Artists on Camera: Michael Blackwood Productions

Quando:
3 Luglio 2022 giorno intero
2022-07-03T00:00:00+02:00
2022-07-04T00:00:00+02:00

24-25-26 giugno / 1-3-10 luglio 2022
Artists on Camera: Michael Blackwood Productions

Visitando i link di seguito è possibile ottenere informazioni su ogni film e prenotare i biglietti delle proiezioni: www.mahler-lewitt.org/it/artists-on-camera-it

Nell’ambito del Festival dei Due Mondi 2022 di Spoleto, Mahler & LeWitt Studios è lieta di presentare Artists on Camera: Michael Blackwood Productions, con il supporto di Bloomberg Philanthropies.

Michael Blackwood è uno dei documentaristi d’arte più prolifici e affermati, avendo prodotto oltre 150 film dagli anni ‘60 ad oggi, e avendo raccontato le storie delle menti creative di maggior impatto dei propri tempi. Uno dei primi film di Michael Blackwood, Spoleto 1967, documenta il decimo anniversario del Festival di Spoleto (questo film sarà proiettato a Casa Menotti, centro di documentazione del Festival). Questa sarà la prima rassegna estesa del lavoro di Michael Blackwood mai realizzata; presenteremo 15 film in quattro diverse sedi, tra cui la Sala Pegasus, un cinema all’interno di una chiesa del XII secolo, e l’Arena Collicola, uno schermo cinematografico all’aperto nel cortile di Palazzo Collicola Arti Visive, la galleria d’arte moderna di Spoleto.

La serie di proiezioni Artists on Camera: Michael Blackwood Productions metterà in evidenza il lavoro storico di un gruppo eterogeneo di artisti, i quali hanno lavorato in una vasta gamma di discipline, rendendone la testimonianza a una nuova generazione di artisti e all’ampio pubblico del Festival. La serie si aprirà con il primo film di Blackwood Broadway Express, 1959, un ritratto di New York attraverso il sistema della metropolitana della città, girato nello stile realista che caratterizza tutti i suoi film. Proietteremo inoltre Sol LeWitt: 4 Decades, 2001, e Isamu Noguchi, 1972, girato in parte a Spoleto con Buckminster Fuller ed Ezra Pound. Christo and Jeanne-Claude, 1995, il quale ha realizzato i suoi imballaggi su diversi edifici a Spoleto per il festival del 1968, sarà seguito da Elizabeth Murray: 4 Decades, 2006. Due dei più importanti film di ricerca di Blackwood, The Sensual Nature of Sound: 4 Composers, Laurie Anderson, Tania Leon, Meredith Monk, Pauline Oliveros, 1993 e 4 Artists: Robert Ryman, Eva Hesse, Bruce Nauman, Susan Rothenberg, 1988, verranno seguiti dalle versioni recentemente rimasterizzate di Monk e Monk in Europe, entrambi del 1968, che costituiscono un ritratto in due parti del grande compositore e pianista jazz. L’elenco degli altri film in programma durante il festival include: Philip Guston: A Life Lived, 1981, Making Dances: Seven Post Modern Choreographers, 1980 (proiettato in concomitanza della visita a Spoleto della Trisha Brown Dance Company presso il Festival 2022), A Composer’s Notes: Philip Glass and the Making of an Opera, 1985, Butoh: Body on the Edge of Crisis, 1990, e Spoleto USA: A Festival Discovers America, 1977, che documenta il primo Festival di Spoleto negli Stati Uniti, il quale continua ancora oggi nella città di Charleston.

Sottotitoli in italiano. Ingresso gratuito

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *