Weather Spoleto 2020: progetto sui cambiamenti climatici

WEATHER SPOLETO 2020: ARTE, CULTURA E AMBIENTE IN UN PROGETTO DI SENSIBILIZZAZIONE SUI CAMBIAMENTI CLIMATICI


Non solo un progetto artistico e formativo, ma un percorso di creazione di una comunità per dare corpo e voce alle istanze ambientali. È questo il senso profondo di “Weather Spoleto 2020”, presentato in video conferenza il 19 novembre e già entrato nel vivo con i primi appuntamenti dello scorso weekend.

Il progetto, voluto fortemente dall’assessorato all’ambiente del Comune di Spoleto, con l’intento di tenere insieme le questioni ambientali con la forza comunicativa dell’arte e della cultura, sta coinvolgendo enti e associazioni in Italia e all’estero: dal Festival dei Due Mondi all’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA), dal Seoul Institute of the Arts al Culture Hub di New York e La MaMa Umbria International, fino all’associazione Bisse, l’Arpa Umbria, la Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto ed i Carabinieri Forestali del Reparto Biodiversità di Assisi.

Cinque i pilastri su cui poggia “Weather Spoleto 2020”. Innanzitutto l’opera multimediale, ossia lo spettacolo “Weather”, presentato per la prima volta nel 2014 al Festival dei Due Mondi grazie allo straordinario lavoro di Elizabeth Swados, che il prossimo 30 gennaio 2021 verrà presentato sul web grazie all’adattamento a cui, in queste settimane, stanno lavorando il regista Jared McNeill, Claudio Scarabottini dell’associazione Bisse, Adriana Garbagnati per La MaMa Umbria International e Andrea Paciotto per il Seoul Institute of the Arts, insieme a 50 artisti provenienti da tutto il mondo.

L’altro elemento centrale del progetto sarà la “Carta di Spoleto”, che il prossimo 18 dicembre verrà sottoscritta al termine del workshop sul cambiamento climatico grazie al coinvolgimento di aziende italiane certificate ISO:14001, EMAS e Ecolabel. Un incontro coordinato dal Comune di Spoleto, Arpa Umbria, ISPRA e dalla Meccanotecnica Umbra, nel corso del quale industria e arte si confronteranno su politiche, programmi e buone pratiche attuate.

Sempre a dicembre (19) è in programma la tavola rotonda tra ISPRA, Fondazione Festival di Spoleto e assessorato all’ambiente del Comune di Spoleto, dove si parlerà di eventi sostenibili partendo dal protocollo per la sostenibilità del Festival dei Due Mondi sottoscritto quest’anno.

“Affrontiamo tematiche di grande attualità, all’interno di un progetto molto vasto che stiamo portando avanti con molti enti e associazioni – ha dichiarato l’assessore all’ambiente Maria Rita Zengoni – Per noi è la naturale prosecuzione delle azioni messe in campo negli ultimi anni per ridurre l’impatto ambientale delle attività del Comune e rinnovare periodicamente la certificazione EMAS. C’è una partecipazione importante, frutto di una sensibilità comune molto sentita, un patrimonio di conoscenza, operatività e desiderio di cambiamento di cui la città di Spoleto sta cercando di farsi interprete e promotrice”.

Gli altri due appuntamenti che completano il progetto “Weather Spoleto 2020” sono Kids4Weather, che è iniziato lo scorso weekend con il coinvolgimento delle scuole primarie e secondarie e proseguirà a dicembre e a gennaio, e FAUNA 2021, l’appuntamento annuale avviato nel 2019 e dedicato alla figura dello zoologo Bernardino Ragni, che dal 16 al 18 gennaio permetterà di approfondire la conoscenza della fauna selvatica italiana e scoprire le peculiarità della Collezione Bernardino Ragni, con particolare attenzione alla gestione faunistica anche in relazione ai cambiamenti climatici.

Pin It