Calendar

Lug
21
Sab
MOSTRA FOTOGRAFICA | Il teatro nascosto. Una storia per immagini @ Museo Archeologico e Teatro Romano di Spoleto
Lug 21 2018–Dic 31 2019 giorno intero
<!--:it-->MOSTRA FOTOGRAFICA | Il teatro nascosto. Una storia per immagini<!--:--><!--:en-->PHOTO EXHIBITION | The Hidden Theatre. A story in images<!--:--> @ Museo Archeologico e Teatro Romano di Spoleto | Spoleto | Umbria | Italia

La mostra Il teatro nascosto. Una storia per immagini è una raccolta di fotografie inedite risalenti agli anni del ritrovamento del Teatro Romano di Spoleto e della sua messa in luce, dal 1938 al 1960.

La mostra, promossa dal Polo Museale dell’Umbria – Museo Archeologico e Teatro Romano di Spoleto, in collaborazione con Astra onlus e con l’Archivio di Stato di Perugia, sez. di Spoleto, si avvale di materiale messo a disposizione per la maggior parte dall’Accademia Etrusca di Cortona e dall’archivio del Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria, che rivela aspetti inediti della scoperta del teatro romano e della trasformazione del complesso di S.Agata da carcere giudiziario (1867-1957) a museo.

La storia del monastero di S.Agata già nota grazie alle ricerche di G.Curti, S.Di Sante Coaccioli, S. Gubbiotti, sfociate nel documentatissimo libro del 2011 “Il Teatro Romano e l’ex monastero di S.Agata. Cronaca delle trasformazioni”, viene oggi arricchita dalle fotografie scattate dall’allora ispettore archeologo Umberto Ciotti, che documentò ogni passo dei lavori di demolizione e scavo.

Polo Museale dell’Umbria
Piazza Giordano Bruno 10 – Perugia – tel. 075 5759612
Museo Archeologico Nazionale e Teatro Romano di Spoleto
Via Sant’Agata 18A – tel. 0743 223277

Dic
7
Ven
Viaggiatori sulla Flaminia X° edizione – ALFABETI @ Rocca Albornoziana (Spoleto), Palazzo Ducale (Gubbio), Tempietto del Clitunno (Campello sul Clitunno)
Dic 7 2018–Apr 7 2019 giorno intero

Decima edizione di Viaggiatori sulla Flaminia, iniziativa organizzata da MIBAC – Polo Museale dell’Umbria, Studio A’87 e Viaindustriae, con il coordinamento di Paola Mercurelli Salari, Emanuele De Donno e Franco Troiani, con lo scopo di favorire un confronto tra numerosi artisti contemporanei con intonazioni differenti.

Sul filo conduttore degli ALFABETI, tema prescelto per quest’anno, sono state allestite negli spazi espositivi della Rocca Albornoz di Spoleto, del Palazzo Ducale di Gubbio e del Tempietto del Clitunno tre mostre, ispirate alla scrittura in tutte le sue varianti semantiche e simboliche, che propongono linguaggi e strumenti artistici differenti (si va dal libro d’artista all’opera seriale o multiplo all’installazione video).

L’inaugurazione dell’evento avverrà venerdì 7 dicembre alle ore 11 alla Rocca Albornoz di Spoleto.
Alle ore 16 dello stesso giorno inaugurazione e presentazione della mostra anche a Palazzo Ducale di Gubbio.

Sabato 8 dicembre, infine, alle ore 11 sarà la volta del Tempietto di Campello sul Clitunno con un’installazione e performance. Nel periodo in cui a Campello durerà la mostra sarà organizzata una giornata dedicata alle scuole del posto.

Questi gli artisti partecipanti:
Andrea Abbatangelo, Affiliati Peducci Savini, Vincenzo Agnetti, Doug Aitken, Getulio Alviani, Marco Baldicchi, Nanni Balestrini, Fiona Banner, Toni Bellucci, Mirella Bentivoglio, Gianni Bertini, Joseph Beuys, Valentino Biagioli, Irma Blank, Mel Bochner, Alighiero Boetti, Mario Boldrini, Stefano Bonacci, Stanley Brown, Tiziano Campi, Sauro Cardinali, Francesco Carone, Nicola Carrino, Guglielmo Achille Cavellini, Umberto Cavenago, Bruno Ceccobelli, Banu Cenettoglu, Mario Ceroli, Giuseppe Chiari, Claudio Costa, Gino De Dominicis, Mario Diacono, Corrado D’Ottavi, Arthur Duff, Alberto Faietti, Giulia Filippi, Tommaso Faraci, Robert Filliou, Ian Hamilton Finlay, Jeff Gibbons, Gilbert & George, Giuliano Giuman, Dan Graham, Aldo Grazzi, Giorgio Griffa, Nedda Guidi, Richard Hamilton, Dick Higgins, Douglas Huebler, Allan Kaprow, Joseph Kosuth, Jannis Kounellis, Jeffrey Isaac, Myriam Laplante, Ketty La Rocca, Sol LeWitt, Sean Lynch, Stelio Maria Martini, Mario Merz, Afranio Metelli, Eugenio Miccini, Jonathan Monk, Miriam Montani, Maurizio Nannucci, Hermann Nitsch, Nuvolo, Olaf Nicolai, Luca Maria Patella, Giulio Paolini, Anne & Patrick Poirier, Ugo Piccioni, Cesare Pietroiusti, Lamberto Pignotti, Luca Pucci, Umberto Raponi, Giacomo Silva + Floriana Onidi, Gianni Emilio Simonetti, Slavs and Tatars, Daniel Spoerri, Nello Teodori, Luciano Tittarelli, Tommaso Tozzi, David Tremlett, Franco Troiani, Franco Vaccari, Ben Vautier, Claudio Verna, Cesare Viel, Emilio Villa, Lawrence Weiner, Stephen Willats, Alberto Zanmatti.

Dic
8
Sab
RASSEGNA BIENNALE DI FIBER ART – Spoleto#Conoscere @ Galleria Officina d’Arte&Tessuti, Palazzo Collicola, Museo del Costume e del Tessuto
Dic 8 2018–Mar 8 2019 giorno intero
<!--:it-->RASSEGNA BIENNALE DI FIBER ART - Spoleto#Conoscere<!--:--> @ Galleria Officina d’Arte&Tessuti, Palazzo Collicola, Museo del Costume e del Tessuto

RASSEGNA BIENNALE DI FIBER ART – Spoleto#Conoscere
8 dicembre 2018 – 16 gennaio 2019

Sabato 8 dicembre si inaugura a Spoleto la prima edizione della Rassegna Biennale di Fiber Art, ideata ed organizzata dalla Officina d’Arte&Tessuti e curata da M. Giuseppina Caldarola e Margherita Labbe.

Si inizia alle 12 a Palazzo Collicola, dove sarà presentata la manifestazione, per poi spostarsi al Museo del Costume e del Tessuto ed alla galleria Officina d’Arte&Tessuti.

Tre spazi, tre momenti differenti per prendere visione di quanto la Rassegna propone, a partire dai due pilastri sui quali si articola: l’uno consiste in un panorama, naturalmente non esaustivo, ma significativo, di quanto è presente nel mondo della Fiber Art; l’altro si focalizza sulla Ricerca.

Nel primo caso Palazzo Collicola accoglie una mostra ad invito, affiancata ed arricchita dal Progetto Rizomatica ideato e curato da Pasquale Fameli, che si ispira alla metafora del filosofo Gilles Deleuze e dello psichiatra Félix Guattari, con la quale viene descritta la struttura complessa e indeterminata della cultura postmoderna paragonandola a un rizoma.
Sempre in questa sede è presente il focus sulla Repubblica della Lituania, reso possibile dalla collaborazione con l’Istituto Culturale Lituano e patrocinato dall’Ambasciata della Lituania in Italia. La rappresentanza si compone di tre artiste, note a livello internazionale, docenti presso l’Accademia delle Arti di Vilnius. Ognuna di loro svolge, da tempo, un percorso personale di ricerca nel campo della Fiber Art. Non potranno essere presenti all’inaugurazione, ma solo successivamente, il primo marzo, per tenere una conferenza (luogo ed orario da definire).

Il Museo del Costume e del Tessuto ospita invece la sezione Ricerca, che viene analizzata da diversi punti di osservazione:
– la Ricerca svolta nelle Accademie e quella, silente e quasi sotterranea, che viene praticata nelle tante iniziative pubbliche e private che si organizzano, talvolta attorno ad un artista, che mette in comune le proprie conoscenze e la propria esperienza., che coinvolge ed avvicina giovani ed appassionati di ogni età nel prendere contatto con l’espressione creativa, a partire dal proprio personale percorso, in una visione non più solo didattica ma di autentico valore sociale.
Questa tematica viene in particolare indagata nell’ambito del Progetto Ritagli d’Arte. Nuove declinazioni del riuso. Grazie alla collaborazione attivata con la Ditta Galassia di Perugia, produttrice di maglieria in cashmere e filati di alta gamma, gli artisti, i docenti, gli studenti hanno trasformato in Arte gli scarti del processo industriale, normalmente destinati alla discarica o al massimo alla lavorazione di un sottoprodotto di bassa qualità. L’adesione è stata molto significativa. Per noi ha costituito un risultato molto importante, ottenuto anche grazie all’impegno profuso dalla professoressa Margherita Labbe, docente dell’Accademia di Brera.
Le Associazioni private che svolgono attività di ricerca artistica coinvolte sono: “Acquamarina” di Venezia, fondata dall’artista Anna Moro-Lin e la DARS di Udine promotrice della Biennale del Libro d’Artista dedicata a giovani artisti e studenti di Accademia.

Infine due Progetti Speciali della Biennale: videoarte e musica.
Per la prima, la galleria Officina d’Arte&Tessuti ospita nella sede di Via Plinio il Giovane, 6/8 una video-installazione di Audrey Coianiz/Basmati Film, un video mosaico di Francesco Bartoli e due video di Valerio Ambiveri, docente a Brera.

Alla musica sono dedicati due appuntamenti: il primo è un concerto nel centenario della morte di C. Debussy che si terrà domenica 16 dicembre alle ore 11 presso la Sala Pegasus.

L’altro chiude il Programma della Rassegna l’8 marzo quando il M° Salvatore Sciarrino terrà una conferenza sulla musica contemporanea.

COMITATO D’ONORE: Giorgio Di Genova, Stefano Di Stasio, Silvia Grandi, Anna Leonardi, Anna Moro-Lin, Lydia Predominato, Bruno Toscano
SCHEDA TECNICA
TITOLO: «Rassegna Biennale di Fiber Art Spoleto#Conoscere»
A CURA DI: Maria Giuseppina Caldarola e Margherita Labbe
QUANDO: Spoleto, 8 dicembre 2018 – 16 gennaio 2019.

Alcune iniziative avranno luogo in marzo:
1/3/2019: masterclass di artiste lituane;
8/3/2019: conferenza del M° S. Sciarrino. Sedi ed orari saranno successivamente comunicati.
DOVE: galleria Officina d’Arte&Tessuti, Via Plinio il Giovane 6/8, Palazzo Collicola, Museo del Costume e del Tessuto.

INAUGURAZIONE: sabato 8 dicembre ore 12 galleria del piano nobile – Palazzo Collicola.
Nel pomeriggio, alle 16, verrà presentato il libro Biografia plurale. Virginia Ryan: Arte, Africa, Altrove nello spazio Collicoland, a cura di Gianluca Marziani e Andrea Tomasini.

PATROCINIO: Comune di Spoleto; Ambasciata della Repubblica di Lituania in Italia, Alliance Française-Foligno; le Associazioni Feltrosa, Le Arti Tessili, DARS, Acquamarina/Arci Venezi-Lidoa, AlVy.
PARTNER: Istituto Culturale Lituano, VG Italy, Galassia srl-Pashmere

GLI ARTISTI
A PALAZZO COLLICOLA: Jennifer Balsamo, Eva Basile, Silvia Beccaria, Paola Bitelli, Nedda Bonini, Nicoletta Braga, Loretta Cappanera, Alessandro D’Isanto, Vittorio Fava, Cristina Mariani, Lydia Predominato, Virginia Ryan, Grazia Santi, Laura Scaringi.
Progetto “Rizomatica”: Gloria Campriani, Michela Del Degan, Marina Faggioli, Laura Guerinoni, Patrizia Polese, Laura Renna.
Focus Lituania: Egle Ganda Bogdaniene, Severija Inčirauskaitė Kriaunevičienė, Laima Oržekauskienė.
AL MUSEO DEL TESSUTO E DEL COSTUME
Artisti e Docenti
Elena Armellini Maria Luisa Borra, Loretta Cappanera, Giulia Carioti, Lucia Casavola, Carla Crosio, Monica Franchini, Ada Ghinato, Silvia Giani, Pino Guzzonato, Margherita Labbe, Margherita Levo Rosenberg, Cristina Mariani, Florencia Martinez, Maria Grazia Medda, Gianluca Murasecchi, Guido Nosari, Paola Parisi, Anna Prestigiacomo, Laura Scaringi, Angela Vinciguerra con Maria Tirotta
Studenti, ex studenti
Leonardo Antonucci, Dariya Belova, Maria Elena Borsato, Nicla D’angelo, Francesco Fondacci, Mako Ganeko, Caterina Laruccia, Le Artiste Terapiste Di Brera, Danjela Marku, Giorgia Mascitti, Elena Nociaro, Chantall Passarella, Carole Peia, Alice Ponzo, Yanel Ayelen Reynoso Jauregue, Martina Rizzati, Domenico Terriaca, Sara Za, Giada Zingaretti
Le Associazioni
Associazione Acquamarina (Venezia – Lido): Arrigo Battistini, Bianca Benedet, Valentina Biasioli, Amina Coin, Paola Degan, Elisabetta De Pieri, Vilma Furian, Adriana Garbini, Antonella Giada, Maria Maestri, Patrizia Maschio, Anna Panella, Lisanna Risato, Mara Rustichelli, Francesca Scarpa, Daniela Schiavo, Maria Grazia Staffieri, Angelina Stefano, Luisa Tarenzi, Yolande Thierry, Liliana Vianello Drago, Adriana Vianello
DARS: Tiziana Abretti, Marcella Basso, Silvia Lepore
Laboratorio Di Arte Grafica Le MagnificheEditrici: Elena Baboni, Laura Bertazzoni, Daniela Mannino, Manuela Marchesan, Sonia Possentini, Valentina Sacripante, Paola Sapori, Sandra Senni
ALLA GALLERIA OFFICINA D’ARTE&TESSUTI
Progetti Speciali (Videoarte)
Valerio Ambiveri, Francesco Bartoli, Audrey Coianiz/Basmati Film.

