referente del Reparto per l’Arte Bizantino-medievale dei Musei Vaticani, da Stefania Nardicchi, Conservatore del Museo Diocesano di Spoleto, e da Anna Pizzamano, Dottoranda in “Storia e Beni Culturali della Chiesa” presso la Pontificia Università Gregoriana.

In occasione del recente restauro dei due scomparti laterali conservati all’interno della Collezione Vaticana, riportanti le immagini di due sante poco note, Paola Romana ed Eustochio, madre e figlia che vissero all’epoca di San Girolamo (fine IV secolo), se ne è approfondito lo studio e si è cercato di trovare lo scomparto centrale perduto. Le ricerche hanno individuato al Museo Diocesano di Spoleto una tavola frammentata, dove è rappresentata una Madonna in trono col Bambino tra due angeli. Il dipinto, seppur mancante della parte inferiore, è stato riconosciuto come parte centrale del trittico. L’opera ornava in origine l’altare della chiesa di Santa Maria presso il castello di Abeto di Preci, da cui l’appellativo di Maria Santissima di Piè di Castello.

La Madonna di Spoleto è stata trasferita al Gabinetto di Ricerche Scientifiche applicate ai Beni Culturali dei Musei Vaticani, dove i diversi componenti sono stati esaminati a fondo: l’essenza lignea, i pigmenti, le incisioni e i punzoni ne hanno confermato la piena compatibilità. Con l’intento di approfondire lo studio di un pittore di elevatissima qualità non abbastanza noto, è stata selezionata anche un’opera più tarda del medesimo maestro da mettere a confronto, la Madonna in trono col Bambino tra due angeli, oggi custodita nel Museo di Arte Sacra e Religiosità Popolare “Beato Angelico” di Vicchio del Mugello.

Sono diversi i motivi che hanno condotto a questa scelta. Si tratta, infatti, di polittici realizzati da una delle botteghe fiorentine più raffinate e ricercate del tempo, destinati all’arredo liturgico di cappelle e pievi delle zone rurali di Umbria e Toscana. La sopravvivenza della sola tavola con la Madonna, sia nel caso di Abeto di Preci che in quello di Vicchio, attesta, altresì, una devozione mai interrotta e un legame affettivo e plurisecolare con il territorio, che ha resistito anche alla dispersione degli scomparti laterali. Grazie a questo accostamento è anche possibile intuire le dimensioni originarie della Madonna di Spoleto, gravemente danneggiata nel terremoto del 1703.

Due momenti del percorso stilistico del Maestro della Madonna Straus, attivo a Firenze tra il 1385 e il 1415, un pittore che, da un iniziale neogiottismo, lentamente si apre al nuovo stile internazionale, accogliendo in parte i modi di Lorenzo Monaco e di Gherardo Starnina, ma mantenendo sempre una sua originale arcaicità.

Titolo: Incanto Tardogotico, Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus
Sede: Spoleto, Museo Diocesano
Periodo: 15 giugno -7 novembre 2021
Catalogo: edito da Quattroemme, Perugia
Orari: Tutti giorni dalle 11 alle 18. Giorno di chiusura lunedì
Biglietti: Euro 5,00; gratuito fino a 6 anni e disabili con accompagnatore

Informazioni:
Tel.+39 0577 286300 – duomospoleto@operalaboratori.com
www.spoletonorcia.it

Mostra | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato
Giu 30 giorno intero
<!--:it-->Mostra | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--><!--:en-->Exhibition | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--> @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato

San Salvatore ARMONIE imPERFETTE
Mostra fotografica-documentaria a cura del Comune di Spoleto per il decennale dall’inserimento nella lista del patrimonio mondiale Unesco del sito seriale i Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.c.)

dal 25 giugno al 15 agosto
sale espositive ex Monte di Pietà via A. Saffi
dal giovedì alla domenica
10.30/13.00 – 16.30-19.00

fino al 31 dicembre
presso palazzo Mauri, biblioteca comunale G. Carducci
orari apertura biblioteca – info 0743/218801

presso la sezione dell’Archivio di Stato di Spoleto, Complesso San Matteo
mercoledì e giovedì dalle ore 10 alle ore 13
venerdì dalle ore 15 alle ore 17
sabato e domenica dalle ore 17 alle ore 20

Programmazione CINEMA a Spoleto @ Sala Pegasus e Sala Frau
Giu 30 giorno intero
<!--:it-->Programmazione CINEMA a Spoleto<!--:--><!--:en-->CINEMA in Spoleto<!--:--> @ Sala Pegasus e Sala Frau

Cinéma Sala Pegasus
Piazza Bovio
Sito web: www.cinemasalapegasus.it
Facebook: Cinéma Sala Pegasus
cinemasalapegasus@gmail.com
Tel. 0743 522620

Cinema Sala Frau
Vicolo San Filippo 16
Sito web: www.spoletocinemaalcentro.it
Facebook: Cinema Sala Frau
cinemasalafrau@gmail.com
Tel. 0743/522177

Per ricevere la NEWSLETTER invia una e-mail all’indirizzo cinemasalapegasus@gmail.com

Tour individuali di Spoleto @ Spoleto, partenza da Piazza della Libertà
Giu 30 giorno intero

SPOLETO TOUR INDIVIDUALI

TUTTI I GIORNI previa prenotazione
Mattina: ore 10.00
Pomeriggio: ore 16.00

Itinerario (durata 2 ore): Partenza da Piazza della Libertà, visita del Teatro Romano, Arco di Druso e Germanico, Piazza del Mercato, Cattedrale, Giro della Rocca per ammirare la Rocca Albornoziana e il Ponte delle Torri
Ritrovo: in Piazza della Libertà, di fronte all’info point, 10 minuti prima della partenza

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Per info e prenotazioni:
Tel. 075 815227/28
numero emergenze: 339 3390103
e-mail: info@assoguide.it

Visite guidate a cura di AGTU (Associazione Guide Turistiche Umbria)

Saggi della Scuola Comunale di Musica e Danza “Alessandro Onofri” @ in streaming
Giu 30@18:00

DISPONIBILI SU FACEBOOK E YOUTUBE I SAGGI DELLA SCUOLA COMUNALE DI MUSICA E DANZA “ALESSANDRO ONOFRI”

Dal 14 giugno al 6 agosto ogni lunedì, mercoledì, venerdì e domenica alle ore 18.00

Per il secondo anno consecutivo i saggi della Scuola comunale di musica e danza “Alessandro Onofri” saranno disponibili nei canali social del Comune di Spoleto.

Insieme a Facebook (https://www.facebook.com/ComunediSpoleto), dove anche nel 2020 abbiamo potuto seguire i concerti degli allievi e delle allieve della Scuola, quest’anno i video saranno disponibili anche nel canale YouTube dell’Ente (https://bit.ly/3yi3Zxb).

Sotto la guida dei docenti Tiziano Tetro (batteria), Mariangela Campoccia (canto), Luca Giuliani, Fabrizio Porrazzini e Gionatan Scoppetta (chitarra), Alfredo Natili (clarinetto) , Sabrina Bacaro (flauto), Paolo Puliti (Oboe), Simone Benedetti, Egidio Flamini, Simona Granelli, Moira Michelini, Isabella Pistelli (Pianoforte), Luca Gregori (propedeutica musicale), Gabriele Francioli (sax), Giovanni Giglioni (tromba), Corinna Ruppert e Gionatan Scoppetta (violino), che li hanno seguiti costantemente anche nel corso di questo ultimo e difficile anno, tutti gli allievi si sono esibiti registrando i concerti che verranno pubblicati tutti i lunedì, mercoledì, venerdì e domenica alle ore 18.00 da lunedì 14 giugno a venerdì 6 agosto.

PROGRAMMA

14 GIUGNO

CHITARRA Gabriele Pompilio- Sting: Every breath you take

CANTO Matteo Ricciarelli – G.B. Bononcini: Per la gloria di adorarvi

VIOLINO Maria Vittoria Panetto – S. Suzuki: Allegretto – J.S. Bach: Menuet in Sol

16 GIUGNO

PIANOFORTE Benjamin Rosati – S. Joplin: The Entertainer

TROMBA Pietro Di Lello – J. S. Bach: Bourré

SAX Matteo Cera e Alessandro Minestrini – F. Pauer: La Troucha

18 GIUGNO

FLAUTO Chiara Sciascio – C. Stamitz: Allegro

PIANOFORTE Eleonora Cinti – A.E. Muller: Allegretto

CLARINETTO Carlo Chiapperi – W.A. Mozart: In questo splendente canto

20 GIUGNO

CHITARRA Teresa Belpassi – Tradizionali: Salta con Lou; London Bridge; Temporale; Navigando allegramente

OBOE Luca Mariani – G. Ph. Telemann: Fantasia n. 6 per oboe solo

21 GIUGNO

VIOLINO Ludovica Romizi- E. H. Jones: Peelers Jig; The Hundred Pipers

PIANOFORTE Elena Proietti Silvestri – L. v. Beethoven: Sonata op. 49 n. 2

BATTERIA Edoardo Fortunato- T. Tetro: Studio

23 GIUGNO

PIANOFORTE Michele Ottaviani- Beyer: Op. 101 n° 74 n° 75 n° 78

FLAUTO Costanza Panetto – W.A. Mozart: Menuetto

25 GIUGNO

CANTO Bendetta Occasi – Ch Chaplin: Smile

SAX Matteo Coricelli – R. Rodgers: Blue Moon

PIANOFORTE Aurora Izzo- J. Bastien: Grandi amici; La canzone dei fiorellini innamorati; Quattro salti in compagnia

27 GIUGNO

CHITARRA Daniele Bellomo – G. Gershwin: Summertime – P. Henry: Preludio n° 4

CLARINETTO Elena Benedetti – Tradizionale:Fra Martino; Nella vecchia fattoria

PIANOFORTE Gabriele Natalizi – J.S.Bach: Giga dalla IV Suite

28 GIUGNO

PIANOFORTE Miriam Giannini – M. Clementi: Sonatina op. 36 n° 1

VIOLINO Miriam Vantaggi – F. Kuchler: Allegro moderato dal Concertino op. 11 in Sol magg

30 GIUGNO

SAX Giacomo Bellomo – E. Bozza: Aria

TROMBA Giovanni Pompilio – G. Puccini: Nessun dorma

PIANOFORTE Anna Belpassi – R. Vinciguerra: Celeste

2 LUGLIO

FLAUTO Emanuela Perla – S. Mercadante: Tempo I e II Fantasia

PIANOFORTE Sofia Marignoli – C. Harvé: Minuetto – W.A. Mozart: Tema e variazione

CHITARRA Jacopo Izzo – V.N. Paradiso: Aria d’opera; Leyenda

4 LUGLIO

OBOE – Nasrin Negahban L.v.Beethoven: Allegretto per oboe solo

CHITARRA Giacomo Restani- I. Albeniz: Asturias

PIANOFORTE Margherita Petrini – A. Vivaldi: La Primavera- Bastien: Tamburi indiani

5 LUGLIO

BATTERIA Pietro Bencivenni – Tetro: Studio

PIANOFORTE Carlo Augusto Broglioni – M. Vacca: Il maghetto equilibrista

CANTO Stefania Aramini – V.F. Vavilov-Caccini: Ave Maria

7 LUGLIO

SAX Luca Manuel Chcchiero – S. Joplin: The Entertainer

PIANOFORTE Lorenzo Ricciarelli – F. Chopin: Preludio op. 28 n° 4

CHITARRA Anita Bastianelli – R. Fabbri: Tra-la-le-ra

9 LUGLIO

VIOLINO Chiara Duranti – O. Rieding: Allegro moderato Concerto op. 35 in si min

PROPEDEUTICA MUSICALE Patrick Bradley – Gabriele Giannini – Jacopo Izzo – P. Conte: Via con me

11 LUGLIO

PIANOFORTE Elena Soravia –Y. Tiersen: Comptine d’un Autre été

FLAUTO Valentina Quarsiti – M. Blavet: Adagio

12 LUGLIO

PIANOFORTE Aurora Maria Busti – F. Chopin: Valzer op. postuma in la min

SAX Tommaso Moretti – A. Piazzolla: Oblivion

14 LUGLIO

TROMBA – Samuele Mariani – J.J. Mouret: Rondeau

PIANOFORTE Luca Manuel Chicchiero – R. Vinciguerra: Una melodia nascosta

CANTO Margherita Bittarelli – W.A. Mozart: In uomini, in soldati

16 LUGLIO

CHITARRA Gabriele Giannini – R. Fabbri:Merryl we roll along; Hansel flautista; Tra-la-le-ra

PIANOFORTE Elena Gullo – J.B. Duvernoy: Studio op. 176 n°1

VIOLINO Anita Forti – S. Nelson: Flag Dance

18 LUGLIO

FLAUTO Sofia Di Lello – G. Petrassi: Dialogo angelico

PIANOFORTE Maria Elettra Cardarelli – F. Chopin: Preludio op. 28 n° 20

19 LUGLIO

CHITARRA Giacomo Bartolucci – A. Jobim: Samba de una nota in sol

PIANOFORTE Gaya Rossetti – Tradizionale: When the Saints go marchin in – L.v. Beethoven: Inno alla Gioia

SAX Saverio Mariani – D. Shostakovich: Walzer n° 2

21 LUGLIO

CLARINETTO Carlo Chiapperi –W.A. Mozart: Una madrina o una femmina

VIOLINO Gabriele Ferracchiato – S. Dvorak: Allegro maestoso op. 75

CHITARRA David Maiocchi – V.N. Paradico: Il canto dei Rangers; Scarazula Marazula

23 LUGLIO

CANTO Megan Frashlliu – M. Wilder: Reflection

PIANOFORTE Pietro Bencivenni – R. Vinciguerra: Primo Jazz

VIOLINO Daphne Curiel – F. Kuchler: Rondo allegro dal Concertino op. 11 in Sol magg

25 LUGLIO

SAX Giovanni Tatti – G. Francioli: Ballata

CHITARRA Alessandro Achilli -Anonimo: Romanza G. Jules: Mad World

PIANOFORTE Eleonora Paretovic – J. Bastien: A happy cowboy

26 LUGLIO

PIANOFORTE – Emma Scocchetti – R. Vincuerra: Verde Smeraldo

FLAUTO Caterina Pesci – J.C. Schultze: Allegro

CANTO – Elisabetta Beltrammi – Anonimo: O leggiadri occhi belli

28 LUGLIO

TROMBA Patrick Bradley – L.v. Beethoven: Ode to Joy

PIANOFORTE Giulia Calandri – A. Diabelli: Minuetto

SAX Raffaella Bartesaghi – J. Lennon: Imagine

30 LUGLIO

VIOLINO Carlotta Manili – J.S. Bach: Minuetto n°1 in sol magg

PIANOFORTE Francesco Catanossi – L. Kaplan: The Pet Parade; Bastien: Il Goleador; Marcia

TROMBA – Antonio Pompilio – A. Lara: Granada

1 AGOSTO

VIOLINO Paolo Catasti e Gabriele Ferracchiato – F. Mazas: Duo n° 1 in do magg, allegro maestoso

PIANOFORTE Emanuela Capitani – L.v. Beethoven: Sonatina in Sol

2 AGOSTO

PIANOFORTE Maria Elettra Cardarelli – R. Vinciguerra: Adagio “Regale”

FLAUTO Eduard Buqaj – F. Devienne: Allegro moderato

CHITARRA Francesca Quarsiti – A. York: Walking

4 AGOSTO

VIOLINO Beatrice Gubbini – A. Vivaldi: Corrente allegro dalla Sonata op. 2 n° 5 in Si min

PIANOFORTE Azzurra Giovannelli Bosi – Beyer: Op. 101 n°47 – n° 49

CANTO Lauren Yrizarri Romero – O. Farres: Madrecita

6 AGOSTO

PIANOFORTE Lorenzo Mariani – J. B. Dovernoy: Studio op. 176 n° 3

VIOLINO Paolo Catasti – T. Albinoni: Allegro dalla Sonata in La min

SAX Brunero Ministrini – S. Bechet: Petit Fleur​

SPAZIO COLLICOLA | La Rivoluzione siamo noi @ Cortile di Palazzo Collicola
Giu 30@21:30
<!--:it-->SPAZIO COLLICOLA | La Rivoluzione siamo noi<!--:--> @ Cortile di Palazzo Collicola

SPAZIO COLLICOLA
Rassegna di film, spettacoli ed eventi nel cortile di Palazzo Collicola

ore 21.30
La Rivoluzione siamo noi
di Ilaria Freccia
Documentario, Italia, 2020, durata: 83 minuti

Tra la metà degli anni ’60 e il 1980, l’arte in Italia conosce un momento di gloria sulla scena internazionale. Le opere escono dalla cornice per invadere il mondo, entrare nelle strade e nelle piazze, nei garage e nei parcheggi sotterranei, in un incredibile intreccio con la realtà quotidiana dell’epoca. I galleristi e i critici italiani aprono le porte agli artisti internazionali più estremi, come Joseph Beuys, Herman Nitsch o Marina Abramovic, che trovano nel nostro paese occasioni di sperimentare con grande libertà linguaggi visionari e provocatori. Il film racconta un periodo che vede l’Italia al centro dell’avanguardia. 

