Un concerto a cura della Scuola di Musica all’interno di strutture che ospitano pazienti con gravi disabilità

Un progetto per portare la musica all’interno di strutture che ospitano persone con gravi disabilità, un modo di concepire il linguaggio musicale come mezzo estetico e terapeutico per facilitare e favorire la comunicazione e la relazione.

L’iniziativa, fortemente voluta dall’Amministrazione comunale e realizzata dalla Scuola di Musica e Danza “Alessandro Onofri” insieme all’Associazione Spoleto Musica, ha visto, nella giornata di ieri, Alfredo Natili al clarinetto (Coordinatore didattico della scuola comunale di musica), Gabriele Francioli al fagotto (Presidente dell’associazione Spoleto musica) e Paolo Puliti all’oboe, esibirsi all’interno della struttura di “Le Ville” di Piazza della Vittoria.  

Il concerto, molto partecipato e molto apprezzato dai degenti, è in linea con analoghe esperienze di collaborazione che la Scuola di Musica ha avuto in questi anni con altre strutture, per esempio il nosocomio spoletino. Sempre all’interno dello stesso progetto sono in programma a breve altri concerti in strutture pubbliche per anziani sufficienti e non, con l’obiettivo di consentire al degente, o a persone in difficoltà, di poter godere di un linguaggio tra i più efficaci e universali per la cultura del sollievo dalla sofferenza fisica e morale.

La struttura in cui si è svolto ieri il concerto, convenzionata con la ASL, ospita due servizi gestiti dalla Cooperativa il Cerchio: “Il Dopo di Noi” che prevede interventi in favore dei soggetti con handicap grave privi dell’assistenza dei familiari o con un’assistenza familiare esigua e non idonea e il servizio “Comunità Alloggio” la cui finalità è quella di garantire la continuità assistenziale e la cura a persone con disabilità grave.

Pin It