Il Sindaco interviene su vicenda BPS

“In riferimento alle vicende che hanno interessato recentemente il Banco di Desio e della Brianza riteniamo che, mai come ora, sia necessaria prudenza e lungimiranza per individuare solidi futuri assetti societari della Banca Popolare di Spoleto”.

A parlare è il Sindaco Daniele Benedetti a seguito della notizia dei giorni scorsi relativa al patteggiamento avanzato in Tribunale dalle due società controllate dal Banco di Desio e della Brianza, ossia Desio Lazio e Credito Private Commerciale.

“L’attuale situazione della Banca Popolare di Spoleto, che seguiamo con grande attenzione fin dall’inizio con ricorrenti interlocuzioni sia con i commissari, che con le rappresentanze sindacali e i soci dell’istituto, richiede soluzioni che siano in grado di rilanciare l’unica banca del territorio, evitando percorsi che potrebbero rendere ancora più precaria la condizione dell’Istituto. Come sindaco e in nome della città ribadisco innanzitutto che vengano garantiti dipendenti e risparmiatori, affinché coloro che hanno sempre manifestato fiducia nei confronti della Banca Popolare di Spoleto non debbano trovarsi a vivere, loro malgrado, situazioni di difficoltà.

Allo stesso tempo, soprattutto alla luce del patteggiamento che ha interessato due società controllate dal Banco di Desio e della Brianza, auspichiamo che ogni decisione legata all’assetto societario della BPS venga valutata solo ed esclusivamente sulla base di progetti e prospettive chiare, in grado di consolidare l’istituto di credito rilanciandone una attività molto importante per Spoleto e per l’Umbria.

Da questo punto di vista mi auguro che anche la Regione Umbria sappia seguire con la necessaria attenzione gli sviluppi di una vicenda che auspico possa chiudersi meglio possibile e prima possibile”.

Pin It