INFO: areaspaziocollicola@gmail.com
PREVENDITE: www.liveticket.it/spaziocollicola Biglietto intero 6.50 (ridotto 5.50)

Lug
1
Gio
64° FESTIVAL DEI DUE MONDI @ Spoleto
Lug 1 giorno intero
<!--:it-->64° FESTIVAL DEI DUE MONDI<!--:--><!--:en-->64th FESTIVAL OF TWO WORLDS<!--:--> @ Spoleto

64° Festival dei Due Mondi
25 giugno – 11 luglio 2021
www.festivaldispoleto.com

Dal sito ufficiale www.festivaldispoleto.com:

S’inaugura venerdì 25 giugno 2021 la sessantaquattresima edizione del Festival dei Due Mondi di Spoleto, la prima a firma della direttrice artistica Monique Veaute. Il Festival delle arti performative più antico d’Italia, ideato da Gian Carlo Menotti nel 1958, trasforma ancora una volta la città in palcoscenico. La missione fondante rimane senza tempo, così come l’atmosfera del luogo che per tre settimane mescola la realtà con la finzione, la quotidianità con la magia del teatro, gli artisti con gli spettatori: 60 spettacoli, tutti in prima italiana, con più di 500 artisti da 13 paesi in 15 sedi sono i numeri di una proposta interdisciplinare che dal 25 giugno all’11 luglio mette in relazione Musica, Opera, Danza, Teatro, Arte attraverso la creatività dei migliori artisti e delle migliori compagnie internazionali.

Gli appuntamenti si susseguono da mattina a sera, in una combinazione di generi e forme che permette al pubblico di scoprire l’inatteso. Gli spettacoli e gli incontri con gli artisti, gli appuntamenti collaterali, gli approfondimenti, i dibattiti scrivono il racconto della nostra contemporaneità, svelano il volto della nostra società e ci restituiscono la complessità del nostro vivere affrontandone i grandi temi: la Rai presenta a Spoleto il primo Festival per il sociale, la sostenibilità ambientale ed economica sono al centro del dibattito culturale, e della nuova organizzazione del Festival, così come la coesione e l’inclusione, il ruolo delle donne, quello delle nuove generazioni e il valore della memoria.

Dante, Stravinskij, Strehler, Pina Bausch così come i grandi classici sono il ponte tra passato e futuro, proiettati in avanti dalla visione artistica dei grandi nomi che compongono il cartellone: da Iván Fisher ad Antonio Pappano, dalla Budapest Festival Orchestra all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, da Mourad Merzouki ad Angelin Preljocaj, da Francesco Tristano a Brad Mehldau, da Flora Détraz a Jonas&Lander, da Liv Ferracchiati a Alan Lucien Øyen, dai contributi di Romeo Castellucci, Robert Lepage, Lucia Ronchetti, così come dalle residenze sperimentali a cura di La MaMa Spoleto Open o dell’Accademia Silvio d’Amico.

L’artista Daniel Buren firma il Manifesto della 64° Edizione mentre le mostre a Palazzo Collicola e in città completano la proposta d’arte. Sullo sfondo, gli approfondimenti culturali di Fondazione Carla Fendi, i concerti da Casa Menotti e i numerosi appuntamenti collaterali sono finestre sul nostro tempo e sui meravigliosi luoghi della città.

Il 64° Festival dei Due Mondi segna il ritorno alla socialità in assoluta sicurezza e affianca alla proposta dal vivo, offline, anche un calendario di appuntamenti online sul Digital Stage, per permettere di assistere agli spettacoli già programmati che non possono andare in scena per le limitazioni ancora imposte dall’emergenza sanitaria.

Un festival che torna a dialogare con il territorio e le realtà che lo animano facendosene promotore, un festival che torna a far dialogare il pubblico e le persone, creando nuove occasioni di incontro.

Per maggiori informazioni: www.festivaldispoleto.com
E-mail: info@festivaldispoleto.com

IM/POSSIBILE_AMORE / SPOLETO in_Covid | Mostra di parole e immagini su cartoncino @ Palazzo Mauri
Lug 1 giorno intero

IM/POSSIBILE_AMORE / SPOLETO in_Covid

Mostra di parole e immagini su cartoncino da lunedì 28 giugno al 30 agosto a Palazzo Mauri Una mostra di parole e immagini stampate su cartoncino per celebrare l’amore come ultima espressione di libertà durante la reclusione causata dalla pandemia di COVID19. Pensieri, immagini, sentimenti, per la natura, la vita o l’arte, frasi d’amore o “dedicata”, spediti da viaggiatori, artisti, operatori culturali, tra il 14 febbraio e il 30 maggio 2021,stampate su cartoncini di base cm 10×15, “firmate” con un acronimo o pseudonimo. L’esposizione, dal titolo “IM/POSSIBILE_AMORE / SPOLETO in_Covid”, verrà aperta al pubblico a partire da lunedì 28 giugno alle ore 17.00 alla Biblioteca Comunale “G. Carducci” di palazzo Mauri e sarà visitabile secondo gli orari della biblioteca (lunedì dalle ore 15.00 alle 19.00, martedì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15 alle 19.00, mercoledì dalle 9.00 alle 13.00, giovedì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00, venerdì dalle 9.00 alle 13.00)
Una mostra, realizzata da Studio_A’87, in collaborazione con la Biblioteca Comunale e Cittadinanzattiva, con i cartoncini protagonisti della mostra che dialogano sui temi dell’amore e dei sentimenti con volumi, antichi e moderni, del patrimonio della Biblioteca Comunale “Carducci”, scelti per attinenza tematica e suggestione iconografica. Fino al 30 agosto la mostra sarà a Palazzo Mauri, poi dal 4 settembre le opere saranno esposte all’ex-edicola Info/Point “Concessione 5” a Spoleto, in Piazza Torre dell’Olio, dove resteranno visibili ai passanti, giorno e notte ad orario continuato fino al 31 dicembre 2021. I cartoncini “anonimi” esposti formeranno un piccolo libro che sarà donato alla Biblioteca Comunale di Spoleto e conterrà una pagina con i nomi degli autori, ma il “fraseggio amoroso” sottoscritto con un acronimo o pseudonimo, manterrà l’anonimato come significato di tempo sospeso, fragile condizione umana nel primario diritto alla salute e nel continuo bisogno d’amore. Secondo i curatori il concetto chiave della mostra è che “Il sentimento non può essere brevettato, così pure il “vaccino anti-Covid”, frutto del pensiero umano, da considerarsi concettualmente “sentimento sociale di solidarietà” e non pratica di speculazione… //… Anche l’arte dovrebbe ‘veicolare la fratellanza’. Il dovere di coloro che si pongono al servizio della volontà generale è ‘rimanere in certo qual modo anonimi, pronti a mescolarsi in qualsiasi momento con l’umanità comune’. Infatti, un amore anonimo è per ciò stesso universale. «L’arte autentica, poi, ha una missione sacra: insegna l’indifferenza del tempo e dello spazio, e ci rende consapevoli della nostra sottomissione alla necessità. Un’opera d’arte ha un autore, e tuttavia, se essa è perfetta, possiede qualcosa di essenzialmente anonimo. Essa imita l’anonimato dell’arte divina» (Simone Weil)
Mostra | INCANTO TARDOGOTICO. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus @ Museo Diocesano
Lug 1 giorno intero

Dal 15 giugno al 7 novembre, grazie alla preziosa collaborazione dei Musei Vaticani, verrà riunito e sarà visibile per la prima volta il trittico composto dalla Madonna in trono con il Bambino e gli angeli, attualmente custodito nel Museo Diocesano di Spoleto, e dagli scomparti laterali con le raffigurazioni di Santa Paola Romana e Santa Eustochio che, scampati alla furia del terremoto del 1703, entrarono nel mercato dei collezionisti e sono documentati in Vaticano a partire dal 1867.

La mostra, dal titolo Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus, è curata da Adele Breda, referente del Reparto per l’Arte Bizantino-medievale dei Musei Vaticani, da Stefania Nardicchi, Conservatore del Museo Diocesano di Spoleto, e da Anna Pizzamano, Dottoranda in “Storia e Beni Culturali della Chiesa” presso la Pontificia Università Gregoriana.

In occasione del recente restauro dei due scomparti laterali conservati all’interno della Collezione Vaticana, riportanti le immagini di due sante poco note, Paola Romana ed Eustochio, madre e figlia che vissero all’epoca di San Girolamo (fine IV secolo), se ne è approfondito lo studio e si è cercato di trovare lo scomparto centrale perduto. Le ricerche hanno individuato al Museo Diocesano di Spoleto una tavola frammentata, dove è rappresentata una Madonna in trono col Bambino tra due angeli. Il dipinto, seppur mancante della parte inferiore, è stato riconosciuto come parte centrale del trittico. L’opera ornava in origine l’altare della chiesa di Santa Maria presso il castello di Abeto di Preci, da cui l’appellativo di Maria Santissima di Piè di Castello.

La Madonna di Spoleto è stata trasferita al Gabinetto di Ricerche Scientifiche applicate ai Beni Culturali dei Musei Vaticani, dove i diversi componenti sono stati esaminati a fondo: l’essenza lignea, i pigmenti, le incisioni e i punzoni ne hanno confermato la piena compatibilità. Con l’intento di approfondire lo studio di un pittore di elevatissima qualità non abbastanza noto, è stata selezionata anche un’opera più tarda del medesimo maestro da mettere a confronto, la Madonna in trono col Bambino tra due angeli, oggi custodita nel Museo di Arte Sacra e Religiosità Popolare “Beato Angelico” di Vicchio del Mugello.

Sono diversi i motivi che hanno condotto a questa scelta. Si tratta, infatti, di polittici realizzati da una delle botteghe fiorentine più raffinate e ricercate del tempo, destinati all’arredo liturgico di cappelle e pievi delle zone rurali di Umbria e Toscana. La sopravvivenza della sola tavola con la Madonna, sia nel caso di Abeto di Preci che in quello di Vicchio, attesta, altresì, una devozione mai interrotta e un legame affettivo e plurisecolare con il territorio, che ha resistito anche alla dispersione degli scomparti laterali. Grazie a questo accostamento è anche possibile intuire le dimensioni originarie della Madonna di Spoleto, gravemente danneggiata nel terremoto del 1703.

Due momenti del percorso stilistico del Maestro della Madonna Straus, attivo a Firenze tra il 1385 e il 1415, un pittore che, da un iniziale neogiottismo, lentamente si apre al nuovo stile internazionale, accogliendo in parte i modi di Lorenzo Monaco e di Gherardo Starnina, ma mantenendo sempre una sua originale arcaicità.

Titolo: Incanto Tardogotico, Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus
Sede: Spoleto, Museo Diocesano
Periodo: 15 giugno -7 novembre 2021
Catalogo: edito da Quattroemme, Perugia
Orari: Tutti giorni dalle 11 alle 18. Giorno di chiusura lunedì
Biglietti: Euro 5,00; gratuito fino a 6 anni e disabili con accompagnatore

Informazioni:
Tel.+39 0577 286300 – duomospoleto@operalaboratori.com
www.spoletonorcia.it

Mostra | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato
Lug 1 giorno intero
<!--:it-->Mostra | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--><!--:en-->Exhibition | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--> @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato

San Salvatore ARMONIE imPERFETTE
Mostra fotografica-documentaria a cura del Comune di Spoleto per il decennale dall’inserimento nella lista del patrimonio mondiale Unesco del sito seriale i Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.c.)

dal 25 giugno al 15 agosto
sale espositive ex Monte di Pietà via A. Saffi
dal giovedì alla domenica
10.30/13.00 – 16.30-19.00

fino al 31 dicembre
presso palazzo Mauri, biblioteca comunale G. Carducci
orari apertura biblioteca – info 0743/218801

presso la sezione dell’Archivio di Stato di Spoleto, Complesso San Matteo
mercoledì e giovedì dalle ore 10 alle ore 13
venerdì dalle ore 15 alle ore 17
sabato e domenica dalle ore 17 alle ore 20

Programmazione CINEMA a Spoleto @ Sala Pegasus e Sala Frau
Lug 1 giorno intero
<!--:it-->Programmazione CINEMA a Spoleto<!--:--><!--:en-->CINEMA in Spoleto<!--:--> @ Sala Pegasus e Sala Frau

Cinéma Sala Pegasus
Piazza Bovio
Sito web: www.cinemasalapegasus.it
Facebook: Cinéma Sala Pegasus
cinemasalapegasus@gmail.com
Tel. 0743 522620

Cinema Sala Frau
Vicolo San Filippo 16
Sito web: www.spoletocinemaalcentro.it
Facebook: Cinema Sala Frau
cinemasalafrau@gmail.com
Tel. 0743/522177

Per ricevere la NEWSLETTER invia una e-mail all’indirizzo cinemasalapegasus@gmail.com

SPAZIO COLLICOLA | Proiezione di documentari su SOL LEWITT e ANNA MAHLER @ Cortile di Palazzo Collicola
Lug 1 giorno intero

Cortile di Palazzo Collicola, ore 21.30
SPAZIO COLLICOLA 2021
Rassegna di film, spettacoli ed eventi

ABOUT SOL
Documentario sulla vita e le opere dell’artista americano SOL LEWITT

NOTES ON STONE
Documentario che racconta la vita straordinaria della scultrice ANNA MAHLER

Il progetto della Fondazione Carla Fendi per il 64° Festival vuole essere un omaggio a Spoleto e accendere un focus su due grandi artisti, SOL LEWITT e ANNA MAHLER, entrambi avevano scelto Spoleto come loro luogo di elezione dalla fine degli anni ‘60 agli anni ‘90. Sol LeWitt celebrato artista minimalista, dal 1970 alternò stabilmente la sua vita tra Spoleto e New York.

E così dal 1967 la scultrice Anna Mahler, figlia del compositore Gustav Mahler e della musa viennese Alma Schindler, che in quegli anni visse tra Spoleto e Londra e Los Angeles. Immersi nella cultura della città hanno creato e lasciato in questi luoghi tracce della loro genialità. La stessa creatività che tuttora è portata avanti, sempre a Spoleto, dai MAHLER & LEWITT STUDIOS, residenze create dalle eredi Marina Mahler e Carol LeWitt, che ospitano di anno in anno scrittori e artisti di tutte le discipline provenienti da tutto il mondo. La Fondazione Carla Fendi vuole raccontare la personalità dei due artisti in due filmati che mettono a fuoco atmosfere, influenze culturali, storiche ed estetiche che hanno alimentato la loro creatività a Spoleto.

Proiezioni allo Spazio Collicola

Da giovedì 1 a domenica 4 LUGLIO h. 21.30
Da giovedì 8 a sabato 10 LUGLIO h. 21.30

INGRESSO GRATUITO

Tour individuali di Spoleto @ Spoleto, partenza da Piazza della Libertà
Lug 1 giorno intero

SPOLETO TOUR INDIVIDUALI

TUTTI I GIORNI previa prenotazione
Mattina: ore 10.00
Pomeriggio: ore 16.00

Itinerario (durata 2 ore): Partenza da Piazza della Libertà, visita del Teatro Romano, Arco di Druso e Germanico, Piazza del Mercato, Cattedrale, Giro della Rocca per ammirare la Rocca Albornoziana e il Ponte delle Torri
Ritrovo: in Piazza della Libertà, di fronte all’info point, 10 minuti prima della partenza

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Per info e prenotazioni:
Tel. 075 815227/28
numero emergenze: 339 3390103
e-mail: info@assoguide.it

Visite guidate a cura di AGTU (Associazione Guide Turistiche Umbria)

Lug
2
Ven
64° FESTIVAL DEI DUE MONDI @ Spoleto
Lug 2 giorno intero
<!--:it-->64° FESTIVAL DEI DUE MONDI<!--:--><!--:en-->64th FESTIVAL OF TWO WORLDS<!--:--> @ Spoleto

64° Festival dei Due Mondi
25 giugno – 11 luglio 2021
www.festivaldispoleto.com

Dal sito ufficiale www.festivaldispoleto.com:

S’inaugura venerdì 25 giugno 2021 la sessantaquattresima edizione del Festival dei Due Mondi di Spoleto, la prima a firma della direttrice artistica Monique Veaute. Il Festival delle arti performative più antico d’Italia, ideato da Gian Carlo Menotti nel 1958, trasforma ancora una volta la città in palcoscenico. La missione fondante rimane senza tempo, così come l’atmosfera del luogo che per tre settimane mescola la realtà con la finzione, la quotidianità con la magia del teatro, gli artisti con gli spettatori: 60 spettacoli, tutti in prima italiana, con più di 500 artisti da 13 paesi in 15 sedi sono i numeri di una proposta interdisciplinare che dal 25 giugno all’11 luglio mette in relazione Musica, Opera, Danza, Teatro, Arte attraverso la creatività dei migliori artisti e delle migliori compagnie internazionali.

Gli appuntamenti si susseguono da mattina a sera, in una combinazione di generi e forme che permette al pubblico di scoprire l’inatteso. Gli spettacoli e gli incontri con gli artisti, gli appuntamenti collaterali, gli approfondimenti, i dibattiti scrivono il racconto della nostra contemporaneità, svelano il volto della nostra società e ci restituiscono la complessità del nostro vivere affrontandone i grandi temi: la Rai presenta a Spoleto il primo Festival per il sociale, la sostenibilità ambientale ed economica sono al centro del dibattito culturale, e della nuova organizzazione del Festival, così come la coesione e l’inclusione, il ruolo delle donne, quello delle nuove generazioni e il valore della memoria.