Info: +39 333 3763011
info@officinadartetessuti.com
www.officinadartetessuti.com

Dic
15
Sab
PICASSO. RITRATTO INTIMO | Foto di Edward Quinn @ Palazzo Bufalini
Dic 15 2018–Mar 31 2019 giorno intero
<!--:it-->PICASSO. RITRATTO INTIMO | Foto di Edward Quinn<!--:--><!--:en-->PICASSO. INTIMATE PORTRAIT | Photos by Edward Quinn<!--:--> @ Palazzo Bufalini

PICASSO. RITRATTO INTIMO
Foto di Edward Quinn

15 dicembre 2018 – 31 marzo 2019
MAG Palazzo Bufalini Piazza Duomo Spoleto

In occasione del quarantacinquesimo anniversario della morte, e in concomitanza a numerose mostre in tutto in mondo a lui dedicate, anche Spoleto celebra il genio dell’artista spagnolo con l’esposizione PICASSO RITRATTO INTIMO Foto di Edward Quinn, presentando una corposa serie di scatti, alcuni inediti, realizzati da Edward Quinn (Dublino 1920 – Svizzera 1997), il fotoreporter che seguì Picasso (1881 – 1973) in Costa Azzurra e lo ritrasse, con il suo permesso, per vent’anni circa.

Dal 15 dicembre 2018 al 31 marzo 2019, presso la sede del MAG MetaMorfosi Art Gallery di Palazzo Bufalini a Piazza Duomo, un’ottantina di foto (due i formati in mostra 40×50 e 30×40 cm) raccontano un Picasso assolutamente privato: fra le sue donne, amanti e amiche, fra i suoi figli, frutto di molte passioni nel corso degli anni, fra i tanti amici e conoscenti che popolavano le sue tele così come le tavolate imbandite e le spiagge davanti al mare. Ben 26 fra queste foto sono inedite e mai stampate prima. Le foto provengono dell’Archivio Quinn, Zurigo, e sono state selezionate dal curatore della mostra, Wolfgang Frei, nipote del fotografo.

La mostra, prodotta e organizzata da MetaMorfosi con il patrocinio del Comune di Spoleto, è il frutto dell’amicizia particolare che legò Picasso a Edward Quinn, come spiega il nipote ricostruendo il loro primo incontro avvenuto in Costa Azzurra: «“Lui, il ne me dérange pas”, (“non mi disturba”) racconta Picasso dopo che il 23 marzo 1953 lo aveva fotografato per la prima volta durante il suo lavoro. Così Quinn divenne uno dei pochi fotografi a cui fu permesso di fotografarlo durante il lavoro e che era accettato nella sua vita privata».

Nato nel 1920, Quinn alla fine degli anni ‘40 si trasferisce a Monaco. Probabilmente non c’è mai stato un luogo come la Costa Azzurra degli anni ‘50 e ‘60 dove così tante stelle, politici e artisti, hanno vissuto o passavano le vacanze. Una delle personalità che si stabilirono in Costa Azzurra fu Picasso: già da allora era una star. Quinn riuscì nel ‘51 a scattare le sue prime foto di Picasso con i due figli. Le foto piacquero all’artista che acconsentì alla richiesta di ulteriori scatti. Due anni dopo si svolse il primo servizio fotografico con Picasso che lavorava la ceramica. Quinn non apparteneva alla razza dei paparazzi insistenti, come i fotografi delle celebrità della stampa scandalistica. In questo era troppo un gentleman irlandese. Divenne presto amico di Picasso, come mostra la dedica del 1954 sulla linoleografia “Toros en Vallauris”: “Para el amigo Quinn – el buen fotógrafo”.

«Anche se Quinn – racconta ancora Frei – era un caro amico non era quasi mai possibile fissare con lui per tempo un appuntamento. Spesso Picasso dava l’ordine di non essere disturbato. Quasi tutte le visite erano impreviste e improvvisate. Questo però era in linea col modo di lavorare di Quinn: i suoi scatti non avevano infatti bisogno di lunghi preparativi tecnici. Non faceva uso del treppiede e si rifiutava di illuminare artificialmente gli ambienti e far posare Picasso. L’obiettivo era quello di mostrare in quali condizioni l’artista creava le sue opere».
L’obiettivo era la foto non convenzionale, credibile, autentica, documentaria. Le fotografie in mostra, molte delle quali non sono mai state pubblicate, rivelano come l’artista si sia ispirato dalle cose e alle persone di tutti i giorni, ma anche a quelle straordinarie che lo circondano. In questa visione della personalità, delle persone dietro le immagini, diventano visibili anche clichés sulla realtà e sugli opposti: il tempo libero accanto al lavoro, il quotidiano in relazione all’arte, il Casanova e l’uomo di famiglia, il clown e il jolly estroverso, ma anche il maestro molto attento.
Un affascinante ritratto intimo dell’artista che copre un periodo di oltre 20 anni e che racconta un Picasso insolito, autentico e ricco di umanità.
Una selezione di immagini in mostra si può scaricare dal seguente link:
https://tinyurl.com/Picasso-Spoleto

PICASSO. RITRATTO INTIMO Foto di Edward Quinn
15 dicembre 2018 – 31 marzo 2019
MAG Palazzo Bufalini Piazza Duomo Spoleto

ORARI:
martedì/domenica 10.00 18.30
25 dicembre: 10.00 12.30 – 15.30/18.30
31 dicembre: 10.00 18.30
1 gennaio: 12.30 18.30

INGRESSO: intero 5.00 € ridotto 3.00 €

INFORMAZIONI: 0743 225302

Ufficio Stampa MetaMorfosi
Maria Grazia Filippi
mariagraziafilippi@associazionemetamorfosi.com
333.2075323

Dic
18
Mar
MOSTRA | Il riuso consapevole dell’antico in area spoletina in età longobarda @ Tempietto del Clitunno e Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
Dic 18 2018–Ott 6 2019 giorno intero
<!--:it-->MOSTRA | Il riuso consapevole dell’antico in area spoletina in età longobarda <!--:--><!--:en-->EXHIBITION | The intentional reuse of Roman worked stone in the Lombard Period<!--:--> @ Tempietto del Clitunno e Museo Nazionale del Ducato di Spoleto

Dal 18 dicembre 2018 al 6 ottobre 2019
Museo Nazionale del Ducato (Spoleto) e Tempietto del Clitunno (Campello sul Clitunno)
Il riuso consapevole dell’antico in area spoletina in età longobarda
A cura dell’Associazione Italia Langobardorum e del Polo Museale dell’Umbria
Inaugurazione: martedì 18 dicembre alle ore 12.00 al Tempietto del Clitunno e alle ore 15.00 al Museo Nazionale del Ducato di Spoleto

Il rispetto e l’emulazione dell’antico, molto diffusi in periodo longobardo, si pongono come uno dei fenomeni più evidenti di quel processo di acculturazione e integrazione, strumentale all’affermazione dei longobardi. È lungo la Flaminia Nova, nel tratto tra Spoleto e Campello, che si concentrano numerosi monumenti che testimoniano il reimpiego di materiali antichi in costruzioni di età alto medievale e Romanica, molti dei quali sorti in prossimità di aree cimiteriali extraurbane.

La mostra fa parte del ciclo di appuntamenti dal titolo Longobardi in vetrina, modulo del ricco panorama di attività promosse dall’Associazione Italia Langobardorum – struttura di gestione del sito UNESCO I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.) di cui i Comuni di Spoleto e di Campello sono soci fondatori – per la diffusione della conoscenza della cultura longobarda.

A corredo delle mostre sono previste attività didattico-formative e conferenze che prefigurano questo progetto come la prima grande mostra diffusa a livello nazionale dedicata al popolo longobardo, la più grande per estensione e coinvolgimento di istituzioni e di patrimonio archeologico. Le 15 mostre si inaugureranno tutte entro il mese di gennaio 2018 e saranno raccolte in un catalogo unico cartaceo ed in un’unica esposizione virtuale realizzata con MOVIO, la piattaforma multifunzionale open source promossa dal MiBAC, e utilizzata per realizzare e pubblicare guide espositive, estensioni digitali di mostre reali e virtuali.
www.longobardinvetrina.it

Longobardi in vetrina è parte del progetto Scambi e condivisioni tra musei per valorizzare il patrimonio longobardo per il quale l’Associazione ha ottenuto dal MiBACT il riconoscimento della sua validità e l’ammissione a finanziamento a valere della Legge 77/2006 ‘Misure di tutela e fruizione a favore dei siti UNESCO’.

Gen
24
Gio
MOSTRA | L’intelligenza nelle mani – Produzione artigianale e tecniche di lavorazione in età longobarda @ Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
Gen 24–Lug 21 giorno intero
<!--:it-->MOSTRA | L'intelligenza nelle mani - Produzione artigianale e tecniche di lavorazione in età longobarda	<!--:--><!--:en-->EXHIBITION | Manual Intelligence: Craft Production and Techniques in the Lombard Period<!--:--> @ Museo Nazionale del Ducato di Spoleto

L’intelligenza nelle mani
Produzione artigianale e tecniche di lavorazione in età longobarda

24 gennaio – 21 Luglio 2019
Museo del Ducato di Spoleto | MuCiv – MAME di Roma

inaugurazioni
Giovedì 24 gennaio ore 16 – Spoleto
Martedì 29 Gennaio ore 11.30 – Roma

Ben 15 sono le mostre realizzate contemporaneamente e 7 i temi trattati con il progetto Longobardi in vetrina. Scambi e condivisioni tra musei per valorizzare il patrimonio longobardo, realizzato e coordinato dall’Associazione Italia Langobardorum, struttura di gestione del sito UNESCO Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d. C.).
Un progetto ambizioso che gode del patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali ed ha ottenuto il contributo della Legge MIBAC 77/2006, dedicata ai siti UNESCO italiani.

Il progetto propone la diffusione della conoscenza della cultura longobarda attraverso la valorizzazione delle realtà museali presenti nei sette singoli complessi monumentali, parte integrante del sito UNESCO, ma anche di quelli espressione dei territori coinvolti dal passaggio dei Longobardi. La collaborazione e la sinergia tra i musei sono favorite da scambi temporanei di reperti, articolati in esposizioni tematiche, tra i 6 musei della rete del sito UNESCO (Museo Archeologico Nazionale di Cividale del Friuli, l’antiquarium di Castelseprio, il Museo di Santa Giulia di Brescia, il Museo Nazionale del Ducato di Spoleto, il museo Diocesano di Benevento, i Musei TECUM di Monte Sant’Angelo) il tempietto di Campello sul Clitunno, ed altri otto musei presenti sul territorio nazionale.

Gli scambi tra i musei, le mostre temporanee e le attività culturali di supporto sono potenziate anche da una mostra virtuale online realizzata con MOVIO (www.longobardinvetrina.it) e da un catalogo unico, caratterizzando questo progetto come la prima mostra diffusa a livello nazionale, intesa come insieme di mostre sulla cultura Longobarda; la più grande per estensione territoriale e coinvolgimento di istituzioni e di patrimonio storico-archeologico.

Spoleto ha approfondito il tema de L’intelligenza nelle mani. Produzione artigianale e tecniche di lavorazione in età longobarda.
Protagonisti, oltre al Comune di Spoleto, il Museo del Ducato di Spoleto e il MuCiv – MAME di Roma che grazie allo scambio di reperti hanno realizzato due mostre.
Attraverso queste due esposizioni vengono illustrati i saperi tecnici-produttivi dei Longobardi in Italia e individuati i processi che portarono questo popolo a integrare il loro patrimonio tecnico, tipico delle popolazioni germaniche, con quello romano-bizantino di matrice mediterranea, in un periodo di passaggio tra il periodo tardo antico e l’alto medioevo.
I Longobardi ebbero una particolare “vocazione siderurgica e metallurgica” in linea con l’alto livello tecnologico dei processi produttivi del resto del mondo germanico, distinguendosi nella realizzazione di gioielli, armi e utensili.
Per illustrare le loro abilità artigianali sono stati perlopiù selezionati oggetti in metallo provenienti dalle necropoli di Nocera Umbra (PG) e Castel Trosino (AP), realizzati utilizzando tecniche diverse: fusione a stampo, cloisonné, punzonatura, filigrana, agemina, e niello.
Non manca infine un breve accenno alla produzione ceramica che presenta caratteristiche proprie ben individuabili.

Giovedì 24 gennaio alle 16 inaugura la mostra di Spoleto e il 29 gennaio alle 11.30 quella di Roma.

Per scoprire tutte le date: www.longobardinitalia.itt

Mar
5
Mar
SETTIMANA DEI MUSEI @ Rocca Albornoz - Museo del Ducato, Museo Archeologico, Tempietto sul Clitunno
Mar 5–Mar 10 giorno intero
<!--:it-->SETTIMANA DEI MUSEI<!--:--> @ Rocca Albornoz - Museo del Ducato, Museo Archeologico, Tempietto sul Clitunno

Per la Settimana dei Musei – dal 5 al 10 marzo 2019 – il Polo museale dell’Umbria ha scelto come filo conduttore un tema aperto, dialogico, dinamico.

Il Museo di…

Il Museo della #comunità
delle #famiglie
della #ricerca
della #memoria
delle #narrazioni
dei #social

Ingresso gratuito

MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE E TEATRO ROMANO DI SPOLETO

5/10 marzo 2019
#SOCIAL: Il Museo a portata di Instagram
momenti di condivisione tra Instagrammers

8 marzo 2019, ore 17.00
#NARRAZIONI Figure femminili del Medioevo europeo
conferenza di Fabio Pagano

9 marzo 2019, ore 10.30
#COMUNITÀ Vi racconto il Museo che ho in mente
conversazioni con Fabio Pagano

10 marzo 2019
#FAMIGLIE
ore 10.00 Caccia al tesoro
ore 16.00 visita guidata

ROCCA ALBORNOZ – MUSEO NAZIONALE DEL DUCATO DI SPOLETO

6 marzo 2019, ore 15.00
#NARRAZIONI Storie d’amore e di armi: gli affreschi della camera pinta

7 marzo 2019, ore 15.00
#MEMORIA La Rocca tra passato, presente e futuro: passeggiata al Museo con il Direttore
visita guidata a cura di Paola Mercurelli Salari

8 marzo 2019, ore 15.00
#NARRAZIONI Lucrezia Borgia: una governatrice a Spoleto

9 marzo 2019, ore 12.00
#MEMORIA Paesaggi, stemmi e cavalieri: la decorazione pittorica della Rocca Albornoz

9 marzo 2019, ore 15.00
#RICERCA Alfabeti. La parola nell’Arte convegno

10 marzo 2019, ore 15.00
#MEMORIA La grande Rocca: dalle origini all’epoca carceraria

TEMPIETTO SUL CLITUNNO

9 marzo 2019, ore 12.00
#NARRAZIONI Vi racconto il Tempietto
visita guidata a cura di Paola Mercurelli Salari

10 marzo 2019, ore 12.00
#MEMORIA Longobardi in vetrina
visita guidata alla mostra

Mar
6
Mer
73^ edizione Concorso “Comunità Europea” per Giovani Cantanti Lirici @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti
Mar 6–Mar 11 giorno intero
<!--:it-->73^ edizione Concorso “Comunità Europea” per Giovani Cantanti Lirici<!--:--> @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti

Si terrà dal 6 all’11 marzo la 73^ edizione del Concorso “Comunità Europea” per Giovani Cantanti Lirici, organizzato dal Teatro Lirico Sperimentale “A. Belli” di Spoleto.
Le selezioni si svolgeranno dal 6 al 9 marzo al Teatro Nuovo di Spoleto per i candidati europei, il 10 e 11 marzo alla Sala Monterosso di Villa Redenta per i candidati extraeuropei e coloro che hanno superato i limiti d’età.

