Museo della Ferrovia Spoleto-Norcia

Il progetto esecutivo della ferrovia Spoleto-Norcia, redatto dall’ingegnere svizzero Erwin Thomann, fu presentato nel 1913, dopo che la costruzione della linea era stata concessa con regio decreto n. 1131 del 6 ottobre 1912.

I lavori proseguirono lentamente a causa della prima guerra mondiale e delle ristrettezze economiche dell’impresa incaricata di costruzione ed esercizio, la Società Subalpina di Imprese Ferroviarie. Dopo 13 anni, il 1° novembre 1926, si tenne la solenne inaugurazione del tragitto di 52 km.

La linea, il cui tracciato ha tutte le caratteristiche delle linee di montagna, risultò ‘un capolavoro di ingegneria ferroviaria e di inserimento ambientale’.

Il 9 luglio 1968, dopo 42 anni di esercizio, e malgrado molte proteste e manifestazioni, venne firmato il decreto di chiusura della ferrovia. La Spoleto-Norcia seguì dunque la triste sorte di altre linee ferroviarie, definite con infelice espressione allora di moda ‘rami secchi’, e il 31 luglio 1968 fu data la partenza all’ultimo treno.

Dal 1968 in poi il tracciato è stato oggetto di interventi di messa in sicurezza e di riconversione per renderlo fruibile a piedi ed in mountain bike.

Il Museo della Ferrovia Spoleto-Norcia mira ad avere la doppia funzione di contenitore culturale della Spoleto-Norcia e di stazione della mobilità dolce.  Il tracciato della ferrovia è stato infatti individuato quale asse privilegiato della rete di mobilità dolce costituita anche dalla Pista Ciclabile Spoleto-Assisi e dal Sentiero degli Ulivi

L’allestimento museale attuale, realizzato dalla S.S.I.T. in stretta collaborazione con la Soprintendenza Archivistica per l’Umbria, oltre a varie riproduzioni, comprende documenti, immagini ed oggetti appartenuti alla ferrovia, provenienti principalmente dall’Archivio S.S.I.T. Gestione S.p.A. – SSIF dalla famiglia Basler. Gli oggetti sono tutti appartenenti alla ferrovia Spoleto-Norcia.

Indirizzo: via Fratelli Cervi
Tel: 075 9637925 / 0039 347 3765007
E-mail: paolo.capocci@umbriamobilita.it

Pin It