Dante, Stravinskij, Strehler, Pina Bausch così come i grandi classici sono il ponte tra passato e futuro, proiettati in avanti dalla visione artistica dei grandi nomi che compongono il cartellone: da Iván Fisher ad Antonio Pappano, dalla Budapest Festival Orchestra all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, da Mourad Merzouki ad Angelin Preljocaj, da Francesco Tristano a Brad Mehldau, da Flora Détraz a Jonas&Lander, da Liv Ferracchiati a Alan Lucien Øyen, dai contributi di Romeo Castellucci, Robert Lepage, Lucia Ronchetti, così come dalle residenze sperimentali a cura di La MaMa Spoleto Open o dell’Accademia Silvio d’Amico.

L’artista Daniel Buren firma il Manifesto della 64° Edizione mentre le mostre a Palazzo Collicola e in città completano la proposta d’arte. Sullo sfondo, gli approfondimenti culturali di Fondazione Carla Fendi, i concerti da Casa Menotti e i numerosi appuntamenti collaterali sono finestre sul nostro tempo e sui meravigliosi luoghi della città.

Il 64° Festival dei Due Mondi segna il ritorno alla socialità in assoluta sicurezza e affianca alla proposta dal vivo, offline, anche un calendario di appuntamenti online sul Digital Stage, per permettere di assistere agli spettacoli già programmati che non possono andare in scena per le limitazioni ancora imposte dall’emergenza sanitaria.

Un festival che torna a dialogare con il territorio e le realtà che lo animano facendosene promotore, un festival che torna a far dialogare il pubblico e le persone, creando nuove occasioni di incontro.

Per maggiori informazioni: www.festivaldispoleto.com
E-mail: info@festivaldispoleto.com

Festival RAI PER IL SOCIALE @ Complesso Monumentale di San Nicolò
Lug 2 giorno intero
<!--:it-->Festival RAI PER IL SOCIALE<!--:--><!--:en-->RAI PER IL SOCIALE Festival<!--:--> @ Complesso Monumentale di San Nicolò

Nella cornice del 64° Festival dei Due Mondi si terrà la prima edizione del Festival Rai per il Sociale, in programma dal 2 al 4 luglio presso il Complesso Monumentale di San Nicolò.

Firme autorevoli della RAI incontreranno personalità nazionali ed europee per dialogare e interrogarsi sul tema della sostenibilità in ambito economico, ambientale e sociale.

L’evento è gratuito e aperto a tutti.

Per partecipare è necessario compilare il form alla seguente pagina: https://app.meetme.pro/web-form/view?formName=iscrizione-festival-rai&lang=it 

Scarica il programma

IM/POSSIBILE_AMORE / SPOLETO in_Covid | Mostra di parole e immagini su cartoncino @ Palazzo Mauri
Lug 2 giorno intero

IM/POSSIBILE_AMORE / SPOLETO in_Covid

Mostra di parole e immagini su cartoncino da lunedì 28 giugno al 30 agosto a Palazzo Mauri Una mostra di parole e immagini stampate su cartoncino per celebrare l’amore come ultima espressione di libertà durante la reclusione causata dalla pandemia di COVID19. Pensieri, immagini, sentimenti, per la natura, la vita o l’arte, frasi d’amore o “dedicata”, spediti da viaggiatori, artisti, operatori culturali, tra il 14 febbraio e il 30 maggio 2021,stampate su cartoncini di base cm 10×15, “firmate” con un acronimo o pseudonimo. L’esposizione, dal titolo “IM/POSSIBILE_AMORE / SPOLETO in_Covid”, verrà aperta al pubblico a partire da lunedì 28 giugno alle ore 17.00 alla Biblioteca Comunale “G. Carducci” di palazzo Mauri e sarà visitabile secondo gli orari della biblioteca (lunedì dalle ore 15.00 alle 19.00, martedì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15 alle 19.00, mercoledì dalle 9.00 alle 13.00, giovedì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00, venerdì dalle 9.00 alle 13.00)
Una mostra, realizzata da Studio_A’87, in collaborazione con la Biblioteca Comunale e Cittadinanzattiva, con i cartoncini protagonisti della mostra che dialogano sui temi dell’amore e dei sentimenti con volumi, antichi e moderni, del patrimonio della Biblioteca Comunale “Carducci”, scelti per attinenza tematica e suggestione iconografica. Fino al 30 agosto la mostra sarà a Palazzo Mauri, poi dal 4 settembre le opere saranno esposte all’ex-edicola Info/Point “Concessione 5” a Spoleto, in Piazza Torre dell’Olio, dove resteranno visibili ai passanti, giorno e notte ad orario continuato fino al 31 dicembre 2021. I cartoncini “anonimi” esposti formeranno un piccolo libro che sarà donato alla Biblioteca Comunale di Spoleto e conterrà una pagina con i nomi degli autori, ma il “fraseggio amoroso” sottoscritto con un acronimo o pseudonimo, manterrà l’anonimato come significato di tempo sospeso, fragile condizione umana nel primario diritto alla salute e nel continuo bisogno d’amore. Secondo i curatori il concetto chiave della mostra è che “Il sentimento non può essere brevettato, così pure il “vaccino anti-Covid”, frutto del pensiero umano, da considerarsi concettualmente “sentimento sociale di solidarietà” e non pratica di speculazione… //… Anche l’arte dovrebbe ‘veicolare la fratellanza’. Il dovere di coloro che si pongono al servizio della volontà generale è ‘rimanere in certo qual modo anonimi, pronti a mescolarsi in qualsiasi momento con l’umanità comune’. Infatti, un amore anonimo è per ciò stesso universale. «L’arte autentica, poi, ha una missione sacra: insegna l’indifferenza del tempo e dello spazio, e ci rende consapevoli della nostra sottomissione alla necessità. Un’opera d’arte ha un autore, e tuttavia, se essa è perfetta, possiede qualcosa di essenzialmente anonimo. Essa imita l’anonimato dell’arte divina» (Simone Weil)
Mostra | FRAMMENTI DI UN PERCORSO TEATRALE @ Palazzo Collicola
Lug 2 giorno intero

FRAMMENTI DI UN PERCORSO TEATRALE
Dal 25 giugno al 12 settembre

La mostra del Festival dei 2 Mondi aperta fino a domenica 12 settembre. Ingresso gratuito per i residenti di Spoleto

La mostra-omaggio che riporta alla luce documenti, fotografie, bozzetti d’epoca, costumi e arredi scenici che hanno fatto la storia del Festival dei Due Mondi è stata prorogata fino a domenica 12 settembre per permettere a turisti e residenti di ammirare veri e propri pezzi d’arte realizzati dalle sapienti mani delle maestranze che si sono susseguite di edizione in edizione.

L’esposizione, a cura di Piero Maccarinelli, intende valorizzare il fondamentale lavoro degli artigiani-artisti senza i quali il festival non avrebbe ottenuto il prestigio internazionale che lo ha contraddistinto. Si tratta di una prima ricognizione eclettica di costumi selezionati fra le migliaia del magazzino del festival che rappresenta un’anteprima del lavoro che più organicamente verrà sviluppato nei prossimi anni per cicli tematici.

La mostra, ospitata negli spazi di Palazzo Collicola, è aperta dal venerdì alla domenica dalle ore 10.30 alle ore 13.00 e dalle ore 15.30 alle ore 19.00.

L’accesso, gratuito per i residenti a Spoleto e per i giovani fino ai 14 anni, ha un costo di 5,00 € (biglietto intero), mentre ai possessori della Spoleto Card, agli Over65, agli Under25 e ai gruppi di almeno 15 persone è riservato il ridotto a 3,00 €.

Mostra | INCANTO TARDOGOTICO. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus @ Museo Diocesano
Lug 2 giorno intero

Dal 15 giugno al 7 novembre, grazie alla preziosa collaborazione dei Musei Vaticani, verrà riunito e sarà visibile per la prima volta il trittico composto dalla Madonna in trono con il Bambino e gli angeli, attualmente custodito nel Museo Diocesano di Spoleto, e dagli scomparti laterali con le raffigurazioni di Santa Paola Romana e Santa Eustochio che, scampati alla furia del terremoto del 1703, entrarono nel mercato dei collezionisti e sono documentati in Vaticano a partire dal 1867.

La mostra, dal titolo Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus, è curata da Adele Breda, referente del Reparto per l’Arte Bizantino-medievale dei Musei Vaticani, da Stefania Nardicchi, Conservatore del Museo Diocesano di Spoleto, e da Anna Pizzamano, Dottoranda in “Storia e Beni Culturali della Chiesa” presso la Pontificia Università Gregoriana.

In occasione del recente restauro dei due scomparti laterali conservati all’interno della Collezione Vaticana, riportanti le immagini di due sante poco note, Paola Romana ed Eustochio, madre e figlia che vissero all’epoca di San Girolamo (fine IV secolo), se ne è approfondito lo studio e si è cercato di trovare lo scomparto centrale perduto. Le ricerche hanno individuato al Museo Diocesano di Spoleto una tavola frammentata, dove è rappresentata una Madonna in trono col Bambino tra due angeli. Il dipinto, seppur mancante della parte inferiore, è stato riconosciuto come parte centrale del trittico. L’opera ornava in origine l’altare della chiesa di Santa Maria presso il castello di Abeto di Preci, da cui l’appellativo di Maria Santissima di Piè di Castello.

La Madonna di Spoleto è stata trasferita al Gabinetto di Ricerche Scientifiche applicate ai Beni Culturali dei Musei Vaticani, dove i diversi componenti sono stati esaminati a fondo: l’essenza lignea, i pigmenti, le incisioni e i punzoni ne hanno confermato la piena compatibilità. Con l’intento di approfondire lo studio di un pittore di elevatissima qualità non abbastanza noto, è stata selezionata anche un’opera più tarda del medesimo maestro da mettere a confronto, la Madonna in trono col Bambino tra due angeli, oggi custodita nel Museo di Arte Sacra e Religiosità Popolare “Beato Angelico” di Vicchio del Mugello.

Sono diversi i motivi che hanno condotto a questa scelta. Si tratta, infatti, di polittici realizzati da una delle botteghe fiorentine più raffinate e ricercate del tempo, destinati all’arredo liturgico di cappelle e pievi delle zone rurali di Umbria e Toscana. La sopravvivenza della sola tavola con la Madonna, sia nel caso di Abeto di Preci che in quello di Vicchio, attesta, altresì, una devozione mai interrotta e un legame affettivo e plurisecolare con il territorio, che ha resistito anche alla dispersione degli scomparti laterali. Grazie a questo accostamento è anche possibile intuire le dimensioni originarie della Madonna di Spoleto, gravemente danneggiata nel terremoto del 1703.

Due momenti del percorso stilistico del Maestro della Madonna Straus, attivo a Firenze tra il 1385 e il 1415, un pittore che, da un iniziale neogiottismo, lentamente si apre al nuovo stile internazionale, accogliendo in parte i modi di Lorenzo Monaco e di Gherardo Starnina, ma mantenendo sempre una sua originale arcaicità.

Titolo: Incanto Tardogotico, Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus
Sede: Spoleto, Museo Diocesano
Periodo: 15 giugno -7 novembre 2021
Catalogo: edito da Quattroemme, Perugia
Orari: Tutti giorni dalle 11 alle 18. Giorno di chiusura lunedì
Biglietti: Euro 5,00; gratuito fino a 6 anni e disabili con accompagnatore

Informazioni:
Tel.+39 0577 286300 – duomospoleto@operalaboratori.com
www.spoletonorcia.it

Mostra | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato
Lug 2 giorno intero
<!--:it-->Mostra | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--><!--:en-->Exhibition | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--> @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato

San Salvatore ARMONIE imPERFETTE
Mostra fotografica-documentaria a cura del Comune di Spoleto per il decennale dall’inserimento nella lista del patrimonio mondiale Unesco del sito seriale i Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.c.)

dal 25 giugno al 15 agosto
sale espositive ex Monte di Pietà via A. Saffi
dal giovedì alla domenica
10.30/13.00 – 16.30-19.00

fino al 31 dicembre
presso palazzo Mauri, biblioteca comunale G. Carducci
orari apertura biblioteca – info 0743/218801

presso la sezione dell’Archivio di Stato di Spoleto, Complesso San Matteo
mercoledì e giovedì dalle ore 10 alle ore 13
venerdì dalle ore 15 alle ore 17
sabato e domenica dalle ore 17 alle ore 20

Programmazione CINEMA a Spoleto @ Sala Pegasus e Sala Frau
Lug 2 giorno intero
<!--:it-->Programmazione CINEMA a Spoleto<!--:--><!--:en-->CINEMA in Spoleto<!--:--> @ Sala Pegasus e Sala Frau

Cinéma Sala Pegasus
Piazza Bovio
Sito web: www.cinemasalapegasus.it
Facebook: Cinéma Sala Pegasus
cinemasalapegasus@gmail.com
Tel. 0743 522620

Cinema Sala Frau
Vicolo San Filippo 16
Sito web: www.spoletocinemaalcentro.it
Facebook: Cinema Sala Frau
cinemasalafrau@gmail.com
Tel. 0743/522177

Per ricevere la NEWSLETTER invia una e-mail all’indirizzo cinemasalapegasus@gmail.com

SPAZIO COLLICOLA | Proiezione di documentari su SOL LEWITT e ANNA MAHLER @ Cortile di Palazzo Collicola
Lug 2 giorno intero

Cortile di Palazzo Collicola, ore 21.30
SPAZIO COLLICOLA 2021
Rassegna di film, spettacoli ed eventi

ABOUT SOL
Documentario sulla vita e le opere dell’artista americano SOL LEWITT

NOTES ON STONE
Documentario che racconta la vita straordinaria della scultrice ANNA MAHLER

Il progetto della Fondazione Carla Fendi per il 64° Festival vuole essere un omaggio a Spoleto e accendere un focus su due grandi artisti, SOL LEWITT e ANNA MAHLER, entrambi avevano scelto Spoleto come loro luogo di elezione dalla fine degli anni ‘60 agli anni ‘90. Sol LeWitt celebrato artista minimalista, dal 1970 alternò stabilmente la sua vita tra Spoleto e New York.

E così dal 1967 la scultrice Anna Mahler, figlia del compositore Gustav Mahler e della musa viennese Alma Schindler, che in quegli anni visse tra Spoleto e Londra e Los Angeles. Immersi nella cultura della città hanno creato e lasciato in questi luoghi tracce della loro genialità. La stessa creatività che tuttora è portata avanti, sempre a Spoleto, dai MAHLER & LEWITT STUDIOS, residenze create dalle eredi Marina Mahler e Carol LeWitt, che ospitano di anno in anno scrittori e artisti di tutte le discipline provenienti da tutto il mondo. La Fondazione Carla Fendi vuole raccontare la personalità dei due artisti in due filmati che mettono a fuoco atmosfere, influenze culturali, storiche ed estetiche che hanno alimentato la loro creatività a Spoleto.

Proiezioni allo Spazio Collicola

Da giovedì 1 a domenica 4 LUGLIO h. 21.30
Da giovedì 8 a sabato 10 LUGLIO h. 21.30

INGRESSO GRATUITO

Tour individuali di Spoleto @ Spoleto, partenza da Piazza della Libertà
Lug 2 giorno intero

SPOLETO TOUR INDIVIDUALI

TUTTI I GIORNI previa prenotazione
Mattina: ore 10.00
Pomeriggio: ore 16.00

Itinerario (durata 2 ore): Partenza da Piazza della Libertà, visita del Teatro Romano, Arco di Druso e Germanico, Piazza del Mercato, Cattedrale, Giro della Rocca per ammirare la Rocca Albornoziana e il Ponte delle Torri
Ritrovo: in Piazza della Libertà, di fronte all’info point, 10 minuti prima della partenza

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Per info e prenotazioni:
Tel. 075 815227/28
numero emergenze: 339 3390103
e-mail: info@assoguide.it

Visite guidate a cura di AGTU (Associazione Guide Turistiche Umbria)

Saggi della Scuola Comunale di Musica e Danza “Alessandro Onofri” @ in streaming
Lug 2@18:00

DISPONIBILI SU FACEBOOK E YOUTUBE I SAGGI DELLA SCUOLA COMUNALE DI MUSICA E DANZA “ALESSANDRO ONOFRI”

Dal 14 giugno al 6 agosto ogni lunedì, mercoledì, venerdì e domenica alle ore 18.00

Per il secondo anno consecutivo i saggi della Scuola comunale di musica e danza “Alessandro Onofri” saranno disponibili nei canali social del Comune di Spoleto.

Insieme a Facebook (https://www.facebook.com/ComunediSpoleto), dove anche nel 2020 abbiamo potuto seguire i concerti degli allievi e delle allieve della Scuola, quest’anno i video saranno disponibili anche nel canale YouTube dell’Ente (https://bit.ly/3yi3Zxb).

Sotto la guida dei docenti Tiziano Tetro (batteria), Mariangela Campoccia (canto), Luca Giuliani, Fabrizio Porrazzini e Gionatan Scoppetta (chitarra), Alfredo Natili (clarinetto) , Sabrina Bacaro (flauto), Paolo Puliti (Oboe), Simone Benedetti, Egidio Flamini, Simona Granelli, Moira Michelini, Isabella Pistelli (Pianoforte), Luca Gregori (propedeutica musicale), Gabriele Francioli (sax), Giovanni Giglioni (tromba), Corinna Ruppert e Gionatan Scoppetta (violino), che li hanno seguiti costantemente anche nel corso di questo ultimo e difficile anno, tutti gli allievi si sono esibiti registrando i concerti che verranno pubblicati tutti i lunedì, mercoledì, venerdì e domenica alle ore 18.00 da lunedì 14 giugno a venerdì 6 agosto.