La giuria sarà presieduta dal celebre mezzosoprano Sonia Ganassi, che vinse il Concorso di Spoleto nel 1990, interpretando poi al Teatro Nuovo il ruolo del Principe Orlovsky nella memorabile edizione de Il pipistrello di J. Strauss diretto da Spiros Argiris e con la regia di Giorgio Pressburger, e il ruolo principale ne La prova di un’opera seria di Francesco Gnecco.

La giuria sarà inoltre composta da: Juan Pons, celebre baritono spagnolo, Enrico Girardi, critico musicale del Corriere della Sera e docente all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Carlo Palleschi, Direttore d’orchestra, Michelangelo Zurletti, Direttore Artistico del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli” e musicologo.

Quest’anno in via eccezionale anche gli allievi dell’UniTre di Spoleto, i bambini dei Piccoli Cori di Spoleto e della Valnerina e i membri della corale Santa Rita da Cascia (che collabora con il Teatro Lirico Sperimentale), formeranno tre giurie popolari che assegneranno tre premi autonomi, consistenti in tre targhe d’onore, ai vincitori da loro prescelti, indipendente dal giudizio della giuria ufficiale.

150 i giovani cantanti (provenienti da Argentina, Belgio, Bielorussia, Bulgaria, Repubblica Ceca, Cina, Corea del Sud, Francia, Georgia, Giappone, Israele, Italia, Kirghizistan, Lituania, Moldavia, Romania, Russia, Spagna, Svizzera, Turchia, Ucraina, Ungheria, U.S.A.) che si esibiranno di fronte alla giuria con l’obiettivo di vincere il concorso del Teatro Lirico Sperimentale, essere selezionati per i vari ruoli e partecipare al Corso di formazione e alla Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto e dell’Umbria.

I cantanti saranno accompagnati dai pianisti Raffaele Cortesi, Federico Brunello ed Edina Bak.

Si ringrazia per il sostegno e la collaborazione il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, la Regione Umbria, il Comune di Spoleto e la Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto.

Mar
7
Gio
SPOLETO PER LE DONNE | Il programma completo @ Spoleto
Mar 7–Mar 29 giorno intero

Per celebrare la Giornata Internazionale della Donna il Comune di Spoleto, in collaborazione con numerose associazioni del territorio, propone un ricco programma d’iniziative: incontri, concerti, letture, proiezioni e molto altro.

Il programma completo:

giovedì 7 Marzo
Palazzo Mauri, Biblioteca Comunale “G. Carducci” | ore 16.30
Convegno Donna e Cibo
intervengono: Simonetta Marucci, Maurizio Silvestri, Giulia De Iaco,
Emanuela Bisogni
a cura di: Associazione Il Girasole, Rotary Club

venerdì 8 Marzo
IPSEOASC “Giancarlo De Carolis” | ore 9.30
Conferenza I giovani e il lavoro
letture di poesie ed interventi di Isabella Caporaletti e Giuliana Rippo
a cura di: Centro Culturale Città Nuova

Museo del Tessuto e del Costume | ore 15.00
Rassegna Biennale Fiber Art Spoleto#Conoscere
Visita guidata alla mostra
a cura di: Officina d’Arte&Tessuti

Palazzo Collicola Arti Visive | ore 16.00
Lectio Magistralis Ascoltare la Musica del M° Salvatore Sciarrino
finissage della mostra Rassegna Biennale Fiber Art Spoleto#Conoscere
a cura di: Officina d’Arte&Tessuti,
Coopertiva Sistema Museo – Mezz’ora dopo la chiusura

Palazzo Mauri, Biblioteca Comunale “G. Carducci” | ore 17.30
Presentazione del libro Tutte le volte che ho pianto di Catena Fiorello
sarà presente l’autrice
a cura di: Inner Wheel Spoleto, FIDAPA BPW Italy Sez. di Spoleto

Cinéma Sala Pegasus | ore 21.30
Rosa Cenere ritratti di donne in un interno
rassegna Libro d’ingresso
di e con Anna Leonardi
Monica Pontini al violino, disegni di Anna Dell’Agata
a cura di: Comune di Spoleto, Cooperativa Immaginazione

sabato 9 Marzo
Palazzo Mauri, Caffè Letterario | 16.30
Audizione di dischi in bachelite di cantanti donne
letture di poesie Marina Antonini e Maurizio Armellini
a cura di: Centro Culturale Città Nuova

domenica 10 Marzo
Cinéma Sala Pegasus | ore 11.00
Concerto Musica al femminile
a cura di: Officina d’Arte e Tessuti

Palazzo Mauri, Caffè Letterario | ore 16.30
Premio Donna Sapiens a Romanella Gentili Bistoni
incontro su Maria Callas: la Divina, la Donna, la Madre
Premio Donna Sapiens a Laura Magnani in video conferenza
a cura di: FIDAPA BPW Italy Sez. di Spoleto,
Associazione Donne Contro la Guerra

martedì 12 Marzo
Cinéma Sala Pegasus | ore 21.30
Proiezione del film documentario
Dove bisogna stare
di Daniele Guaglianone e Stefano Collizzolli
a cura di: Cooperativa Immaginazione
prezzo ridotto € 5,00

venerdì 15 Marzo
Cinéma Sala Frau | ore 21.30
Proiezione del film Maria Regina di Scozia di Josie Rourke
a cura di: Associazione I Miei Tempi, ingresso gratuito

sabato 16 Marzo
Cinéma Sala Pegasus | ore 21.30
Il quaderno di Sonia con Sonia Bergamasco
rassegna Libro d’ingresso
musiche di Fabrizio Rossi Re, con Fabio Battistelli al clarinetto
a cura di: Comune di Spoleto, Cooperativa Immaginazione
Ingresso: intero € 10 – ridotto € 8
Prevendite presso la Sala Pegasus negli orari di apertura della sala
Infoline: 339 4012680

giovedì 21 Marzo
Cinéma Sala Frau | ore 21.30
proiezione del film Il cielo in me di Sabrina Bonaiti e Marco Ongania
un documentario sulla poetessa Antonia Pozzi
in occasione della Giornata Mondiale della Poesia
a cura di: Associazione I Miei Tempi, ingresso gratuito

giovedì 28 Marzo
Palazzo Mauri, Biblioteca Comunale “G. Carducci” | ore 17.00
Presentazione del libro
L’erba delle donne. Maghe, streghe, guaritrici
con Viviana del Carpio, erborista e nutrizionista
a cura di: Comune di Spoleto

venerdì 29 Marzo
Palazzo Mauri, Biblioteca Comunale “G. Carducci” | ore 17.00
Premio Donna Sapiens a Adriana Garbagnati
a cura di: Associazione Donne Contro la Guerra, FIDAPA BPW Italy
Sez. di Spoleto

8 marzo
Omaggio alle donne
Sconto del 10% negli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa

Assessorato alle Pari Opportunità | Assessorato alla Cultura
www.comune.spoleto.pg.it/turismoecultura

SPOLETO PER LE DONNE | Convegno Donna e Cibo @ Biblioteca Comunale “G. Carducci”
Mar 7@16:30
<!--:it-->SPOLETO PER LE DONNE | Convegno Donna e Cibo<!--:--> @ Biblioteca Comunale “G. Carducci”

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA

giovedì 7 marzo
Palazzo Mauri, Biblioteca Comunale “G. Carducci” | ore 16.30
convegno Donna e Cibo
intervengono: Simonetta Marucci, Maurizio Silvestri, Giulia De Iaco,
Emanuela Bisogni
a cura di: Associazione Il Girasole, Rotary Club

Mar
8
Ven
SPOLETO PER LE DONNE | GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA @ Spoleto
Mar 8 giorno intero
<!--:it-->SPOLETO PER LE DONNE | GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA<!--:--> @ Spoleto

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA
Venerdì 8 marzo 2019

IPSEOASC “Giancarlo De Carolis” | ore 9.30
Conferenza I giovani e il lavoro
letture di poesie ed interventi di Isabella Caporaletti e Giuliana Rippo
a cura di: Centro Culturale Città Nuova

Museo del Tessuto e del Costume | ore 15.00
Rassegna Biennale Fiber Art Spoleto#Conoscere
Visita guidata alla mostra
a cura di: Officina d’Arte&Tessuti

Palazzo Collicola Arti Visive | ore 16.30
Lectio Magistralis Ascoltare la Musica del M° Salvatore Sciarrino
finissage della mostra Rassegna Biennale Fiber Art Spoleto#Conoscere
a cura di: Officina d’Arte&Tessuti,
Coopertiva Sistema Museo – Mezz’ora dopo la chiusura

Palazzo Mauri, Biblioteca Comunale “G. Carducci” | ore 17.30
Presentazione del libro Tutte le volte che ho pianto di Catena Fiorello
sarà presente l’autrice
a cura di: Inner Wheel Spoleto, FIDAPA BPW Italy Sez. di Spoleto

Cinéma Sala Pegasus | ore 21.30
Rosa Cenere ritratti di donne in un interno
rassegna Libro d’ingresso
di e con Anna Leonardi
Monica Pontini al violino, disegni di Anna Dell’Agata
a cura di: Comune di Spoleto, Cooperativa Immaginazione

Omaggio alle donne
Sconto del 10% negli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa

Mezz’ora dopo la chiusura – Lectio magistralis del Maestro Salvatore Sciarrino: ASCOLTARE LA MUSICA | Finissage Rassegna Biennale Fiber Art Spoleto#Conoscere @ Palazzo Collicola Arti Visive
Mar 8@16:00
<!--:it-->Mezz’ora dopo la chiusura - Lectio magistralis del Maestro Salvatore Sciarrino: ASCOLTARE LA MUSICA | Finissage Rassegna Biennale Fiber Art Spoleto#Conoscere<!--:--> @ Palazzo Collicola Arti Visive | Spoleto | Umbria | Italia

Palazzo Collicola Arti Visive, ore 16.00
Mezz’ora dopo la chiusura

Rassegna Biennale Fiber Art Spoleto#Conoscere
finissage

Lectio magistralis del Maestro Salvatore Sciarrino ASCOLTARE LA MUSICA
Approfondimento sulla musica moderna e contemporanea

Evento a cura di Sistema Museo

In occasione del finissage della Rassegna Biennale Fiber Art Spoleto#Conoscere, la Galleria Officina d’Arte e Tessuti in collaborazione con Sistema Museo, presenta nell’ambito di Mezz’ora dopo la chiusura una Lectio magistralis del Maestro Salvatore Sciarrino, “Ascoltare la Musica” , con un approfondimento sulla musica moderna e contemporanea.

L’incontro, che avrà luogo al piano nobile di Palazzo Collicola venerdì 8 marzo 2019 alle ore 16.00, sarà l’occasione per esplorare il tema della mostra che indaga il linguaggio delle varie espressioni artistiche e il rapporto tra Arti Visive e Musica.

Al termine della Lectio magistralis la dott.ssa Giuseppina Caldarola, curatrice della mostra, terrà una visita guidata all’esposizione Rassegna Biennale Fiber Art Spoleto#Conoscere ospitata al secondo piano di Palazzo Collicola.

L’evento è gratuito e aperto a tutti.

E’ consigliata la prenotazione entro le 13.00 del venerdì
news.spoletomusei@sistemamuseo.it
0743.46434

Mar
9
Sab
Il Divertimento prima del teatro – Mediazione teatrale per ragazzi @ Biblioteca Comunale "G. Carducci" - Palazzo Mauri - Sezione ragazzi
Mar 9@11:00

Tornano gli appuntamenti con la mediazione teatrale a Palazzo Mauri legati alla rassegna La Domenica dei Sogni. Ogni sabato antecedente lo spettacolo a partire dal 20 ottobre, nei locali della Biblioteca Comunale – Sezione ragazzi dalle ore 11.00 alle 12.00, si svolgeranno gli incontri con l’insegnante Lorella Natalizi dell’Associazione Culturale Teodelapio.

In ogni incontro verranno valorizzati, attraverso una immagine, un brano del testo, un gioco teatrale, i grandi temi che gli spettacoli della rassegna portano con sé: l’amicizia, la relazione, le diversità, le insicurezze, la voglia di poesia, seguendo volta per volta la direzione della riflessione più consona all’incontro.

SPOLETO PER LE DONNE | Audizione di dischi in bachelite di cantanti donne @ Palazzo Mauri, Caffè Letterario
Mar 9@16:30
<!--:it-->SPOLETO PER LE DONNE | Audizione di dischi in bachelite di cantanti donne <!--:--> @ Palazzo Mauri, Caffè Letterario

sabato 9 marzo

Palazzo Mauri, Caffè Letterario | 16.30
Audizione di dischi in bachelite di cantanti donne
letture di poesie Marina Antonini e Maurizio Armellini
a cura di: Centro Culturale Città Nuova

Consegna della Lex Spoletina all’On. Giorgio Mulé @ Rocca Albornoz - Sala Antonini
Mar 9@17:30

Rocca Albornoziana – Sala Antonini, ore 17.30
Consegna della Lex Spoletina
all’On. Giorgio Mulé

per aver compiuto un’azione continua e rilevante
finalizzata alla valorizzazione e promozione della città di Spoleto
a cura dell’Associazione Amici di Spoleto
con la partecipazione del Sindaco Umberto De Augustinis

Patrocinio: Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto

Mar
10
Dom
SPOLETO PER LE DONNE | Concerto Musica al Femminile e Premio Donna Sapiens @ Spoleto
Mar 10 giorno intero
<!--:it-->SPOLETO PER LE DONNE | Concerto Musica al Femminile e Premio Donna Sapiens<!--:--> @ Spoleto

domenica 10 Marzo

Cinéma Sala Pegasus | ore 11.00
Concerto Musica al femminile
a cura di: Officina d’Arte e Tessuti

Palazzo Mauri, Caffè Letterario | ore 16.30
Premio Donna Sapiens a Romanella Gentili Bistoni
incontro su Maria Callas: la Divina, la Donna, la Madre
Premio Donna Sapiens a Laura Magnani in video conferenza
a cura di: FIDAPA BPW Italy Sez. di Spoleto,
Associazione Donne Contro la Guerra

Trovarsi. Ritrovarsi. Proteggersi | Mostra @ Galleria ADD-art
Mar 10–Apr 5 giorno intero
<!--:it-->Trovarsi. Ritrovarsi. Proteggersi | Mostra<!--:--><!--:en-->Trovarsi. Ritrovarsi. Proteggersi | Exhibition<!--:--> @ Galleria ADD-art

Domenica 10 marzo alle ore 17:00 presso la galleria ADD-art di Spoleto si inaugura la doppia personale delle artiste Alessandra Baldoni e Benedetta Galli Trovarsi. Ritrovarsi. Proteggersi

La mostra sarà visitabile fino al 5 aprile.