PROGRAMMA

14 GIUGNO

CHITARRA Gabriele Pompilio- Sting: Every breath you take

CANTO Matteo Ricciarelli – G.B. Bononcini: Per la gloria di adorarvi

VIOLINO Maria Vittoria Panetto – S. Suzuki: Allegretto – J.S. Bach: Menuet in Sol

16 GIUGNO

PIANOFORTE Benjamin Rosati – S. Joplin: The Entertainer

TROMBA Pietro Di Lello – J. S. Bach: Bourré

SAX Matteo Cera e Alessandro Minestrini – F. Pauer: La Troucha

18 GIUGNO

FLAUTO Chiara Sciascio – C. Stamitz: Allegro

PIANOFORTE Eleonora Cinti – A.E. Muller: Allegretto

CLARINETTO Carlo Chiapperi – W.A. Mozart: In questo splendente canto

20 GIUGNO

CHITARRA Teresa Belpassi – Tradizionali: Salta con Lou; London Bridge; Temporale; Navigando allegramente

OBOE Luca Mariani – G. Ph. Telemann: Fantasia n. 6 per oboe solo

21 GIUGNO

VIOLINO Ludovica Romizi- E. H. Jones: Peelers Jig; The Hundred Pipers

PIANOFORTE Elena Proietti Silvestri – L. v. Beethoven: Sonata op. 49 n. 2

BATTERIA Edoardo Fortunato- T. Tetro: Studio

23 GIUGNO

PIANOFORTE Michele Ottaviani- Beyer: Op. 101 n° 74 n° 75 n° 78

FLAUTO Costanza Panetto – W.A. Mozart: Menuetto

25 GIUGNO

CANTO Bendetta Occasi – Ch Chaplin: Smile

SAX Matteo Coricelli – R. Rodgers: Blue Moon

PIANOFORTE Aurora Izzo- J. Bastien: Grandi amici; La canzone dei fiorellini innamorati; Quattro salti in compagnia

27 GIUGNO

CHITARRA Daniele Bellomo – G. Gershwin: Summertime – P. Henry: Preludio n° 4

CLARINETTO Elena Benedetti – Tradizionale:Fra Martino; Nella vecchia fattoria

PIANOFORTE Gabriele Natalizi – J.S.Bach: Giga dalla IV Suite

28 GIUGNO

PIANOFORTE Miriam Giannini – M. Clementi: Sonatina op. 36 n° 1

VIOLINO Miriam Vantaggi – F. Kuchler: Allegro moderato dal Concertino op. 11 in Sol magg

30 GIUGNO

SAX Giacomo Bellomo – E. Bozza: Aria

TROMBA Giovanni Pompilio – G. Puccini: Nessun dorma

PIANOFORTE Anna Belpassi – R. Vinciguerra: Celeste

2 LUGLIO

FLAUTO Emanuela Perla – S. Mercadante: Tempo I e II Fantasia

PIANOFORTE Sofia Marignoli – C. Harvé: Minuetto – W.A. Mozart: Tema e variazione

CHITARRA Jacopo Izzo – V.N. Paradiso: Aria d’opera; Leyenda

4 LUGLIO

OBOE – Nasrin Negahban L.v.Beethoven: Allegretto per oboe solo

CHITARRA Giacomo Restani- I. Albeniz: Asturias

PIANOFORTE Margherita Petrini – A. Vivaldi: La Primavera- Bastien: Tamburi indiani

5 LUGLIO

BATTERIA Pietro Bencivenni – Tetro: Studio

PIANOFORTE Carlo Augusto Broglioni – M. Vacca: Il maghetto equilibrista

CANTO Stefania Aramini – V.F. Vavilov-Caccini: Ave Maria

7 LUGLIO

SAX Luca Manuel Chcchiero – S. Joplin: The Entertainer

PIANOFORTE Lorenzo Ricciarelli – F. Chopin: Preludio op. 28 n° 4

CHITARRA Anita Bastianelli – R. Fabbri: Tra-la-le-ra

9 LUGLIO

VIOLINO Chiara Duranti – O. Rieding: Allegro moderato Concerto op. 35 in si min

PROPEDEUTICA MUSICALE Patrick Bradley – Gabriele Giannini – Jacopo Izzo – P. Conte: Via con me

11 LUGLIO

PIANOFORTE Elena Soravia –Y. Tiersen: Comptine d’un Autre été

FLAUTO Valentina Quarsiti – M. Blavet: Adagio

12 LUGLIO

PIANOFORTE Aurora Maria Busti – F. Chopin: Valzer op. postuma in la min

SAX Tommaso Moretti – A. Piazzolla: Oblivion

14 LUGLIO

TROMBA – Samuele Mariani – J.J. Mouret: Rondeau

PIANOFORTE Luca Manuel Chicchiero – R. Vinciguerra: Una melodia nascosta

CANTO Margherita Bittarelli – W.A. Mozart: In uomini, in soldati

16 LUGLIO

CHITARRA Gabriele Giannini – R. Fabbri:Merryl we roll along; Hansel flautista; Tra-la-le-ra

PIANOFORTE Elena Gullo – J.B. Duvernoy: Studio op. 176 n°1

VIOLINO Anita Forti – S. Nelson: Flag Dance

18 LUGLIO

FLAUTO Sofia Di Lello – G. Petrassi: Dialogo angelico

PIANOFORTE Maria Elettra Cardarelli – F. Chopin: Preludio op. 28 n° 20

19 LUGLIO

CHITARRA Giacomo Bartolucci – A. Jobim: Samba de una nota in sol

PIANOFORTE Gaya Rossetti – Tradizionale: When the Saints go marchin in – L.v. Beethoven: Inno alla Gioia

SAX Saverio Mariani – D. Shostakovich: Walzer n° 2

21 LUGLIO

CLARINETTO Carlo Chiapperi –W.A. Mozart: Una madrina o una femmina

VIOLINO Gabriele Ferracchiato – S. Dvorak: Allegro maestoso op. 75

CHITARRA David Maiocchi – V.N. Paradico: Il canto dei Rangers; Scarazula Marazula

23 LUGLIO

CANTO Megan Frashlliu – M. Wilder: Reflection

PIANOFORTE Pietro Bencivenni – R. Vinciguerra: Primo Jazz

VIOLINO Daphne Curiel – F. Kuchler: Rondo allegro dal Concertino op. 11 in Sol magg

25 LUGLIO

SAX Giovanni Tatti – G. Francioli: Ballata

CHITARRA Alessandro Achilli -Anonimo: Romanza G. Jules: Mad World

PIANOFORTE Eleonora Paretovic – J. Bastien: A happy cowboy

26 LUGLIO

PIANOFORTE – Emma Scocchetti – R. Vincuerra: Verde Smeraldo

FLAUTO Caterina Pesci – J.C. Schultze: Allegro

CANTO – Elisabetta Beltrammi – Anonimo: O leggiadri occhi belli

28 LUGLIO

TROMBA Patrick Bradley – L.v. Beethoven: Ode to Joy

PIANOFORTE Giulia Calandri – A. Diabelli: Minuetto

SAX Raffaella Bartesaghi – J. Lennon: Imagine

30 LUGLIO

VIOLINO Carlotta Manili – J.S. Bach: Minuetto n°1 in sol magg

PIANOFORTE Francesco Catanossi – L. Kaplan: The Pet Parade; Bastien: Il Goleador; Marcia

TROMBA – Antonio Pompilio – A. Lara: Granada

1 AGOSTO

VIOLINO Paolo Catasti e Gabriele Ferracchiato – F. Mazas: Duo n° 1 in do magg, allegro maestoso

PIANOFORTE Emanuela Capitani – L.v. Beethoven: Sonatina in Sol

2 AGOSTO

PIANOFORTE Maria Elettra Cardarelli – R. Vinciguerra: Adagio “Regale”

FLAUTO Eduard Buqaj – F. Devienne: Allegro moderato

CHITARRA Francesca Quarsiti – A. York: Walking

4 AGOSTO

VIOLINO Beatrice Gubbini – A. Vivaldi: Corrente allegro dalla Sonata op. 2 n° 5 in Si min

PIANOFORTE Azzurra Giovannelli Bosi – Beyer: Op. 101 n°47 – n° 49

CANTO Lauren Yrizarri Romero – O. Farres: Madrecita

6 AGOSTO

PIANOFORTE Lorenzo Mariani – J. B. Dovernoy: Studio op. 176 n° 3

VIOLINO Paolo Catasti – T. Albinoni: Allegro dalla Sonata in La min

SAX Brunero Ministrini – S. Bechet: Petit Fleur​

Lug
3
Sab
64° FESTIVAL DEI DUE MONDI @ Spoleto
Lug 3 giorno intero
<!--:it-->64° FESTIVAL DEI DUE MONDI<!--:--><!--:en-->64th FESTIVAL OF TWO WORLDS<!--:--> @ Spoleto

64° Festival dei Due Mondi
25 giugno – 11 luglio 2021
www.festivaldispoleto.com

Dal sito ufficiale www.festivaldispoleto.com:

S’inaugura venerdì 25 giugno 2021 la sessantaquattresima edizione del Festival dei Due Mondi di Spoleto, la prima a firma della direttrice artistica Monique Veaute. Il Festival delle arti performative più antico d’Italia, ideato da Gian Carlo Menotti nel 1958, trasforma ancora una volta la città in palcoscenico. La missione fondante rimane senza tempo, così come l’atmosfera del luogo che per tre settimane mescola la realtà con la finzione, la quotidianità con la magia del teatro, gli artisti con gli spettatori: 60 spettacoli, tutti in prima italiana, con più di 500 artisti da 13 paesi in 15 sedi sono i numeri di una proposta interdisciplinare che dal 25 giugno all’11 luglio mette in relazione Musica, Opera, Danza, Teatro, Arte attraverso la creatività dei migliori artisti e delle migliori compagnie internazionali.

Gli appuntamenti si susseguono da mattina a sera, in una combinazione di generi e forme che permette al pubblico di scoprire l’inatteso. Gli spettacoli e gli incontri con gli artisti, gli appuntamenti collaterali, gli approfondimenti, i dibattiti scrivono il racconto della nostra contemporaneità, svelano il volto della nostra società e ci restituiscono la complessità del nostro vivere affrontandone i grandi temi: la Rai presenta a Spoleto il primo Festival per il sociale, la sostenibilità ambientale ed economica sono al centro del dibattito culturale, e della nuova organizzazione del Festival, così come la coesione e l’inclusione, il ruolo delle donne, quello delle nuove generazioni e il valore della memoria.

Dante, Stravinskij, Strehler, Pina Bausch così come i grandi classici sono il ponte tra passato e futuro, proiettati in avanti dalla visione artistica dei grandi nomi che compongono il cartellone: da Iván Fisher ad Antonio Pappano, dalla Budapest Festival Orchestra all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, da Mourad Merzouki ad Angelin Preljocaj, da Francesco Tristano a Brad Mehldau, da Flora Détraz a Jonas&Lander, da Liv Ferracchiati a Alan Lucien Øyen, dai contributi di Romeo Castellucci, Robert Lepage, Lucia Ronchetti, così come dalle residenze sperimentali a cura di La MaMa Spoleto Open o dell’Accademia Silvio d’Amico.

L’artista Daniel Buren firma il Manifesto della 64° Edizione mentre le mostre a Palazzo Collicola e in città completano la proposta d’arte. Sullo sfondo, gli approfondimenti culturali di Fondazione Carla Fendi, i concerti da Casa Menotti e i numerosi appuntamenti collaterali sono finestre sul nostro tempo e sui meravigliosi luoghi della città.

Il 64° Festival dei Due Mondi segna il ritorno alla socialità in assoluta sicurezza e affianca alla proposta dal vivo, offline, anche un calendario di appuntamenti online sul Digital Stage, per permettere di assistere agli spettacoli già programmati che non possono andare in scena per le limitazioni ancora imposte dall’emergenza sanitaria.

Un festival che torna a dialogare con il territorio e le realtà che lo animano facendosene promotore, un festival che torna a far dialogare il pubblico e le persone, creando nuove occasioni di incontro.

Per maggiori informazioni: www.festivaldispoleto.com
E-mail: info@festivaldispoleto.com

Festival RAI PER IL SOCIALE @ Complesso Monumentale di San Nicolò
Lug 3 giorno intero
<!--:it-->Festival RAI PER IL SOCIALE<!--:--><!--:en-->RAI PER IL SOCIALE Festival<!--:--> @ Complesso Monumentale di San Nicolò

Nella cornice del 64° Festival dei Due Mondi si terrà la prima edizione del Festival Rai per il Sociale, in programma dal 2 al 4 luglio presso il Complesso Monumentale di San Nicolò.

Firme autorevoli della RAI incontreranno personalità nazionali ed europee per dialogare e interrogarsi sul tema della sostenibilità in ambito economico, ambientale e sociale.

L’evento è gratuito e aperto a tutti.

Per partecipare è necessario compilare il form alla seguente pagina: https://app.meetme.pro/web-form/view?formName=iscrizione-festival-rai&lang=it 

Scarica il programma

Mostra | FRAMMENTI DI UN PERCORSO TEATRALE @ Palazzo Collicola
Lug 3 giorno intero

FRAMMENTI DI UN PERCORSO TEATRALE
Dal 25 giugno al 12 settembre

La mostra del Festival dei 2 Mondi aperta fino a domenica 12 settembre. Ingresso gratuito per i residenti di Spoleto

La mostra-omaggio che riporta alla luce documenti, fotografie, bozzetti d’epoca, costumi e arredi scenici che hanno fatto la storia del Festival dei Due Mondi è stata prorogata fino a domenica 12 settembre per permettere a turisti e residenti di ammirare veri e propri pezzi d’arte realizzati dalle sapienti mani delle maestranze che si sono susseguite di edizione in edizione.

L’esposizione, a cura di Piero Maccarinelli, intende valorizzare il fondamentale lavoro degli artigiani-artisti senza i quali il festival non avrebbe ottenuto il prestigio internazionale che lo ha contraddistinto. Si tratta di una prima ricognizione eclettica di costumi selezionati fra le migliaia del magazzino del festival che rappresenta un’anteprima del lavoro che più organicamente verrà sviluppato nei prossimi anni per cicli tematici.

La mostra, ospitata negli spazi di Palazzo Collicola, è aperta dal venerdì alla domenica dalle ore 10.30 alle ore 13.00 e dalle ore 15.30 alle ore 19.00.

L’accesso, gratuito per i residenti a Spoleto e per i giovani fino ai 14 anni, ha un costo di 5,00 € (biglietto intero), mentre ai possessori della Spoleto Card, agli Over65, agli Under25 e ai gruppi di almeno 15 persone è riservato il ridotto a 3,00 €.

Mostra | INCANTO TARDOGOTICO. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus @ Museo Diocesano
Lug 3 giorno intero

Dal 15 giugno al 7 novembre, grazie alla preziosa collaborazione dei Musei Vaticani, verrà riunito e sarà visibile per la prima volta il trittico composto dalla Madonna in trono con il Bambino e gli angeli, attualmente custodito nel Museo Diocesano di Spoleto, e dagli scomparti laterali con le raffigurazioni di Santa Paola Romana e Santa Eustochio che, scampati alla furia del terremoto del 1703, entrarono nel mercato dei collezionisti e sono documentati in Vaticano a partire dal 1867.

La mostra, dal titolo Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus, è curata da Adele Breda, referente del Reparto per l’Arte Bizantino-medievale dei Musei Vaticani, da Stefania Nardicchi, Conservatore del Museo Diocesano di Spoleto, e da Anna Pizzamano, Dottoranda in “Storia e Beni Culturali della Chiesa” presso la Pontificia Università Gregoriana.

In occasione del recente restauro dei due scomparti laterali conservati all’interno della Collezione Vaticana, riportanti le immagini di due sante poco note, Paola Romana ed Eustochio, madre e figlia che vissero all’epoca di San Girolamo (fine IV secolo), se ne è approfondito lo studio e si è cercato di trovare lo scomparto centrale perduto. Le ricerche hanno individuato al Museo Diocesano di Spoleto una tavola frammentata, dove è rappresentata una Madonna in trono col Bambino tra due angeli. Il dipinto, seppur mancante della parte inferiore, è stato riconosciuto come parte centrale del trittico. L’opera ornava in origine l’altare della chiesa di Santa Maria presso il castello di Abeto di Preci, da cui l’appellativo di Maria Santissima di Piè di Castello.

La Madonna di Spoleto è stata trasferita al Gabinetto di Ricerche Scientifiche applicate ai Beni Culturali dei Musei Vaticani, dove i diversi componenti sono stati esaminati a fondo: l’essenza lignea, i pigmenti, le incisioni e i punzoni ne hanno confermato la piena compatibilità. Con l’intento di approfondire lo studio di un pittore di elevatissima qualità non abbastanza noto, è stata selezionata anche un’opera più tarda del medesimo maestro da mettere a confronto, la Madonna in trono col Bambino tra due angeli, oggi custodita nel Museo di Arte Sacra e Religiosità Popolare “Beato Angelico” di Vicchio del Mugello.

Sono diversi i motivi che hanno condotto a questa scelta. Si tratta, infatti, di polittici realizzati da una delle botteghe fiorentine più raffinate e ricercate del tempo, destinati all’arredo liturgico di cappelle e pievi delle zone rurali di Umbria e Toscana. La sopravvivenza della sola tavola con la Madonna, sia nel caso di Abeto di Preci che in quello di Vicchio, attesta, altresì, una devozione mai interrotta e un legame affettivo e plurisecolare con il territorio, che ha resistito anche alla dispersione degli scomparti laterali. Grazie a questo accostamento è anche possibile intuire le dimensioni originarie della Madonna di Spoleto, gravemente danneggiata nel terremoto del 1703.

Due momenti del percorso stilistico del Maestro della Madonna Straus, attivo a Firenze tra il 1385 e il 1415, un pittore che, da un iniziale neogiottismo, lentamente si apre al nuovo stile internazionale, accogliendo in parte i modi di Lorenzo Monaco e di Gherardo Starnina, ma mantenendo sempre una sua originale arcaicità.

Titolo: Incanto Tardogotico, Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus
Sede: Spoleto, Museo Diocesano
Periodo: 15 giugno -7 novembre 2021
Catalogo: edito da Quattroemme, Perugia
Orari: Tutti giorni dalle 11 alle 18. Giorno di chiusura lunedì
Biglietti: Euro 5,00; gratuito fino a 6 anni e disabili con accompagnatore

Informazioni:
Tel.+39 0577 286300 – duomospoleto@operalaboratori.com
www.spoletonorcia.it

Mostra | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato
Lug 3 giorno intero
<!--:it-->Mostra | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--><!--:en-->Exhibition | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--> @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato

San Salvatore ARMONIE imPERFETTE
Mostra fotografica-documentaria a cura del Comune di Spoleto per il decennale dall’inserimento nella lista del patrimonio mondiale Unesco del sito seriale i Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.c.)

dal 25 giugno al 15 agosto
sale espositive ex Monte di Pietà via A. Saffi
dal giovedì alla domenica
10.30/13.00 – 16.30-19.00

fino al 31 dicembre
presso palazzo Mauri, biblioteca comunale G. Carducci
orari apertura biblioteca – info 0743/218801

presso la sezione dell’Archivio di Stato di Spoleto, Complesso San Matteo
mercoledì e giovedì dalle ore 10 alle ore 13
venerdì dalle ore 15 alle ore 17
sabato e domenica dalle ore 17 alle ore 20

Programmazione CINEMA a Spoleto @ Sala Pegasus e Sala Frau
Lug 3 giorno intero
<!--:it-->Programmazione CINEMA a Spoleto<!--:--><!--:en-->CINEMA in Spoleto<!--:--> @ Sala Pegasus e Sala Frau

Cinéma Sala Pegasus
Piazza Bovio
Sito web: www.cinemasalapegasus.it
Facebook: Cinéma Sala Pegasus
cinemasalapegasus@gmail.com
Tel. 0743 522620

Cinema Sala Frau
Vicolo San Filippo 16
Sito web: www.spoletocinemaalcentro.it
Facebook: Cinema Sala Frau
cinemasalafrau@gmail.com
Tel. 0743/522177

Per ricevere la NEWSLETTER invia una e-mail all’indirizzo cinemasalapegasus@gmail.com

SPAZIO COLLICOLA | Proiezione di documentari su SOL LEWITT e ANNA MAHLER @ Cortile di Palazzo Collicola
Lug 3 giorno intero

Cortile di Palazzo Collicola, ore 21.30
SPAZIO COLLICOLA 2021
Rassegna di film, spettacoli ed eventi

ABOUT SOL
Documentario sulla vita e le opere dell’artista americano SOL LEWITT

NOTES ON STONE
Documentario che racconta la vita straordinaria della scultrice ANNA MAHLER

Il progetto della Fondazione Carla Fendi per il 64° Festival vuole essere un omaggio a Spoleto e accendere un focus su due grandi artisti, SOL LEWITT e ANNA MAHLER, entrambi avevano scelto Spoleto come loro luogo di elezione dalla fine degli anni ‘60 agli anni ‘90. Sol LeWitt celebrato artista minimalista, dal 1970 alternò stabilmente la sua vita tra Spoleto e New York.

E così dal 1967 la scultrice Anna Mahler, figlia del compositore Gustav Mahler e della musa viennese Alma Schindler, che in quegli anni visse tra Spoleto e Londra e Los Angeles. Immersi nella cultura della città hanno creato e lasciato in questi luoghi tracce della loro genialità. La stessa creatività che tuttora è portata avanti, sempre a Spoleto, dai MAHLER & LEWITT STUDIOS, residenze create dalle eredi Marina Mahler e Carol LeWitt, che ospitano di anno in anno scrittori e artisti di tutte le discipline provenienti da tutto il mondo. La Fondazione Carla Fendi vuole raccontare la personalità dei due artisti in due filmati che mettono a fuoco atmosfere, influenze culturali, storiche ed estetiche che hanno alimentato la loro creatività a Spoleto.

Proiezioni allo Spazio Collicola

Da giovedì 1 a domenica 4 LUGLIO h. 21.30
Da giovedì 8 a sabato 10 LUGLIO h. 21.30

INGRESSO GRATUITO

Tour individuali di Spoleto @ Spoleto, partenza da Piazza della Libertà
Lug 3 giorno intero

SPOLETO TOUR INDIVIDUALI

TUTTI I GIORNI previa prenotazione
Mattina: ore 10.00
Pomeriggio: ore 16.00

Itinerario (durata 2 ore): Partenza da Piazza della Libertà, visita del Teatro Romano, Arco di Druso e Germanico, Piazza del Mercato, Cattedrale, Giro della Rocca per ammirare la Rocca Albornoziana e il Ponte delle Torri
Ritrovo: in Piazza della Libertà, di fronte all’info point, 10 minuti prima della partenza

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Per info e prenotazioni:
Tel. 075 815227/28
numero emergenze: 339 3390103
e-mail: info@assoguide.it

Visite guidate a cura di AGTU (Associazione Guide Turistiche Umbria)

LA NOTTE EUROPEA DEI MUSEI | Apertura straordinaria e visite guidate alla Rocca Albornoz @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
Lug 3@19:30–22:30
<!--:it-->LA NOTTE EUROPEA DEI MUSEI | Apertura straordinaria e visite guidate alla Rocca Albornoz<!--:--> @ Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto

Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
La notte europea dei musei 2021
Spoleto – sabato 3 luglio

La Direzione Regionale Musei dell’Umbria, in occasione della Notte Europea dei Musei, sabato 3 luglio 2021 promuove presso la Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto un’apertura straordinaria dalle ore 19:30 alle ore 22:30 (ultimo ingresso alle ore 21.45), con una speciale tariffa di ingresso al costo di € 1,00 a persona.

In questa serata Sistema Museo propone Dall’alto delle torri . . . di notte!, delle suggestive visite guidate tematiche ai percorsi difensivi della fortezza previste alle ore 19:30, 20:00 e 21:00 dove una guida, già a partire dall’ora tramonto, illustrerà la stupenda vista che si gode dall’alto dei camminamenti di ronda, resa ancora più affascinante dalla luce notturna.

In caso di maltempo la visita ai percorsi difensivi sarà sostituita con una visita guidata al ciclo pittorico della Camera Pinta.

Tariffe di partecipazione alla visita guidata
Intero € 4,00
Ridotto € 3,00 dai 7 ai 17 anni e per i possessori della Spoleto Card
Gratuito fino a 6 anni
Previo acquisto del biglietto di ingresso al monumento.

La partecipazione alla visita guidata prevede il rispetto dell’attuale normativa Covid-19.
La visita guidata è a numero chiuso e la prenotazione è obbligatoria fino ad esaurimento posti.

Informazioni e prenotazioni:
dal giovedì alla domenica e lunedì
Sistema Museo 0743.224952 | museoducatospoleto@sistemamuseo.it​

Studenti ciceroni al Museo Archeologico e Teatro Romano di Spoleto @ Museo archeologico nazionale di Spoleto e Teatro romano
Lug 3@19:30

Nel periodo di svolgimento della 64 edizione del Festival dei due Mondi il Museo archeologico nazionale di Spoleto e Teatro romano offrirà un programma di visite sotto la guida di studenti del liceo classico Pontano Sansi di Spoleto appositamente preparati dalla direttrice del museo Silvia Casciarri.

I turisti che giungeranno a Spoleto per l’attesa rassegna culturale avranno così la possibilità di conoscere meglio gli importanti reperti custoditi mentre personale del Festival svelerà tecniche e segreti degli allestimenti e racconterà aneddoti riguardanti i grandi artisti che hanno calcato il palcoscenico del Teatro romano.

Questo il calendario:
Domenica 27 giugno: ore 17.00
Sabato 3 luglio – Notte dei Musei (apertura straordinaria fino alle 22.30): ore 19.30
Domenica 4 luglio: ore 11.00
Sabato 10 luglio: ore 11.00

Prenotazione obbligatoria (visita guidata gratuita) entro le ore 12:00 del giorno precedente al numero 0743 223277 oppure e-mail al seguente indirizzo: drm-umb-muspoleto@beniculturali.it

Sarà obbligatorio indossare la mascherina nel rispetto delle normative anticovid.

Lug
4
Dom
64° FESTIVAL DEI DUE MONDI @ Spoleto
Lug 4 giorno intero
<!--:it-->64° FESTIVAL DEI DUE MONDI<!--:--><!--:en-->64th FESTIVAL OF TWO WORLDS<!--:--> @ Spoleto

64° Festival dei Due Mondi
25 giugno – 11 luglio 2021
www.festivaldispoleto.com

Dal sito ufficiale www.festivaldispoleto.com:

S’inaugura venerdì 25 giugno 2021 la sessantaquattresima edizione del Festival dei Due Mondi di Spoleto, la prima a firma della direttrice artistica Monique Veaute. Il Festival delle arti performative più antico d’Italia, ideato da Gian Carlo Menotti nel 1958, trasforma ancora una volta la città in palcoscenico. La missione fondante rimane senza tempo, così come l’atmosfera del luogo che per tre settimane mescola la realtà con la finzione, la quotidianità con la magia del teatro, gli artisti con gli spettatori: 60 spettacoli, tutti in prima italiana, con più di 500 artisti da 13 paesi in 15 sedi sono i numeri di una proposta interdisciplinare che dal 25 giugno all’11 luglio mette in relazione Musica, Opera, Danza, Teatro, Arte attraverso la creatività dei migliori artisti e delle migliori compagnie internazionali.

Gli appuntamenti si susseguono da mattina a sera, in una combinazione di generi e forme che permette al pubblico di scoprire l’inatteso. Gli spettacoli e gli incontri con gli artisti, gli appuntamenti collaterali, gli approfondimenti, i dibattiti scrivono il racconto della nostra contemporaneità, svelano il volto della nostra società e ci restituiscono la complessità del nostro vivere affrontandone i grandi temi: la Rai presenta a Spoleto il primo Festival per il sociale, la sostenibilità ambientale ed economica sono al centro del dibattito culturale, e della nuova organizzazione del Festival, così come la coesione e l’inclusione, il ruolo delle donne, quello delle nuove generazioni e il valore della memoria.

Dante, Stravinskij, Strehler, Pina Bausch così come i grandi classici sono il ponte tra passato e futuro, proiettati in avanti dalla visione artistica dei grandi nomi che compongono il cartellone: da Iván Fisher ad Antonio Pappano, dalla Budapest Festival Orchestra all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, da Mourad Merzouki ad Angelin Preljocaj, da Francesco Tristano a Brad Mehldau, da Flora Détraz a Jonas&Lander, da Liv Ferracchiati a Alan Lucien Øyen, dai contributi di Romeo Castellucci, Robert Lepage, Lucia Ronchetti, così come dalle residenze sperimentali a cura di La MaMa Spoleto Open o dell’Accademia Silvio d’Amico.

L’artista Daniel Buren firma il Manifesto della 64° Edizione mentre le mostre a Palazzo Collicola e in città completano la proposta d’arte. Sullo sfondo, gli approfondimenti culturali di Fondazione Carla Fendi, i concerti da Casa Menotti e i numerosi appuntamenti collaterali sono finestre sul nostro tempo e sui meravigliosi luoghi della città.

Il 64° Festival dei Due Mondi segna il ritorno alla socialità in assoluta sicurezza e affianca alla proposta dal vivo, offline, anche un calendario di appuntamenti online sul Digital Stage, per permettere di assistere agli spettacoli già programmati che non possono andare in scena per le limitazioni ancora imposte dall’emergenza sanitaria.

Un festival che torna a dialogare con il territorio e le realtà che lo animano facendosene promotore, un festival che torna a far dialogare il pubblico e le persone, creando nuove occasioni di incontro.

Per maggiori informazioni: www.festivaldispoleto.com
E-mail: info@festivaldispoleto.com

Festival RAI PER IL SOCIALE @ Complesso Monumentale di San Nicolò
Lug 4 giorno intero
<!--:it-->Festival RAI PER IL SOCIALE<!--:--><!--:en-->RAI PER IL SOCIALE Festival<!--:--> @ Complesso Monumentale di San Nicolò

Nella cornice del 64° Festival dei Due Mondi si terrà la prima edizione del Festival Rai per il Sociale, in programma dal 2 al 4 luglio presso il Complesso Monumentale di San Nicolò.

Firme autorevoli della RAI incontreranno personalità nazionali ed europee per dialogare e interrogarsi sul tema della sostenibilità in ambito economico, ambientale e sociale.

L’evento è gratuito e aperto a tutti.

Per partecipare è necessario compilare il form alla seguente pagina: https://app.meetme.pro/web-form/view?formName=iscrizione-festival-rai&lang=it 

Scarica il programma

LONGOBARDI IN ITALIA: DA 10 ANNI PATRIMONIO MONDIALE UNESCO | Visite guidate, trekking urbani, percorsi bike @ Spoleto e Campello sul Clitunno
Lug 4 giorno intero
<!--:it-->LONGOBARDI IN ITALIA: DA 10 ANNI PATRIMONIO MONDIALE UNESCO | Visite guidate, trekking urbani, percorsi bike<!--:--><!--:en-->LONGOBARDS IN ITALY: UNESCO WORLD HERITAGE SITE FOR 10 YEARS | Guided tours, city trekking, an exhibition, family bike tours<!--:--> @ Spoleto e Campello sul Clitunno

Dal 25 giugno al 7 luglio visite guidate, trekking urbani, mostra, family biking per celebrare il decennale

Il 25 giugno 2021 il sito seriale I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.) festeggia il decimo anno dall’inserimento nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO, momento in cui divenne il 46° sito italiano iscritto e portando all’attenzione internazionale un popolo antico e spesso poco considerato.

Il Comune di Spoleto per celebrare il decennale del riconoscimento UNESCO ha in programma una serie di iniziative che, a partire da venerdì dal 25 giugno, coinvolgeranno la basilica di San Salvatore, il Museo Nazionale del Ducato di Spoleto alla Rocca Albornoz, le sale espositive dell’ex Monte di Pietà in via Aurelio Saffi e, più in generale, il territorio tra Spoleto e Campello sul Clitunno.

Sarà un percorso di conoscenza attraverso visite guidate, trekking urbani, una mostra, due family biking nella Valle Spoletana alla scoperta delle testimonianze dei Longobardi nel nostro territorio.

Queste le iniziative in programma dal 25 giugno al 7 luglio:

Venerdì 25 giugno

*ore 10 e 16 – Basilica di San Salvatore
visita guidata dall’esterno del monumento | gratuita
il monumento è chiuso dal 2017 a causa del sisma sarà aperta la bussola di vetro per ammirare la navata centrale restando all’esterno, in assoluta sicurezza

a cura della coop. Sistema Museo | prenotazione obbligatoria

*ore 10.30 e 15.30 – Museo Nazionale del Ducato, Rocca Albornoz
ingresso con visita guidata | gratuiti

sarà illustrata la sezione dei corredi funerari di epoca longobarda e si potrà ammirare il calco del rilievo del portale principale della Basilica di San Salvatore che consentirà di approfondire il tema dell’uso degli spolia

a cura della coop. Sistema Museo | prenotazione obbligatoria

*ore 17 – sale espositive ex Monte di Pietà, via Saffi
inaugurazione della mostra-dossier
SAN SALVATORE ARMONIE IMPERFETTE

25 giugno – 15 agosto 2021 | aperta dal giovedì alla domenica 10.30-13 | 16.30-19

a cura del Comune di Spoleto | ingresso gratuito

Sabato 26 giugno

*ore 16.30 – partenza da piazza della Libertà
trekking urbano Sulle tracce dei Longobardi | gratuito

passeggiata nella città di Spoleto, antica capitale del Ducato Longobardo, per ammirare ed esplorare i siti e le tracce storiche che testimoniano lo splendore di una città che divenne, per più di due secoli, potente sede ducale.

Programma e dati tecnici:
passeggiata urbana fino alla Basilica di San Salvatore
durata 3 ore circa
a cura dell’associazione SSD La Spoletonorcia srl – prenotazione obbligatoria

Domenica 27 giugno

*ore 9.30 – partenza dal BiciGrill le Mattonelle
family biking nella Valle Spoletana dei Longobardi con visita guidata | gratuita

ingresso gratuito al Tempietto del Clitunnno a cura del Comune di Campello sul Clitunno una pedalata che unisce i due siti UNESCO: la Basilica di San Salvatore di Spoleto e il Tempietto sul Clitunno. Sosta ristoro e rientro a Spoleto.