La mostra è stata curata dalle allieve del corso “Curatore di mostre” presso l’Accademia degli Eventi di Roma, con i tutor Alessia Vergari, Claudia Bottini, Lorenzo Fiorucci.

info@add-art.it | tel: +39 334 5380780

SPOLETO PER LE DONNE | Musica al Femminile @ Sala Pegasus
Mar 10@11:00
<!--:it-->SPOLETO PER LE DONNE | Musica al Femminile<!--:--> @ Sala Pegasus

Domenica 10 marzo 2019, alle ore 11 presso la Sala Pegasus si terrà un concerto in occasione della Giornata Internazionale della Donna, a cura dell’Officina d’Arte e Tessuti.

Musica al femminile

Musiche:
Fanny C. Hensel Mendelssohn-Bartholdy, Clara J. Wiech Schumann

Interpreti:
Stefania Cruciani pianoforte solista

Trio
Monica Pontini violino
Catherine Daniela Bruni violoncello
Stefania Cruciani pianoforte

Visite guidate tematiche SPOLETO CARD | LA DOMUS ROMANA Dimora patrizia del I sec. d.C. @ Casa Romana
Mar 10@15:30
<!--:it-->Visite guidate tematiche SPOLETO CARD | LA DOMUS ROMANA Dimora patrizia del I sec. d.C.<!--:--><!--:en-->SPOLETO CARD Thematic Guided Tours | THE ROMAN DOMUS Patrician house of the 1 century A.D.<!--:--> @ Casa Romana | Spoleto | Umbria | Italia

Visite guidate tematiche Spoleto Card
Visite guidate al patrimonio culturale di Spoleto e del territorio

ore 15.30
LA DOMUS ROMANA
Dimora patrizia del I sec. d.C.

Luogo d’incontro: Casa Romana – biglietteria

Per i possessori della Spoleto Card la partecipazione è gratuita.
Per chi non possiede la Spoleto Card: € 3,00 + biglietto del museo

Per informazioni e prenotazioni:
Soc. Coop. Sistema Museo – Tel. 0743 46434 – 0743 224952
e-mail: info@spoletocard.it
Per maggiori informazioni visita il sito www.spoletocard.it

Mar
12
Mar
IL RITORNO A CASA – Gruppo di lettura #spoletolegge @ Biblioteca Comunale G. Carducci - Palazzo Mauri
Mar 12@21:00
<!--:it-->IL RITORNO A CASA - Gruppo di lettura #spoletolegge<!--:--><!--:en-->THE RETURN HOME - Reading group #spoletolegge<!--:--> @ Biblioteca Comunale G. Carducci - Palazzo Mauri | Spoleto | Umbria | Italia

Biblioteca Comunale G. Carducci – Palazzo Mauri, dal 9 ottobre ogni martedì alle ore 21.00
IL RITORNO A CASA
Abitare la terra, viaggiare per mare, narrare le storie

Si legge da soli, si commenta insieme

Gruppo di lettura #spoletolegge
Con la collaborazione di Andrea Tomasini

Odissea di Omero
Eneide di Publio Virgilio Marone
Il ritorno di Claudio Rutilio Namaziano
Tristi tropici di Claude Lévi-Strauss

SPOLETO PER LE DONNE | Film documentario Dove bisogna stare @ Cinéma Sala Pegasus
Mar 12@21:30
<!--:it-->SPOLETO PER LE DONNE | Film documentario Dove bisogna stare<!--:--> @ Cinéma Sala Pegasus

martedì 12 Marzo

Cinéma Sala Pegasus | ore 21.30
Proiezione del film documentario
Dove bisogna stare
di Daniele Guaglianone e Stefano Collizzolli

a cura di: Cooperativa Immaginazione
prezzo ridotto € 5,00

Mar
14
Gio
GIORNATA NAZIONALE DEL PAESAGGIO 2019 @ Spoleto
Mar 14@16:30

Giovedì 14 marzo 2019
GIORNATA NAZIONALE DEL PAESAGGIO 2019
Iniziative del Polo Museale dell’Umbria

ore 16.30
Visita guidata al Museo Archeologico Nazionale e Teatro Romano:
Il paesaggio spoletino in età Romana

ore 16.30
Visita guidata alla Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto:
Che vista!
a cura di Sistema Museo

Quota di partecipazione: visita guidata € 4,00 previo acquisto del biglietto di ingresso al monumento.

Per informazioni e prenotazioni (consigliate): Sistema Museo 0743.224952 – museoducatospoleto@sistemamuseo.it

Mar
15
Ven
INCONTRIAMOCI ALLA ROCCA | Ciclo d’incontri
Mar 15@17:00
<!--:it-->INCONTRIAMOCI ALLA ROCCA | Ciclo d'incontri<!--:--><!--:en-->LET'S MEET AT THE ROCCA | Cycle of conferences<!--:-->

Nuovo ciclo, organizzato dalla direttrice Paola Mercurelli Salari, di Incontriamoci alla Rocca.

Questo il programma:

1 marzo 2019 ore 17.00
Marina de Marchi
Fabbri e orefici nella società longobarda: produzioni a confronto
Saranno illustrati i punti di contatto delle manifatture dei ducati longobardi centromeridionali con quanto rinvenuto nelle regioni settentrionali della penisola. Se da un lato le armi e, talvolta, le guarnizioni di cintura relative sono identiche o simili, dimostrando l’ampia circolazione dei prodotti di fabbri ed orafi, dall’altro si riscontrano differenze marcate, in particolare per quanto riguarda alcuni equipaggiamenti guerrieri nelle estese necropoli di Nocera Umbra e di Castel Trosino.  Tali differenze trovano motivazione nella posizione geografica dei territori. Se al Nord i contatti e gli scambi erano più intensi con le aree transalpine, nel Centrosud era al contrario molto forte il rapporto con le città bizantine (Roma, Pentapoli, Esarcato). I filtri di comunicazione tra artigiani itineranti o locali non erano così rigidi per la prossimità geografica e per i rapporti più fluidi con i dominati dell’Impero d’Oriente. Resta, in ogni modo, evidente il contatto tra Langobardia Major e Minor, almeno fintantoché durò il dominio longobardo di re Desiderio (774).

15 marzo 2019 ore 17.00
Stefano Gasparri
Il Ducato longobardo di Spoleto fra Pavia, Roma e i Franchi

29 marzo 2019 ore 17.00
Augusto Ancillotti
Parole da immigrati: i Longobardi parlano ancora

3 maggio 2019 ore 17.00
Francesco Paolo di Teodoro
Leonardo tra Architettura e Pittura

18 maggio 2019 ore 17.00
Presentazione del libro di Alessandra Necci
Isabella e Lucrezia, le due cognate. Donne di potere e di corte nell’Italia del Rinascimento 

31 maggio 2019 ore 17.00
Presentazione spettacolo del volume di Amedeo Feniello e Alessandro Vanoli
Storia del Mediterraneo in 20 oggetti

Mezz’ora dopo la chiusura – SEGRETI TRA LE RIGHE | La Biblioteca Giovanni Carandente @ Palazzo Collicola Arti Visive
Mar 15@19:00
<!--:it-->Mezz’ora dopo la chiusura - SEGRETI TRA LE RIGHE | La Biblioteca Giovanni Carandente<!--:--> @ Palazzo Collicola Arti Visive | Spoleto | Umbria | Italia

Palazzo Collicola Arti Visive, ore 19.00
Mezz’ora dopo la chiusura

Segreti tra le righe
La Biblioteca Giovanni Carandente

Evento a cura di Sistema Museo

Mezz’ora dopo la Chiusura, l’evento a cura di Sistema Museo, torna venerdì 15 marzo 2019 alle ore 19.00 con Segreti tra le righe.

L’appuntamento si svolgerà presso la Biblioteca Giovanni Carandente al primo piano di Palazzo Collicola Arti Visive, dove oltre ai numerosi volumi, sono conservate lettere, fotografie e disegni che ci riporteranno nell’atmosfera del mondo dell’arte del secolo scorso.

La serata prosegue con un aperitivo. Si ringrazia Con Spoleto – Consorzio Albergatori di Spoleto.

L’appuntamento è alle ore 19.00 alla biglietteria di Palazzo Collicola Arti Visive.

Quota di partecipazione
Visita guidata – Intero € 7,00
Visita guidata – Ridotto € 5,00 per Spoleto Card e fidelizzati
Aperitivo – € 5,00

E’ consigliata la prenotazione entro le 13.00 del venerdì:
news.spoletomusei@sistemamuseo.it
0743 46434

SPOLETO PER LE DONNE | Film MARIA REGINA DI SCOZIA di Josie Rourke @ Cinéma Sala Frau
Mar 15@21:30
<!--:it-->SPOLETO PER LE DONNE | Film MARIA REGINA DI SCOZIA di Josie Rourke<!--:--> @ Cinéma Sala Frau

venerdì 15 Marzo

Cinéma Sala Frau | ore 21.30
Proiezione del film Maria Regina di Scozia di Josie Rourke
a cura di: Associazione I Miei Tempi, ingresso gratuito

Mar
16
Sab
CINEMA SOLUBILE – gioco/evento attraverso il cinema @ Sala Monterosso - Villa Redenta
Mar 16–Mar 17 giorno intero

CINEMA SOLUBILE – 16 e 17 Marzo 2019
IL GIOCO

Nell’ambito del progetto REMIX, Arte e Cultura per la rinascita della Valnerina promosso dalla Provincia di Perugia e ANCI, con la collaborazione del Comune di Spoleto, i ragazzi che hanno aderito al Progetto di Spoleto Vicoliamo / ArteVia organizzano il 16 e 17 marzo 2019 alla Sala Monterosso Villa Redenta il Cinema Solubile, un gioco-evento, in cui 11 artisti/gruppi che si saranno iscritti, si sfideranno di fronte a una giuria di esperti e una composta dal pubblico, nel realizzare ciascuno un cortometraggio no-budget, a tecnica libera, in 23 ore, della durata massima di 6’ 33” e 11 frames.
L’evento, ideato da Federico Bonelli si ispira all’idea di arte immediatista propria del Futurismo e mira a stimolare lo spirito di creatività attraverso un atto creativo impulsivo, irrazionale ed improvvisato.
Si svolge nell’arco di due serate consecutive, a partire dall’estrazione a sorte dei titoli/soggetti scritti dai partecipanti su cui dovranno poi lavorare gli artisti, fino alla presentazione finale dei film completati e all’assegnazione del premio al migliore film.

Poche regole:
– il film non deve avere un budget
– Il film deve essere pensato, fotografato, editato e mostrato in 23 ore, dopo sarà distrutto.
– Il film deve essere visibile come un film, dal pubblico seduto al buio guardando uno schermo.
– La durata del film non può essere superiore a 6’33 “e 11 fotogrammi.
– Alcune scene dovranno essere girate nei vicoli di Spoleto
– dopo la visione il film verra’ “dimenticato”, cancellato, reso unico e irripetibile dalla distruzione liberatoria… il come farlo, in questa epoca di digitalizzazione sara’ un esercizio lasciato alla sensibilità’ del regista

Come si svolge il gioco:

Si inizierà sabato 16 marzo alle ore 17.00 sulle onde sonore del gruppo “UNOROSSO”, alle 18.00 gli 11 partecipanti dovranno inserire in un cappello un pezzo di carta con scritto un soggetto di due righe per un film. Dallo stesso cappello, dopo una sana mescolata, ognuno prenderà un foglietto con il titolo per l’opera che dovrà realizzare e potrà andare per la sua strada, a girare il suo film in 23 ore.

Il giorno seguente, domenica 17 marzo alle 18.00, i lavori dovranno essere consegnati alla giuria; proiettati e, al termine della serata, la giuria eleggerà il vincitore consegnandogli il premio.

L’iniziativa si svolgerà alla Sala Monterosso di Villa Redenta, e coinvolgerà altri spazi della città per le riprese dei film.

Sarà un’esperienza artistica singolare, per creare un coinvolgimento inedito fra artista e spettatore, una due giorni di esperienze tra la provocazione espressiva e la curiosità intellettuale, un modo curioso e coinvolgente per rendere quanto più possibile suggestiva, immediata e popolare la fruizione di sperimentazioni artistiche.

Iscrizioni entro il 4 marzo 2019: artevia.spoleto@gmail.com

——————————————

Fuori dalla routine dell’artista professionista il GENIO è pronto per essere risvegliato, da un’azione creativa immediata, irrazionale, totalmente concessa, senza cintura di sicurezza. Questo è il credo futurista.
Il cinema solubile è un cinema istantaneo che si dissolve. Un film da concepire, recitare, girare, modificare e vedere in 24 ore. E subito dopo distrutto. Un piccolo omaggio al manifesto del cinema futurista
“Immediatismo” significa seguire l’azione impulsiva e dimostrare la vera essenza di genialità. Applicare un’azione creativa immediata ad una pratica tecnica complessa e dispendiosa in termini di tempo come il cinema è difficile. Richiede elasticità, improvvisazione, libertà, capacità, volontà, tenacia, preparazione e coraggio. L’analogia, la sintesi, la velocità, la generosità e tutto ciò che dà vita alla miccia creativa è l’ingrediente principale del processo.
Il futurismo è e sarà sempre uno schiaffo in faccia al giudicatore, dato da quelli che sognano di fare.

Federico “il cane” Bonelli

Presentazione di un numero speciale della rivista SPOLETIUM dedicato alla aree terremotate @ Palazzo Mauri
Mar 16@16:00
<!--:it-->Presentazione di un numero speciale della rivista SPOLETIUM dedicato alla aree terremotate <!--:--> @ Palazzo Mauri

Sabato 16 marzo, ore 16.00 – Palazzo Mauri
Presentazione di un numero speciale della rivista SPOLETIUM dedicato alla aree terremotate
edito dall’Accademia degli Ottusi

Il numero 54.10-55.11 della prestigiosa rivista è dedicato alle aree terremotate del Nursino, del Casciano e del Vissano.

Interverranno: MARICA MERCALLI, Soprintendente (Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria) e LUCIANO ARCANGELI, storico dell’Arte. Saranno presenti il Sindaco di Spoleto UMBERTO DE AUGUSTINIS e i sindaci della Valnerina. Coordinerà GIOVANNA SAPORI, direttore scientifico della rivista.