Programma e dati tecnici:

30 km circa, andata e ritorno
livello facile/medio

*ore 9.30 partenza in direzione della Basilica di San Salvatore per poi procedere lungo la pista ciclabile fino al Tempietto del Clitunno

età minima partecipanti 14 anni
eventuale noleggio presso BiciGrill Le Mattonelle almeno un’ora prima della partenza (ebike 50,00€ – city bike 25,00€)

a cura dell’associazione SSD La Spoletonorcia srl | prenotazione obbligatoria

Domenica 4 luglio

*ore 9.00 – partenza dal BiciGrill le Mattonelle
Expert biking Siti Unesco Valle Spoletana con visita guidata | a pagamento
un viaggio, pedalata dopo pedalata nell’incanto della fascia olivata da Spoleto a Trevi con visita a due siti UNESCO e alla chiesa di Santa Maria di Pietrarossa

Programma e dati tecnici:
45 km circa, andata e ritorno
livello medio/alto

*ore 9.00 partenza in direzione della Basilica di San Salvatore
sosta pranzo in corso di definizione
eventuale noleggio presso BiciGrill Le Mattonelle almeno un’ora prima della partenza (ebike 50,00€ – city bike 25,00€)

a cura dell’associazione SSD La Spoletonorcia srl | prenotazione obbligatoria

Mercoledì 7 luglio

*ore 11.00 – convegno on line SAN SALVATORE ARMONIE IMPERFETTE
diretta YouTube del Comune di Spoleto

All’incontro interverranno il Commissario Straordinario del Comune di Spoleto Tiziana Tombesi, la Presidente dell’Associazione Italia Langobardorum Rossella del Prete e l’architetto Giorgio Flamini.

Previsti anche gli interventi dei tecnici del Raggruppamento Temporaneo Professionisti (RTP) Marco Balducci (ingegnere e capogruppo RTP), Margherita Agamennone Garibaldi (restauratrice e storica dell’arte) e Francesco Bartocci (ingegnere) che stanno lavorando alla progettazione per il miglioramento sismico della basilica di San Salvatore.

Il convegno, che verrà trasmesso in diretta streaming nel canale YouTube del Comune di Spoleto (https://bit.ly/3yi3Zxb) sarà moderato da Angela Maria Ferroni, archeologo Segretariato Generale Ministero della Cultura.

a cura del Comune di Spoleto

Per visite guidate, trekking e biking è obbligatorio effettuare le prenotazioni:
Coopertiva Sistema Museo tel. +39 0744 422848 – email info@spoletotolive.it
Ass.ne SSD La Spoletonorcia srl | tutti i giorni 9-13 e 15-18 | cell. +39 3932333292 | info@laspoletonorciainmtb.it

Info: IAT Comune di Spoleto tel. 0743.2186 20 – UNESCO.Spoleto@comune.spoleto.pg.it

Mostra | FRAMMENTI DI UN PERCORSO TEATRALE @ Palazzo Collicola
Lug 4 giorno intero

FRAMMENTI DI UN PERCORSO TEATRALE
Dal 25 giugno al 12 settembre

La mostra del Festival dei 2 Mondi aperta fino a domenica 12 settembre. Ingresso gratuito per i residenti di Spoleto

La mostra-omaggio che riporta alla luce documenti, fotografie, bozzetti d’epoca, costumi e arredi scenici che hanno fatto la storia del Festival dei Due Mondi è stata prorogata fino a domenica 12 settembre per permettere a turisti e residenti di ammirare veri e propri pezzi d’arte realizzati dalle sapienti mani delle maestranze che si sono susseguite di edizione in edizione.

L’esposizione, a cura di Piero Maccarinelli, intende valorizzare il fondamentale lavoro degli artigiani-artisti senza i quali il festival non avrebbe ottenuto il prestigio internazionale che lo ha contraddistinto. Si tratta di una prima ricognizione eclettica di costumi selezionati fra le migliaia del magazzino del festival che rappresenta un’anteprima del lavoro che più organicamente verrà sviluppato nei prossimi anni per cicli tematici.

La mostra, ospitata negli spazi di Palazzo Collicola, è aperta dal venerdì alla domenica dalle ore 10.30 alle ore 13.00 e dalle ore 15.30 alle ore 19.00.

L’accesso, gratuito per i residenti a Spoleto e per i giovani fino ai 14 anni, ha un costo di 5,00 € (biglietto intero), mentre ai possessori della Spoleto Card, agli Over65, agli Under25 e ai gruppi di almeno 15 persone è riservato il ridotto a 3,00 €.

Mostra | INCANTO TARDOGOTICO. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus @ Museo Diocesano
Lug 4 giorno intero

Dal 15 giugno al 7 novembre, grazie alla preziosa collaborazione dei Musei Vaticani, verrà riunito e sarà visibile per la prima volta il trittico composto dalla Madonna in trono con il Bambino e gli angeli, attualmente custodito nel Museo Diocesano di Spoleto, e dagli scomparti laterali con le raffigurazioni di Santa Paola Romana e Santa Eustochio che, scampati alla furia del terremoto del 1703, entrarono nel mercato dei collezionisti e sono documentati in Vaticano a partire dal 1867.

La mostra, dal titolo Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus, è curata da Adele Breda, referente del Reparto per l’Arte Bizantino-medievale dei Musei Vaticani, da Stefania Nardicchi, Conservatore del Museo Diocesano di Spoleto, e da Anna Pizzamano, Dottoranda in “Storia e Beni Culturali della Chiesa” presso la Pontificia Università Gregoriana.

In occasione del recente restauro dei due scomparti laterali conservati all’interno della Collezione Vaticana, riportanti le immagini di due sante poco note, Paola Romana ed Eustochio, madre e figlia che vissero all’epoca di San Girolamo (fine IV secolo), se ne è approfondito lo studio e si è cercato di trovare lo scomparto centrale perduto. Le ricerche hanno individuato al Museo Diocesano di Spoleto una tavola frammentata, dove è rappresentata una Madonna in trono col Bambino tra due angeli. Il dipinto, seppur mancante della parte inferiore, è stato riconosciuto come parte centrale del trittico. L’opera ornava in origine l’altare della chiesa di Santa Maria presso il castello di Abeto di Preci, da cui l’appellativo di Maria Santissima di Piè di Castello.

La Madonna di Spoleto è stata trasferita al Gabinetto di Ricerche Scientifiche applicate ai Beni Culturali dei Musei Vaticani, dove i diversi componenti sono stati esaminati a fondo: l’essenza lignea, i pigmenti, le incisioni e i punzoni ne hanno confermato la piena compatibilità. Con l’intento di approfondire lo studio di un pittore di elevatissima qualità non abbastanza noto, è stata selezionata anche un’opera più tarda del medesimo maestro da mettere a confronto, la Madonna in trono col Bambino tra due angeli, oggi custodita nel Museo di Arte Sacra e Religiosità Popolare “Beato Angelico” di Vicchio del Mugello.

Sono diversi i motivi che hanno condotto a questa scelta. Si tratta, infatti, di polittici realizzati da una delle botteghe fiorentine più raffinate e ricercate del tempo, destinati all’arredo liturgico di cappelle e pievi delle zone rurali di Umbria e Toscana. La sopravvivenza della sola tavola con la Madonna, sia nel caso di Abeto di Preci che in quello di Vicchio, attesta, altresì, una devozione mai interrotta e un legame affettivo e plurisecolare con il territorio, che ha resistito anche alla dispersione degli scomparti laterali. Grazie a questo accostamento è anche possibile intuire le dimensioni originarie della Madonna di Spoleto, gravemente danneggiata nel terremoto del 1703.

Due momenti del percorso stilistico del Maestro della Madonna Straus, attivo a Firenze tra il 1385 e il 1415, un pittore che, da un iniziale neogiottismo, lentamente si apre al nuovo stile internazionale, accogliendo in parte i modi di Lorenzo Monaco e di Gherardo Starnina, ma mantenendo sempre una sua originale arcaicità.

Titolo: Incanto Tardogotico, Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus
Sede: Spoleto, Museo Diocesano
Periodo: 15 giugno -7 novembre 2021
Catalogo: edito da Quattroemme, Perugia
Orari: Tutti giorni dalle 11 alle 18. Giorno di chiusura lunedì
Biglietti: Euro 5,00; gratuito fino a 6 anni e disabili con accompagnatore

Informazioni:
Tel.+39 0577 286300 – duomospoleto@operalaboratori.com
www.spoletonorcia.it

Mostra | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato
Lug 4 giorno intero
<!--:it-->Mostra | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--><!--:en-->Exhibition | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--> @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato

San Salvatore ARMONIE imPERFETTE
Mostra fotografica-documentaria a cura del Comune di Spoleto per il decennale dall’inserimento nella lista del patrimonio mondiale Unesco del sito seriale i Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.c.)

dal 25 giugno al 15 agosto
sale espositive ex Monte di Pietà via A. Saffi
dal giovedì alla domenica
10.30/13.00 – 16.30-19.00

fino al 31 dicembre
presso palazzo Mauri, biblioteca comunale G. Carducci
orari apertura biblioteca – info 0743/218801

presso la sezione dell’Archivio di Stato di Spoleto, Complesso San Matteo
mercoledì e giovedì dalle ore 10 alle ore 13
venerdì dalle ore 15 alle ore 17
sabato e domenica dalle ore 17 alle ore 20

Programmazione CINEMA a Spoleto @ Sala Pegasus e Sala Frau
Lug 4 giorno intero
<!--:it-->Programmazione CINEMA a Spoleto<!--:--><!--:en-->CINEMA in Spoleto<!--:--> @ Sala Pegasus e Sala Frau

Cinéma Sala Pegasus
Piazza Bovio
Sito web: www.cinemasalapegasus.it
Facebook: Cinéma Sala Pegasus
cinemasalapegasus@gmail.com
Tel. 0743 522620

Cinema Sala Frau
Vicolo San Filippo 16
Sito web: www.spoletocinemaalcentro.it
Facebook: Cinema Sala Frau
cinemasalafrau@gmail.com
Tel. 0743/522177

Per ricevere la NEWSLETTER invia una e-mail all’indirizzo cinemasalapegasus@gmail.com

SPAZIO COLLICOLA | Proiezione di documentari su SOL LEWITT e ANNA MAHLER @ Cortile di Palazzo Collicola
Lug 4 giorno intero

Cortile di Palazzo Collicola, ore 21.30
SPAZIO COLLICOLA 2021
Rassegna di film, spettacoli ed eventi

ABOUT SOL
Documentario sulla vita e le opere dell’artista americano SOL LEWITT

NOTES ON STONE
Documentario che racconta la vita straordinaria della scultrice ANNA MAHLER

Il progetto della Fondazione Carla Fendi per il 64° Festival vuole essere un omaggio a Spoleto e accendere un focus su due grandi artisti, SOL LEWITT e ANNA MAHLER, entrambi avevano scelto Spoleto come loro luogo di elezione dalla fine degli anni ‘60 agli anni ‘90. Sol LeWitt celebrato artista minimalista, dal 1970 alternò stabilmente la sua vita tra Spoleto e New York.

E così dal 1967 la scultrice Anna Mahler, figlia del compositore Gustav Mahler e della musa viennese Alma Schindler, che in quegli anni visse tra Spoleto e Londra e Los Angeles. Immersi nella cultura della città hanno creato e lasciato in questi luoghi tracce della loro genialità. La stessa creatività che tuttora è portata avanti, sempre a Spoleto, dai MAHLER & LEWITT STUDIOS, residenze create dalle eredi Marina Mahler e Carol LeWitt, che ospitano di anno in anno scrittori e artisti di tutte le discipline provenienti da tutto il mondo. La Fondazione Carla Fendi vuole raccontare la personalità dei due artisti in due filmati che mettono a fuoco atmosfere, influenze culturali, storiche ed estetiche che hanno alimentato la loro creatività a Spoleto.

Proiezioni allo Spazio Collicola

Da giovedì 1 a domenica 4 LUGLIO h. 21.30
Da giovedì 8 a sabato 10 LUGLIO h. 21.30

INGRESSO GRATUITO

Tour individuali di Spoleto @ Spoleto, partenza da Piazza della Libertà
Lug 4 giorno intero

SPOLETO TOUR INDIVIDUALI

TUTTI I GIORNI previa prenotazione
Mattina: ore 10.00
Pomeriggio: ore 16.00

Itinerario (durata 2 ore): Partenza da Piazza della Libertà, visita del Teatro Romano, Arco di Druso e Germanico, Piazza del Mercato, Cattedrale, Giro della Rocca per ammirare la Rocca Albornoziana e il Ponte delle Torri
Ritrovo: in Piazza della Libertà, di fronte all’info point, 10 minuti prima della partenza

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Per info e prenotazioni:
Tel. 075 815227/28
numero emergenze: 339 3390103
e-mail: info@assoguide.it

Visite guidate a cura di AGTU (Associazione Guide Turistiche Umbria)

Studenti ciceroni al Museo Archeologico e Teatro Romano di Spoleto @ Museo archeologico nazionale di Spoleto e Teatro romano
Lug 4@11:00

Nel periodo di svolgimento della 64 edizione del Festival dei due Mondi il Museo archeologico nazionale di Spoleto e Teatro romano offrirà un programma di visite sotto la guida di studenti del liceo classico Pontano Sansi di Spoleto appositamente preparati dalla direttrice del museo Silvia Casciarri.

I turisti che giungeranno a Spoleto per l’attesa rassegna culturale avranno così la possibilità di conoscere meglio gli importanti reperti custoditi mentre personale del Festival svelerà tecniche e segreti degli allestimenti e racconterà aneddoti riguardanti i grandi artisti che hanno calcato il palcoscenico del Teatro romano.

Questo il calendario:
Domenica 27 giugno: ore 17.00
Sabato 3 luglio – Notte dei Musei (apertura straordinaria fino alle 22.30): ore 19.30
Domenica 4 luglio: ore 11.00
Sabato 10 luglio: ore 11.00

Prenotazione obbligatoria (visita guidata gratuita) entro le ore 12:00 del giorno precedente al numero 0743 223277 oppure e-mail al seguente indirizzo: drm-umb-muspoleto@beniculturali.it

Sarà obbligatorio indossare la mascherina nel rispetto delle normative anticovid.

Visita guidata SPOLETO CARD @ Spoleto
Lug 4@11:30
Saggi della Scuola Comunale di Musica e Danza “Alessandro Onofri” @ in streaming
Lug 4@18:00

DISPONIBILI SU FACEBOOK E YOUTUBE I SAGGI DELLA SCUOLA COMUNALE DI MUSICA E DANZA “ALESSANDRO ONOFRI”

Dal 14 giugno al 6 agosto ogni lunedì, mercoledì, venerdì e domenica alle ore 18.00

Per il secondo anno consecutivo i saggi della Scuola comunale di musica e danza “Alessandro Onofri” saranno disponibili nei canali social del Comune di Spoleto.

Insieme a Facebook (https://www.facebook.com/ComunediSpoleto), dove anche nel 2020 abbiamo potuto seguire i concerti degli allievi e delle allieve della Scuola, quest’anno i video saranno disponibili anche nel canale YouTube dell’Ente (https://bit.ly/3yi3Zxb).

Sotto la guida dei docenti Tiziano Tetro (batteria), Mariangela Campoccia (canto), Luca Giuliani, Fabrizio Porrazzini e Gionatan Scoppetta (chitarra), Alfredo Natili (clarinetto) , Sabrina Bacaro (flauto), Paolo Puliti (Oboe), Simone Benedetti, Egidio Flamini, Simona Granelli, Moira Michelini, Isabella Pistelli (Pianoforte), Luca Gregori (propedeutica musicale), Gabriele Francioli (sax), Giovanni Giglioni (tromba), Corinna Ruppert e Gionatan Scoppetta (violino), che li hanno seguiti costantemente anche nel corso di questo ultimo e difficile anno, tutti gli allievi si sono esibiti registrando i concerti che verranno pubblicati tutti i lunedì, mercoledì, venerdì e domenica alle ore 18.00 da lunedì 14 giugno a venerdì 6 agosto.

PROGRAMMA

14 GIUGNO

CHITARRA Gabriele Pompilio- Sting: Every breath you take

CANTO Matteo Ricciarelli – G.B. Bononcini: Per la gloria di adorarvi

VIOLINO Maria Vittoria Panetto – S. Suzuki: Allegretto – J.S. Bach: Menuet in Sol

16 GIUGNO

PIANOFORTE Benjamin Rosati – S. Joplin: The Entertainer

TROMBA Pietro Di Lello – J. S. Bach: Bourré

SAX Matteo Cera e Alessandro Minestrini – F. Pauer: La Troucha

18 GIUGNO

FLAUTO Chiara Sciascio – C. Stamitz: Allegro

PIANOFORTE Eleonora Cinti – A.E. Muller: Allegretto

CLARINETTO Carlo Chiapperi – W.A. Mozart: In questo splendente canto

20 GIUGNO

CHITARRA Teresa Belpassi – Tradizionali: Salta con Lou; London Bridge; Temporale; Navigando allegramente

OBOE Luca Mariani – G. Ph. Telemann: Fantasia n. 6 per oboe solo

21 GIUGNO

VIOLINO Ludovica Romizi- E. H. Jones: Peelers Jig; The Hundred Pipers

PIANOFORTE Elena Proietti Silvestri – L. v. Beethoven: Sonata op. 49 n. 2

BATTERIA Edoardo Fortunato- T. Tetro: Studio

23 GIUGNO

PIANOFORTE Michele Ottaviani- Beyer: Op. 101 n° 74 n° 75 n° 78

FLAUTO Costanza Panetto – W.A. Mozart: Menuetto

25 GIUGNO

CANTO Bendetta Occasi – Ch Chaplin: Smile

SAX Matteo Coricelli – R. Rodgers: Blue Moon

PIANOFORTE Aurora Izzo- J. Bastien: Grandi amici; La canzone dei fiorellini innamorati; Quattro salti in compagnia

27 GIUGNO

CHITARRA Daniele Bellomo – G. Gershwin: Summertime – P. Henry: Preludio n° 4

CLARINETTO Elena Benedetti – Tradizionale:Fra Martino; Nella vecchia fattoria

PIANOFORTE Gabriele Natalizi – J.S.Bach: Giga dalla IV Suite

28 GIUGNO

PIANOFORTE Miriam Giannini – M. Clementi: Sonatina op. 36 n° 1

VIOLINO Miriam Vantaggi – F. Kuchler: Allegro moderato dal Concertino op. 11 in Sol magg

30 GIUGNO

SAX Giacomo Bellomo – E. Bozza: Aria

TROMBA Giovanni Pompilio – G. Puccini: Nessun dorma

PIANOFORTE Anna Belpassi – R. Vinciguerra: Celeste

2 LUGLIO

FLAUTO Emanuela Perla – S. Mercadante: Tempo I e II Fantasia

PIANOFORTE Sofia Marignoli – C. Harvé: Minuetto – W.A. Mozart: Tema e variazione

CHITARRA Jacopo Izzo – V.N. Paradiso: Aria d’opera; Leyenda

4 LUGLIO

OBOE – Nasrin Negahban L.v.Beethoven: Allegretto per oboe solo

CHITARRA Giacomo Restani- I. Albeniz: Asturias

PIANOFORTE Margherita Petrini – A. Vivaldi: La Primavera- Bastien: Tamburi indiani

5 LUGLIO

BATTERIA Pietro Bencivenni – Tetro: Studio

PIANOFORTE Carlo Augusto Broglioni – M. Vacca: Il maghetto equilibrista

CANTO Stefania Aramini – V.F. Vavilov-Caccini: Ave Maria

7 LUGLIO

SAX Luca Manuel Chcchiero – S. Joplin: The Entertainer

PIANOFORTE Lorenzo Ricciarelli – F. Chopin: Preludio op. 28 n° 4

CHITARRA Anita Bastianelli – R. Fabbri: Tra-la-le-ra

9 LUGLIO

VIOLINO Chiara Duranti – O. Rieding: Allegro moderato Concerto op. 35 in si min

PROPEDEUTICA MUSICALE Patrick Bradley – Gabriele Giannini – Jacopo Izzo – P. Conte: Via con me

11 LUGLIO

PIANOFORTE Elena Soravia –Y. Tiersen: Comptine d’un Autre été

FLAUTO Valentina Quarsiti – M. Blavet: Adagio

12 LUGLIO

PIANOFORTE Aurora Maria Busti – F. Chopin: Valzer op. postuma in la min

SAX Tommaso Moretti – A. Piazzolla: Oblivion

14 LUGLIO

TROMBA – Samuele Mariani – J.J. Mouret: Rondeau

PIANOFORTE Luca Manuel Chicchiero – R. Vinciguerra: Una melodia nascosta

CANTO Margherita Bittarelli – W.A. Mozart: In uomini, in soldati

16 LUGLIO

CHITARRA Gabriele Giannini – R. Fabbri:Merryl we roll along; Hansel flautista; Tra-la-le-ra

PIANOFORTE Elena Gullo – J.B. Duvernoy: Studio op. 176 n°1

VIOLINO Anita Forti – S. Nelson: Flag Dance

18 LUGLIO

FLAUTO Sofia Di Lello – G. Petrassi: Dialogo angelico

PIANOFORTE Maria Elettra Cardarelli – F. Chopin: Preludio op. 28 n° 20

19 LUGLIO

CHITARRA Giacomo Bartolucci – A. Jobim: Samba de una nota in sol

PIANOFORTE Gaya Rossetti – Tradizionale: When the Saints go marchin in – L.v. Beethoven: Inno alla Gioia

SAX Saverio Mariani – D. Shostakovich: Walzer n° 2

21 LUGLIO

CLARINETTO Carlo Chiapperi –W.A. Mozart: Una madrina o una femmina

VIOLINO Gabriele Ferracchiato – S. Dvorak: Allegro maestoso op. 75

CHITARRA David Maiocchi – V.N. Paradico: Il canto dei Rangers; Scarazula Marazula

23 LUGLIO

CANTO Megan Frashlliu – M. Wilder: Reflection

PIANOFORTE Pietro Bencivenni – R. Vinciguerra: Primo Jazz

VIOLINO Daphne Curiel – F. Kuchler: Rondo allegro dal Concertino op. 11 in Sol magg

25 LUGLIO

SAX Giovanni Tatti – G. Francioli: Ballata

CHITARRA Alessandro Achilli -Anonimo: Romanza G. Jules: Mad World

PIANOFORTE Eleonora Paretovic – J. Bastien: A happy cowboy

26 LUGLIO

PIANOFORTE – Emma Scocchetti – R. Vincuerra: Verde Smeraldo

FLAUTO Caterina Pesci – J.C. Schultze: Allegro

CANTO – Elisabetta Beltrammi – Anonimo: O leggiadri occhi belli

28 LUGLIO

TROMBA Patrick Bradley – L.v. Beethoven: Ode to Joy

PIANOFORTE Giulia Calandri – A. Diabelli: Minuetto

SAX Raffaella Bartesaghi – J. Lennon: Imagine

30 LUGLIO

VIOLINO Carlotta Manili – J.S. Bach: Minuetto n°1 in sol magg

PIANOFORTE Francesco Catanossi – L. Kaplan: The Pet Parade; Bastien: Il Goleador; Marcia

TROMBA – Antonio Pompilio – A. Lara: Granada

1 AGOSTO

VIOLINO Paolo Catasti e Gabriele Ferracchiato – F. Mazas: Duo n° 1 in do magg, allegro maestoso

PIANOFORTE Emanuela Capitani – L.v. Beethoven: Sonatina in Sol

2 AGOSTO

PIANOFORTE Maria Elettra Cardarelli – R. Vinciguerra: Adagio “Regale”

FLAUTO Eduard Buqaj – F. Devienne: Allegro moderato

CHITARRA Francesca Quarsiti – A. York: Walking

4 AGOSTO

VIOLINO Beatrice Gubbini – A. Vivaldi: Corrente allegro dalla Sonata op. 2 n° 5 in Si min

PIANOFORTE Azzurra Giovannelli Bosi – Beyer: Op. 101 n°47 – n° 49

CANTO Lauren Yrizarri Romero – O. Farres: Madrecita

6 AGOSTO

PIANOFORTE Lorenzo Mariani – J. B. Dovernoy: Studio op. 176 n° 3

VIOLINO Paolo Catasti – T. Albinoni: Allegro dalla Sonata in La min

SAX Brunero Ministrini – S. Bechet: Petit Fleur​

Lug
5
Lun
64° FESTIVAL DEI DUE MONDI @ Spoleto
Lug 5 giorno intero
<!--:it-->64° FESTIVAL DEI DUE MONDI<!--:--><!--:en-->64th FESTIVAL OF TWO WORLDS<!--:--> @ Spoleto

64° Festival dei Due Mondi
25 giugno – 11 luglio 2021
www.festivaldispoleto.com

Dal sito ufficiale www.festivaldispoleto.com:

S’inaugura venerdì 25 giugno 2021 la sessantaquattresima edizione del Festival dei Due Mondi di Spoleto, la prima a firma della direttrice artistica Monique Veaute. Il Festival delle arti performative più antico d’Italia, ideato da Gian Carlo Menotti nel 1958, trasforma ancora una volta la città in palcoscenico. La missione fondante rimane senza tempo, così come l’atmosfera del luogo che per tre settimane mescola la realtà con la finzione, la quotidianità con la magia del teatro, gli artisti con gli spettatori: 60 spettacoli, tutti in prima italiana, con più di 500 artisti da 13 paesi in 15 sedi sono i numeri di una proposta interdisciplinare che dal 25 giugno all’11 luglio mette in relazione Musica, Opera, Danza, Teatro, Arte attraverso la creatività dei migliori artisti e delle migliori compagnie internazionali.

Gli appuntamenti si susseguono da mattina a sera, in una combinazione di generi e forme che permette al pubblico di scoprire l’inatteso. Gli spettacoli e gli incontri con gli artisti, gli appuntamenti collaterali, gli approfondimenti, i dibattiti scrivono il racconto della nostra contemporaneità, svelano il volto della nostra società e ci restituiscono la complessità del nostro vivere affrontandone i grandi temi: la Rai presenta a Spoleto il primo Festival per il sociale, la sostenibilità ambientale ed economica sono al centro del dibattito culturale, e della nuova organizzazione del Festival, così come la coesione e l’inclusione, il ruolo delle donne, quello delle nuove generazioni e il valore della memoria.

Dante, Stravinskij, Strehler, Pina Bausch così come i grandi classici sono il ponte tra passato e futuro, proiettati in avanti dalla visione artistica dei grandi nomi che compongono il cartellone: da Iván Fisher ad Antonio Pappano, dalla Budapest Festival Orchestra all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, da Mourad Merzouki ad Angelin Preljocaj, da Francesco Tristano a Brad Mehldau, da Flora Détraz a Jonas&Lander, da Liv Ferracchiati a Alan Lucien Øyen, dai contributi di Romeo Castellucci, Robert Lepage, Lucia Ronchetti, così come dalle residenze sperimentali a cura di La MaMa Spoleto Open o dell’Accademia Silvio d’Amico.

L’artista Daniel Buren firma il Manifesto della 64° Edizione mentre le mostre a Palazzo Collicola e in città completano la proposta d’arte. Sullo sfondo, gli approfondimenti culturali di Fondazione Carla Fendi, i concerti da Casa Menotti e i numerosi appuntamenti collaterali sono finestre sul nostro tempo e sui meravigliosi luoghi della città.

Il 64° Festival dei Due Mondi segna il ritorno alla socialità in assoluta sicurezza e affianca alla proposta dal vivo, offline, anche un calendario di appuntamenti online sul Digital Stage, per permettere di assistere agli spettacoli già programmati che non possono andare in scena per le limitazioni ancora imposte dall’emergenza sanitaria.

Un festival che torna a dialogare con il territorio e le realtà che lo animano facendosene promotore, un festival che torna a far dialogare il pubblico e le persone, creando nuove occasioni di incontro.

Per maggiori informazioni: www.festivaldispoleto.com
E-mail: info@festivaldispoleto.com

IM/POSSIBILE_AMORE / SPOLETO in_Covid | Mostra di parole e immagini su cartoncino @ Palazzo Mauri
Lug 5 giorno intero

IM/POSSIBILE_AMORE / SPOLETO in_Covid

Mostra di parole e immagini su cartoncino da lunedì 28 giugno al 30 agosto a Palazzo Mauri Una mostra di parole e immagini stampate su cartoncino per celebrare l’amore come ultima espressione di libertà durante la reclusione causata dalla pandemia di COVID19. Pensieri, immagini, sentimenti, per la natura, la vita o l’arte, frasi d’amore o “dedicata”, spediti da viaggiatori, artisti, operatori culturali, tra il 14 febbraio e il 30 maggio 2021,stampate su cartoncini di base cm 10×15, “firmate” con un acronimo o pseudonimo. L’esposizione, dal titolo “IM/POSSIBILE_AMORE / SPOLETO in_Covid”, verrà aperta al pubblico a partire da lunedì 28 giugno alle ore 17.00 alla Biblioteca Comunale “G. Carducci” di palazzo Mauri e sarà visitabile secondo gli orari della biblioteca (lunedì dalle ore 15.00 alle 19.00, martedì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15 alle 19.00, mercoledì dalle 9.00 alle 13.00, giovedì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00, venerdì dalle 9.00 alle 13.00)
Una mostra, realizzata da Studio_A’87, in collaborazione con la Biblioteca Comunale e Cittadinanzattiva, con i cartoncini protagonisti della mostra che dialogano sui temi dell’amore e dei sentimenti con volumi, antichi e moderni, del patrimonio della Biblioteca Comunale “Carducci”, scelti per attinenza tematica e suggestione iconografica. Fino al 30 agosto la mostra sarà a Palazzo Mauri, poi dal 4 settembre le opere saranno esposte all’ex-edicola Info/Point “Concessione 5” a Spoleto, in Piazza Torre dell’Olio, dove resteranno visibili ai passanti, giorno e notte ad orario continuato fino al 31 dicembre 2021. I cartoncini “anonimi” esposti formeranno un piccolo libro che sarà donato alla Biblioteca Comunale di Spoleto e conterrà una pagina con i nomi degli autori, ma il “fraseggio amoroso” sottoscritto con un acronimo o pseudonimo, manterrà l’anonimato come significato di tempo sospeso, fragile condizione umana nel primario diritto alla salute e nel continuo bisogno d’amore. Secondo i curatori il concetto chiave della mostra è che “Il sentimento non può essere brevettato, così pure il “vaccino anti-Covid”, frutto del pensiero umano, da considerarsi concettualmente “sentimento sociale di solidarietà” e non pratica di speculazione… //… Anche l’arte dovrebbe ‘veicolare la fratellanza’. Il dovere di coloro che si pongono al servizio della volontà generale è ‘rimanere in certo qual modo anonimi, pronti a mescolarsi in qualsiasi momento con l’umanità comune’. Infatti, un amore anonimo è per ciò stesso universale. «L’arte autentica, poi, ha una missione sacra: insegna l’indifferenza del tempo e dello spazio, e ci rende consapevoli della nostra sottomissione alla necessità. Un’opera d’arte ha un autore, e tuttavia, se essa è perfetta, possiede qualcosa di essenzialmente anonimo. Essa imita l’anonimato dell’arte divina» (Simone Weil)
Mostra | INCANTO TARDOGOTICO. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus @ Museo Diocesano
Lug 5 giorno intero

Dal 15 giugno al 7 novembre, grazie alla preziosa collaborazione dei Musei Vaticani, verrà riunito e sarà visibile per la prima volta il trittico composto dalla Madonna in trono con il Bambino e gli angeli, attualmente custodito nel Museo Diocesano di Spoleto, e dagli scomparti laterali con le raffigurazioni di Santa Paola Romana e Santa Eustochio che, scampati alla furia del terremoto del 1703, entrarono nel mercato dei collezionisti e sono documentati in Vaticano a partire dal 1867.

La mostra, dal titolo Incanto tardogotico. Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus, è curata da Adele Breda, referente del Reparto per l’Arte Bizantino-medievale dei Musei Vaticani, da Stefania Nardicchi, Conservatore del Museo Diocesano di Spoleto, e da Anna Pizzamano, Dottoranda in “Storia e Beni Culturali della Chiesa” presso la Pontificia Università Gregoriana.

In occasione del recente restauro dei due scomparti laterali conservati all’interno della Collezione Vaticana, riportanti le immagini di due sante poco note, Paola Romana ed Eustochio, madre e figlia che vissero all’epoca di San Girolamo (fine IV secolo), se ne è approfondito lo studio e si è cercato di trovare lo scomparto centrale perduto. Le ricerche hanno individuato al Museo Diocesano di Spoleto una tavola frammentata, dove è rappresentata una Madonna in trono col Bambino tra due angeli. Il dipinto, seppur mancante della parte inferiore, è stato riconosciuto come parte centrale del trittico. L’opera ornava in origine l’altare della chiesa di Santa Maria presso il castello di Abeto di Preci, da cui l’appellativo di Maria Santissima di Piè di Castello.

La Madonna di Spoleto è stata trasferita al Gabinetto di Ricerche Scientifiche applicate ai Beni Culturali dei Musei Vaticani, dove i diversi componenti sono stati esaminati a fondo: l’essenza lignea, i pigmenti, le incisioni e i punzoni ne hanno confermato la piena compatibilità. Con l’intento di approfondire lo studio di un pittore di elevatissima qualità non abbastanza noto, è stata selezionata anche un’opera più tarda del medesimo maestro da mettere a confronto, la Madonna in trono col Bambino tra due angeli, oggi custodita nel Museo di Arte Sacra e Religiosità Popolare “Beato Angelico” di Vicchio del Mugello.

Sono diversi i motivi che hanno condotto a questa scelta. Si tratta, infatti, di polittici realizzati da una delle botteghe fiorentine più raffinate e ricercate del tempo, destinati all’arredo liturgico di cappelle e pievi delle zone rurali di Umbria e Toscana. La sopravvivenza della sola tavola con la Madonna, sia nel caso di Abeto di Preci che in quello di Vicchio, attesta, altresì, una devozione mai interrotta e un legame affettivo e plurisecolare con il territorio, che ha resistito anche alla dispersione degli scomparti laterali. Grazie a questo accostamento è anche possibile intuire le dimensioni originarie della Madonna di Spoleto, gravemente danneggiata nel terremoto del 1703.