SPOLETO PER LE DONNE | Rassegna LIBRO D’INGRESSO | Il quaderno di Sonia @ Cinéma Sala Pegasus
Mar 16@21:30
<!--:it-->SPOLETO PER LE DONNE | Rassegna LIBRO D'INGRESSO | Il quaderno di Sonia<!--:--> @ Cinéma Sala Pegasus

Sabato 16 Marzo

Cinéma Sala Pegasus | ore 21.30
IL QUADERNO DI SONIAcon Sonia Bergamasco
rassegna Libro d’ingresso
musiche di Fabrizio Rossi Re, con Fabio Battistelli al clarinetto
a cura di: Comune di Spoleto, Cooperativa Immaginazione

Ingresso:
intero € 10 – ridotto € 8
Prevendite presso la Sala Pegasus negli orari di apertura della sala
Infoline: 339 4012680

Terza edizione del format che propone serate di spettacoli abbinati all’uscita di altrettanti libri. Il Libro d’Ingresso vuole promuovere la produzione e la diffusione di qualunque forma di letteratura breve, dai racconti ai corsivi giornalistici, dagli aforismi agli epigrammi, comprendendo anche poesie, microdrammi, filastrocche di ogni genere, prosa scientifica o narrativa per bambini. Il Libro d’Ingresso perciò si concretizza nella realizzazione di un vero e proprio libro incluso nel prezzo del biglietto che verrà rilasciato a chiunque assisterà agli spettacoli in programma; da questo libro saranno tratti i brani che, con l’ausilio di musiche, proiezioni e qualunque altro mezzo a disposizione degli artisti coinvolti , diventeranno rappresentazione della pagina scritta. Il progetto vuole quindi abbinare una serata di teatro alla promozione di un formato poco frequentato dall’editoria e dal mercato. Tra le intenzioni di questo esperimento c’è la volontà di contagiare diverse realtà e artisti nell’ambito di ogni disciplina nel tentativo di avviare un microcircuito letterario e teatrale da espandere e potenziare.

IL QUADERNO DI SONIA
con Sonia Bergamasco e Fabrizio de Rossi Re, per attrice e pianoforte con la partecipazione di Fabio Battistelli al clarinetto.

SONIA BERGAMASCO
Sonia Bergamasco è nata a Milano, dove si è diplomata in pianoforte.
Debutta nell’Arlecchino servitore di due padroni di Giorgio Strehler, ed è la Fatina dell’ultima edizione teatrale e televisiva del Pinocchio di Carmelo Bene. A teatro ha lavorato anche con Theodoros Terzopoulos, Massimo Castri e Glauco Mauri.
Premio Duse 2014 per il suo lavoro d’attrice, è interprete e regista di spettacoli in cui l’esperienza musicale si intreccia più profondamente con il teatro. Tra gli altri, Il Ballo (dal racconto di Irène Némirovsky) e L’uomo seme, entrambi nati dalla collaborazione artistica con il Teatro Franco Parenti di Milano. Nel marzo 2017 dirige al Piccolo Teatro lo spettacolo “Louise e Renée”, ispirato a “Memorie di due giovani spose” di Balzac, di cui Stefano Massini cura la drammaturgia originale.
Nel corso della lunga collaborazione artistica con il compositore Azio Corghi interpreta ruoli di cantante-attrice in Italia e all’estero. Nel ruolo di Elvira nell’opera Il dissoluto assoluto su libretto di Jose Saramago, è al Teatro Sao Carlos di Lisbona nel 2005 e alla Scala di Milano nel 2006. Al Teatro San Carlo di Napoli, nel settembre 2017, è interprete e autrice della narrazione di scena nella versione da concerto del Fidelio di Beethoven diretta da Zubin Metha. Collabora stabilmente in duo – con un vasto repertorio per voce e pianoforte – con il musicista Emanuele Arciuli.

Protagonista del film L’amore probabilmente di Giuseppe Bertolucci. Nastro d’argento 2004 per La meglio gioventù di Marco Tullio Giordana; lavora con Bernardo Bertolucci, Giuseppe Piccioni e Franco Battiato. E’ la Regina madre del film Riccardo va all’inferno, di Roberta Torre e Luce nella commedia Come un gatto in tangenziale, diretta da Riccardo Milani.
Premio Flaiano come miglior interprete nel film De Gasperi, di Liliana Cavani, riscuote grande successo nelle serie Tv Tutti pazzi per amore e Una grande famiglia, entrambe dirette da Riccardo Milani ed è Livia nella serie televisiva Il commissario Montalbano.
Per il film per il film Quo vado?, diretto da Gennaro Nunziante, vince il Premio Flaiano come interprete dell’anno, il Premio Alida Valli come migliore attrice non protagonista al Bari International Film Fest e il Premio CIAK d’oro.

Mar
17
Dom
Visite guidate tematiche SPOLETO CARD | L’INTELLIGENZA NELLE MANI – Produzione artigianale e tecniche di lavorazione in età longobarda – Visita alla mostra @ Rocca Albornoziana - Museo Nazionale del Ducato
Mar 17@11:30
<!--:it-->Visite guidate tematiche SPOLETO CARD | L'INTELLIGENZA NELLE MANI  - Produzione artigianale e tecniche di lavorazione in età longobarda - Visita alla mostra	 <!--:--><!--:en-->SPOLETO CARD Thematic Guided Tours | THE INTELLIGENCE OF HANDS - Handicraft production and working techniques in the Lombard age - Visit to the exhibition<!--:--> @ Rocca Albornoziana - Museo Nazionale del Ducato | Spoleto | Umbria | Italia

Visite guidate tematiche Spoleto Card
Visite guidate al patrimonio culturale di Spoleto e del territorio

ore 11.30
LONGOBARDI IN VETRINA
L’intelligenza nelle mani
Produzione artigianale e tecniche di lavorazione in età longobarda
Visita alla mostra

Luogo d’incontro: Rocca Albornoz – biglietteria

Per i possessori della Spoleto Card la partecipazione è gratuita.
Per chi non possiede la Spoleto Card: € 3,00 + biglietto del museo

Per informazioni e prenotazioni:
Soc. Coop. Sistema Museo – Tel. 0743 46434 – 0743 224952
e-mail: info@spoletocard.it
Per maggiori informazioni visita il sito www.spoletocard.it

Massimo Franco presenta il suo libro C’ERA UNA VOLTA ANDREOTTI @ Palazzo Leti Sansi - Salone d'Onore
Mar 17@17:00
<!--:it-->Massimo Franco presenta il suo libro C’ERA UNA VOLTA ANDREOTTI<!--:--> @ Palazzo Leti Sansi - Salone d'Onore

Domenica 17 Marzo 2019 alle ore 17 a Spoleto nel salone d’onore di Palazzo Leti Sansi (Via Arco di Druso, 37) alla presenza dell’autore si terrà la presentazione dell’ultimo libro di Massimo Franco C’era una volta Andreotti.

Modera l’incontro, il giornalista e presidente dell’Ordine dei Giornalisti dell’Umbria, Roberto Conticelli, introduce Giuseppe De Rita, fondatore del Censis, interviene Ada Urbani, assessore alla cultura del Comune di Spoleto, presiede Dario Pompili, presidente dell’Associazione Amici di Spoleto.

L’iniziativa, inserita tra gli eventi del Comune di Spoleto e dell’assessorato alla cultura, è a cura dell’Associazione Amici di Spoleto e si avvale del sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto e della Fondazione “Francesca, Valentina e Luigi Antonini.

Il libro. E’ sopravvissuto a due guerre mondiali, sette papi, la monarchia,il fascismo,la prima e la seconda repubblica,a sei processi per mafia e omicidio.Giulio Andreotti è stato un esemplare unico del potere in Italia per longevità,sopravvivenza agli scandali,dimestichezza con gli apparati dello stato e del vaticano,consuetudine con le classi dirigenti mondiali.A cento anni dalla nascita,Massimo Franco racconta e analizza Andreotti e il suo mondo.

Massimo Franco, giornalista professionista, è notista, commentatore e inviato politico del Corriere della Sera, in precedenza ha lavorato come editorialista di Avvenire e inviato de Il Giorno e poi di Panorama. Saggista di fama, è membro dell’ International Institute for Strategic Studies di Londra (IISS). Collabora alla trasmissione Otto e mezzo su LA7. Suoi articoli e analisi sono apparsi sulla rivista di geopolitica Limes, sulla rivista francese, Études, sul bimestrale dell’IISS Survival, sul quotidiano Los Angeles Times.

Associazione Amici di Spoleto Onlus – Via Arco di Druso, 37 – 06049 – Spoleto (Pg) – tel. 0743-44960.

Info Stampa: Antonella Manni aciemmearte@gmail.com, 339.5993281

Mar
19
Mar
IL RITORNO A CASA – Gruppo di lettura #spoletolegge @ Biblioteca Comunale G. Carducci - Palazzo Mauri
Mar 19@21:00
<!--:it-->IL RITORNO A CASA - Gruppo di lettura #spoletolegge<!--:--><!--:en-->THE RETURN HOME - Reading group #spoletolegge<!--:--> @ Biblioteca Comunale G. Carducci - Palazzo Mauri | Spoleto | Umbria | Italia

Biblioteca Comunale G. Carducci – Palazzo Mauri, dal 9 ottobre ogni martedì alle ore 21.00
IL RITORNO A CASA
Abitare la terra, viaggiare per mare, narrare le storie

Si legge da soli, si commenta insieme

Gruppo di lettura #spoletolegge
Con la collaborazione di Andrea Tomasini

Odissea di Omero
Eneide di Publio Virgilio Marone
Il ritorno di Claudio Rutilio Namaziano
Tristi tropici di Claude Lévi-Strauss

STAGIONE DI PROSA 2018/2019 @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti
Mar 19@21:00
<!--:it-->STAGIONE DI PROSA 2018/2019<!--:--><!--:en-->2018/2019 PROSE SEASON<!--:--> @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti

Opere tratte da Shakespeare, Ibsen, De Filippo, Bulgakov e Mamet. Attori come Umberto Orsini, Lunetta Savino, Luca Barbareschi, Gianfelice Imparato, Michele Riondino. Spettacoli di danza ispirati a Gershwin e Shubert, la Bibbia rivisitata in chiave comica dai talentuosi youtuber degli Oblivion, uno dei musical più celebri di sempre: questi gli otto spettacoli della stagione di Prosa 2018/2019 a Spoleto. Tutti, tranne uno previsto al Caio Melisso, avranno come cornice il Teatro Nuovo “Gian Carlo Menotti”.

Programma Stagione di Prosa (in PDF)

  • La stagione si apre sabato 17 novembre alle ore 21 con una delle commedie più importanti di De Filippo “Questi Fantasmi!” per la regia di Marco Tullio Giordana.
  • Il secondo appuntamento – venerdì 21 dicembre alle ore 21 – è con “Il Maestro e Margherita”, riscrittura di Letizia Russo del romanzo Michail Bulgakov con Michele Riondino.
  • La danza è protagonista –sabato 12 gennaio alle ore 21 –per il terzo spettacolo in cartellone che riunisce due tra le sue migliori produzioni della MM Contemporary Dance Company: Shubert Frames, si affida agli straordinari capolavori di Franz Schubert e nella seconda parte, partendo dalle celeberrime musiche di Gershwin, e dalle suggestioni provenienti dalle opere pittoriche di un altro grande artista americano del ‘900, Edward Hopper, porta in scena Gershwin Suite.
  • Lunedì 28 gennaio alle ore 21 va in scena “Il Penitente” con Lunetta Savino e Luca Barbareschi (anche regia) protagonisti dell’ultimo testo composto nel 2016 per il teatro dal grande drammaturgo statunitense David Mamet.
  • L’unico spettacolo che si tiene al Caio Melisso – lunedì 11 e martedì 12 febbraio alle ore 21 e mercoledì 13 febbraio alle ore 18 è “Il racconto d’inverno” di William Shakespeare con  la Compagnia dei Giovani del Teatro Stabile dell’Umbria.
  • Giovedì 28 febbraio alle ore 21, Umberto Orsini e Lucia Lavia sono i protagonisti di “Il Costruttore Solness” di Henrik Ibsen
  • Martedì 19 marzo alle ore 21 gli Oblivion – fenomeni social e youtuber di grande talento – mettono in scena “La Bibbia Riveduta e Corretta” sotto forma di musical comico.
  • Un classico del musical, uno dei più perfetti – di Cole Porter tratto dalla commedia shakespeariana della Bisbetica Domata – è invece “Kiss Me, Kate” messo in scena dalla compagnia Corrado Abbati che va in scena – fuori abbonamento – venerdì 3 aprile alle ore 21.

Il prezzo dell’abbonamento per 7 spettacoli è di 91 euro (ridotto 77)  per la platea e  I palchi di platea centrale e di I ordine centrale; mentre è di 77 euro (ridotto 63)  per I ordine laterale e II e III ordine centrale. Gli abbonamenti sono sottoscrivibili al Botteghino teatro Nuovo Gian Carlo Menotti dalle 17 alle 19 (tel. 0743 222647).  Da lunedì 5 a giovedì 8 novembre per i vecchi abbonati che potranno riconfermare il proprio abbonamento per lo stesso posto da venerdì 9 a lunedì 12 novembre per i nuovi abbonati. È previsto un abbonamento scuola riservato agli studenti di ogni ordine e grado e dell’università a quattro spettacoli per 28 euro.

Il costo dei biglietti è il seguente: Per platea, posto palco platea centrale, posto palco I ordine centrale: intero 21 euro (ridotto 18 euro). Posto Palco platea laterale I ordine laterale, II – III ordine centrale 17 euro (ridotto 14). Posto palco II e III ordine laterale e galleria 10 euro. Per prenotazioni telefoniche: Botteghino Telefonico Regionale del teatro stabile dell’Umbria al numero tel. 075 57542222 tutti i giorni feriali dalle 16 alle 20 fino al giorno precedente lo spettacolo.

Per la vendita dei biglietti: botteghino Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti tel. 0743 222647 il giorno dello spettacolo dalle 16.30. Vendita on line da domenica 25 novembre: www.teatrostabile.umbria.it. Sabato 24 novembre il botteghino del Teatro Nuovo “Gian Carlo Menotti” sarà aperto dalle 17 alle 19 per la vendita dei biglietti degli spettacoli fino ad aprile 2019.

Torna anche il progetto di mediazione e di educazione teatrale vivere con lo spettatore la messa in scena di uno spettacolo, attraverso una serie di appuntamenti che prevedono un prima e un dopo la visione.

Mar
20
Mer
DI ARCHEOLOGIA E ALTRE STORIE | Ciclo d’incontri d’approfondimento @ Museo Archeologico e Teatro Romano di Spoleto
Mar 20@17:00
<!--:it-->DI ARCHEOLOGIA E ALTRE STORIE | Ciclo d'incontri d'approfondimento <!--:--><!--:en-->OF ARCHAEOLOGY AND OTHER STORIES | Cycle of meetings<!--:--> @ Museo Archeologico e Teatro Romano di Spoleto

Polo Museale dell’Umbria
DI ARCHEOLOGIA E ALTRE STORIE
Ciclo d’incontri d’approfondimento al Museo Archeologico e Teatro Romano di Spoleto

S’intitola Di archeologia e altre storie il nuovo ciclo di conservazioni organizzato al Museo archeologico nazionale e Teatro romano di Spoleto dal direttore Fabio Pagano.

Mercoledì 23 gennaio, alle ore 17, Valerio Chiaraluce, Luca Donnini, Massimiliano Gasperini (Astra onlus) parleranno degli ultimi ritrovamenti al sito archeologico di Carsulae (***rimandata al 6 febbraio***) .

Seguiranno il 20 febbraio lo stesso Fabio Pagano con Ma da dove venivano questi Longobardi?, il 20 marzo Federica Zalabra (Mibac – Direzione Generale Musei) con Quando Luca Signorelli lavorò a Spoleto, il 17 aprile Giulia Rocco, dell’Università di Roma ‘Tor Vergata’, con Decorazione scultorea del Teatro Romano di Spoleto. Gli incontri si concluderanno il 15 maggio con Gabriella Sabatini (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria) e Luca Donnini che si soffermeranno su Spoleto (PG) – Via Monterone. Il tratto della porta ubica e delle mura civiche romane. Nuove acquisizioni.

Mar
21
Gio
GIORNATA NAZIONALE DELLA MEMORIA E DELL’IMPEGNO CONTRO LE MAFIE @ Spoleto
Mar 21 giorno intero
<!--:it-->GIORNATA NAZIONALE DELLA MEMORIA E DELL'IMPEGNO CONTRO LE MAFIE <!--:--> @ Spoleto

GIORNATA NAZIONALE DELLA MEMORIA E DELL’IMPEGNO CONTRO LE MAFIE

Il 21 marzo si celebra la XXIV Giornata nazionale della memoria e dell’impegno contro le mafie. Una ricorrenza promossa dall’associazione Libera e che, dal 2017, è diventata legge dello Stato. Obiettivo, quello di trasformare la memoria delle vittime di mafia e la vicinanza ai familiari in impegno quotidiano, in azioni concrete di giustizia sociale, a partire dalle giovani generazioni. Quest’anno sarà Padova la piazza nazionale della Giornata scelta dall’associazione fondata da don Luigi Ciotti.

A Spoleto sono previsti quattro “luoghi della memoria”, in cui verrà data lettura dei nomi delle vittime di mafia. Giovedì 21 marzo alle ore 10.45 all’Auditorium della Stella, il presidio di Libera Spoleto promuove una iniziativa con gli studenti delle scuole superiori, aperta a tutti. Sarà presente anche un familiare di una vittima, che porterà ai ragazzi la propria testimonianza.

L’iniziativa è organizzata con il patrocinio del Comune di Spoleto (parteciperà all’iniziativa il vicesindaco Beatrice Montioni) e in collaborazione con le scuole superiori di secondo grado della città e con il supporto dell’Associazione nazionale dei Vigili del fuoco sezione di Perugia. Inoltre hanno aderito diverse associazioni tra cui Legambiente, Spi Cgil, Donne contro la guerra, Ora Spoleto.

Altri due “luoghi della memoria” sono organizzati presso le scuole medie di via Arpago Ricci e di Baiano. Un quarto luogo della memoria è organizzato dallo Spi Cgil alle ore 11 presso la propria sede di via San Nicolò n. 27.

HOT ANTHOLOGY – Aperitivi letterari ad alto tasso erotico @ Cinéma Sala Pegasus
Mar 21@18:00
<!--:it-->HOT ANTHOLOGY - Aperitivi letterari ad alto tasso erotico<!--:--><!--:en-->HOT ANTHOLOGY | Literary aperitifs with a high erotic rate<!--:--> @ Cinéma Sala Pegasus

HOT ANTHOLOGY
Aperitivi letterari ad alto tasso erotico

Prosegue l’iniziativa di Hot Anthology – aperitivi letterari ad alto tasso erotico, organizzati dalla Scuola di Teatro Teodelapio, e dedicati alla lettura di celebri pagine della narrativa e della poesia erotica.

Giunta, grazie al successo delle passate edizioni, alla quarta annualità, Hot Anthology ha scelto, per il 2019, di rendere omaggio all’arte di Anton Čechov.

L’Associazione Teodelapio, giunta al 17° anno di attività, ha dedicato la sua attività prevalentemente alla didattica teatrale, attraverso laboratori tenuti dai propri operatori nelle scuole di Spoleto – dalle classi elementari ai licei – e attraverso l’istituzione di una scuola di teatro per giovani e adulti, promossa dal Comune e diretta da Pietro Biondi e da Anna Leonardi. Ha contemporaneamente svolto un’intensa attività culturale nel campo del Teatro, dello Spettacolo e della Comunicazione attraverso incontri periodici con studiosi e protagonisti della scena, del cinema e della televisione italiani.

Questo il programma della 4a edizione di Hot Anthology:

Giovedì 7 febbraio 2019
Claudio Trionfi legge Senza Titolo | Volodia

Giovedì 28 febbraio 2019
Anna Leonardi legge Tre donne | La Signora N.N. | La corista | Varka

Giovedì 21 marzo 2019
Pietro Biondi legge Il monaco nero

Aperitivi con: Tebro pasticceria, Fratelli Musco, Urbani Tartufi
A cura dell’Associazione Culturale “Teodelapio”

SPOLETO PER LE DONNE | Film IL CIELO IN ME sulla poetessa ANTONIA POZZI @ Cinéma Sala Frau
Mar 21@21:30
<!--:it-->SPOLETO PER LE DONNE | Film IL CIELO IN ME sulla poetessa ANTONIA POZZI<!--:--> @ Cinéma Sala Frau

giovedì 21 Marzo

Cinéma Sala Frau | ore 21.30
proiezione del film Il cielo in me
di Sabrina Bonaiti e Marco Ongania
un documentario sulla poetessa Antonia Pozzi
in occasione della Giornata Mondiale della Poesia
a cura di: Associazione I Miei Tempi
Ingresso gratuito

Mar
22
Ven
MINIERE DI MORGNANO 1955-2019 Giornata della Memoria Cittadina @ Morgnano - Museo delle Miniere
Mar 22 giorno intero
<!--:it-->MINIERE DI MORGNANO 1955-2019 Giornata della Memoria Cittadina<!--:--> @ Morgnano - Museo delle Miniere

Il 22 marzo è stata indicata dal Comune di Spoleto come Giornata della Memoria in ricordo della terribile esplosione che costò la vita a 23 minatori delle Miniere di Morgano.

Alle 5,40 del mattino del 22 marzo del 1955, a pochi minuti dalla fine del turno di notte, una sacca di grisou ruppe uno spesso diaframma di roccia e carbone, sfogando violentemente in una galleria in tracciamento. Il gas si diffuse nelle gallerie vicine e, mescolatosi all’aria, si trasformò in una micidiale miscela esplosiva, pronta ad esplodere al minimo innesto, alla più piccola scintilla. Rimasero uccisi ventitré minatori, nel momento in cui stavano per riaffacciarsi al sole e alla vita.

Venerdì 22 marzo 2018 l’associazione “Amici delle miniere” con la collaborazione del Comune di Spoleto, commemora il tragico evento con una serie iniziative: dalle ore 9.30 alle 19, ad ingresso libero, verranno esposti nel museo della miniera il libro originale di Giorgio Agricola ‘De re metallica’ del 1561 e alcune tavole originali del XVI sec. riguardanti l’arte mineraria.

Alle ore 11 celebrazione della santa messa presso la chiesa parrocchiale di Morgnano. Alle 11.45 saluto delle autorità e deposizione di una corona di alloro presso il monumento ai minatori.

Nel pomeriggio alle ore 16 conferenza tenuta dal dott. Romano Guerra, esperto di miniere e storia dei fossili. Alle 17.00 presentazione del progetto in 3d delle miniere. Alle ore 18.00 concerto per due violini offerto dall’associazione l’Orfeo di Spoleto. Alle 19.30 apericena al bar delle miniere offerta dall’associazione Amici delle Miniere.

GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA 2019 – L’acqua racconta… ACQUA e TERRITORIO @ Palazzo Mauri
Mar 22@14:30–19:00
<!--:it-->GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA 2019 - L’acqua racconta… ACQUA e TERRITORIO<!--:--> @ Palazzo Mauri

GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA 2019

L’acqua racconta… ACQUA e TERRITORIO
L’acqua parla senza sosta ma non si ripete mai.
Octavio Paz

La storia ci insegna che l’Acqua, elemento indispensabile che da sempre ha costituito la base per lo sviluppo di ogni società, a qualsiasi latitudine, altezza o posizione geografica, è un bene fondamentale per la vita dell’uomo. L’Acqua ha consentito la nascita, la continuazione e l’evoluzione della specie umana e animale, il formarsi delle foreste, il fiorire delle civiltà, il commercio e l’interscambio tra i popoli, non ultimo le bellezze paesaggistiche. Le Nazioni Unite già dal 1992 hanno istituito il Word Water Day, la Giornata Mondiale dell’Acqua, per sottolineare l’importanza di questo elemento, che secondo molti studiosi ha permesso l’inizio della vita, e focalizzare l’attenzione sui problemi e le tante tematiche che scaturiscono dalle carenze idriche. La consapevolezza che l’Acqua sia un diritto e un bene inalienabile, è ormai diffusa. Il nostro territorio e la nostra città mostrano tracce ancora evidenti dell’importanza dell’acqua nel corso dei secoli. Fontane, cisterne, acquedotti, mulini, fontanili rappresentano una memoria storica visibile a occhio nudo e, nel corso della storia, hanno rivestito un ruolo dominante nella vita e per la salute dell’uomo. Il progetto che le Associazioni Accademia Kronos onlus e BioEtica e D.U. onlus intendono proporre e condividere con l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Spoleto, vuole evidenziare, con documenti inediti tratti dall’Archivio di Stato di Spoleto, il vissuto storico dell’acqua nell’urbe, attraverso le fontane della città ancora esistenti e le tracce della periferia. Nella Giornata Mondiale dell’Acqua, 22 marzo, le Associazioni organizzano un Incontro a Palazzo Mauri, Sala delle Rovine, per far conoscere meglio, veicolare e tramandare questa preziosa eredità storica. La giornata verrà avviata con un trekking urbano alla scoperta dei punti d’acqua della città di Spoleto che porterà a Palazzo Mauri dove nomi prestigiosi del panorama scientifico e culturale, che hanno contribuito a studi, progetti e ricerche, approfondiranno il tema ACQUA e TERRITORIO.
Sarà presente l’assessore all’ambiente del Comune di Spoleto Maria Rita Zengoni.

Interventi:
14.30 – 15.30 Trekking urbano partenza parcheggio Posterna arrivo a Palazzo Mauri

Workshop
16.00 – Educare alla sostenibilità – Michele Sbaragli – ARPA Umbria
16.30 – Le fontane di Spoleto nell’antichità – Manuela Marchi, Accademia KRONOS e BioEtica onlus
17.00 – Controllo e gestione acquedotto… la nostra acqua è buona – Valter Rossi-VUS
17.30 – I Fontanili, la tutela della biodiversità e del paesaggio agrosilvo pastorale tradizionale – Cristiano Spilinga Studio Naturalistico Hyla

XXVII Stagione Concertistica de “L’Orfeo” – Concerto commemorativo della tragedia delle Miniere di Morgnano @ Museo delle Miniere di Morgnano - Pozzo Orlando
Mar 22@18:00

Venerdì 22 marzo – ore 18.00
XXVII Stagione Concertistica de “L’Orfeo”
A cura di Fabrizio Ammetto

Museo delle Miniere di Morgnano – Pozzo Orlando
Concerto commemorativo della tragedia delle Miniere di Morgnano

Gustavo Gasperini, violino
Monica Pontini, violino
musiche di C.Ph. Stamitz, G.B. Viotti, F. Schubert, Ch.-A. de Bériot

Web: www.orfeoweb.com

Mezz’ora dopo la chiusura – SCULTURE NELLA CITTÀ E BEVERLY PEPPER @ Palazzo Collicola Arti Visive
Mar 22@19:00
<!--:it-->Mezz'ora dopo la chiusura - SCULTURE NELLA CITTÀ E BEVERLY PEPPER<!--:--><!--:en-->Mezz'ora dopo la chiusura - SPOLETO, SCULPTURES IN THE CITY AND BEVERLY PEPPER<!--:--> @ Palazzo Collicola Arti Visive | Spoleto | Umbria | Italia

Palazzo Collicola Arti Visive, ore 19.00
Mezz’ora dopo la chiusura

SCULTURE NELLA CITTÀ E BEVERLY PEPPER

Mezz’ora dopo la chiusura l’evento a cura di Sistema Museo, torna venerdì 22 marzo 2019 alle ore 19.00 con Sculture nella città e Beverly Pepper.

Tema dell’incontro sarà quell’irripetibile esperimento che fu, nel 1962, la mostra Sculture nella Città. L’evento, che rese Spoleto protagonista nel panorama dell’arte contemporanea mondiale, verrà narrato in particolare attraverso le numerose opere di recente donate al Museo Carandente da Beverly Pepper, l’artista americana tra le poche donne che parteciparono alla mostra.

La serata prosegue con un aperitivo. Si ringrazia Con Spoleto – Consorzio Albergatori di Spoleto.