Due momenti del percorso stilistico del Maestro della Madonna Straus, attivo a Firenze tra il 1385 e il 1415, un pittore che, da un iniziale neogiottismo, lentamente si apre al nuovo stile internazionale, accogliendo in parte i modi di Lorenzo Monaco e di Gherardo Starnina, ma mantenendo sempre una sua originale arcaicità.

Titolo: Incanto Tardogotico, Il trittico ricomposto del Maestro della Madonna Straus
Sede: Spoleto, Museo Diocesano
Periodo: 15 giugno -7 novembre 2021
Catalogo: edito da Quattroemme, Perugia
Orari: Tutti giorni dalle 11 alle 18. Giorno di chiusura lunedì
Biglietti: Euro 5,00; gratuito fino a 6 anni e disabili con accompagnatore

Informazioni:
Tel.+39 0577 286300 – duomospoleto@operalaboratori.com
www.spoletonorcia.it

Mostra | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato
Lug 5 giorno intero
<!--:it-->Mostra | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--><!--:en-->Exhibition | San Salvatore ARMONIE imPERFETTE<!--:--> @ Monte di Pietà, Palazzo Mauri, Archivio di Stato

San Salvatore ARMONIE imPERFETTE
Mostra fotografica-documentaria a cura del Comune di Spoleto per il decennale dall’inserimento nella lista del patrimonio mondiale Unesco del sito seriale i Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.c.)

dal 25 giugno al 15 agosto
sale espositive ex Monte di Pietà via A. Saffi
dal giovedì alla domenica
10.30/13.00 – 16.30-19.00

fino al 31 dicembre
presso palazzo Mauri, biblioteca comunale G. Carducci
orari apertura biblioteca – info 0743/218801

presso la sezione dell’Archivio di Stato di Spoleto, Complesso San Matteo
mercoledì e giovedì dalle ore 10 alle ore 13
venerdì dalle ore 15 alle ore 17
sabato e domenica dalle ore 17 alle ore 20

MOSTRE DI PALAZZO COLLICOLA @ Palazzo Collicola
Lug 5 giorno intero

Il direttore artistico Marco Tonelli propone un viaggio tra sperimentazione, scrittura, disegni e pittura

Apertura al pubblico il 26 giugno. Le mostre saranno visitabili fino al 26 settembre

Saranno quattro le mostre organizzate dal Comune di Spoleto a Palazzo Collicola in occasione del 64° Festival dei 2 Mondi. Sotto la direzione di Marco Tonelli, le proposte artistiche di quest’estate 2021 (l’apertura è in programma il prossimo 26 giugno e saranno visitabili fino al 26 settembre) saranno un viaggio tra sperimentazione, scrittura, disegni e pittura, all’interno di diversi percorsi concettuali sviluppatisi, in alcuni casi, in epoche apparentemente lontane e idealmente distanti.   Giuseppe Penone: Disegni A cura di Marco Tonelli la mostra, pensata assieme all’artista, sarà allestita nelle sale interne della Galleria d’Arte Moderna. Promossa dal Festival Dei Due Mondi, si inserisce idealmente nella tradizione di esposizioni di disegni di grandi artisti moderni e contemporanei, come fu per Disegni americani del MoMA (1961), Disegni italiani moderni (1962), Willem de Kooning: disegni (1969), James Ensor. Disegni e Acqueforti (1981), Balthus: disegni e acquerelli (1982), che si tennero a Spoleto proprio nell’ambito del Festival. Una mostra del genere, dedicata esclusivamente al disegno, è la prima realizzata da Penone in Italia, dopo quella del Drawing Center di New York nel 2007.
    Work in Progress. Opere dalla Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Collicola e dalla Fondazione Marignoli di Montecorona. A cura di Michele Drascek, Duccio K. Marignoli, Marco Tonelli, due collezioni d’arte di Spoleto, quella della Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Collicola e quella della Fondazione Marignoli di Montecorona, hanno voluto mettere a confronto, creando una linea storica senza soluzione di continuità, dal XVI secolo all’epoca contemporanea, una serie particolare di opere: bozzetti, modelli, schizzi preparatori, studi. Saranno esposte in tutto 70 opere tra disegni, dipinti, sculture, maquette in legno, modelletti, alcune delle quali recuperate eccezionalmente dai depositi di Palazzo Collicola od esposte per la prima volta in pubblico dalla collezione conservata a Palazzo Marignoli.
    Stefano Di Stasio: Astanze A cura di Fabio Sargentini e Marco Tonelli, nove grandi dipinti saranno presentati in altrettante sale del Piano mostre del museo, creando un percorso di stanze o stazioni che dir si voglia, immerse nell’oscurità e ritagliate nel buio da un unico punto di luce, che fa emergere figure monumentali di misteriosi uomini solitari e carichi di connotazioni simboliche, dipinte tra 1994 e 2011 e provenienti da un unico nucleo tematico: quello della Galleria dell’Attico di Roma, presso cui l’artista ha tenuto mostre personali e collettive sin dal 1994.
    Josè Angelino: Resistenze A cura di Davide Silvioli è un progetto site-specific di Josè Angelino in collaborazione con la Fondazione Carla Fendi e con Mahler & LeWitt Studios. Tutte le opere in mostra, che saranno dislocate in diverse aree di Palazzo Collicola sono courtesy della Galleria Alessandra Bonomo. L’evento costituisce il primo appuntamento di un ciclo di esposizioni dal titolo Collicola Project Room(s), a cura di Davide Silvioli e dedicate ad artisti emergenti.
Programmazione CINEMA a Spoleto @ Sala Pegasus e Sala Frau
Lug 5 giorno intero
<!--:it-->Programmazione CINEMA a Spoleto<!--:--><!--:en-->CINEMA in Spoleto<!--:--> @ Sala Pegasus e Sala Frau

Cinéma Sala Pegasus
Piazza Bovio
Sito web: www.cinemasalapegasus.it
Facebook: Cinéma Sala Pegasus
cinemasalapegasus@gmail.com
Tel. 0743 522620

Cinema Sala Frau
Vicolo San Filippo 16
Sito web: www.spoletocinemaalcentro.it
Facebook: Cinema Sala Frau
cinemasalafrau@gmail.com
Tel. 0743/522177

Per ricevere la NEWSLETTER invia una e-mail all’indirizzo cinemasalapegasus@gmail.com

Tour individuali di Spoleto @ Spoleto, partenza da Piazza della Libertà
Lug 5 giorno intero

SPOLETO TOUR INDIVIDUALI

TUTTI I GIORNI previa prenotazione
Mattina: ore 10.00
Pomeriggio: ore 16.00

Itinerario (durata 2 ore): Partenza da Piazza della Libertà, visita del Teatro Romano, Arco di Druso e Germanico, Piazza del Mercato, Cattedrale, Giro della Rocca per ammirare la Rocca Albornoziana e il Ponte delle Torri
Ritrovo: in Piazza della Libertà, di fronte all’info point, 10 minuti prima della partenza

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Per info e prenotazioni:
Tel. 075 815227/28
numero emergenze: 339 3390103
e-mail: info@assoguide.it

Visite guidate a cura di AGTU (Associazione Guide Turistiche Umbria)

Saggi della Scuola Comunale di Musica e Danza “Alessandro Onofri” @ in streaming
Lug 5@18:00

DISPONIBILI SU FACEBOOK E YOUTUBE I SAGGI DELLA SCUOLA COMUNALE DI MUSICA E DANZA “ALESSANDRO ONOFRI”

Dal 14 giugno al 6 agosto ogni lunedì, mercoledì, venerdì e domenica alle ore 18.00

Per il secondo anno consecutivo i saggi della Scuola comunale di musica e danza “Alessandro Onofri” saranno disponibili nei canali social del Comune di Spoleto.

Insieme a Facebook (https://www.facebook.com/ComunediSpoleto), dove anche nel 2020 abbiamo potuto seguire i concerti degli allievi e delle allieve della Scuola, quest’anno i video saranno disponibili anche nel canale YouTube dell’Ente (https://bit.ly/3yi3Zxb).

Sotto la guida dei docenti Tiziano Tetro (batteria), Mariangela Campoccia (canto), Luca Giuliani, Fabrizio Porrazzini e Gionatan Scoppetta (chitarra), Alfredo Natili (clarinetto) , Sabrina Bacaro (flauto), Paolo Puliti (Oboe), Simone Benedetti, Egidio Flamini, Simona Granelli, Moira Michelini, Isabella Pistelli (Pianoforte), Luca Gregori (propedeutica musicale), Gabriele Francioli (sax), Giovanni Giglioni (tromba), Corinna Ruppert e Gionatan Scoppetta (violino), che li hanno seguiti costantemente anche nel corso di questo ultimo e difficile anno, tutti gli allievi si sono esibiti registrando i concerti che verranno pubblicati tutti i lunedì, mercoledì, venerdì e domenica alle ore 18.00 da lunedì 14 giugno a venerdì 6 agosto.

PROGRAMMA

14 GIUGNO

CHITARRA Gabriele Pompilio- Sting: Every breath you take

CANTO Matteo Ricciarelli – G.B. Bononcini: Per la gloria di adorarvi

VIOLINO Maria Vittoria Panetto – S. Suzuki: Allegretto – J.S. Bach: Menuet in Sol

16 GIUGNO

PIANOFORTE Benjamin Rosati – S. Joplin: The Entertainer

TROMBA Pietro Di Lello – J. S. Bach: Bourré

SAX Matteo Cera e Alessandro Minestrini – F. Pauer: La Troucha

18 GIUGNO

FLAUTO Chiara Sciascio – C. Stamitz: Allegro

PIANOFORTE Eleonora Cinti – A.E. Muller: Allegretto

CLARINETTO Carlo Chiapperi – W.A. Mozart: In questo splendente canto

20 GIUGNO

CHITARRA Teresa Belpassi – Tradizionali: Salta con Lou; London Bridge; Temporale; Navigando allegramente

OBOE Luca Mariani – G. Ph. Telemann: Fantasia n. 6 per oboe solo

21 GIUGNO

VIOLINO Ludovica Romizi- E. H. Jones: Peelers Jig; The Hundred Pipers

PIANOFORTE Elena Proietti Silvestri – L. v. Beethoven: Sonata op. 49 n. 2

BATTERIA Edoardo Fortunato- T. Tetro: Studio

23 GIUGNO

PIANOFORTE Michele Ottaviani- Beyer: Op. 101 n° 74 n° 75 n° 78

FLAUTO Costanza Panetto – W.A. Mozart: Menuetto

25 GIUGNO

CANTO Bendetta Occasi – Ch Chaplin: Smile

SAX Matteo Coricelli – R. Rodgers: Blue Moon

PIANOFORTE Aurora Izzo- J. Bastien: Grandi amici; La canzone dei fiorellini innamorati; Quattro salti in compagnia

27 GIUGNO

CHITARRA Daniele Bellomo – G. Gershwin: Summertime – P. Henry: Preludio n° 4

CLARINETTO Elena Benedetti – Tradizionale:Fra Martino; Nella vecchia fattoria

PIANOFORTE Gabriele Natalizi – J.S.Bach: Giga dalla IV Suite

28 GIUGNO

PIANOFORTE Miriam Giannini – M. Clementi: Sonatina op. 36 n° 1

VIOLINO Miriam Vantaggi – F. Kuchler: Allegro moderato dal Concertino op. 11 in Sol magg

30 GIUGNO

SAX Giacomo Bellomo – E. Bozza: Aria

TROMBA Giovanni Pompilio – G. Puccini: Nessun dorma

PIANOFORTE Anna Belpassi – R. Vinciguerra: Celeste

2 LUGLIO

FLAUTO Emanuela Perla – S. Mercadante: Tempo I e II Fantasia

PIANOFORTE Sofia Marignoli – C. Harvé: Minuetto – W.A. Mozart: Tema e variazione

CHITARRA Jacopo Izzo – V.N. Paradiso: Aria d’opera; Leyenda

4 LUGLIO

OBOE – Nasrin Negahban L.v.Beethoven: Allegretto per oboe solo

CHITARRA Giacomo Restani- I. Albeniz: Asturias

PIANOFORTE Margherita Petrini – A. Vivaldi: La Primavera- Bastien: Tamburi indiani

5 LUGLIO

BATTERIA Pietro Bencivenni – Tetro: Studio

PIANOFORTE Carlo Augusto Broglioni – M. Vacca: Il maghetto equilibrista

CANTO Stefania Aramini – V.F. Vavilov-Caccini: Ave Maria

7 LUGLIO

SAX Luca Manuel Chcchiero – S. Joplin: The Entertainer

PIANOFORTE Lorenzo Ricciarelli – F. Chopin: Preludio op. 28 n° 4

CHITARRA Anita Bastianelli – R. Fabbri: Tra-la-le-ra

9 LUGLIO

VIOLINO Chiara Duranti – O. Rieding: Allegro moderato Concerto op. 35 in si min

PROPEDEUTICA MUSICALE Patrick Bradley – Gabriele Giannini – Jacopo Izzo – P. Conte: Via con me

11 LUGLIO

PIANOFORTE Elena Soravia –Y. Tiersen: Comptine d’un Autre été

FLAUTO Valentina Quarsiti – M. Blavet: Adagio

12 LUGLIO

PIANOFORTE Aurora Maria Busti – F. Chopin: Valzer op. postuma in la min

SAX Tommaso Moretti – A. Piazzolla: Oblivion

14 LUGLIO

TROMBA – Samuele Mariani – J.J. Mouret: Rondeau

PIANOFORTE Luca Manuel Chicchiero – R. Vinciguerra: Una melodia nascosta

CANTO Margherita Bittarelli – W.A. Mozart: In uomini, in soldati

16 LUGLIO

CHITARRA Gabriele Giannini – R. Fabbri:Merryl we roll along; Hansel flautista; Tra-la-le-ra

PIANOFORTE Elena Gullo – J.B. Duvernoy: Studio op. 176 n°1

VIOLINO Anita Forti – S. Nelson: Flag Dance

18 LUGLIO

FLAUTO Sofia Di Lello – G. Petrassi: Dialogo angelico

PIANOFORTE Maria Elettra Cardarelli – F. Chopin: Preludio op. 28 n° 20

19 LUGLIO

CHITARRA Giacomo Bartolucci – A. Jobim: Samba de una nota in sol

PIANOFORTE Gaya Rossetti – Tradizionale: When the Saints go marchin in – L.v. Beethoven: Inno alla Gioia

SAX Saverio Mariani – D. Shostakovich: Walzer n° 2

21 LUGLIO

CLARINETTO Carlo Chiapperi –W.A. Mozart: Una madrina o una femmina

VIOLINO Gabriele Ferracchiato – S. Dvorak: Allegro maestoso op. 75

CHITARRA David Maiocchi – V.N. Paradico: Il canto dei Rangers; Scarazula Marazula

23 LUGLIO

CANTO Megan Frashlliu – M. Wilder: Reflection

PIANOFORTE Pietro Bencivenni – R. Vinciguerra: Primo Jazz

VIOLINO Daphne Curiel – F. Kuchler: Rondo allegro dal Concertino op. 11 in Sol magg

25 LUGLIO

SAX Giovanni Tatti – G. Francioli: Ballata

CHITARRA Alessandro Achilli -Anonimo: Romanza G. Jules: Mad World

PIANOFORTE Eleonora Paretovic – J. Bastien: A happy cowboy

26 LUGLIO

PIANOFORTE – Emma Scocchetti – R. Vincuerra: Verde Smeraldo

FLAUTO Caterina Pesci – J.C. Schultze: Allegro

CANTO – Elisabetta Beltrammi – Anonimo: O leggiadri occhi belli

28 LUGLIO

TROMBA Patrick Bradley – L.v. Beethoven: Ode to Joy

PIANOFORTE Giulia Calandri – A. Diabelli: Minuetto

SAX Raffaella Bartesaghi – J. Lennon: Imagine

30 LUGLIO

VIOLINO Carlotta Manili – J.S. Bach: Minuetto n°1 in sol magg

PIANOFORTE Francesco Catanossi – L. Kaplan: The Pet Parade; Bastien: Il Goleador; Marcia

TROMBA – Antonio Pompilio – A. Lara: Granada

1 AGOSTO

VIOLINO Paolo Catasti e Gabriele Ferracchiato – F. Mazas: Duo n° 1 in do magg, allegro maestoso

PIANOFORTE Emanuela Capitani – L.v. Beethoven: Sonatina in Sol

2 AGOSTO

PIANOFORTE Maria Elettra Cardarelli – R. Vinciguerra: Adagio “Regale”

FLAUTO Eduard Buqaj – F. Devienne: Allegro moderato

CHITARRA Francesca Quarsiti – A. York: Walking

4 AGOSTO

VIOLINO Beatrice Gubbini – A. Vivaldi: Corrente allegro dalla Sonata op. 2 n° 5 in Si min

PIANOFORTE Azzurra Giovannelli Bosi – Beyer: Op. 101 n°47 – n° 49

CANTO Lauren Yrizarri Romero – O. Farres: Madrecita

6 AGOSTO

PIANOFORTE Lorenzo Mariani – J. B. Dovernoy: Studio op. 176 n° 3

VIOLINO Paolo Catasti – T. Albinoni: Allegro dalla Sonata in La min

SAX Brunero Ministrini – S. Bechet: Petit Fleur​

Pin It