Quota di partecipazione
Visita guidata – Intero € 7,00
Visita guidata – Ridotto € 5,00 per Spoleto Card e fidelizzati
Aperitivo – € 5,00

E’ consigliata la prenotazione entro le 13.00 del venerdì:
news.spoletomusei@sistemamuseo.it
0743.46434

Mar
23
Sab
Accademia degli Ottusi | Rassegna di conferenze @ Biblioteca Comunale G. Carducci
Mar 23@16:30
Presentazione del libro LA VITA A BRANDELLI di Guido De Maio @ Biblioteca Comunale G. Carducci
Mar 23@17:00
<!--:it-->Presentazione del libro LA VITA A BRANDELLI di Guido De Maio<!--:--> @ Biblioteca Comunale G. Carducci

Sabato 23 marzo ore 17.00
Biblioteca Comunale “G. Carducci” – Sala Conferenze II piano
Presentazione del libro LA VITA A BRANDELLI di Guido De Maio

Saluto delle istituzioni

Intervengono
Augusto Fornaci, Consigliere della Corte d’Appello di Perugia
Cristina Marini, Dottoressa in Filosofia, Mediatore famigliare e Counselor gestaltico/integrato
Jessica Cardaioli, editor Morlacchi Editore

Coordina
Anna Rita Cosso, Vice Presidente nazionale di Cittadinanzattiva onlus

Sarà presente l’autore Guido De Maio, Presidente Emerito della Corte Suprema di Cassazione
Al termine, l’Autore avrà piacere di salutare i presenti al Caffè Letterario di Palazzo Mauri

Mar
24
Dom
GIORNATE FAI DI PRIMAVERA @ Spoleto
Mar 24 giorno intero
<!--:it-->GIORNATE FAI DI PRIMAVERA<!--:--> @ Spoleto

23 e 24 Marzo 2019
GIORNATE FAI DI PRIMAVERA

1.100 luoghi aperti eccezionalmente, con visite a contributo libero.
www.giornatefai.it

APERTURE A CURA DEL GRUPPO FAI DI SPOLETO
Domenica 24 marzo 2019

PALAZZO RACANI-ARRONI

ORARIO Domenica: 10:00 – 18:00 (ultimo ingresso 18:00)
Note: La visita del piano nobile del Palazzo chiuderà alle ore 16. Poi sarà possibile vedere SOLTANTO il cortile e il ninfeo

Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell’orario di chiusura indicato

NOTE PER LA VISITA
Attenzione: la visita la piano nobile termina alle ore 16.
Contributo suggerito a partire da: € 3,00

Il palazzo rinascimentale presenta un’interessante facciata decorata a graffito, purtroppo molto danneggiata. L’ingresso al piano terra immette nel piccolo cortile impreziosito da bifore e trifore e, soprattutto, dall’affascinante ninfeo posto sulla parete di fondo. La vasca è dominata da una profonda nicchia che ospita tre grandi figure in stucco e culmina in una lunetta a forma di conchiglia. Non vi sono fonti certe sugli artisti che lavorarono nel palazzo, ma merita attenzione l’ipotesi di un intervento da parte di Giulio Romano. Il palazzo, proprietà della Fondazione Centro Studi sull’Alto Medioevo, ospita anche la sede di rappresentanza della Fondazione Festival dei Due Mondi.

VISITE A CURA DI Apprendisti Ciceroni IIS “Sansi-Leonardi-Volta”, corsi Classico e Linguistico; Volontari FAI
VISITE IN LINGUA STRANIERA Inglese

*****

TEATRO CAIO MELISSO – SPAZIO CARLA FENDI

ORARIO Domenica: 10:00 – 18:00 (ultimo ingresso 18:00)
Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell’orario di chiusura indicato
Contributo suggerito a partire da: € 3,00

Discende dal più antico teatro spoletino: quello “stanzone per le pubbliche commedie” ricordato nel 1664, che nel 1668 era già diventato uno dei primi teatri italiani a palchetti. La sua forma attuale si deve all’opera di Giovanni Montiroli (1887 – 1880). Seguirono il ripristino che curò l’archietto Roberto De Luca nel 1958, in occasione della prima edizione del Festival dei Due Mondi e il recente restauro sostenuto dalla Fondazione Carla Fendi, che ha recuperato anche l’ottocentesca “Scena ricca” e il sipario con la “Gloria di Caio Melisso”. La decorazione del sipario, il bel soffitto con “Apollo e le Muse” e alcuni pannelli del foyer si devono a Domenico Bruschi (1880 circa). È caratterizzato da una pianta a ferro di cavallo, con tre ordini di palchi e loggione.

VISITE A CURA DI Apprendisti Ciceroni Istituto Tecnico Professionale Spoleto; Volontari FAI

*****

PASSEGGIATA DA SAN PIETRO/SAN SILVESTRO A EREMO SANT’ANTONIO

ORARIO Domenica: 10:30 – 12:30 / 15:00 – 17:00
Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell’orario di chiusura indicato

NOTE PER LA VISITA
L’orario indica la partenza e il presunto rientro delle due passeggiate previste, una al mattino e una al pomeriggio. Il ritrovo è previsto mezz’ora prima, nel piazzale di fronte alla chiesa di San Pietro, all’inizio della strada per Monteluco.

NOTE PRENOTAZIONE
prenotazioni presso l’Ufficio Informazioni Turistiche di Spoleto info@iat.spoleto.pg.it; 0743.218620
Telefono: 0743.218620 Mail: info@iat.spoleto.pg.it

Contributo suggerito a partire da: € 3,00

Una piacevole passeggiata tra i boschi del Monteluco avrà inizio dal piazzale della Chiesa di San Pietro, per arrivare all’Eremo di Sant’Antonio. Sede probabilmente di un antico eremo, il luogo fu donato dalla famiglia Cecili ai frati Clareni, che vi edificarono la chiesa e il convento intorno al 1494. I padri Osservanti modificarono e ingrandirono in seguito il complesso. Dopo l’abbandono dei frati, nel 1867, divenne luogo di riunione dei garibaldini di Mentana e nel 1870 fu acquistato dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso. Durante la Prima guerra mondiale vi furono alloggiati i prigionieri di guerra che lavoravano all’apertura della nuova strada per Monteluco. Successivamente la struttura fu ceduta al Comune di Spoleto che la destinò ad abitazioni. Da anni giace purtroppo in un completo stato di abbandono.

VISITE A CURA DI Apprendisti Ciceroni Istituto Alberghiero di Spoleto; Volontari FAI

NOTE GENERICHE Percorso di media difficoltà. Si raccomanda: abbigliamento comodo e scarponcini da trekking

Visite guidate tematiche SPOLETO CARD | SPOLETO IN SCENA – Il Teatro Romano di Spoleto @ Museo Archeologico e Teatro Romano di Spoleto
Mar 24@11:30
<!--:it-->Visite guidate tematiche SPOLETO CARD | SPOLETO IN SCENA - Il Teatro Romano di Spoleto<!--:--><!--:en-->SPOLETO CARD Thematic Guided Tours | SPOLETO ON STAGE - Spoleto Roman Theatre<!--:--> @ Museo Archeologico e Teatro Romano di Spoleto | Spoleto | Umbria | Italia

Visite guidate tematiche Spoleto Card
Visite guidate al patrimonio culturale di Spoleto e del territorio

ore 11.30
SPOLETO IN SCENA
Il Teatro Romano di Spoleto

Luogo d’incontro: Museo Archeologico Nazionale di Spoleto – biglietteria

Per i possessori della Spoleto Card la partecipazione è gratuita.
Per chi non possiede la Spoleto Card: € 3,00 + biglietto del museo

Per informazioni e prenotazioni:
Soc. Coop. Sistema Museo – Tel. 0743 46434 – 0743 224952
e-mail: info@spoletocard.it
Per maggiori informazioni visita il sito www.spoletocard.it

Una scultura, una storia – visita guidata @ Cattedrale di Santa Maria Assunta
Mar 24@12:15
IL TRIONFO DELLA CANAPA @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti
Mar 24@17:30
<!--:it-->IL TRIONFO DELLA CANAPA<!--:--> @ Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti

Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, 24 marzo – ore 17.30
IL TRIONFO DELLA CANAPA
Progetto Remix – Arte e Cultura per la Rinascita della Valnerina
Progetto di laboratorio teatrale presentato dall’Associazione Turistica ProNarco, in collaborazione con il Comune di Sant’Anatolia di Narco e Il Museo della Canapa.

Canapa: antica risorsa per il futuro
Relatori:
Paule Favre, Architetto
Danilo Gioacchini, Medico
Anna Rita Cosso, Attivsta Civico
Patrizia Bolzan, Designer
Elisa Prete, Imprenditrice
Modera: Glenda Giampaoli, Museo della Canapa

Gradevole, dolciastro … e dimenticato
Compagnia teatrale SIPARIO
Testi e Regia, GrazianoPetrini
Musiche, Alessandro Bartolucci

Ingresso libero su prenotazione fino ad esaurimento posti
Tel. 0743 788013
info@museodellacanapa.it

CENA a base di canapa
Ore 21.00
Hotel Ristorante Clitunno
info e prenotazione: tel. 0743.788013

Il progetto ReMix nasce nell’ambito del bando di ANCI per la presentazione di proposte progettuali di innovazione sociale, prevenzione e contrasto al disagio giovanile per Città Metropolitane ed Enti di area vasta ed è finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale a valere sul “Fondo Politiche Giovanili.

“ReMix” vede la Provincia di Perugia come capofila di un partenariato che coinvolge sei comuni localizzati principalmente nell’area geografica della Valnerina e dieci associazioni di promozione sociale che operano nel campo delle politiche giovanili.

Mar
26
Mar
Presentazione Bando PSR per l’Umbria 2014/2020 “Sostegno allo sviluppo delle imprese extra-agricole dei settori: artigianato, commercio, turismo e servizi” @ Palazzo Mauri - Sala Conferenze II Piano
Mar 26@15:30
IL RITORNO A CASA – Gruppo di lettura #spoletolegge @ Biblioteca Comunale G. Carducci - Palazzo Mauri
Mar 26@21:00
<!--:it-->IL RITORNO A CASA - Gruppo di lettura #spoletolegge<!--:--><!--:en-->THE RETURN HOME - Reading group #spoletolegge<!--:--> @ Biblioteca Comunale G. Carducci - Palazzo Mauri | Spoleto | Umbria | Italia

Biblioteca Comunale G. Carducci – Palazzo Mauri, dal 9 ottobre ogni martedì alle ore 21.00
IL RITORNO A CASA
Abitare la terra, viaggiare per mare, narrare le storie

Si legge da soli, si commenta insieme

Gruppo di lettura #spoletolegge
Con la collaborazione di Andrea Tomasini

Odissea di Omero
Eneide di Publio Virgilio Marone
Il ritorno di Claudio Rutilio Namaziano
Tristi tropici di Claude Lévi-Strauss

Mar
27
Mer
Accademia degli Ottusi | Rassegna di conferenze @ Biblioteca Comunale G. Carducci
Mar 27@16:30
Mar
28
Gio
+++RIMANDATO+++ SPOLETO PER LE DONNE | Presentazione libro L’ERBA DELLE DONNE. MAGHE, STREGHE, GUARITRICI @ Biblioteca Comunale “G. Carducci”
Mar 28@17:00
<!--:it-->+++RIMANDATO+++ SPOLETO PER LE DONNE | Presentazione libro L’ERBA DELLE DONNE. MAGHE, STREGHE, GUARITRICI<!--:--><!--:en-->+++POSTPONED+++ SPOLETO FOR WOMEN | Book presentation L’ERBA DELLE DONNE. MAGHE, STREGHE, GUARITRICI<!--:--> @ Biblioteca Comunale “G. Carducci”

giovedì 28 Marzo

Palazzo Mauri, Biblioteca Comunale “G. Carducci” | ore 17.00
Presentazione del libro
L’erba delle donne. Maghe, streghe, guaritrici
con Viviana del Carpio, erborista e nutrizionista
a cura di: Comune di Spoleto

Mar
29
Ven
Accademia degli Ottusi | Rassegna di conferenze @ Biblioteca Comunale G. Carducci
Mar 29@16:30

Venerdì 29 marzo 2019, alle ore 16.30, la rassegna delle Conferenze 2019 dell’Accademia degli Ottusi proseguirà col secondo appuntamento che riguarderà un tema di grande interesse storico e scientifico, Rappresentazioni della natura nelle spedizioni marinare dei secoli XVIII e XIX, relatore il geologo Guido Chiesura.
La relazione sarà tenuta nella Sala delle Conferenze al I piano di Palazzo Mauri, contrariamente a quanto indicato nel calendario.

INCONTRIAMOCI ALLA ROCCA | Ciclo d’incontri
Mar 29@17:00
<!--:it-->INCONTRIAMOCI ALLA ROCCA | Ciclo d'incontri<!--:--><!--:en-->LET'S MEET AT THE ROCCA | Cycle of conferences<!--:-->

Nuovo ciclo, organizzato dalla direttrice Paola Mercurelli Salari, di Incontriamoci alla Rocca.

Questo il programma:

1 marzo 2019 ore 17.00
Marina de Marchi
Fabbri e orefici nella società longobarda: produzioni a confronto
Saranno illustrati i punti di contatto delle manifatture dei ducati longobardi centromeridionali con quanto rinvenuto nelle regioni settentrionali della penisola. Se da un lato le armi e, talvolta, le guarnizioni di cintura relative sono identiche o simili, dimostrando l’ampia circolazione dei prodotti di fabbri ed orafi, dall’altro si riscontrano differenze marcate, in particolare per quanto riguarda alcuni equipaggiamenti guerrieri nelle estese necropoli di Nocera Umbra e di Castel Trosino.  Tali differenze trovano motivazione nella posizione geografica dei territori. Se al Nord i contatti e gli scambi erano più intensi con le aree transalpine, nel Centrosud era al contrario molto forte il rapporto con le città bizantine (Roma, Pentapoli, Esarcato). I filtri di comunicazione tra artigiani itineranti o locali non erano così rigidi per la prossimità geografica e per i rapporti più fluidi con i dominati dell’Impero d’Oriente. Resta, in ogni modo, evidente il contatto tra Langobardia Major e Minor, almeno fintantoché durò il dominio longobardo di re Desiderio (774).

15 marzo 2019 ore 17.00
Stefano Gasparri
Il Ducato longobardo di Spoleto fra Pavia, Roma e i Franchi

29 marzo 2019 ore 17.00
Augusto Ancillotti
Parole da immigrati: i Longobardi parlano ancora

3 maggio 2019 ore 17.00
Francesco Paolo di Teodoro
Leonardo tra Architettura e Pittura

18 maggio 2019 ore 17.00
Presentazione del libro di Alessandra Necci
Isabella e Lucrezia, le due cognate. Donne di potere e di corte nell’Italia del Rinascimento 

31 maggio 2019 ore 17.00
Presentazione spettacolo del volume di Amedeo Feniello e Alessandro Vanoli
Storia del Mediterraneo in 20 oggetti

SPOLETO PER LE DONNE | Premio Donna Sapiens a Adriana Garbagnati @ Biblioteca Comunale “G. Carducci”
Mar 29@17:00
<!--:it-->SPOLETO PER LE DONNE | Premio Donna Sapiens a Adriana Garbagnati<!--:--><!--:en-->SPOLETO FOR WOMEN | Donna Sapiens Award to Adriana Garbagnati <!--:--> @ Biblioteca Comunale “G. Carducci”

venerdì 29 Marzo

Palazzo Mauri, Biblioteca Comunale “G. Carducci” | ore 17.00
Premio Donna Sapiens a Adriana Garbagnati
a cura di: Associazione Donne Contro la Guerra, FIDAPA BPW Italy
Sez. di Spoleto

Mezz’ora dopo la chiusura – UNA NOBILE PASSEGGIATA @ Palazzo Collicola Arti Visive
Mar 29@19:00
<!--:it-->Mezz'ora dopo la chiusura - UNA NOBILE PASSEGGIATA<!--:--><!--:en-->Mezz'ora dopo la chiusura - A NOBLE PROMENADE<!--:--> @ Palazzo Collicola Arti Visive | Spoleto | Umbria | Italia

Palazzo Collicola Arti Visive
Mezz’ora dopo la chiusura

UNA NOBILE PASSEGGIATA
Visita all’appartamento gentilizio

Mezz’ora dopo la chiusura, l’evento a cura di Sistema Museo, vi aspetta venerdì 29 marzo 2019 alle ore 19.00 con Una nobile passeggiata.

L’incontro sarà un’occasione per fare la conoscenza della Famiglia Collicola; una passeggiata attraverso l’Appartamento Nobile del palazzo gentilizio per svelare l’ascesa di uno dei casati più influenti della città.

La serata prosegue con un aperitivo.
Si ringrazia Con Spoleto – Consorzio Albergatori di Spoleto.

L’evento vede la collaborazione del Con Spoleto – Consorzio Albergatori di Spoleto.

Quota di partecipazione
Visita guidata – intero € 7,00
Visita guidata – Ridotto € 5,00 per spoleto CARD e fidelizzati
Aperitivo € 5,00

INFO
Ai fini organizzativi è gradita la prenotazione entro le ore 13:00 di venerdì

news.spoletomusei@sistemamuseo.it – 0743 46434

VISIONI D’AUTORE | Stefano Liberti presenta il suo documentario SOYALISM @ Cinéma Sala Pegasus
Mar 29@21:00
<!--:it-->VISIONI D'AUTORE | Stefano Liberti presenta il suo documentario SOYALISM<!--:--><!--:en-->VISIONI D'AUTORE | Stefano Liberti presents his documentary SOYALISM <!--:--> @ Cinéma Sala Pegasus

Venerdì 29 marzo ore 21:00 | Cinéma Sala Pegasus
Il regista e giornalista Stefano Liberti incontra il pubblico di Spoleto per la presentazione del documentario SOYALISM.

La serata è un evento speciale Visioni d’Autore in collaborazione con Coworking Spoleto

IL FILM
In un mondo sempre più sovrappopolato e in preda ai cambiamenti climatici, il controllo della produzione dei beni alimentari è diventato un enorme business per una manciata di poche gigantesche aziende. Seguendo la filiera di produzione industriale della carne di maiale, dalla Cina al Brasile passando per Stati Uniti e Mozambico, il documentario descrive l’enorme movimento di concentrazione di potere nelle mani di queste ditte, che sta mettendo fuori mercato centinaia di migliaia di piccoli produttori e trasformando in modo permanente paesaggi interi. A partire dai mega-allevamenti intensivi in Cina fino alla foresta amazzonica minacciata dalle coltivazioni di soia sviluppate per nutrire animali confinati in capannoni dall’altra parte del mondo, questo processo sta pregiudicando gli equilibri sociali e ambientali del pianeta.
l film è stato proiettato in anteprima mondiale il 18 novembre all’International documentary film festival di Amsterdam.

STEFANO LIBERTI
Stefano Liberti è un giornalista e regista italiano. Ha diretto il documentario “L’inferno dei bimbi stregoni”, vincitore del premio L’Anello Debole nel 2010. Ha scritto “I signori del cibo. Viaggio nell’industria alimentare che sta distruggendo il pianeta” (Minimum fax 2016).

Visioni d’Autore è organizzato da Comune Di Spoleto, MAIA Associazione Culturale e Cinéma Sala Pegasus.

Mar
30
Sab
MARCONI VINTAGE @ Viale Guglielmo Marconi
Mar 30–Mar 31 giorno intero
<!--:it-->MARCONI VINTAGE<!--:--><!--:en-->MARCONI VINTAGE<!--:--> @ Viale Guglielmo Marconi

Arte, animazione, musica, shopping ed enogastronomia.
Marconi Vintage, la manifestazione dedicata al gusto retrò organizzata dall’Associazione Culturale Il Bruco in collaborazione con il Comune di Spoleto, torna il 30 e 31 marzo 2019 in Via Guglielmo Marconi e strade limitrofe.

Punto di forza sicuramente tornerà ad essere lo Street Food con specialità tipiche regionali italiane e un percorso culinario che porterà il visitatore a viaggiare con il palato da nord a sud. I food truck, con le aree esterne attrezzate, consentiranno infatti di sperimentare appetitose degustazioni cenando comodamente all’aperto.

Oltre all’enogastronomia, l’Associazione Il Bruco ha deciso di dedicare ampio spazio alla cultura. Tornerà la classica mostra di auto e moto d’epoca impreziosita da esemplari di nuova generazione. Visitabile anche la galleria di quadri e sculture e una estemporanea di pittura che seguirà il fil rouge “L’anima come energia che muove il mondo”. Molto apprezzata in passato e dunque riconfermata la mostra fotografica Spoleto Come Eravamo per rivivere la storia e tuffarsi nel passato.

Non mancherà l’intrattenimento e saranno tanti i gruppi di ballo, le scuole, le Associazioni Sportive, le band musicali e i dj che si esibiranno lungo Viale Marconi, che ospiterà anche una performance di tiro con l’arco. Tanto attesa la marching band Gli Sbandati, presente sia sabato che domenica.

Immancabili i mercatini, anima dell’evento, con il loro artigianato locale, tra l’antico e il moderno. E per essere in perfetto stile Marconi Vintage, l’organizzazione invita tutti a vestirsi a tema retrò.

Per maggiori informazioni 3406252384, 3288382879, 336635654.
Pagina Facebook Il Bruco Spoleto e profilo Instagram attivi per programma, partecipanti e aggiornamenti.

Mostra EKATERINA VORONA – DREAMSCAPE @ Palazzo Collicola Arti Visive
Mar 30–Mag 26 giorno intero
<!--:it-->Mostra EKATERINA VORONA - DREAMSCAPE<!--:--><!--:en-->EKATERINA VORONA - DREAMSCAPE | Exhibition<!--:--> @ Palazzo Collicola Arti Visive

PALAZZO COLLICOLA ARTI VISIVE
presenta

EKATERINA VORONA – DREAMSCAPE
a cura di Gianluca Marziani

La prima inaugurazione della doppia mostra di EKATERINA VORONA è prevista GIOVEDI’ 14 FEBBRAIO alle ore 18:30 a Roma presso 28 PIAZZA DI PIETRA, la seconda SABATO 30 MARZO alle ore 12:00 a Spoleto presso PALAZZO COLLICOLA ARTI VISIVE. Le due mostre vedono la cura di Gianluca Marziani e sono state realizzate in collaborazione con Francesca Anfosso e Anna Vyazemsteva.

Continua l’osservatorio internazionale di Palazzo Collicola Arti Visive: una ricerca strategica tra culture e identità geografiche per definire un close-up ad ampio raggio sulla pittura contemporanea. Il 2019 vedrà un focus su alcuni autori russi. Si parte in primavera con la moscovita Ekaterina Vorona, artista che presenta il risultato degli ultimi cinque anni di produzione. Un limpido distillato figurativo sul paesaggio acquatico, una visione omogenea che metabolizza le ricerche europee di fine Ottocento con silenziosi ma significativi spostamenti concettuali.

Le avanguardie storiche restano materia d’indagine tra chi si cimenta sul paesaggio, genere per eccellenza (assieme al ritratto) della pittura, talmente longevo da ricondurci indietro fino ai disegni rupestri, quando le caverne erano la superficie battesimale per scene di caccia e frangenti ludici. Nel paesaggio si esplica il dialogo tra Uomo e Natura, l’ambizione alla scoperta e alla conquista, la genesi di ogni civiltà comunitaria. Lo sguardo pittorico, factotum di utili veggenze, ha spesso usato il paesaggio per una versione utopica o alternativa al presente, con lo spunto della promessa (eden) o il codice di un’allerta (distruzione). La versione odierna del paesaggio metafisico implica nuovi quesiti tra gli artisti: come rinnovarne l’identità, cosa mantenere e riusare del passato, in che modo integrare alla citazione un presente complesso. La pittura si pone il dilemma delle fondamenta resistenti, degli archetipi che diano permanenza alla forma ideale in un tempo liquido come il nostro. Gli artisti inseguono un paesaggio che unisca lo spessore delle avanguardie alle vesti del proprio habitat, creando lo specchio prismatico di un’esperienza privata ma condivisibile, poliglotta ed empatica, slegata ai vincoli di spazio e tempo.

Artisti come Ekaterina Vorona agiscono nel solco delle avanguardie acquisite, dei valori linguistici che la Storia ha reso imprescindibili. La memoria, sia chiaro, rimane solo nelle radici perimetrali, altrimenti si cadrebbe nel manierismo a specchio, nella citazione che assorbe ma non rielabora. L’approccio contemporaneo riempie quel perimetro (la memoria) con superfici specifiche, regolate sulla temperatura meticcia di un tempo tecnologico. I nuovi paesaggi si trasformano nei luoghi mentali che conservano la conoscenza dentro un futuro flessibile, usando la grammatica della citazione per una sintassi con nuove tramature. Claude Monet è la filiazione che racchiude gli intenti e le conseguenze del progetto: la luce e il colore come variabili emotive, le atmosfere come attivatore sentimentale, la pazienza come ritmo circadiano. La Vorona si inoltra fisicamente nel paesaggio in esterni, lo vive con metodo e lenta fusione, ritrovando sul quadro la forza degli immensi paesaggi russi, la potenza delle stagioni, il vigore della trasformazione stagionale. Al contempo, l’immersione fisica è il tramite per un viaggio dai contorni sciamanici, difficile da spiegare a parole, un tuffo oltre le contingenze del quotidiano, in silente sintonia con gli sguardi di Monet verso le ninfee di Giverny.

Paesaggi d’acqua che giungono da un lento processo metabolico, da una paziente osservazione di mari, laghi, fiumi, sorgenti, ruscelli e qualsiasi altra fonte liquida. L’artista recupera un integro legame col mondo naturale, una sorta di nuova coscienza degli elementi incontaminati, dei luoghi che mantengono un database del tempo arcaico. I suoi spazi sono silenziosi frammenti di un pianeta a rischio, ambienti che esprimono la bellezza dei paradisi perduti e l’incoscienza della semplicità senza tecnologia. La Vorona si muove nel solco cinematografico di Terrence Malick, nel culto laico di un paesaggio mistico che avvolge il pensiero poetico. E’ come se Monet si fondesse con le panoramiche aeree di Malick, come se gli studi del francese sulle variazioni luminose si espandessero nella luce digitale del presente.

Gorghi, onde, riverberi, riflessi, scie, flussi… i quadri sospendono lo scandire del tempo e ci catapultano in un battito metafisico, nella natura luminosa delle avvolgenti visioni mentali. Lo sguardo esce dalle prospettive dei luoghi specifici, scivolando nel silenzio della meditazione, nel suono acustico degli elementi naturali, nel recupero di una primordialità sempre più urgente. Una pittura che ragiona sulla complessità della luce, sul tema spirituale della vibrazione luministica, sul potere meditativo che hanno le scale tonali sui nostri sensi. Un viaggio fuori dal tempo urbano, fuori dal ritmo frenetico del progresso: per ridestare l’attenzione sul rumore interno degli elementi naturali; per ridare al quadro un costrutto emozionale; per regolare le ricerche impressioniste sul valore tecnologico del presente.

28 PIAZZA DI PIETRA
La galleria di Francesca Anfosso anticipa la mostra museale a Spoleto, ricreando un perfetto prologo che avrà il suo culmine nelle sale bianche di Palazzo Collicola Arti Visive. I due piani della galleria tracciano le linee portanti del progetto, distribuendo le opere di piccolo e medio formato sui muri dello spazio. Circa 15 lavori che toccano i nodi salienti di una ricerca raffinata e sorprendente.

PALAZZO COLLICOLA ARTI VISIVE
Saranno una quarantina, tutte di grande formato, le opere selezionate dal curatore Gianluca Marziani. Una scelta omogenea che entra nel cuore ambizioso della pittura di Ekaterina Vorona, facendo brillare i colori sulle imponenti pareti del museo. Una produzione legata agli ultimi cinque anni di ricerca, interamente documentata nel catalogo, edito da Carlo Cambi e corredato da un’analisi critica dello stesso curatore.

PALAZZO COLLICOLA ARTI VISIVE
Piazza Collicola, 1 Spoleto

www.palazzocollicola.eu
https://www.facebook.com/PALAZZOCOLLICOLA
Contatti Palazzo Collicola: info@palazzocollicola.it
Contatti Sistema Museo: ufficiostampa@sistemamuseo.it

La mostra termina domenica 26 maggio 2019

Mar
31
Dom
Passeggiata di Primavera a MONTELUCO @ Spoleto-Monteluco
Mar 31@09:45
<!--:it-->Passeggiata di Primavera a MONTELUCO<!--:--><!--:en-->Spring Walk to MONTELUCO<!--:--> @ Spoleto-Monteluco

31 Marzo 2019
PASSEGGIATA DI PRIMAVERA
a cura della Pro Loco di Monteluco

ore 9.45: ritrovo dei partecipanti al Ponte delle Torri (lato Fortilizio dei Mulini)

ore 10.00: partenza alla volta del Monteluco lungo la strada carrabile. Lungo il percorso all’altezza di San Giuliano verrà allestito un punto di ristoro. La strada provinciale sarà chiusa al traffico fino alle ore 12.

ore 12.00: arrivo in vetta dove ci sarà ad attenderci il Coro città di Trevi I CANTORI DI CANNAIOLA diretti dal Maestro Mauro Presazzi. Al termine del Coro si terrà una Messa all’aperto nei pressi del Convento Francescano.

ore 13.00: sarà messo a disposizione dei partecipanti che non potranno ridiscendere con mezzi propri, eccezionalmente, un pullman di linea Monteluco-Spoleto.

Presso i ristoranti “Ferretti”, “Paradiso” e presso i due chioschi “il rifugio del pellegrino” e “il girotondo” sarà possibile pranzare ad un prezzo convenzionato: primo 4 €, secondo 6 €, primo e secondo 10€.

Per informazioni:
Tel. 329 6268000
www.prolocomonteluco.it

Visite guidate tematiche SPOLETO CARD | LA GRANDE ROCCA @ Rocca Albornoziana
Mar 31@11:30
<!--:it-->Visite guidate tematiche SPOLETO CARD | LA GRANDE ROCCA<!--:--><!--:en-->SPOLETO CARD Thematic Guided Tours | THE GREAT FORTRESS<!--:--> @ Rocca Albornoziana | Spoleto | Umbria | Italia

Visite guidate tematiche Spoleto Card
Visite guidate al patrimonio culturale di Spoleto e del territorio

ore 15.30
LA GRANDE ROCCA
Luogo d’incontro: Rocca Albornoz – biglietteria

Per i possessori della Spoleto Card la partecipazione è gratuita.
Per chi non possiede la Spoleto Card: € 3,00 + biglietto del museo

Per informazioni e prenotazioni:
Soc. Coop. Sistema Museo – Tel. 0743 46434 – 0743 224952
e-mail: info@spoletocard.it
Per maggiori informazioni visita il sito www.spoletocard.it

Una scultura, una storia – visita guidata @ Cattedrale di Santa Maria Assunta
Mar 31@12:15
Pin It